"THE END"

sabato 28 luglio 2012

Lavoratori

In India e Nepal (ma se è per questo anche in Italia) se chiamavo un signore per fare dei lavori in giardino, e questo non era un professionista, quello veniva, faceva il lavoro e mi metteva in conto le ore (in Asia la giornata).
Almeno a me è sempre capitato così.
Qui no. Il signore viene (se sei fortunato), guarda il lavoro che c'è da fare e poi ti dice quanto vuole. Se mentre lavora ti accorgi che c'è un'altra cosina da fare la paghi extra. E per un lavoro come scavare le aiuole ti sparano delle cifre assurde.
Ingenuamente io pensavo: in Colombia, paese in crescita, hanno un sacco di lavoro, così possono scegliere. Invece tutti mi dicono che c'è una disoccupazione altissima.
E allora? Come la mettiamo?
I nostri amici colombiani dicono che la gente qui è pigra.
Vi faccio un esempio.
Uno degli omini che dovevano venire a farci una riparazione ci ha tirato bidoni per 10 giorni. Uno dei nostri amici lo conosce bene, dice che ha grossi problemi di soldi, che a casa di questo omino spesso non hanno da mangiare. Ma allora? Gli chiediamo, perché non viene a farci il lavoro?
Perché non ha voglia di lavorare, ci risponde l'amico.
Siamo rimasti basiti.
Come avrete capito da questa storia un' abitudine sconcertante dei colombiani è quella di sparire.. Spariscono. Da un giorno all'altro. Tu hai un appuntamento e non vengono. Li chiami, staccano il cellulare. Li richiami, idem.
Passano i giorni e non si fanno vivi. Li richiami e quelli ti fanno ah signora, ma come mai non si è più fatta viva? Ala orden, vengo domani. E non vengono.
E tu ti chiedi: sarà che gli stiamo antipatici in maniera viscerale? Che non gli va di lavorar e per noi? Che hanno troppo lavoro?
Non capisci. Chiedi agli amici locali (uno di loro, persona stupenda, è nato in uno dei barrios più miserabili di Bogotà, fin da bambino ha lavorato e studiato. Stringendo i denti, senza nessun aiuto, si è laureato ed è diventato un professionista affermato) e quelli ti dicono: sono fatti così. Lavorano, guadagnano 30.000, 50.000, 100.000 pesos durante il giorno, la sera vanno al bar e si bevono tutto. Quando tornano a casa hanno le tasche vuote. Alla moglie che chiede soldi per comperare il cibo danno una sberla e le dicono di lasciarli in pace.
Non hanno ambizioni, vivono alla giornata. Per loro venire a lavorare da te o dimenticarsene è la stessa cosa.
Non so voi, ma a me questa cosa ha dato una tristezza infinita. Come di una condanna senza remissione.

Gli italiani? Amanti del plastico


Lo dice Bruno Vespa, con la moglie seduta in parlamento e lui sempre pronto a tenere a bada i ribelli, le voci fuori del coro, chi non condivide la sua visione della realtà: Quale visione può avere se riflettiamo un attimo su questo articolo: La manipolazione spirituale dei mass media
Andare a fondo di questi argomenti, il perché per esempio non si parli in prima serata o per più serate consecutive come fanno per gli omicidi del momento, oppure come è andato in onda in prima serata il Vespa per la Lega e il suo reato di sperpero del denaro pubblico, perché il Vespa che farebbe? Questo per esempio, tralasciando gli omicidi, ma non c'è il minimo rischio che si tratti degli oltre tre morti al giorno sul lavoro per mille euro al mese. La morte di un soldato e di mille operai rimane sempre il più letto di tutti gli articoli scritti da me, seimila persone quasi, che sia un caso? Ve lo chiedete come mai  il silenzio assoluto quando invece si fanno i plastici per un omicidio di cui non ce ne frega niente? Poi, che sia omicidio massonico a questo punto lo dubiti da solo. Sono davvero messaggi a chi conosce? La simbologia perché sarebbe ricorrente allora in tutta la televisione?
Ve bene, Vespa è un Maurizio Costanzo della Tv pubblica, pagato involontariamente dal popolo italiano, che se lo deve subire con i suoi plastici, finiti persino sul calendario delle forze di Polizia!!! Questa è l'informazione e la sicurezza che abbiamo in Italia, certezza che se aspettiamo questi non sapremo mai niente...
Buona lettura


Gli italiani? Amanti del plastico
"Tutti a scuola di criminologia"

Il re indiscusso è Bruno Vespa, che per primo nel suo salotto ci ha mostrato la casa di Cogne e poi quelle di Avetrana, Garlasco, Perugia, Brembate di Sopra. Ha setacciato i delitti più efferati d'Italia nel suo salotto, trasformato in campo di battaglia mediatica tra titani della criminologia (o presunti tali). Una "mitizzazione" del delitto che è un fiume in piena, alimentato da fiction tv come Csi e Criminal Mind. L'apice del fenomeno? Il turismo dell'orrore, che ha trasformato la Concordia incagliata tra gli scogli in un set fotografico

E ora, un nuovo tassello: gli italiani vanno a scuola di crimine.Dallo studio del Dna all'antropologia forense, dai cani molecolari ai video 3D, Alessandro Spano, direttore del Centro Studi Scena del Crimine, spiega ad Affari tutte le tecniche più avanzate per dare la caccia ai killer. L'intervista

http://affaritaliani.libero.it/

MA NEL FRATTEMPO CHI NON AMASSE I PLASTICI SI DEVE GUARDARE ATTORNO E SCEGLIERNE UNO IN MENO DI PRIMA: GRAMICCIOLI IN RADIO YES ...
Speriamo sia solo perché è estate e magari un po' di vacanza non guasta. Vedremo, se la voce l'avranno zittiti per sempre, io penso che per uno zittito altri dieci parleranno ...





