"THE END"

sabato 3 novembre 2012

Come si fanno i wurstel

Quante volte ti è capitato di mangiare un Hot Dog?
Magari arrostito sulla brace o cotto alla griglia, ricoperto da una montagna di ketchup, senape e maionese...
Il panino con Wurstel è il tipico alimento chiamato in causa, quando si ha voglia di riempire il buco della fame il più in fretta possibile; è un classico mangiarlo alle partite, nelle fiere, durante le feste cittadine, alle grigliate con gli amici...
Ma ti sei mai chiesto da cosa realmente è composto?

Qual'è la storia dei Wurstel?
Alimento nato in Germania ed in Austria, ma meglio conosciuto negli States con il nome di Hot Dog, in pochi decenni è diventato piatto nazionale per moltissimi Stati europei e non solo.
In origine nati come insaccati di carne sminuzzata, una volta commercializzati la ricetta è stata modificata in modo da poter "riciclare" anche il più piccolo scarto della produzione alimentare di origine animale.
Risalta perfettamente il concetto: "occhio non vede e cuore non duole".

Cosa contengono i Wurstel?
Una volta ucciso l'animale nel macello e divisa la carne dalle ossa, la carcassa viene congelata ed inviata in stabilimenti strutturati per recuperare tutti gli scarti delle lavorazioni, compresi i cadaveri di bestie morte nelle stalle o negli allevamenti.

E' interessante leggere sul retro della confezione l'elenco degli ingredienti, nel quale compare la voce "CARNE SEPARATA MECCANICAMENTE", è semplicemente un termine tecnico-elegante con il quale si vuole intendere la spremitura e l'impasto di zoccoli, organi interni, pelle, cotenna, ossa, orecchie, coda, grasso, tendini, quindi il rimasuglio della carcassa dell'animale da allevamento (e non solo..).
Con un Wurstel in bocca assomigliamo molto agli avvoltoi in versione umana ed evoluta...

SECONDO LA SCIENZA, I VIZI E I PECCATI CI FANNO VIVERE....MEGLIO !


Davvero i vizi conducono alla perdizione e rovinano la vita? Niente di più falso. Se consumati in piccole dosi e con consapevolezza, i peccati sono capitali da investire nel nostro benessere psico-fisico. 

La trasgressiva rivelazione è contenuta nel libro "Joy of Sin" (in italiano la “gioia del peccato”) dello psicologo australiano Simon Laham, dell’Università di Melbourne, secondo il quale i vizi non sono altro che un elenco d’inclinazioni morali e comportamentali dell’anima, e quindi del tutto in sintonia con la nostra natura.
Visti sotto questa luce, i peccati si trasformano in beni di valore fragili, da maneggiare con cura che, se gestiti in modo da evitare di diventarne schiavi, possono essere usati per accrescere le nostre migliori qualità.
Laham porta a sostegno della sua teoria una serie di risultati di ricerche scientifiche che sembrano dar ragione al grande poeta e scrittore irlandese Oscar Wilde, che amava ripetere con la sua solita ironia: «Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni».

Una teoria che trova conferma anche nelle parole dello psichiatra Alessandro Meluzzi, convinto del ruolo “omeopatico” del peccato, se questo è assunto con tutte le accortezze del caso. «Il vizio è una deformazione patologica di qualcosa che fa parte della nostra vita», spiega Meluzzi, «di ciò che la natura ha messo nel cuore dell’uomo per essere felice. Se si riesce a dominarlo senza esserne dominati allora diventa simile a una vaccinazione contro le tentazioni».

Così come una persona posta sotto una campana di vetro non svilupperà mai gli anticorpi nei confronti di un batterio o di un virus, se un essere umano vive sempre in una zona in cui non ci sono corpi che lo stimolano sessualmente, non svilupperà mai la capacità di reagire e difendersi da una tentazione di natura sessuale, come può essere quella di tradire la propria moglie o abbandonarsi alla trasgressione.

«Se uno si circonda solo di persone che ritiene inferiori a sé non proverà mai il sentimento dell’invidia e quindi non si vaccinerà mai nei confronti di questo vizio», continua lo psicologo. «Se sta rinchiuso in un eremo non potrà mai capire cos’è l’ira o la rabbia, perché non si porrà mai in relazione con altri; se è talmente ricco da non avere bisogno di nulla o talmente povero da vivere su un’isola come Robinson Crusoe non saprà mai cos’è l’avarizia».

La presenza dei vizi nella nostra vita è fondamentale non solo per allontanare le tentazioni ma anche per tenere vivo il desiderio. «Se si perde il senso del peccato», prosegue Alessandro Meluzzi, «si perde anche il rischio della tentazione e di conseguenza il rischio della trasgressione. In quest’ottica, la presenza del vizio e del senso di colpa che da esso deriva rappresenta un vero e proprio presidio ai nostri desideri. In una società in cui tutto è possibile non si desidera più nulla, se siamo liberi di abbuffarci di tutto perdiamo anche la voglia di gustarci una piccola fetta di torta».


Fonte: http://cervelliamo.blogspot.it/2012/11/secondo-la-scienza-i-vizi-e-i-peccati.html#sthash.dpTRdbIX.dpuf

Massimo Gramellini sul darwinismo sociale del governo Monti


“Il governo non trova soldi per i malati di Sla, che rischiano di morire d’inedia istituzionale. E se la tecnica Fornero ricomincia a piangere, la politica tace o parla d’altro: di quanto sia brutta e cattiva l’antipolitica. Mentre proprio di questo dovrebbe occuparsi: degli ultimi, dei deboli, di chi non ce la fa. Purtroppo non tutti i cittadini sono ricchi, ambiziosi e intelligenti. Non tutti nascono e rimangono sani. Però tutti fanno parte della stessa comunità e la politica è la mamma che facilita la vita al figlio più in gamba, ma poi si curva protettiva su quello più sfortunato. Ed è a lui che dedica le sue energie migliori, è con lui che sperimenta quanto infinite siano le capacità del cuore umano di amare.

Forse le regole del gioco sono cambiate senza che ci avvertissero. Forse la politica ha deciso di dedicare le sue attenzioni soltanto ai potenti di cui è serva e ai servi con cui è prepotente. Lo Stato Sociale europeo – malgrado le sue magagne, le sue burocrazie, le sue ruberie – ha rappresentato la creazione più nobile della politica. Oggi se ne parla come di un rudere di cattivo gusto, un lusso anomalo del passato, un ostacolo al libero manifestarsi del Nuovo. A me un Nuovo dove i mercanti ingrassano e i malati di Sla muoiono sembra nascere già molto vecchio. Se lo Stato non ha più soldi per tutti, tocca alla politica indirizzare quelli che rimangono verso le tasche giuste (possibilmente non le proprie). E chiedere aiuto al mondo delle associazioni, così come una mamma in difficoltà lo chiederebbe a una sorella o a un’amica. Non a una sguattera”.

Da La Stampa del 03/11/2012.

«Questo governo è una totale vergogna, trova 2 miliardi di euro per la banca dei Monti dei Paschi di Siena e niente per le persone che vivono una condizione di vita tra le più difficili in assoluto», dice Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista. Rincara la dose Stefano Pedica, capo della Segreteria Politica dell’Italia dei Valori. «È incivile dice abbandonare al proprio destino chi vive in un letto e può comunicare solo con il movimento degli occhi attraverso un computer. Ed è assurdo che questi malati debbano ricorrere allo sciopero della fame per sollecitare l’attenzione del governo».

http://www.ilmessaggero.it/economia/legge_stabilit_tagli_malati_sla/notizie/229393.shtml

Umanamente, sono molto più spregevoli di Berlusconi.

Aldo Giannuli: “L’aristo-borghesia è umanamente più spregevole del parvenu cafone ed arraffatore”.
http://versounmondonuovo.wordpress.com/2012/02/24/pertini-berlinguer-e-don-milani-si-rivoltano-nella-tomba-il-pd-non-ancora/

L’atteggiamento del governo inglese nei confronti dei suoi cittadini disabili e poveri dovrebbe far suonare un campanello d’allarme. Che diavolo sta succedendo? Chi sono queste persone che esercitano il potere? È giusto continuare a fidarsi di loro?

http://versounmondonuovo.wordpress.com/2012/03/18/la-soluzione-finale-alla-questione-dei-disabili-secondo-il-governo-inglese-cazzi-loro/

tratto da http://versounmondonuovo.wordpress.com

Da questo momento il libro diventerà come un diario spirituale

Da questo momento il libro diventerà come un diario spirituale.
Perchè questo momento?
Il 3 dicembre incontrai una persona un grande viaggiatore,solo un grande viaggiatore,poteva scalfire le mie illusorie certezze.
Solo se incontri qualcuno che stimi tremendamente più di te stesso,puoi iniziare a cambiare,costui ,la stima,l"amore,non è mai una proiezione dell"ego,ma bensi dell"ANIMA.