Lunedì 23 luglio Radio Ies ha deciso di chiudere Ouverture, la trasmissione di David Gramiccioli, che tratta temi scomodi per il Sistema e dà voce e visibilità a tanti ricercatori indipendenti e controinformatori (tra cui Mazzucco, Carotenuto, Marcianò, Barnard, Baiata, Mariotti...).

Ouverture ha centinaia di migliaia di ascoltatori ed è ormai diventata un punto di riferimento per l'informazione alternativa e libera.

Siamo stati diverse volte ospiti di David e lo consideriamo un amico, oltre che un vero Giornalista.

Questa avrebbe dovuto essere l'ultima settimana di programmazione, ma ieri sera la trasmissione è stata interrotta bruscamente in diretta.
David si è visto costretto a chiudere all'improvviso.
Ouverture si è quindi conclusa ieri, e non venerdì come previsto.


Pubblichiamo la lettera che Gramiccioli ha scritto ai suoi ascoltatori:

STUDENTE DICIOTTENNE CON DOMANDE PERTINENTI

LETTERA


PUR SENZA AVERE ALCUNA PATOLOGIA, HO TESTATO L’IGIENE NATURALE, SCOPRENDO CHE FUNZIONA DAVVERO


Buongiorno Valdo, sono uno studente diciottenne e da qualche mese seguo te, il tuo blog e i tuoi libri, ma anche molti altri autori igienisti, provando e verificando su me stesso la veridicità totale degli insegnamenti. Anche se non avevo alcuna patologia da risolvere prima di scoprire l'igienismo, il mio stato psico-fisico attuale mi pare decisamente migliorato! Ora mi rimangono alcuni dubbi che spero tu mi possa cancellare


DOMANDA SU PULIZIA DEL CORPO


1) Ho cercato sul blog qualche tesina che trattasse di prodotti chimici per la pulizia del corpo, ma ho trovato solo poche cose un po' incomplete. Mi riferisco a semplici prodotti di uso comune come bagnoschiuma, shampoo, dentifricio e deodorante; quali possono essere i danni causati da un loro (ab)uso? Certo non sono prodotti che si possano eliminare, ma almeno sapere quali sono più consigliati. So ad esempio che il sodium lauryl sulfate è molto tossico e presente in shampoo e dentifrici. Ci sono altre sostanze che sarebbe meglio evitare?


DOMANDA SULLA TOSSICITA’ DEI FUNGHI


2) Ho letto da qualche parte che tutte le specie di funghi sono leggermente tossiche. E' vero? Nel caso sia consigliabile un loro utilizzo, come vanno considerati? Proteici, grassi, amidacei o cos'altro?


DOMANDA SUL RECUPERO DALLA BATOSTA ELETTRONICA


3) Nel tuo meraviglioso testo "Alimentazione naturale" dedichi un capitoletto a prodotti elettronici quali computer, televisioni, videogame. Già il fatto che provochino mal di testa se si guardano troppo fa capire che non sono molto raccomandabili! Dici infine che sarebbe utile fare esercizi fisici una volta terminato l'utilizzo di queste apparecchiature per "rimettersi in sesto dalla batosta elettronica", ma non specifichi quali. Può bastare un qualsiasi movimento-esercizio fisico o magari ce n'è qualcuno particolarmente adatto allo scopo?


DOMANDA SUI RIMEDI LEZAETIANI


4) Sto leggendo il libro “Medicina naturale alla portata di tutti”, dove Lezaeta dichiara la necessità di decongestionare le viscere degli infermi. Mi chiedo, ma se il sangue si è congestionato in quel punto per supportare digestioni impegnative di alimenti errati, non potrebbe essere pericoloso riportarlo a fior di pelle con rimedi idroterapici? Se lo scrive avrà le sue buone ragioni, ma le mie conoscenze attuali mi fanno sorgere il dubbio. Mangio la carne, arriva più sangue nell'intestino per aiutare una digestione impossibile, se lo tolgo mi si blocca completamente. Credo, magari mi sbaglio o non ho compreso benissimo.


DOMANDA SU KAUTSHAKOFF, KOUCHAKOFF E KUSCHAKOFF


5) Un'ultima curiosità simpatica: quello della leucocitosi tu lo chiami ogni tanto Kautchakoff, a volte Kouchakoff. Cercando da altre parti, alcuni lo chiamano pure Kuschakoff! Ma il suo vero nome quale cavolo era?


INGANNI POLITICI, INGANNI ECONOMICI, INGANNI BANCARI E PRESE IN GIRO ALIMENTARI


Ultima cosa. Per merito del tuo libro “Storia dell'igienismo naturale”. ho cominciato ad interessarmi anche di Nuovo Ordine Mondiale e molte altre scempiaggini che i veri potenti ci tengono nascoste, rovinandoci mentre ci fanno credere di starci aiutando! Le posto due link, di un video ed un testo, che ritengo siano molto utili per comprendere altri inganni che ci tocca subire, oltre le prese in giro alimentari. Nel caso voglia pubblicarli ritengo che possano essere interessanti per i lettori del blog, se non altro per avere a disposizione un punto di vista diverso da quello ufficiale.
http://www.youtube.com/watch?v=UFH6Cjdnkz0 http://www.stampalibera.com/?p=33483


UN MESSAGGIO PER IL BUON SUNFIRE


Non sono malato e non ho fretta di ricevere una risposta. Dà tranquillamente precedenza a lettere più urgenti, e grazie mille per il super-lavoro che porti avanti sul tuo blog! E di’ pure al buon Sunfire che, se la tua attività non è produttiva e le tue informazioni sono pessime, a questo mondo non c'è davvero più nessuno che si salvi!
Nicola


*****


RISPOSTA


QUALCHE TESINA SUL MATERIALE INQUINANTE


Ciao Nicola, complimenti per il modo riflessivo e competente che usi nel porre i tuoi quesiti. Sulle sostanze inquinanti qualcosa ho scritto:


- L’elettrosmog e il ragazzo della Via Gluck, del 20/2/12
- Insidia acrilamide in patatine, biscotti e caffè, del 4/5/11
- MCS, ossia sensibilità chimica multipla, malattia del 21° secolo, del 25/5/10
- Sensibilità chimica, vulnerabilità e invecchiamento, del 30/12/11
- Dalla nickel-intolleranza alla nickel-mania, del 9/6/10
- L’insidia chimica planetaria, del 10/6/10
- Mostro di malattia chiamata MCS, fibromialgia, CFS, vestibolite, sindrome del piriforme, dell’8/6/10


TENERE IL MINIMO E USARE IL MINIMO


Chiaro che c’è molto da dire su questo argomento. Sarà importante svuotare il più possibile lo stock di sostanze chimiche che teniamo in casa e tornare un po’ alle cose semplici della nonna, tipo il bicarbonato per la vasca e il lavandino, l’acqua e aceto per far brillare pavimenti e vetri, l’acqua e limone con un pizzico di detergente soltanto per i piatti. Sarà meglio liberarsi di profumi, detergenti, fragranze, saponi antibatterici, dentifrici al fluoro, colle e vernici.


GLI AMICI SONO IL LEGNO E GLI ALBERI, I NEMICI STANNO NEI FUMI, NEI VAPORI E NELLA PLASTICA


Via i contenitori in plastica per cibi. Via il cibo in lattine, che nella superficie contengono spesso bisfenolo A, dannoso per le funzioni ormonali. Evitare contatti col PVC dei cavi elettrici, contenente polivinilcloruro. Evitare contatti con ptalati pericolosi, che si trovano nei separatori plasticati da doccia, nei tessuti impermeabili. Fare attenzione a tendaggi, arredi, rivestimenti, isolanti, tutti materiali che emanano vapori tossici assorbendo ossigeno, per cui serve arieggiare molto le case. C’è anche il deca-brominato-difenil-etere, che si trova nei componenti delle auto, nelle scocche dei computer e delle televisioni, che può provocare danni al cervello e al sistema nervoso. Alla fine i nostri più grandi amici rimangono il legno e gli alberi, che con le loro radiazioni amiche ci avvolgono e ci rivitalizzano.


FUNGHI E TARTUFI DANNO UN TOCCO DI MAGIA


Sui funghi penso di essermi fatto una certa esperienza personale. Da ragazzino conobbi le sofferenze di un pesante avvelenamento, col poveraccio delle coliche, un lattario coi circoletti marrone sul cappello, che mia nonna aveva messo in un bicchiere d’acqua per studiarne le reazioni. Una mia zia, cuoca di turno, ignara e superficiale, prese quel fungo e lo mescolò agli altri. Esperienza terribile. Una giornata di vomito ricorrente e un’altra a trangugiare un liquido nero portatomi dai medici. Non solo i funghi, ma anche alcune piante sono velenose. Basta pensare al curaro (resine velenose) e alla cicuta.


LIMITARE LE QUANTITA’


Qualche anno fa mi capitò di incappare in una leggera intossicazione addirittura col boleto edulis, quando ne raccolsi troppi e in casa nessuno aveva un grande appetito. Ne mangiai troppi quasi per ripicca, ed anche il buon fungo, se esageri nella quantità diventa evidentemente indigesto. Ma se conosci i funghi, fai la camminata nel bosco, rispetti le norme di sicurezza e di prudenza, e ne consumi una quantità congrua, cioè limitata, sono cibo straordinario, ricco di vitamine B2, B3 e B9, vitamina A e vitamina K (antiemorragica), e ricco di minerali.


SUDARE, TRASPIRARE, RICAMBIARE LE ACQUE, CONTRO LA BATOSTA ELETTRONICA


Per rimettersi in sesto dalla batosta elettronica sarà opportuno prendere la bicicletta e pedalare per un paio di ore, oppure nuotare a lungo in acqua di mare (quella di fiume e di lago sono pure ottime ma non ci puoi stare a lungo). Una bella camminata, traspirando, sudando e sbuffando, con bella doccia finale, è il massimo. In questi giorni, uno dei più tormentati è proprio il sottoscritto, in lotta con una focaccia postale che più la scarnifichi nel tentativo di azzerarla, e più lievita per le nuove mail in arrivo. Ieri ero a 380, oggi sono di nuovo a 520! Molto meglio comunque delle 2000 mail inevase del mese scorso.


BUONA L’IDEA MA SBAGLIATO IL METODO


Il dubbio sul decongestionamento sanguigno e lo sfebbramento interno intestinale proposti in continuazione da Lezaeta con la sua dottrina termica, è subito risolto. Primo non si tratta di togliere il sangue da una area del corpo, ma di ridistribuirlo, di riattivare e riequilibrare il sistema. L’idea era buona, il metodo probabilmente no.


C’E’ DEL DOGMATISMO NELLA DOTTRINA TERMICA


Le perplessità riguardano piuttosto lo schematismo ripetitivo e la quasi fissazione che dimostra Lezaeta nei riguardi della dottrina termica, quasi si trattasse di un dogma incontrovertibile. Mai c’è un pizzico di dubbio da parte sua circa le sue affermazioni. Il fatto che raccogliesse ottimi risultati probabilmente gli dava più determinazione, ma gli toglieva nel contempo ogni capacità di fare quelle riflessioni autocritiche che sono basilari in ogni buona teoria scientifica. Nessuno che gli potesse dire “Se il sangue è concentrato là, non sarà che c’è un motivo serio e logico, e che tale concentrazione rientra nella categoria dei sintomi da rispettare?”.


UN BRUTTO DIFETTO CHIAMATO CUROMANIA (RIVOLTA AL SINTOMO)


Manca a Lezaeta, come del resto a Padre Taddeo e a tutta la Naturopatia Tedesca, per quanto feconda essa sia (Soprattutto in Louis Kuhne e in Arnold Ehret), la componente igienistica, e in particolare la cura della non cura (sul segnale d’allarme). Esiste sì in Lezaeta lo sforzo continuo di arrivarci, di puntare alla vera malattia, scavalcando l’illusorio sintomo. Ma non manca mai, persino in lui magnifico guaritore, il solito difetto dei terapisti di tutte le risme, dei terapisti medici (ciarlatani ufficiali e legali), dei terapisti non-medici (ciarlatani illegali) e dei terapisti omeopatici (ciarlatani legali), che è quello della curomania applicata ai sintomi, quella di voler dire in qualche modo “Ti ho guarito io”!


L’ALFABETO CIRILLICO GIOCA BRUTTI SCHERZI


Quanto a Kouchakoff, il rebus è presto rivelato. Coi nomi russi, dove si usa l’alfabeto cirillico (russi, slavi, ukraini, serbi, ecc) si fa presto a tradurre male. E così ci ritroviamo di fronte ad autori che portano nomi diversi, essendo mancato un lavoro di unificazione. Stessa cosa accade coi nomi cinesi.


Valdo Vaccaro

PUBBLICATO DA VALDO VACCARO

http://valdovaccaro.blogspot.it/

Disuguaglianza sociale globale:comunque vada, noi non ce la faremo


ilupidieinstein.blogspot.itNon ce la faremo perchè questa crisi è programmata dall'elite globale che ci ha tenuti in un continuo stato di preoccupazione e di paura, e quindi di asservimento, al fine di arricchirsi ancora di più e di trasformarci in un branco di disperati.


Quelli che ora stanno governando nel mondo, diretti mandanti dell'elite, ci stanno sottraendo non solo quello che serve alla nostra sopravvivenza fisica ma anche, e soprattutto, la nostra dignità, il nostro onore, la nostra sicurezza, la nostra fiducia e le cose in cui crediamo.

Quelli che ora governano nel mondo sono "globalisti", la peggiore specie che si sia mai vista nella storia. Sono perversi, vili, narcisisti (esistono anche stupendi narcisisti ma non è questo il caso), e non vogliono mai macchiare la loro falsa immagine, quell'immagine con la quale si presentano al mondo e che attribuisce loro un'aria di finta bonomia.

Sono talmente desiderosi di non rovinare la loro immagine, neanche di fronte a se stessi, da escogitare sempre nuove tecniche, volte a fare in modo che siamo noi stessi a farci del male.

Alimentano continuamente il cammino verso la violenza che è sempre lo stesso ed è la sequenza frustrazione - rabbia - violenza. La frustrazione nasce quando l'azione di una persona, mirata ad un obiettivo, viene bruscamente fermata da una causa esterna. Quale frustrazione più grande di quella che nasce dal vedersi cambiare i propri progetti di vita, elaborati in mezzo a tante difficoltà?

Ci sono persone che si sentono frustrate perchè non riescono a comprarsi l'ennesima auto di lusso e questo non è universalmente accettabile e ci sono persone che si sentono giustamente frustrate perchè non riescono più a dar da mangiare ai loro figli o a soddisfare i loro bisogni primari e irrinunciabili. Ma, non importa quanto siano legittime e universalmente accettabili le nostre aspirazioni, la frustrazione genera sempre rabbia e la rabbia finisce sempre con l'esprimersi con la violenza.

Ma quando la violenza non puo essere espressa neanche in maniera positiva, non violenta, contro quelle persone che sono colpevoli della situazione attuale, si finisce con il rivolgerla contro se stessi, cosa che spesso si trasforma in depressione o peggio.


L'elite "globalista" sa benissimo che frustrare le aspirazioni delle persone, farle arrabbiare, non basta a raggiungere i suoi scopi; vuole anche, e soprattutto, spingerle a farsi del male. Lo fa rendendo le persone assolutamente impotenti, ache solo a farsi ascoltare. Questo genera altra frustrazione che genera altra rabbia che non potrà mai esprimersi in alcun modo, nè giusto nè sbagliato. E' un circolo vizioso

Le prove che i “globalisti” non ci amano ma che giocano contro di noi e ci vogliono morti, sta nel fatto che mentre noi diventiamo sempre più poveri ed insicuri, loro si arricchiscono sempre di più.

Nell'articolo "L'Elite globale nasconde 18 trilioni di dollari in banche offshore" pubblicato su questo blog il 21 Gennaio 2012, si parlava di 18 trilioni di dollari. Ebbene, finora, questa ricchezza si è raddoppiata

Nessuno può più venirci a dire che sta agendo per il nostro bene, ma solo per il bene di un'elite che poco si interessa della nostra vita e che vuole sopravvivere da sola, in un mondo possibilmente spopolato, dopo aver saccheggiato fino all'ultima cosa, guadagnata con tanta fatica.

Quello che sta succedendo, in relazione all'approfondimento della disuguaglianza sociale, finalizzata agli obiettivi dell'elite, è ben descritto nell'articolo di Ernst Wolff apparso prima suWorld Socialist Web Site e su Global Research, il 27 Luglio 2012


La disuguaglianza sociale a livello mondiale è più profonda che mai
I Super-ricchi nascondono trilioni di dollari nei paradisi fiscali offshore ...

XXX OLIMPIADE, ospitata per la 3 volta da Londra



 Olimpiadi.In quanti italiani si saranno messi in moto per andarli a vedere? Pochi, senza dubbio. Londra, 8,174,100 abitanti e di 12,5 milioni circa nell'area metropolitana, metropoli già grande di suo, quanti se ne ritroverà adesso di abitanti? Questi luoghi possono moltiplicare il numero dei loro visitatori. 
Il programma di Londra 2012 vede la prima competizione il 25 luglio, vale a dire due giorni prima della cerimonia ufficiale di apertura, con la prima gara del torneo di calcio femminile allo stadio Millenium di Cardiff.
Il il 27 luglio l'inaugurazione ufficiale di Londra 2012: le Olimpiadi si chiuderanno il 12 agosto.