03 DICEMBRE Lavato qualche vestito, scritto molto, mangiato lungo la strada. Nel pomeriggio iniziai a gironzolare a caso ,fui colpito da moltissimi flash paesaggistici ,il tempo come al solito era tetro (in questo periodo qui è la stagione delle piogge) e molto variabile, fra uno scroscio d’acqua e l'altro andavo a spasso. Fu un continuo saliscendi, interrotto in un momento di sole da una mia esibizione tennistica ,in uno scassato campo da tennis addirittura senza rete ,con un futuro campione indonesiano. Volevo fare un vero incontro, ma il campioncino pretendeva che pagassi l'intera somma dell'affitto del campo, ma mi aveva prestato una scadentissima racchetta ,perciò dopo due palleggi lo salutai. Fu insomma una giornata senza grandi sussulti ,avevo si scritto molto ma pretendevo qualcosa di nuovo al diavolo il mio libro. Così passeggiando lun­go la via delle agenzie di viaggio decisi d'informarmi su un possibile viaggio sull'isola di Siberut ,a contatto con un popolo molto primitivo i mentawaiani.



Medicina ufficiale incapace di curare le malattie

Dr. Giuseppe De Pace
(ortopedico ospedaliero)

La testimonianza di un medico che, dopo vent’anni di professione, mette
in discussione la medicina ufficiale, in quanto incapace di curare le malattie.
Sono un chirurgo ortopedico con circa vent’anni di professione (quindici in ospedale), svolti nella continua ricerca di terapie efficaci. Ho passato parecchio del mio tempo allo studio sulle strategie terapeutiche e dei nuovi farmaci, a volte provandoli su me stesso per saggiarne l’efficacia....
Ho raggiunto degli obiettivi di rilievo, sapendo, alla fine, di poter ottenere ciò che volevo. Ma la conquista più importante ottenuta è l’aver capito che la “medicina ufficiale” è falsa ed è solo strumento di potere delle Multinazionali della Salute.
Noi medici siamo plagiati, fin dall’inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di “professori” che hanno il solo interesse di lasciarci nell’ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto.

Da molto tempo mettevo in discussione la “medicina ufficiale” in quanto incapace di curare le malattie, al massimo poteva lenire i sintomi apparenti spostandoli su altri organi. Ed è proprio su questo equivoco che si basa tutta la piramide della “medicina della malattia”. Se la malattia “A” ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia “B” con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia “B” è solo l’espressione del blocco della malattia “A”, cioè di un meccanismo di difesa dell’organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi. In definitiva, come dice Tilden, le malattie non sono altro che sintomi di un’unica malattia: la tossiemia.

Ho vissuto in prima persona il dramma di un bambino di undici anni, affetto da linfoma non-Hogkin. La letteratura internazionale parla di sopravvivenza dell’80% con i nuovi protocolli chemioterapici, notizia molto confortante anche per me che vivevo per la prima volta da vicino questa esperienza. L’equivoco, questa volta, si gioca sul fatto che se il paziente muore anche dopo un mese per insufficienza renale o epatica, superinfezioni, ecc. provocati chiaramente dalla chemio, per la statistica non è morto di linfoma! Ritornando al bambino, questi fu sottoposto per diciotto mesi a dosi massive di chemioterapia ed irradiazioni total-body, per cui i periodi che non faceva terapia, rimaneva in ospedale per curare gli effetti devastanti della chemio. Il suo ultimo mese di vita lo ha passato paralizzato nel letto, intontito dagli stupefacenti e quasi cieco.
A cosa è servito tutto ciò? Come si può pensare di eliminare i pidocchi da una persona dandole fuoco?
Questa triste esperienza è stata per me fondamentale in quanto mi ha definitivamente risvegliato la consapevolezza e, grazie anche all’aiuto delle persone dell’ASSOCIAZIONE S.U.M. - Stati Uniti del Mondo - (di cui oggi sono membro), ho compreso che si deve agire sulle cause per risolvere ogni problema.

Olocausto, passato e veniente - Il dramma del ritorno karmico e sue conseguenze



Oggi io sono equilibrata nell'Anima collegata

alla mia dimensione Spirituale e tento equilibrare il corpo adesso, ma non facile il corpo essendo all'effetto di una vita sociale

inquinata da loschi figuri del potere militare ed esoterico di basso livello che emanano scie chimiche ed ogni sorta di robaccia

per portare malattie e farne morire più possibili ... Altro che Hitler, lui eliminava solo gli ebrei, perchè sapeva che avrebbero

preso il potere, infatti l'hanno preso in America il potere le famiglie ebree che oggi ci rendono a tutti intossicazioni da camera a gas

per farci fuori in 6 miliardi, visto che Hitler ne gassificò 6 milioni ... Non fece di certo bel gesto, visto adesso il karma del pianeta

gassificato da loro, cioè dagli ebrei scampati e fuggiti in America ... Quindi mentre la mafia rovina la vita agli stolti giovani con la

droga per farli fuori, i militari assoldati da ebrei potenti, che si stanno vendicando, con aerei e carburanti tossici solcano cieli per

portare morte ... E tu allora come ti poni in tutto questo ?

Saluti, Lucia

lucilla_c at hotmail.com

L’UOMO CANCRO

“La Terra è ammalata di cancro e in una fase tragicamente avanzata della tremenda malattia, di cui se ne conoscono le cause ma non i rimedi. E la forma di carcinoma che l'affligge, ha addirittura un nome latino: si chiama Homo sapiens”.
R. Sermonti

Le varie forme di vita, siano esse di natura animale, vegetale e umana, appaiono sulla terra in un determinato momento per poi, a tempo debito, estinguersi - e in straordinarie circostanze, di auto/sopprimersi.


Nel “Tutto Universale” i concetti trascendono da ogni giudizio di “superiore e di inferiore”, di “bene e di male”, di “vita e di morte”, ma si attestano a fenomeni di causa/effetto, imputati alla gestione organizzativa di quel puzzle perfetto che, dall’origine, ha codificato ogni tessera dentro il suo spazio ideale.

Per tanto, l’individuo umano, non può accampare alcun merito, capacità, o particolare intelligenza che non siano le stesse espresse da una piattola, da un filo d’erba o da un batterio. L’uomo terrestre, non è una “condizione senza la quale..”, ma oggi corpo estraneo che destabilizza l’ordine delle cose. E così com’è venuto se ne andrà, per permettere alla natura di riappropriarsi delle sue ragioni.

Immaginiamo il pianeta terra come una delle infinite cellule del sistema universo, vista al microscopio dall’occhio di un attento e scrupoloso ricercatore proiettato nello spazio. Si noterà immediatamente che a differenza delle altre cellule, la terra presenta alcune evidenti anomalie e patologie di natura iperplasica e ipertrofica. Una disfunzione che sta mettendo a serio rischio la sua sopravvivenza.
Ad una prima e sommaria osservazione, il ricercatore si limiterà a constatare la presenza di un sostanza semisolida e appiccicosa di colore grigiastro, prodotta dalla cellula in questione (la terra), e che la stessa non é più in grado di sintetizzare, di riassorbire o di smaltire. Questo elemento, in precedenza estraneo, si accumula sul tessuto connettivo della cellula, alterandola in maniera strutturale e irreversibile e comportando la perdita di qualsiasi funzione vitale.
Il nostro ricercatore ipotizza che diversamente da un tempo, si sia prodotto nella cellula un difetto di funzionamento (corto circuito, intoppo) del suo processo primitivo. Questo incidente di percorso, ha compromesso irrimediabilmente la sopravvivenza della cellula, che in virtù di un intrinseco e necessario processo di necrosi, cercherà di auto sopprimersi, previa il rischio di contaminazione delle altre cellule.
Ad un più attento esame, il ricercatore individuerà poi, un congruo numero di elementi oblunghi, con due appendici alla base della loro estremità e una rotondità alla sommità e che intuisce, possano rivelarsi i virus responsabili di una tale patologia; l’uomo.
La sostanza appiccicosa e grigiastra, individuata dal ricercatore e riportata alla nostra realtà quotidiana, rappresenta tutta quella montagna di rifiuti industriali e scorie tossiche che il nostro sistema economico, rigurgita sul pianeta, 24 ore su 24. L’uomo, é il paradigma del virus letale.
Il pianeta terra che, per rendere più comprensibile a tutti, ho trasfigurato in cellula, non va interpretato come metafora ma (fatte le debite proporzioni), come paradigma assoluto del rapporto che esiste fra la causa dei nostri comportamenti e l’effetto sulla nostra realtà. E questo, vale in assoluto per qualsiasi cosa.
“L’uomo è l'unica specie terrestre il cui sforzo non è quello di impiegare al meglio le qualità e attitudini naturali di dotazione, bensì di vivere disprezzandole e sostituendole con espedienti più "comodi" e meno "faticosi", con l'inevitabile effetto di atrofizzarle.
E' la compiuta invasione del male - è la sconfitta della vita - è l'affanno dei palliativi per ritardare la fine. Il cancro della Terra, determinato dall'Uomo.
L'Uomo-cancro ha saputo mettere al servizio della causa di annientamento della Terra che lo ospita, anche quella che si dice sua unica prerogativa: la mente. Manipolando massivamente le menti più deboli e impreparate, le forze operanti del cancro sono riuscite a far cessare quasi del tutto quella naturale resistenza detta “istinto di conservazione”, e a generare addirittura favore ed entusiasmo (progressismo) a favore della diffusione dell'orrenda malattia.
Si è giunti così ben presto, in meno di un secolo, a superare il momento in cui si potesse pensare al radicale intervento chirurgico che anticipasse le metastasi. E siamo qui, a contarci le ore”. R.S.