Città ospitante
Nazioni partecipanti200 (qualificate)
204 (effettive) (vedi sotto)
Atleti partecipanti10 500 (stimati)
Competizioni302 in 26 sport
Cerimonia di apertura27 luglio 2012
Cerimonia di chiusura12 agosto 2012
Aperti ufficialmente daElisabetta II del Regno Unito
fonte wikipedia



L'origine degli antichi Giochi olimpici si è persa, anche se esistono molte leggende. Il primo documento scritto che può riferirsi alla nascita delle Olimpiadi parla di una festa con una sola gara: lo stadion. Da quel momento in poi tutti i Giochi divennero sempre più importanti in tutta la Grecia antica. Successivamente altri sport si aggiunsero alla corsa e il numero di gare crebbe fino a venti, e duravano sette giorni. Le Olimpiadi avevano anche un'importanza religiosa, in quanto si svolgevano in onore di Zeus, re degli dèi I vincitori delle gare venivano fatti oggetto di ammirazione e immortalati in poemi e statue, e fregiati di una corona di ulivo.I Giochi si tenevano ogni quattro anni e il periodo tra le due celebrazioni divenne noto come Olimpiade; i Greci usavano questa suddivisione per il computo degli anni. Per tutta la durata dei giochi venivano sospese le ostilità in tutta la Grecia: questa tregua era chiamata Ekecheiria.  fonte

Presso i Greci il momento sportivo era parte essenziale dell'educazione. Tuttavia il termine sport, inteso come attività psichica praticata per il gioco o la competizione, non esisteva nel vocabolario greco. Il termine sport compare per la prima volta in Inghilterra verso la fine del XV° sec. e proviene dal termine francesedisport, che a sua volta deriva dal termine antico desport che significa ricreazione, divertimento. Durante i secoli XVII e XVIII gli Inglesi realizzarono delle innovazioni nel mondo sportivo e ricorsero al termine sport per distinguerle.
I Greci per designare le loro attività usavano i termini gymnastique (da gymnos, nudo) perché gli atleti si confrontavano nudi, oppure agon (concorso, lotta, emulazione) o athlon (sforzo, lotta) o ancora athlos (combattimento, exploit) da cui gli aggettivi "agonistico" e "atletico". Perché per i Greci il momento sportivo non era del tipo ludico, ma si associava alla formazione del carattere dei giovani, futuri cittadini cui spettava il dovere di condurre bene gli affari delle loro città e difenderle in caso di pericolo. L'ideale atletico era quindi nell'emulazione e nello sforzo per essere riconosciuto il migliore di tutti. Per conseguenza la semplice partecipazione ad un concorso non aveva alcun senso per gli atleti, ma contava solo la vittoria. E di conseguenza nel podio non esisteva né il secondo né il terzo posto. Anche lo spirito di squadra mancava e la partecipazione alla competizione era strettamente individuale.
I giochi dell'antica Grecia sono classificati dagli storici in due gruppi: i Giochi Panellenici ed i Giochi Panatenaici. fonte


Quando il cristianesimo divenne la religione ufficiale dell'Impero Romano, i Giochi Olimpici vennero visti come una festa "pagana", e il loro prestigio diminuiva in modo inversamente proporzionale alla corruzione degli atleti, con gare sempre più falsate. Quando nel 393 accadde la strage di Tessalonica nello stadio in cui si svolgevano le gare, l'imperatore Teodosio I (persuaso dal vescovo di Milano Ambrogio, inorridito per la strage) li vietò, ponendo fine a una storia durata più di 1000 anni. da wikipedia  http://it.wikipedia.org/wiki/Giochi_olimpici
Poi
I Giochi della XXX Olimpiade si stanno tenendo a Londra, Regno Unito, dal 27 luglio al 12 agosto 2012.[1] La capitale britannica è divenuta così la prima città ad aver ospitato per tre volte un'olimpiade estiva, dopo quella del 1908 e del 1948. segue qui

La trentesima olimpiade ospitata per la terza volta volta a Londra, il tre è il numero che la fa da padrone. Questo consiglio di fare, aprite google , scrivete cosa cercate e alla fine ponete yahoo, appariranno le domande di yahoo answers e diciamo che ci si può fare un'idea di tutto, poi sapere è altra cosa ...

Significato del numero 3?

mi dite il significato di questo numero? evitare stupidate please

Dettagli aggiuntivi

altre risposte x favore?
2 anni fa

Miglior risposta - Scelta dal Richiedente

Il tre è il simbolo del ternario, la combinazione di tre elementi. Il ternario è uno dei simboli maggiori dell’esoterismo. Primo numero dispari, poiché l’uno non è considerato un numero, il tre è profondamente attivo e possiede una grande forza energetica. È il simbolo della conciliazione per il suo valore unificante. Infatti tanto il due separa quanto il tre riunisce. La sua espressione geometrica è il triangolo, simbolo esemplare del ritorno del multiplo all’unità: due punti separati nello spazio, si assemblano e si riuniscono in un terzo punto situato più in alto.
Inoltre il rapporto della triade con l’unità può essere espresso da un triangolo equilatero, ovvero dall’identità del tre, dove in ognuno dei tre angoli diversamente indicati è data ogni volta la triade intera. È il primo numero di armonia, di soluzione del conflitto dualistico, ed è per questo considerato un numero perfetto. Il tre apre la strada della mediazione e permette di uscire dall’antagonismo, superando la visione parziale e riduttiva del dualismo, poiché due elementi non possono essere conciliati che con l’ausilio di un terzo elemento. La triade sintetizza i poli opposti della dìade. Il tre è dunque numero simbolo di vitalità e radice di ogni ulteriore estrinsecazione delle operazioni dell’Uno nell’alterità del molteplice. Nella mitologia e nel culto è l’espressione della Trinità (una riunione di dèi in gruppi di tre), come simbolo dell’unità sostanziale.