Se al più presto, non saremo in grado (e non lo siamo) di riconvertire le nostre abitudini, in altre più consone, compatibili e pertinenti la vera natura dell’uomo, e liberarci per sempre da tutte quelle dipendenze e debolezze che alimentano il Sistema Bestia e il suo potere, saremo gli ignari spettatori e i testimoni oculari della più grande tragedia dell’umanità.

Gianni Tirelli

http://caneliberonline.blogspot.it/

Crozza, il "Padrino", Grillo e Casaleggio ...


Qui, alla fonte, il video

Solito grande show di Maurizio Crozza che stavolta, nella nuova puntata su La7 di "Crozza nel paese delle meraviglie", veste i panni di un "Padrino" preoccupato ("non vuole il ponte sullo Stretto e niente traghetti? E come ci è venuto Grillo in Sicilia, a nuoto?") per le sorti della Sicilia dopo il boom del 'Movimento 5 Stelle' alle recenti elezioni, "Nessuna mente criminale ci avrebbe mai pensato, prendersi la Sicilia partendo da Pippo Baudo" ... rimediato un bel "vaffa" telefonico da Grillo, prova a interrogare Casaleggio ...

MAURO BIGLINO + R. BRUNO

"UN'ALTRA STORIA"!!!! DI MAURO BIGLINO PER ACCADEMIA DELLA LIBERTA'


... e pensa che in questi giorni parlo con una persona che legge la Bibbia, e magari solo quella. Pensi cosa sapevano questi?
Una realtà differente ... molto differente, un'altra! Non lo so, angelo per esempio è stato tradotto dalla parola "malach" che può significare profeta, cittadini o addirittura organismo: La parola indica un entità che compie un lavoro, non angelo, quindi una cellula può essere "malach" ... anche noi possiamo essere "malach" allora perchè partecipiamo alla realtà e la modifichiamo. Che strana realtà, vero? Differente, non trovate almeno?
Cavolo, i cherubini sono mediatori tra l'uomo e dio o sono pezzi di latta? E il pensiero greco, platonismo, da dove proviene se non dall'India, o dall'oriente comunque? India ... lo sapete vero che c'è la tomba di Gesù in India ... e daie, ritorniamo sempre in quel paese, in quella zona. 11 libri dell'Antico Testamento scomparsi. Che nessuno mai leggerà ... o qualcuno li conosce?
Io sono abbastanza certo che se discendesse qualcuno dal cielo ne saremo prima di tutto terrorizzati, non abbiamo troppe paure, indotte, spesso? Certo, paura=sopravvivenza, è più forte di noi ...

Gli ebrei hanno una religione che non conosco, pare comunque che i pilastri portanti siano abbastanza simili al buddhismo di cui qualcosa so ... 
Dicevo una cosa prima ... se guardi le religioni più stupide, le meno razionali e possibili, vanno sempre in cerca di discepoli. Ti suonano anche a casa. Invece il vero sapere, per esempio il giudaismo, il buddhismo per citarne due, non verranno mai da te, sarai tu che vai a cercare loro perché solo così probabilmente capirai quello che dicono. Cercare discepoli significa imbrogliare! Stop, diamo a cesare quel che è di cesare ...

Rocco dice delle cose molto valide secondo la mia modesta opinione, ascoltatelo che avete sicuramente qualcosa da imparare ... poi assimilate e provate a far reagire i due elementi: Biglino+Rocco Bruno. Che risultato abbiamo?
La vibrazione, il suono e la sua relazione col corpo fisico - R. Bruno (MI) 2.11.2011

Reazioni chimiche generano la vita ... e la cancellano anche, se abbinate bene o male.

Approfondite, di materiale ne abbiamo molto:

PS: Poi si deve sottolineare che non siamo proprio certi che Biglino dica la cosa giusta, non sappiamo dove si trova la verità, e come potremo ... MA, se avesse ragione? Poniamo il caso che abbia ragione, che succede allora? Iniziano a crollare le certezze, siamo in balia del vento: 
Le mie parole sono come l'aria di alta montagna, solo gli alberi più robusti e con forti radici la possono affrontare ... 
Nietzsche, Così parlò Zarathustra

ASCOLTATE ROCCO qui AL MINUTO 11 E 30 SECONDI
COSA CHIEDE A CHI ASCOLTA:
CHE COS'è IL PENSIERO?
Io lo vado dicendo dal 1997 che se non rispondiamo a quella domanda abbiamo trovato il senso. Della vita? Non lo so, provate e vedrete. Provate, è come accendere il fuoco, te lo possono spiegare tutti MA fino a quando non lo fai, tu non sei capace di accendere il fuoco, impari solo facendolo. Tutto. Ogni cosa è così, altrimenti l'esperienza che sarebbe? Lo so, ne ho sentito parlare ... et voilà il gioco è fatto?????? Magari direbbe qualcuno ...

Guardate, dal minuto dieci al minuto sedici secondo me tratta il tema fondamentale

PER APPROFONDIMENTI

http://www.bibbia-alieni.it/

ACCADEMIA DELLA LIBERTA'
PER LA TUA SOVRANITA'
http://www.youtube.com/ALBAMED
http://accademiadellaliberta.blogspot.it/
http://www.scribd.com/doc/98160383/PERCHE-E-DIFFICILE-CAPIRE-LA-MONETA-di-Silvano-Borruso
http://accademiadellaliberta.blogspot.it/2012/03/chi-ha-scritto-sulla-moneta-debito-e.html

FARMACI CHE NON FUNZIONANO: UN MODERNO SCANDALO MEDICO

DI BEN GOLDACRE
guardian.co.uk

I medici che prescrivono i farmaci non sanno di non fare quello che dovrebbero fare; lo stesso vale per i pazienti. Le case farmaceutiche, invece, sanno bene quello che fanno, ma non lo dicono. I farmaci sono testati da chi li produce nel corso di prove poco significative, eseguite su un esiguo numero di ‘strani’ pazienti poco rappresentativi, e analizzati con tecniche mal progettate, al punto che finiscono con l’esagerarne i benefici. E’ chiaro che queste prove finiscono con il favorire i produttori. Quando poi i test mostrano risultati sgraditi alle aziende farmaceutiche, queste hanno tutto il diritto di nasconderli ai medici ed ai pazienti: abbiamo quindi un’immagine distorta degli effetti dei farmaci.
Gli organismi di controllo hanno accesso a gran parte dei dati dei test effettuati (anche se non a tutti), eppure queste informazioni non vengono rese pubbliche a medici e pazienti, o ad altri enti pubblici governativi. Il risultato: prove distorte comunicate ed applicate in modo distorto.

Nel 2010, alcuni ricercatori di Harvard e Toronto trovarono tutti i test relativi a cinque importanti classi di farmaci: antidepressivi, per l’ulcera, ecc. – e presero in considerazione due dati fondamentali: erano positivi? Erano finanziati dalle industrie?

In totale esaminarono 500 test
: l’85% delle prove finanziate dalle industrie risultavano positive, contro solo il 50% nel caso di test finanziati dal governo. Nel 2007, i ricercatori esaminarono tutti i test relativi a una statina. Questo tipo di farmaco, destinato ad abbassare il colesterolo, riduce il rischio di attacchi cardiaci e viene normalmente prescritto in grandi quantità.
Questo studio esaminò 192 test, sia attraverso il confronto tra diverse statine, sia confrontando una statina con un altro tipo di cura. Si scoprì che le prove finanziate dalle industrie avevano venti volte la probabilità di dare esiti positivi rispetto a test diversamente finanziati.

Com’è possibile questo? Come mai i test sponsorizzati dalle case farmaceutiche quasi sempre conducono a risultato positivi?
A volte i test contengono in sé difetti di progettazione. O puoi confrontare il nuovo farmaco con un vecchio farmaco di cui già si conosce l’inefficacia - un farmaco già esistente somministrato a dosi inadeguate, forse, o un placebo che non fa assolutamente niente. Si possono poi scegliere i pazienti molto attentamente, puntando su quelli che già si sa che guariranno prima. Si può dare un’occhiata ai risultati a metà delle prove e fermare il test non appena si notino risultati positivi, senza completare tutto l’iter. Tutti questi trucchi e sotterfugi metodologici non sono che un insulto all’integrità delle informazioni. A volte le case farmaceutiche effettuano un gran numero di test, ma poi, quando si accorgono che i risultati non sono soddisfacenti, si guardano bene dal pubblicarli.

Dopo questo episodio, il MHRA e l’Unione Europea hanno modificato parte della legislazione in vigore, anche se non in modo adeguato. Hanno introdotto l’obbligo per le società di presentare i dati di sicurezza nell’utilizzo dei farmaci al di fuori delle loro autorizzazioni di commercializzazione; ma, cosa alquanto ridicola, i test effettuati al di fuori dell’Unione Europea, erano esenti da tale obbligo. Alcuni dei test condotti da GSK furono pubblicati parzialmente, ma questo, comunque, non basta: se vediamo solo un campione parziale di dati, sappiamo già che saremo sviati nelle nostre conclusioni. Abbiamo bisogno di tutti i dati per la semplice ragione che abbiamo bisogno di un gran numero di dati: le avvertenze spesso sono blande, sottili e difficili da interpretare. Nel caso della paroxitina, i pericoli nel suo utilizzo divennero chiari solo dopo che tutti i risultati di tutti i test condotti furono analizzati e confrontati.

Questo ci conduce al secondo ovvio difetto dell’attuale sistema: i risultati di questi test sono presentati segretamente ai regolatori, che si siedono e prendono una decisione con calma. Questo è l’opposto della scienza, che è affidabile solo perché tutti mostrano i risultati del loro lavoro, spiegano perché sono convinti che una cosa sia efficace e sicura, condividono i loro metodi e risultati e permettono ad altri di decidere se siano o meno d’accordo sul modo in cui i dati sono stati elaborati ed analizzati. E invece oggi permettiamo che la decisione sulla sicurezza e l’efficacia dei farmaci venga presa a porte chiuse, perché le società farmaceutiche hanno deciso di rivelare in modo discreto i risultati dei loro test solo ai regolatori. In questo modo, il lavoro più importante della medicina fondata su prove certe, viene svolto in modo occulto. E i regolatori, inoltre, non sono infallibili, e questo lo vedremo tra poco.

Le informazioni mancanti avvelenano “l’acqua di tutti”. Se non si eseguono tutte le prove necessarie, se si occultano i test che hanno dato esiti negativi, non saremo mai a conoscenza dei veri effetti delle medicine che prendiamo. Le prove, in campo medico, non sono semplicemente un astratto prurito accademico. Quando ci vengono date delle informazioni sbagliate, prendiamo le decisioni sbagliate, causando danni e sofferenze non necessarie, e anche la morte, a gente come noi.

Questa è una situazione talmente vergognosa e nascosta che anche il tentativo di documentarla pubblicamente diventa un'impresa quasi impossibile. Nel 2006 fu pubblicato un documento nel Journal of the American Medical Association (JAMA), uno dei più importanti giornali medici del mondo, che spiegava quanto era normale per i ricercatori che eseguivano i test finanziati dalle industrie rispettare il divieto di pubblicarne i risultati. Lo studio era stato condotto dal Nordic Cochrane Centre e presentava tutti i test che erano stati approvati a Copenhagen e a Frederiksberg. (Se ci domandiamo il perché della scelta di queste due città, si tratta di una ragione puramente pratica: i ricercatori chiesero il permesso in altri luoghi ma nel Regno Unito, in particolare, gli fu negato).

Questi test erano palesemente sponsorizzati dall’industria farmaceutica (98%) e le regole che disciplinavano la gestione dei risultati raccontavano di una vicenda oramai familiare a metà strada tra l’assurdo e lo spaventoso.

Per 16 dei 44 test, l’industria sponsor potevano accedere ai risultati a mano a mano che si accumulavano, ed in altri 16 test l’industria in questione aveva il diritto di interrompere le prove in qualsiasi momento, per qualsiasi ragione. Questo significa che una compagnia farmaceutica può accorgersi subito se un test si sta rivelando contrario e può interferire liberamente durante l’iter, distorcendone i risultati. Anche se lo studio veniva completato, se ne potevano liberamente occultare i risultati: erano applicati divieti di pubblicazione dei risultati in 40 test su 44, e in metà di questi 40 i contratti indicavano chiaramente che lo sponsor possedeva i diritti sui dati risultanti (e i pazienti allora? Verrebbe da chiedersi) e poteva dare o meno l’approvazione per la loro definitiva pubblicazione, o entrambe le due cose insieme. Queste restrizioni non erano per niente indicate nei documenti pubblicati.

Quando fu resa nota questa situazione nel JAMA, la LIF, l’associazione farmaceutica danese, rispose annunciando, nel Giornale dell’Associazione Medica Danese, di sentirsi “colpita e sdegnata per le critiche mosse”, che respingeva in modo assoluto. Fu chiesta un’indagine tra i ricercatori, senza però indicare da parte di chi e per che cosa. La LIF poi scrisse alla Commissione Danese sulle Scorrettezze Scientifiche, accusando i ricercatori del Cochrane di cattiva condotta scientifica. Non possiamo leggere questa lettera, ma i ricercatori ci dicono che le accuse erano molto forti - venivano accusati di aver distorto deliberatamente i dati – ma in modo vago, e senza documenti che sostanziassero tali affermazioni.

Commento: un grave problema, questo, molto frustrante per me come pediatra.

Ho rifiutato per anni di ricevere i rappresentanti di farmaci e di dare campioncini ai pazienti, non vado ai pranzi o ricevimenti del settore, non accetto e non uso le loro penne omaggio, poiché non voglio in nessun modo essere influenzato ed inconsciamente prendere per buone informazioni sbagliate, tranne che in quei rari casi in cui io abbia la possibilità di leggere informazioni corrette e veritiere.

Tendo a fidarmi solo di quegli studi che parlano di vecchi e provati farmaci generici (che usiamo spesso per i bambini) o quegli studi che mostrano che il farmaco in alcuni casi non funziona, anche se, statisticamente, è più difficile dimostrare un effetto che utilizzi un’ipotesi nulla…

Non condivido le linee guida della mia professione, che non solo poggiano sulle stesse informazioni errate ma troppo spesso sono influenzate dall’industria. Secondo le direttive dell’AAP, io dovrei controllare il livello del colesterolo in tutti i miei pazienti tra i 9 e gli 11 anni, e in quelli di altre fasce di età ancora più giovani in caso di fattori di rischio – e se tale livello resta alto e le diete e l’esercizio fisico non aiutano a ridurlo, dovrei prescrivergli delle statine. E non importa che non esistano dei dati pubblicati (pure se falsi) che mi dicano che questa sia una buona idea! Io glielo controllo il colesterolo? No, ma mi sento obbligato a dirgli che l’AAP dice che dovrei, e che io non sono d’accordo, e che io non ho bisogno di un esame del sangue per dirgli semplicemente che una dieta a base di cibi-spazzatura e uno stile di vita sedentario siano comportamenti negativi, a prescindere dal livello di colesterolo. Se questo è alto e i genitori del bambino insistono per avere delle statine, gli dico di trovarsi qualcun altro che gliele prescriva, perché io non lo farò. Lascio decidere ai genitori. Finora, nessuno di questi genitori, da semplici diplomati a superlaureati, mi ha mai mandato a quel paese.

A volte le società europee si dimostrano attente almeno nelle loro direttive – un po’ più attente nel come interpretano le prove in loro possesso. Io, per parte mia, cerco di usare meno medicine possibile, anche se alla fine di ogni giorno mi accorgo di aver prescritto qualche medicina a qualche mio paziente. E’ difficile contrastare gli “intrugli” omeopatici quando non posso dire ai miei pazienti che sono sicuro che la mia “vera” medicina faccia esattamente quello che dovrebbe fare…e che forse gli “intrugli” omeopatici sono più sicuri.

Ben Goldacre è un medico pediatra e autore della colonna “Cattiva Scienza” nel Guardian, dedicata all’analisi delle sparate giornalistiche di argomento medico, dei prodotti di bellezza “miracolosi”, dei cosmetici pseudoscientifici e dei grandi gruppi farmaceutici multinazionali; spesso affronta anche temi come la medicalizzazione della vita moderna e della psicologia delle credenze irrazionali.

Fonte: www.guardian.co.uk
Link: http://www.guardian.co.uk/business/2012/sep/21/drugs-industry-scandal-ben-goldacre
21.09.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SKONCERTATA63

fonte

La storia di Arrigo Molinari, ex questore che aveva denunciato la BCE

Navigando normalmente su Facebook mi è "passata davanti" la seguente immagine, condivisa da un mio contatto:


pur informandomi assiduamente sul web ormai da alcuni anni, non avevo mai sentito parlare di questa vicenda, che ha suscitato la mia curiosità, e ho pertanto fatto una ricerca.
Se non conoscete questa strana vicenda, Vi consiglio la lettura di questo articolodi studimonetari.org, che raccoglie alcuni articoli di giornale dell'epoca dei fatti. Da leggere anche il materiale pubblicato su questo forum. Per capire le iniziative che aveva assunto contro Bankitalia e la BCE leggete questo.
Di seguito un video, pubblicato su Youtube con la seguente descrizione: "Quest'uomo dimenticato è stato un vero eroe, non dobbiamo permetterci di dimenticarlo...."