"solo" Divina Commedia: qual'é il significato del numero 3?

allora.....ho trovato altre domande come la mia, dove hanno risposto in tanti e le migliori risposte sono non dettagliate, di più. escludendo altre credenze o religioni, sulla divina commedia si trova in moltissime occasioni (3 cantici, 33 canti, la trinità cristiana, le 3 fiere, i 9 gironi ecc. ecc.) e sono state tutte riportate nelle risposte, cose che sapevo già. però nessuna mi spiega il perché dante l'abbia usato o il senso. quindi qual' é il succo? il significato del 3 nella commedia dantesca qual'é?

Miglior risposta - Scelta dal Richiedente

ho studiato proprio in questi giorni il significato del numero 3. Il numero 3 è il numero perfetto, infatti l'inferno è composto da 34 canti invece che da 33 come il purgatorio e il paradiso perchè l'inferno non è nè lo stadio di purificazione nè lo stadio di perfezione. Dante utilizza il 3 ed i suoi multipli perchè la sua commedia ha il fine di avvicinare gli uomini ad avere fede e per questo necessita di racchiudere il sacro nella sua commedia che sola si può definire divina. Spero d'esserti stata d'aiuto.

Fonti:

conoscenza

Miglior risposta - Scelta dal Richiedente

La chiave della Commedia è chiaramente basata sul numero “tre” che esprime la trinità divina e sul numero “dieci”, numero perfetto (Beatrice compare nel canto XXX del Purgatorio e pronuncia il nome di Dante soltanto al verso 73).

Il numero 3 è ricorrente in tutta la opera, perché è il numero della perfezione, ed allude chiaramente alla Trinità. 3 sono i regni che dante visita, 3 sono le cantiche, 3 sono i versi che compogono ogni strofe si tratta di terzine appunto - . Le tre cantiche si compongono ciascuna di 33 canti, eccetto lInferno che conta 34 canti, perché il primo funge da proemio per tutta lopera. La somma del numero dei canti ( 34 dellInferno, 33 del Purgatorio; 33 del Paradiso) da 100, altro numero che richiama la perfezione. Tra i tre regni cè una perfetta simmetria: sono infatti divisi ciascuno in 10 parti. Interpretazione Dante rivendica più volte, nel corso dellopera, la veridicità del viaggio

Fonti:

IL FLAGELLO ESTIVO DELLE VESPE


Prima di affrontare la lettura del presente articolo, si consiglia di leggere la puntata precedente.

Sembra che tutto si riduca alla percezione da parte del singolo. Per Wasp non c’è nessuna regia occulta che mira a danneggiare noi cittadini, ma le autorità fanno del loro meglio per amministrare la cosa pubblica. A prima vista, questo sembra un atteggiamento ingenuo, se si pensa che da antica data sappiamo che “mors tua, vita mea”.
Sia nel campo della politica che in quello dell’economia vigono regole spietate, incentrate sulla competizione. In economia può essere portato ad esempio il film “Wall street”, con Michael Douglas, in cui venivano presentati giocatori in borsa come squali, mentre in politica gli esempi sono ancora più abbondanti, con un eminente statista come Andreotti, quasi un padre della patria, finito in tribunale con l’accusa di collusione con la Mafia. Per non parlare del delitto Moro.

Facendo seguito all’intervista rilasciatami dal signor Angelo Nigrelli, noto oppositore delle scie chimiche, ho voluto sentire l’altra campana, nella persona del professor Antonio Marcianò, in arte Zretdi suo fratello Rosario e di alcuni loro collaboratori, facenti parte del Comitato Tanker Enemy.
Mettiamo a confronto le due opposte visuali.
Wasp dice: “Ci sono complotti plausibili che prima o poi saltano fuori e vengono svelati e ci sono complotti immaginari che prolificano solo grazie all’opera di chi quei complotti li immagina e li sfrutta per tornaconto personale.” A me verrebbe da dire che anche le scie chimiche sono un complotto plausibile che prima o poi salterà fuori e che al momento dorme il sonno degl’ingiusti. Siete d’accordo con me?
Tanker Enemy – Ci sembra che si abusi della parola “complotto”: la Geoingegneria illegale dipende da decisioni di cui i cittadini sono tenuti all’oscuro, ma è pure un’attività delinquenziale perpetrata sovente alla luce del sole (quel poco che è rimasto). Potremmo definirla un crimine proditorio, un colpire sovente alla spalle, un attacco trasversale ai danni degli esseri viventi. E’ inoltre tutto un intreccio di interessi e di collusioni mafiose, basate sull’omertà e sul reciproco sostegno. Ecco: il backstage della Geoingegneria è simile a quello della mafia. E’ vero comunque che oggi la Geoingegneria è di solito negata, mentre in futuro sarà riconosciuta come genocidio. Forse bisognerà aspettare molto tempo: si pensi all’etnocidio degli Armeni, sterminio che ancora, dopo circa un secolo, stenta ad essere ammesso dai Turchi e non solo. Senza dubbio i negazionisti, ossia coloro che tentano di occultare i fatti scomodi per il sistema, traggono ingenti profitti dalle loro azioni mercenarie: tra compensi che ricevono dagli enti statali per nascondere la verità e diffamare i ricercatori, la paccottiglia che vendono (si pensi alla rivista pseudo-scientifica Focus ed altre simili), il tentativo di stravolgere la realtà è molto redditizio. Ribadisco comunque che non è opportuno né corretto riferirsi a complotti, quanto a misfatti perpetrati in modo più o meno dissimulato ed obliquo.
Wasp prosegue dicendo: “i complotti inventati hanno solo lo scopo di vivere del complotto stesso sfruttando tutto ciò che gli può essere collegato dai libri ai blog alle conferenze alle comparsate televisive alla pubblicità personale. Tipico esempio è quello che ci offrono i fratelli Marcianò”.
Io vorrei chiedere a Wasp di fare altri esempi, in modo da poter dire che quello dei fratelli Marcianò ne è uno tipico. Perché non dire che anche Piero Angela sfrutta la ribalta televisiva per vendere i suoi libri? Con il figlio Alberto che segue le sue orme? Forse si dovrebbe lasciare la divulgazione della scienza e del sapere agli esperti ufficialmente nominati dal sistema televisivo?
Tanker Enemy – E’ un’accusa risibile, anzi la consueta calunnia, ma i settari conoscono solo l’argomento ad personam. I ricercatori seri non ricavano alcun profitto dalle loro indagini, anzi spendono somme ingentissime per apparecchiature, testi, trasferte, materiale informativo, analisi di laboratorio etc. Quando Rosario Marcianò è stato ospite di “Rebus” prima e “Mistero”, successivamente, non gli hanno neanche rimborsato le spese! E’ tutto gratis et amore Dei. Alla fine se si introita qualcosa, è una cifra irrisoria rispetto agli esborsi: altro che spread…