Ognuno tragga le dovute conclusioni...

Antonio Bacherini - nocensura.com

venerdì 2 novembre 2012

GANG STALKING E MOLESTIE PSICOTRONICHE, Le Dichiarazioni Di Ted Gunderson

By Biagio Mastrorilli - Posted on 02 novembre 2012


Ted Gunderson era un alto ex funzionario del Federal Bureau of Investigation, parla di una military intelligence del governo federale “canaglia” per supervisionare una rete nazionale basata sul "gang stalking" ossia molestie, intimidazione e terrorismo interno, indirizzato contro migliaia di cittadini statunitensi presi di mira in modo extragiudiziale come “dissidenti” o indesiderati.

Ted Gunderson, è morto il 31 luglio 2011, (di cancro ) ha servito il suo paese come agente speciale incaricato dell'FBI di Los Angeles, Memphis presso gli uffici di Dallas, ha dichiarato in una serie di pubbliche apparizioni, che è stato egli stesso preso di mira da questi stessi elementi, e che ora temeva per la sua vita e per la sicurezza della sua famiglia. Egli riferisce che le finestre della sua casa sono state forzate, ritiene oltretutto di essere stato avvelenato e sottolinea di essere profondamente disgustato da chi cerca di metterlo a tacere.

Dopo il suo ritiro dal FBI nel 1979, Gunderson ha lavorato come investigatore privato. È noto per il suo lavoro di difesa su un caso di omicidio che coinvolgse l'ex medico Dr. Jeffrey MacDonald.

I commenti dell’ex funzionario dell'FBI rappresentano la testimonianza più convincente fino ad oggi sui casi di “operazioni nere” del governo federale che si adopera a combattere una guerra viscida di terrore e persecuzione contro i cittadini.

ha dichiarato Gunderson in un discorso ottobre 2008 pubblicato lo scorso autunno su YouTube:

“In base alla mia esperienza trentennale e le ricerche che ho effettuato, ho compreso che ci sono migliaia di vittime prese di mira da una impresa illegale dal governo degli Stati Uniti canaglia e criminale - di intelligence militare probabilmente, legato alla CIA, all’FBI e così via - che è attivo 24 ore al giorno in tutto il territorio”.

Ha aggiunto: “Questo tipo di operazioni sono troppo vaste per essere controllate da imprese private. Credo che queste operazioni così ben organizzate e sofisticate dispongono di un comando centrale che si trova da qualche parte negli Stati Uniti, più uffici sparsi in tutto il paese”.

Ha poi detto:

“Sembra che chi amministra il programma di sorveglianza può agire da qualsiasi località degli states per molestare direttamente una vittima, e trovare immediatamente manodopera per farvi fronte ... Questa ben compatta operazione segreta, rende il vecchio programma di controspionaggio dell'FBI (nome in codice "Cointelpro") simile a un gioco per ragazzi”.

Gunderson sostiene inoltre, che la sicurezza federale, le forze di polizia e comandi, sono stati infiltrati da membri di società segrete come gli Illuminati, che ha descritto come una setta satanica criminale.

Il corrispondente ha riferito che Lockheed Martin, il più grande imprenditore del mondo in fatto di difesa, ha la principale tecnologia di cyber-sicurezza e le informazioni sui fornitori del governo federale, coordina le comunicazioni e forma i “team leader” di un Gestapo come l'apparato a livello nazionale e che ha tentacoli nella massima sicurezza e nei servizii di contrasto della nazione, comprese polizie statali, locali e 72 regionali “centri di fusione” gestiti dal US Department of Homeland Security.

Secondo la letteratura aziendale, Lockheed Martin è presente in 46 dei 50 stati.

Lockheed Martin ha anche il comando operativo e il controllo di un sistema d’arma a microonde del governo degli Stati Uniti, distribuito in alberi a torre per cellulari, che viene utilizzato per torturare, mettere in pericolo, soggiogare ed elettronicamente incarcerare i cosiddetti “soggetti mirati”.

Gli euro burocrati si raddoppiano la pensione


Nel solito silenzio dei media, dopo aver chiesto a singoli e governi grandi sacrifici, gli impiegati U.E. si raddoppiano la pensione!
di Antonio de Martini


Caro, vecchio KGB! Sarà anche stato al servizio di una bieca dittatura, ma,ha certamente allevato gente in grado di leggere un bilancio pubblico.
Dobbiamo sicuramente a un ricercatore attento dell’agenzia ” Russia Today” del 16 ottobre – ripresa solo dal ” Guardian” – la notizia che, zitti zitti, i burocrati di Bruxelles, mentre premevano per far varare ai 27 paesi della U.E. una serie di feroci risparmi sui consumi, e di inasprimenti tributari che hanno prodotto una serie di suicidi ed un andamento recessivo dell’economia in Europa, zitti zitti, dicevo, si sono raddoppiati il trattamento pensionistico,con il più alto incremento della pur ricca storia di questa ricchissima istituzione.

Attualmente, il trattamento pensionistico riservato agli eurocrati, è il 60% Dell’importo dell’ultima retribuzione che assomma mediamente a 91.000 euro annui di pensione, con un costo per i governi nazionali pari a un miliardo e seicento milioni annui.
Il “Guardian” ci dice che l’aggravio di costo per i soli inglesi si aggira attorno ai 2,2 miliardi su sette anni onde consentire il richiesto raddoppio delle pensioni.
Per l’Italia non lo so, in quanto non ho letto la notizia su nessun giornale o su internet e ” Il Corriere della Collera” non ha tempo e mezzi per una attenta indagine.
Ai 104 milioni che l’Inghilterra paga annualmente per appartenere al club UE ( è fuori dall’Euro) , se la richiesta passasse, i contribuenti inglesi dovrebbero pagare altri 15 miliardi e settecento milioni all’anno per il prossimo settennio.
Credo che gli italiani siano all’incirca sullo stesso livello.
Una lettera interna alla UE che una mano caritatevole ha inoltrato al” Telegraf” dice, non senza ragione, che “Most member states are responding to current economic and fiscal circumstances with efficiency measures or other reforms affecting the terms and conditions of their national civil servants. The staff of the European Institutions should share the burden,”
La Commissione ha evitato di commentare la lettera, statuendo che risponde solo a interrogazioni firmate da tutti e ventisette i paesi membri.
A Napoli un ritornello ” lazzarone” dice ” Liberté, fraternitè, spugliateve vuie e vestiteme a mme!”
Non credo serva la traduzione. Ha capito anche il Trota.
Il Parlamento inglese ieri si è ribellato contro gli incrementi di spesa presentati dalla Commissione, infliggendo al premier David Cameron la prima sconfitta parlamentare .
Nick Clegg è corso in aiuto del collega, dicendo che ogni sforzo dei ribelli non potrà riuscire comunque.
Solo in Italia i media e i cretini continuano a chiedersi chi abbia ucciso Pinca e se Falcone aveva le mutande azzurrine quando è saltato in aria venti anni fa.

commenti:


Mentre al popolo si chiede sempre di fare sacrifici.
Saluti a presto.

... hahahha, alla faccia dal diritto!
Ehy, ne avevano il diritto tutto di farsi l'aumento, peccato che milioni di cittadini fanno la fame, ma loro vivono nell'agio ... o li lasciano vivere nell'agio?
... e d'altronde, se vogliono che il popolo si inferocisca ce la stanno mettendo proprio tutta, così dimostrano quello che sono, anche ...
... cerco di vederci la risata

Rivelazioni di una scienziata sulle scie chimiche ed i piani del Nuovo Ordine Mondiale



La morte di tantissime piante, la perdita di raccolti, il progressivo ammalarsi di un sacco di persone è descritto come l'inizio di un processo per collegare tutte le persone, anche senza il loro consenso, ad una mente collettiva artificiale chiamata “Singolarità” dai transumanisti.
Questa interconnessione totale viene detto nel video che si “allargherà verso il cosmo”, qualcuno finirà con il pensare che finiremo con l'essere interamente dominati dalla Mente Centrale che si dice che comandi Grigi, Rettiliani ed altre specie collegate?
Qualcuno finirà con urlare che i padroni nel mondo hanno deciso di tradire la razza umana?
Quelli che credono nel paranormale pensano che non serve a niente l'interconnettività artificiale, che basta allenamento per vedere e sentire ovunque (anche su altri mondi) e che usando la telepatia naturale per azionare i congegni non si cade sotto il controllo di nessuno riuscendo a poter dire “no” in qualsiasi momento?
Se gli animali domestici si ammalano di tumore per un semplice chip sottocutaneo, cosa accadrà quando noi saremo pieni di oggetti innaturali che emettono onde?
Ecco elementi delle polemiche che potremo presto vedere sul web. Come certo quasi tutti sapete, da decenni le società sciamaniche sostengono che avere la telepatia ed i sogni condivisi è più facile di quanto non si creda, sarebbe sufficiente un po' di allenamento e ci si potrebbe interconnettere a tutto ed ovunque senza bisogno di sistemi artificiali impiantati.
Gli studi sulla “visione a distanza” fatti da Russel Targ o da strutture governative in tanti paesi avrebbero evidenziato che tutte le persone, anche senza doti speciali, potrebbero facilmente sapere qualsiasi cosa a distanza. Gli ufologi possono raccontarvi storie di incontri con alieni che utilizzavano la telepatia naturale, forme INVASIVE di telepatia sintetica producono un sistema politico di dittatura totale in cui nessuno riesce a dire “no”.
Un mondo dove tutti hanno la telepatia e la chiaroveggenza è molto scomodo per il potere, i loro delitti diventano impossibili e la loro propaganda televisiva inutile, quindi dimenticatevi che i politici vi vogliano fornire o permettere di sviluppare un “paranormale autogestito”.
Impiantare a tutti la telepatia sintetica controllata dallo stato porterà semmai all'atrofizzazione ed alla scomparsa delle percezioni naturali, rendendo non solo impossibile l'interazione da pari a pari con extraterrestri pacifici, ma anche al più mostruoso incubo che farà preferire la morte alla vita.
Possiamo ancora fermare il Nuovo Ordine, ed è' prevedibile che come forma alternativa di sviluppo sociale vedremo presto ulteriori gruppi che propugneranno lo sviluppo della telepatia naturale per l'interazione senza costrizione tra persone e con le macchine?

Cliccate qui per scaricarvi il video usate il link qui sotto (giusto per garantirsi che non scompaia dal web).

Segnalato da Daniele

Dialogo n. 4 Marra - Sgarbi (sconsigliato ai più): cosa sono il tempo, il 'ricordo', la 'vista' e altro..

Grande Simposio sul tempo, ricordi, vita ... ESSERE!


qui video alla fonte, bassa risoluzione
Clicca QUI per guardare il video ad alta risoluzione su Vimeo

Nel dialogo n. 4 Marra e Sgarbi parlano di argomenti fondamentali ma privi di interesse per 9.999 cittadini ogni 10.000, sicché il loro pubblico potenziale, su 70 milioni di italiani, è di 7.000 persone compresi i bambini, perché tutti gli altri sono stati 'addestrati' a parlare solo di argomenti ininfluenti o di argomenti seri trattati in modo da renderli ininfluenti.

Circa il cosa è il tempo


tratto da "La storia di Giovanni e Margherita"

(download) dal blog 
http://www.marra.it/brani_it/einstein1.php

La realtà muta continuamente la sua forma.

Questi mutamenti di forma delle realtà non sono tutti tali che gli uomini li possano percepire.

Ad esempio, la realtà intorno a noi muta di forma perché gli animali si muovono, o le cose leggere vengono spostate dal vento, o perché il sole o la luna o le stelle si spostano nel cielo; e tutto ciò può essere approssimativamente percepito.

Non possiamo però percepire il muoversi delle entità minime all'interno degli oggetti, così come non possiamo percepire i mutamenti che avvengono fuori dalla portata della nostra vista o su di un continente lontano.

La realtà inoltre assume periodicamente forme che sembrano ripetersi, per quello che possiamo percepire, identiche le une alle altre.

Ad esempio, ogni giorno spunta il sole, e la realtà, da questo punto di vista, riassume la stessa forma del giorno prima.

Nel mentre però, durante ogni giorno che si ripete, avvengono una miriade di mutamenti, alcuni dei quali ricorrono innumerevoli volte durante una giornata, come le onde del mare, ed altri invece che hanno una ciclicità più lunga del giorno, come la crescita delle piante.

Gli uomini e le altre entità viventi hanno dovuto pertanto "convenire" una forma del conoscere / cultura che consentisse di rapportarsi correttamente fra loro e con questi continui e complessi mutamenti della realtà.

I DANNI PROVOCATI DAL FLUORO

Alcuni fatti difficili da credersi!

di Serena Baruzzo

Il fluoruro è un importante inibente dell'intelletto che viene aggiunto alle riserve di acqua potabile e ai dentifrici. Il fluoruro di sodio è un ingrediente comune dei veleni per topi e scarafaggi, degli anestetici, dei farmaci psichiatrici e ipnotici e del gas nervino. È uno degli ingredienti base del Prozac e del gas nervino Sarin usato nell'attentato al sottopassaggio della metropolitana giapponese.
Prove scientifiche indipendenti hanno rivelato che il fluoruro causa vari disturbi mentali e rende le persone stupide, docili e sottomesse. Oltre poi a ridurre la durata della vita e a danneggiare la struttura ossea.
Il primo uso dell'acqua potabile addizionata di fluoruro si ebbe nei campi di prigionia nazisti tedeschi, grazie al noto gigante farmaceutico degli Illuminati, la LG. Farben. Fu questa l'azienda che gestiva campi come quello di Auschwitz e che esiste ancora oggi come parte della Bayer. C'è forse qualcuno che pensa che i nazisti fecero tutto questo mossi dalla preoccupazione per i denti dei detenuti? L'aggiunta di fluoruro di sodio alle riserve idriche aveva lo scopo di sterilizzare i prigionieri e indurli in uno stato di quieta sottomissione.




Fluoro e FluoruroFLUORO: I fluoruri di sodio somministrati ai bambini con le "pastiglie al Fluoro", per, dicono i pediatri, combattere la carie dei denti, non solo fanno in modo che il sistema immunitario si comporti come se fosse il sistema immunitario di una vecchia persona, ma cagiona anche dei danni autoimmuni in tutto il corpo ed accelera il processo di invecchiamento del corpo.
La bassa concentrazione in cui i fluoruri di sodio esercitano il loro effetto deleterio mostra chiaramente che in realtà non esiste una concentrazione di fluoruro di sodio che non sia dannosa.
Lo stesso problema si riscontra nell’acqua potabile "fluorata" per, dicono i "tromboni del potere sanitario", combattere la carie dei denti. .... continua qui

Boff: capitalismo terrorista, e la Chiesa ne è complice


Leonardo BoffCi sono due gruppi di minacce davanti a noi. Una viene dalla macchina di morte che è la nostra cultura militarista che ha creato un tale numero di armi nucleari, chimiche e biologiche, che possono distruggere ogni forma di vita sul pianeta. Queste armi sono molto deleterie: sono in sicurezza, ma non in assoluta sicurezza. Lo abbiamo visto a Chernobyl e Fukushima. Inoltre abbiamo le nanotecnologie. La guerra cibernetica può essere ad elevata distruzione. Si tratta di una guerra non dichiarata, di violenza estrema e che punisce gli innocenti. Il secondo gruppo di minacce deriva da quello che il nostro sviluppo industriale ha fatto negli ultimi 300, 400 anni, con la sistematica aggressione alla Terra, ai suoi beni, le sue risorse. Siamo arrivati al punto di avere destabilizzato totalmente il sistema Terra, e l’evidenza di questo è il riscaldamento globale. Per ricostruire quello che prendiamo alla Terra in un anno, essa abbisogna di un anno e mezzo. Quindi la Terra è già sterminata.

Stiamo arrivando a una temperatura vicino ai 2º C e la comunità scientifica nord-americana ha lanciato l’allarme sul fatto che, con l’ingresso del metano, del disgelo delle calotte polari e altri fattori, la Terra si sta scaldando piano e, improvvisamente, la febbre può sbalzare da 37º C a 45º C. Con questo repentino riscaldamento, la vita che conosciamo oggi non sopravviverà, né quella animale, né vegetale, né umana. Dato che abbiamo la tecnologia, siamo in grado di creare piccole oasi refrigerate per gruppi di esseri umani, che sicuramente invidieranno quelli che sono morti prima, tanto la vita sarà miserabile. Questo incomberà sull’umanità nei prossimi decenni, e nessuno lo crede, perché va contro il sistema di accumulazione, contro il capitalismo, contro le grandi aziende. Gli intellettuali che hanno un senso etico devono parlare di questo.
Il capitalismo è anticristiano perché in primo luogo è contro la vita, assassina le vite umane per accumulare. Per permettere ad alcuni una vita di qualità, molti devono avere una pessima qualità di vita. E questo è ingiusto. E tutto quello che va contro la vita finisce per essere contro colui che ha detto: «Io sono venuto a portare la vita, e una vita in abbondanza». Per questo è anticristiano. Riconoscerlo è costato molto ai cristiani, dato che le chiese si sono collocate molto bene dentro il sistema capitalista. La Chiesa ha difficoltà a condannare perché il capitalismo non nega la Chiesa o la religione. Al contrario, difende la Chiesa e la morale. Solo che, nella pratica, nega tutto questo. E questa è la grande illusione della Chiesa, dal momento che il capitalismo si estende in tutto il mondo, senza solidarietà. Con lui, solo il forte guadagna.

LA RELAZIONE DELL'UOMO CON L'UNIVERSO!!??