Scuole, ospedali, carceri treni: costruiti (o acquistati) e lasciati a marcire

... un esercito di senzatetto ... per noi è tutto “normale”: pensioni da 500 euro, i politici con una pensione “tripla” rispetto alla paga del presidente USA, le spese milionarie del Papa ... tutto giusto!


In Italia, più che manovre di tassazione servirebbero manovre di re distribuzione, equa magari, il più possibile comunque. Invece ... siamo ancora i paesi che fanno le processioni alla maria vergine, oppure c'è la madonna che piange e che va al Tg, come cantava Fabri Fibra ... proprio come nel medioevo ... sembrerà una cosa che non ha niente a che vedere con tutto questo, ma se invece riflettiamo sull'ideale che è quello imposto dalla "santa sede" sin nelle scuole ancora al giorno d'oggi è adulare il singolo individuo e ricevere ordini dal medesimo perché inviato dal signore di turno ... il nostro paese si mette in mostra in particolar modo per la gestione, per la mala gestione. Il numero di politicanti altissimo con paghe da record mondiale è solo la punta dell'iceberg e poi costa un nemmeno cinque per cento sulla spesa del totale paese Italy ... avete capito bene, si parla di un due virgola sette se non ricordo male, il totale del costo politica. Non so se sia esatto ma comunque deve esser poco con le voragini che abbiamo nel paese ...



42 milioni di euro per carrozze nuove lasciate marcire sui binari; mentre quelle in uso, in molti casi sono vecchie e fatiscenti, ed in molti casi persino luride: ci sono state trovate zecche, pulci e altro... MA GLI SPRECHI RIGUARDANO I PIU' DISPARATI SETTORI: Scuole, ospedali, carceri, caserme e altro. Per citare 2 casi tra tanti, quello dell'Ospedale della Murgia, doveva essere un polo sanitario d'eccellenza, costato 110 milioni di euro nel 1990 e mai partito, è un'eccellenza solo per lo spreco: come i 38 CARCERI COSTRUITI E MAI UTILIZZATI: mentre in quelle utilizzate i detenuti sono stipati in condizioni disumane, costretti a stare in 5-6 in celle progettate per 3 persone, devono fare i turni per stare in piedi.


OPERE CHE ABBANDONATE PER DECINE DI ANNI A SE STESSE, FINISCONO PER MARCIRE: DI CASI CE NE SONO UNA VALANGA... E QUESTI SCANDALI NON HANNO MAI UN VOLTO: MAI NESSUNO CHE PAGHI PER QUESTI SPRECHI DI DENARO PUBBLICO...

Staff nocensura.com

di seguito l'articolo di controcopertina.com che illustra il caso dei treni costati 42 milioni di euro lasciati a marcire a Milano:

Lo scempio può vederlo chiunque si rechi per qualsiasi motivo a Milano. Entrando nella Stazione Centrale, guardando dal finestrino è possibile “ammirare” nell’adiacente Parco Centrale decine e decine di carrozze dei treni notte abbandonate sui binari morti. Alcune vetture sono state prese d’assalto da qualche senzatetto che le utilizza come mini-abitazioni, altre sono state oggetto di atti vandalici e depredate di qualunque cosa si potesse asportare. Al di fuori delle cuccette, immondizia da tutte le parte, barbecue artigianali e qualunque altro tipo di detrito. Per chi non lo ricordasse, i treni notte sono stati sospesi nel 2011 nel corso di una riorganizzazione di Trenitalia che ha soppresso molte tratte notturne. Solo tre anni dopo che la stessa azienda aveva comunicato di aver ripristinato alcuni treni notte, 8 in totale dopo aver effettuato sevizi di ammodernamento. Secondo secondo quanto riportato dai documenti in possesso dei lavoratori del Binario 21 di Milano che hanno iniziato la loro protesta nel 2001 e che hanno occupato a lungo la torre del binario della stazione centrale di Milano “dal 2007 ad oggi Trenitalia ha speso per il rinnovo dei treni notturni 350 mila euro per ogni carrozza, per un totale di circa 42 milioni. Treni lasciati marcire sui binari”. Una cifra stratosferica se si pensa che molte di quelle vetture ammodernate sono state abbandonate all’incuria dell’uomo e all’usura del tempo e delle condizioni meteorologiche. Trenitalia fa sapere che di solito la demolizione o la vendita all’estero sono le opzioni preferite per i treni dismessi. Certo è che quelli parcheggiati a Milano ormai hanno valore zero e nessuno potrebbe più ricavarci un euro.