La natura umana ha la necessità storica di avere una motivazione per vivere, tale motivazione si estrinseca con un miglioramento del proprio divenire che parte da una situazione di sofferenza e va verso una situazione di benessere. Questa insofferenza è uno dei motori di intere generazioni e di intere nazioni. Capita spesso che il troppo benessere faccia perdere interesse per la vita come se la vita dovrebbe essere proprio un passaggio lavorativo forzato. Come se la natura umana perde di significato se non ha un lavoro da eseguire. Macchine da impiegare ed una coscienza che impone la colpa e la vergogna se non si adempie al proprio essere macchina da essere utilizzata.


La sofferenza dell'anima nasce nel eseguire programmi e protocolli che ci vengono installati dal contesto della società al fine di rendere omologato il comportamento in un sistema che impone l'uguaglianza industriale.
Quando per caso o per necessità emerge un elemento di unicità ed irrepetibilità spesso può scatenare tra la mente ed il cervello tra l'anima e lo spirito, tra il programma ed il programmato, tra l'io ed sociale una crisi ed un conflitto che spesso si consuma con la distruzione dell'essere macchina che contiene l'anima con la frequenza della vita. Quando c'è quella interferenza che irrompe sul programma di standardizzazione non può che venir fuori una guerra che porta necessariamente alla distruzione del contenitore in quanto elemento di disturbo per la orribile normalità in cui la natura umana è costretta a vivere secondo un programma non scelto dalla propria consapevolezza.
Certamente non si può semplificare il malessere umano dovuto anche al fatto di non comprendere ancora dopo molti anni la funzione dell'uomo e del reale rapporto con l'intero universo.
Il male più tragico è quello che questo malessere sta invadendo sempre più i giovani con cause sempre più disparate che devono comunque sollevare pesanti interrogativi sul valore della vita umana.

IL SUICIDIO GIOVANILE

Pubblicato da Giuseppe Turrisi
http://accademiadellaliberta.blogspot.it/

Indebitati con noi stessi.


È sempre più chiaro che ‘siamo tutti indebitati’. Il debito dilaga ovunque e, molto spesso, non si sa nemmeno con chi lo si è contratto.

Le carte in gioco sono confuse.

Perché la Spagna non ha ancora chiesto gli aiuti europei.
È meglio evitare di chiedere aiuto alla Banca centrale europea. Finché si può, almeno.

La Spagna cerca di rinviare il più in là possibile la data fatidica in cui decidere per gli aiuti europei e diventare, quindi, il primo Paese ad aderire al Meccanismo europeo di stabilità (ESM). Chi si aspettava la richiesta firmata da Mariano Rajoy l’8 o lo scorso 18 ottobre in occasione dell’Ecofin e del Consiglio europeo, è rimasto deluso.

La Spagna, per ora, resiste…

Se Madrid decidesse di diventare il primo cliente dell’Esm, otterrebbe sì dai partner europei la liquidità necessaria per il suo sistema bancario, evitando certamente il fallimento di qualche istituto di credito, ma a che prezzo?
Link

Ragionando come bambini, si è portati a pensare a come sia possibile che uno Stato sia indebitato, visto che il denaro è una convenzione e che lo Stato può batterne in maniera infinita. Poi, leggendo tra le righe, si capisce che non è più lo Stato ad emettere moneta, ma una banca centrale accreditata a farlo. Tale banca ha un azionariato privato, per cui il denaro è emesso, regolato e veicolato da una intenzione ‘privata’.

Se, poi, osserviamo chi sono gli uomini chiave al comando dell’economia nazionale (Passera e Monti) e da dove giungono (dal mondo bancario), allora la situazione si fa sempre più… chiara:

una banca nazionale ma privata, emette denaro
degli uomini al Governo, ‘ex bancari’, legiferano.
Non solo; aggiungiamo altri dati salienti:


il debito regna ovunque
la maggior parte della popolazione ‘soffre’ questa condizione
non sembra ci sia la volontà di cambiare quello che palesemente non va.
Cosa se ne deduce?

L'Italia sta marcendo


"L'Italia sta marcendo in un benessere che è egoismo, stupidità, incultura, pettegolezzo, moralismo, coazione, conformismo: prestarsi in qualche modo a contribuire a questa marcescenza è, ora, il fascismo. Essere laici, liberali, non significa nulla, quando manca quella forza morale che riesca a vincere la tentazione di essere partecipi a un mondo che apparentemente funziona, con le sue leggi allettanti e crudeli. Non occorre essere forti per affrontare il fascismo nelle sue forme pazzesche e ridicole: occorre essere fortissimi per affrontare il fascismo come normalità, come codificazione, direi allegra, mondana, socialmente eletta, del fondo brutalmente egoista di una società."
Pier Paolo Pasolini
http://websulblog.blogspot.it

CHI POSSIEDE IL MONDO?


Diceva Voltaire: Quando c'è una guerra si tratta sempre di rapina. Io rapino te, tu rapini lui, lui rapina essi, e così sia nei secoli dei secoli amen!
Aveva ragione ...
AMY GOODMAN: Siamo a Portland, Oregon, perché facciamo parte del giro in 100 città organizzato dalla Maggioranza ridotta al silenzio. Questa settimana in cui il presidente Obama e l’aspirante alla presidenza, Mitt Romney hanno fatto un dibattito su problemi di politica estera, e sull’economia, noi ci rivolgiamo a Noam Chomsky, dissidente politico famoso in tutto il mondo, linguista, scrittore, e professore al MIT. In un recente discorso, il professor Chomsky ha esaminato argomenti in gran parte ignorati o soltanto accennati durante la campagna elettorale, dalla Cina alla Primavera Araba, al riscaldamento globale e alla minaccia nucleare posta da Israele contro l’Iran. Ha parlato il mese scorso all’Università del Massachusetts ad Amherst a un evento sponsorizzato dal Center for Popular Economics. La sua conferenza era intitolata. “Chi possiede il mondo?”

NOAM CHOMSKY: quando pensavo a queste osservazioni, avevo in mente due argomenti, non riuscivo a decidere quale dei due scegliere, in effetti molto ovvii. Uno è: quali sono i problemi più importanti che dobbiamo affrontare? Il secondo è: quali problemi non si stanno trattando seriamente – o per nulla – in questa follia quadriennale in corso che si chiama elezione? Mi sono però reso conto che non c’è un problema; non è una scelta difficile: sono lo stesso argomento. E ci sono delle ragioni che sono di per se stesse molto significative. Mi piacerebbe tornare su questo punto fra un momento. Prima dirò alcune parole sul contesto, iniziando dal titolo che è stato annunciato: “Chi possiede il mondo?”

In realtà, una bella risposta a questa domanda è stata data tanti anni fa da Adam Smith, una persona che ci si aspetta che adoriamo, ma che non leggiamo. Era un po’ sovversivo quando lo si legge. Si riferiva alla nazione che era la più potente del mondo ai suoi tempi, e, naturalmente, era la nazione che lo interessava, cioè l’Inghilterra. E ha fatto notare che in Inghilterra gli architetti della politica sono coloro che possiedono la nazione: e che ai suoi tempi erano i mercanti e i produttori di merci. E ha detto che essi si assicurano di disegnare le linee politiche, in modo che i loro interessi vengano seguiti in modo particolare. La politica è al servizio dei loro interessi, per quanto sia doloroso l’impatto sugli altri, compreso il popolo inglese.

Smith era, però un conservatore vecchia maniera con principi morali, quindi ha aggiunto le vittime dell’Inghilterra, le vittime di quella che chiamava “l’ingiustizia selvaggia degli Europei”, dimostrata specialmente in India. Ebbene, non aveva illusioni su chi fossero i proprietari, quindi, per citarlo di nuovo, “Tutto per noi stessi e nulla per le altre persone, sembra, in ogni età del mondo, essere stata la ignobile massima dei padroni del genere umano.” Era vero allora; è vero adesso.

La Gran Bretagna ha mantenuto la sua posizione come potenza mondiale dominante quando il ventesimo secolo era già cominciato da un pezzo, malgrado il suo declino progressivo. . .
nota: sono duemila anni che stiamo declinando, ci pensate?
Alla fine della seconda guerra mondiale, il dominio si era spostato rapidamente nelle mani dell’ultimo arrivato al di là del mare, gli Stati Uniti, di gran lunga la società più potente e ricca nella storia del mondo. La Gran Bretagna poteva aspirare soltanto ad essere il suo socio meno anziano, come aveva mestamente riconosciuto il Foreign Office britannico (il mistero degli esteri). In quel momento, il 1945, gli Stati Uniti possedevano letteralmente la metà della ricchezza mondiale, incredibile sicurezza, controllavano l’intero emisfero occidentale, entrambi gli oceani, le sponde opposte di entrambi gli oceani. Non c’è nulla, non c’è mai stato nulla del genere nella storia.

E i pianificatori lo hanno capito. I pianificatori di Roosvelt si incontravano durante la Seconda guerra mondiale per disegnare il mondo del dopo guerra. Erano molto sofisticati al riguardo, e i loro piani sono stati abbastanza messi in pratica. Volevano assicurarsi che gli Stati Uniti avrebbero controllato quella che chiamavano una “grande area” che avrebbe incluso, sistematicamente l’intero emisfero occidentale, tutto l’Estremo Oriente, l’ex Impero britannico, di cui gli Stati Uniti avrebbero preso il controllo, e il più possibile dell’Eurasia – cosa di importanza cruciale – i suoi centri di commercio e di industria in Europa occidentale. E nell’ambito di questa area, dicevano, gli Stati Uniti avrebbero mantenuto un potere indiscutibile con una supremazia militare ed economica, assicurando nello stesso tempo la limitazione di qualunque esercizio di sovranità da parte di stati che potessero interferire con questi disegni globali.

Una partita a carte truccate




I provvedimenti che piegano i paesi membri dell'Unione Europea arrivano spesso dalle indicazioni dell'FMI. Ma chi è che decide veramente? Facciamo il nome e scopriamo che ruolo ha avuto nello scandalo Strauss-Khan. Ma soprattutto vediamo come il potere si blinda e continua a giocare una partita truccata. E' giunto il momento di abbandonare il tavolo, altrimenti continuerà a vincere il banco, o meglio...le banche. link


Mario Draghi e l’ENI: un giorno il popolo italiano chiederà il conto


Benito Li Vigni, patriota che non smetteremo mai di ammirare, ci descrive lo scempio delle privatizzazioni. La distruzione di un modello di economia pubblica che per 45 anni aveva consentito all'Italia di essere la prima nazione al mondo (per 35 anni) e poi la seconda (per 10 anni, fino al 1990, quando Andreatta e Ciampi avevano già gettato in pasto lo Stato italiano ai mercati finanziari) per sviluppo economico.

I nomi dei colpevoli sono sempre gli stessi. Ormai sappiamo: Ciampi e Amato, per insipenza, credo. Ma un nome spicca su tutti, per le accuse che Li Vigni muove; e qui non si tratta di insipeinza: Mario Draghi. Ascoltate ciò che Benito Li Vigni dice dal quinto minuto e ventisei secondi e, mi auguro, comincerete a nutrire il più profondo disprezzo per quest'uomo, che sarà certamente ricordato come il peggior membro della classe politica italiana di tutti i tempi. link originale

e video

giovedì 1 novembre 2012

Il Times: "la cannabis rallenta l'invecchiamento del cervello"


La cannabis può rallentare l’invecchiamento del cervello, almeno secondo uno studio riportato dal settimanale americano Time.

Il merito? Tutto del THC presente nella cannabis che sarebbe efficace contro alcuni fenomeni degenerativi, senza intaccare la memoria.

Stando ai dati del Philosophical Transactions della Royal Society, degli antiossidanti sarebbero in grado di eliminare le cellule ormai danneggiate e fare lavorare meglio i mitocondri.

Secondo quanto spiega Andras Bilkei-Gorzo dell’Istituto di Psichiatria dell’Università di Bonn in Germania, l’attività del sistema cannabinoide fa come da cuscinetto per i neuroni, proteggendoli dall’invecchiamento.

Bilkei-Gorzo loda le proprietà dei cannabinoidi di «alleviare i sintomi di malattie neurodegenerative».


Gary Wenk, professore di neuroscienze, immunologia e genetica medica presso la Ohio State University, è molto cauto sui risultati di questi studi condotti su cavie da laboratorio e vista la delicatezza della ricerca e le posizioni controverse riguardo alla questione della marijuana medica: «Lo sviluppo di farmaci cannabinoidi è molto positivo, ma non bisogna esagerare».

fonte: Un'Italia senza Berlusconi

Siate voci fuori dal coro + Tg servizio scie chimiche


"Non smettete mai di protestare; non smettete mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare. Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma. Siate sempre informati e non chiudetevi alla conoscenza perché anche il sapere è un’arma. Forse non cambierete il mondo, ma avrete contribuito a inclinare il piano nella vostra direzione e avrete reso la vostra vita degna di essere raccontata. Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai."

Bertrand Russell

fonte

I MISTERI DI QUELLO CHE I NOSTRI OCCHI NON RIESCONO A VEDERE


UFO 1997 Green Bay, Wisconsin - credit ufoevidence.org

Quante volte parlando di "Ufo" qualcuno ha detto: non li vediamo perchè sono fuori dal nostro Spettro Elettromagnetico. Parole al vento? Esiste un mondo che non riusciamo a cogliere? La risposta è Si, è presente un lato dell'universo che non è nelle nostra disponibilità sensoriale. Poichè quello che impariamo del mondo attorno a noi lo apprendiamo attraverso i nostri sensi, ciò che non percepiamo istintivamente per noi non esiste. I nostri occhi svolgono il ruolo principale, poiché la luce trasporta molte informazioni sulla sua sorgente e sugli oggetti che la riflettono o la assorbono. Come la maggior parte degli animali, gli esseri umani sono dotati di un apparato visivo che raccoglie i segnali luminosi e li trasmette al cervello.
I nostri occhi, tuttavia, sono sensibili soltanto ad una piccolissima porzione dello spettro della luce: siamo praticamente ciechi ad ogni luce diversa da quella che chiamiamo ‘visibile’. Piccola guida alla scoperta di quello che non vedremo mai.

Nel corso del 19esimo secolo gli scienziati hanno scoperto e visualizzato molti tipi di luce fino ad allora invisibili: la radiazione ultravioletta (UV) e infrarossa (IR), i raggi X e gamma, le onde radio e le microonde. Fin da subito è sembrato evidente che la luce visibile e queste forme appena scoperte di luce erano tutte manifestazioni dello stesso fenomeno: la radiazione elettromagnetica. A seguire trovare un riassunto schematico.





I vari tipi di radiazione EM si differenziano secondo la loro energia: i raggi gamma sono i più energetici, seguiti dai raggi X, dalla luce UV, visibile ed IR. Ogni tipo di radiazione EM a lunghezze d’onda più grandi di quelle infrarosse è classificato come onda radio. Le onde radio si dividono in submillimetriche, microonde ed onde radio lunghe. La radiazione EM si propaga in forma di onde che viaggiano perfino nel vuoto. L’energia (E) dell’onda è legata alla sua frequenza (f): E=hf, dove h è la costante di Planck, dal cognome del fisico tedesco Max Planck. La relazione fra la frequenza e la lunghezza d’onda (λ) della radiazione EM è data da fλ = c, dove c indica la velocità della luce nel vuoto. Queste due relazioni permettono di descrivere la radiazione EM non solo in termini di energia ma anche di frequenza o di lunghezza d’onda.

Vivo in uno Stato INGIUSTO



Armando Siri spiega l'iniziativa nazionale intitolata: 
Vivo in uno Stato INGIUSTO

Tempesta perfetta, tempismo perfetto

Ieri c'era l'uragano. Non quello in America, ma sul golfo ligure, non so nel resto della penisola che tempo ci fosse esattamente, qui però non sentivo acqua e vento per tutte quelle ore da tanto tempo. Oggi infatti la connessione non andava molto bene, anzi, spesso trovavo solo la rete minima e quindi problemi anche a pubblicare qualcosa.  Metto questo però trovato nel blog http://latanadizak.blogspot.it: La tempesta perfetta o tempismo perfetto? Io ieri mattina, prima della bufera, sentivo l'aria davvero elettrica, la sento anche oggi, meno però ... e poi c'è la luna piena, e poi in effetti l'energia sprigionata poi nell'arco di pomeriggio-sera-notte ieri non è stata per niente una cosa normale come sempre ... anzi!
Oggi è passato tutto ...
Buona Lettura

 Enter Sandy

Tempesta perfetta, tempismo perfetto


Removing the shackles – tempesta perfetta, tempismo perfetto.Removing the shackles – tempesta perfetta, tempismo perfetto. (traduzione automatica)

La borsa di New York è chiusa oggi e la sicurezza degli Stati Uniti ha chiuso tutte le transazioni.
http://www.bloomberg.com/news/2012-10-28/nymex-to-close-floor-for-sandy-as-nyse-nasdaq-see-normal-open.html

La guardia nazionale è stata messa in campo in 7 stati per supportare i governi locali durante la Frakenstorm
http://www.defense.gov/news/newsarticle.aspx?id=118367

Gli impianti nucleari e le raffinerie di petrolio si stanno preparando per l’impatto con Sandy:
http://blogdogcicle.blogspot.ca/2012/10/haarp-engineering-frankenstorm.html

http://www.globalresearch.ca/dozen-nuclear-plants-in-hurricane-sandys-path-brace-for-impact/5309858

Il sindaco ha ordinato l’evacuazione di diverse aree di New York

Tutte le scuole chiuse e i trasporti pubblici fuori servizio in varie città:
http://www.cnn.com/2012/10/29/us/tropical-weather-sandy/index.html?hpt=hp_inthenews

E, naturalmente, abbiamo il fatto che le frequenze HAARP sono fuori dal grafico:


Ed ora il video che mostra chiaramente scarichi chimici, bombe chimiche e le scie chimiche costantemente rilasciate, per dirigere e infondere potere a Sandy.

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...