venerdì 27 luglio 2012

Uno studio pubblicato sulla rivista ... ha scoperto una gigantesca fossa tettonica nascosta sotto i ghiacciai nell'Antartide



Uno studio pubblicato sulla rivista Nature rivela che un team di scienziati dell'Università di Aberdeen e del British Antarctic Survey ha scoperto una gigantesca fossa tettonica nascosta sotto i ghiacciai nell'Antartide occidentale, che starebbe contribuendo alla fusione del ghiaccio e al conseguente innalzamento del livello del mare. L'enorme frattura si trova sotto il ghiacciaio Ferrigno su un tratto di costa così remoto che è stato esplorato solo una volta in precedenza, nel 1961. Gli esperti ritengono che la spaccatura sia coperta da una coltre di ghiaccio spessa 1,5 chilometri, abbia una larghezza di 10 chilometri e una lunghezza di 100 chilometri, grande tanto quanto le dimensioni del Grand Canyon degli Stati Uniti.

"Abbiamo scoperto una grande valley sotto il ghiaccio del Polo Sud, a circa un miglio di profondità", ha detto il dottor Robert Bingham, glaciologo dell'Università di Aberdeene primo firmatario dello studio. "Se togliessimo via tutto il ghiaccio che oggi copre l'Antartide, vedremmo enormi rift valley, simili a quelle che si vedono in Africa e grandi quanto il Grand Canyon americano. Questo è praticamente in contrasto con la superficie piatta di ghiaccio. Senza le misurazioni degli strumenti non avremmo mai potuto sapere della sua esistenza".



La valley, infatti, è stata scoperta con l'ausilio di un radar montato su una motoslitta, capace di rilevare la topografia subglaciale. "Questa enorme spaccatura deve essersi formata molto prima che la regione fosse ricoperta dai ghiacci. Crediamo, inoltre, che sia parte di un sistema molto più ampio di canyon che interessano tutta l'Antartide occidentale", continua Bingham. "Sappiamo che esiste, ma non sappiamo fino a dove si estende".

I ricercatori, molto sorpresi da questa scoperta, sono convinti che l'enorme spaccatura della roccia antartica contribuisca allo scioglimento della calotta antartica. Nella ricerca, il team scrive che il canyon sta portando acqua di mare più calda sotto la calotta di ghiaccio, accelerandone lo scioglimento. "E' la conformazione della spaccatura che contribuisce all'accelerazione dello scioglimento", spiega Bingham.

"Il fatto di poter rilevare la spaccatura, significa che il ghiaccio più profondo si sta degradando, consentendo all'acqua di mare più calda di fluire verso l'interno attraverso un trogolo creato dalla spaccatura stessa". Gli scienziati suggeriscono che durante le ere glaciali, quando il livello del mare era molto inferiore a quello attuale, nella spaccatura si sarebbe incanalato un flusso importante ghiaccio attraverso il trogolo. Ora, come spiega lo studio, i ruoli si sono invertiti, con il trogolo che canalizza le acque calde del mare fino a lambire la coltre di ghiaccio.

Bingham e colleghi credono che la progressiva contrazione della calotta polare antartica sia responsabile di circa il 10 per cento del cambiamento climatico indotto dal livello del mare, che, se non monitorato e controllato, rischia di inondare molte città costiere entro poche generazioni. La zona occidentale della coltre di ghiaccio sud polare, una massa enorme di ghiaccio spessa fino a quattro chilometri, si sta sciogliendo più velocemente di qualsiasi altra parte dell'Antertide.

Ma le scarse informazioni in possesso degli scienziati sulla topografia subglaciale non permette un'esatta previsione del tasso e grado di assottigliamento della calotta polare. "Abbiamo individuato questa zona proprio perchè sapevamo, grazie alle misurazioni satellitari, che era in corso un assottigliamento del ghiaccio polare", dice Bingham. "L'unico modo di individuare la valley coperta da uno strato di ghiaccio, è quello di usare un radar sul posto".

Capire la velocità di scioglimento della calotta antartica occidentale e della lastra di ghiaccio che copre la Groenlandia, è una delle incognite più grandi per prevedere di quanto il livello del mare aumenterà nel corso di questo secolo e oltre. Una fusione totale di entrambi i ghiacciai potrebbe innalzare le acque fino a 4 o 5 metri. L'Antartide orientale, invece, è così freddo che il ghiaccio, se non intervengono fattori sconosciuti, dovrebbe rimanere solido per secoli. [Fonte 1 - Fonte 2].

Inverni sempre più freddi a causa del riscaldamento globale

Doggerland: l'Atlantide europea sommersa dalle acque

Città a rischio con l'innalzamento dei livelli del mare

Il riscaldamento globale costringe a ridisegnare gli atlanti

Video NASA dell'assottigliamento della calotta nord polare


fonte http://ilnavigatorecurioso.myblog.it/archive/2012/07/27/scoperto-una-gigantesco-grand-canyon-sotto-i-ghiacciai-del-p.html

Imbecilli in eta' adulta.

Scritto da Uriel Fanelli

Quando una persona parla di modernita', invariabilmente riceve due generi di risposte da tutti i bigotti arretrati. Una delle due e' che "gli anziani" non possono certo usare tecnologie moderne, l'altra e' che i cambiamenti sociali sarebbero sempre un problema "per i bambini". Ogni volta che proponete cambiamenti tecnologici vi rispondono che "gli anziani", mentre ogni volta che chiedete una societa' piu' moderna vi rispondono che "i bambini".
Sul piano puramente materiale, sono semplicemente VACCATE. La tecnologia normalmente finisce con il rendere MENO FATICOSO , MENO PERICOLOSO, o PIU' BREVE il lavoro. Se consideriamo che gli anziani sono nel mezzo di un periodo di decadimento fisico, possiamo dire che, quasi sempre:
La fatica e' un fattore competitivo a vantaggio dei giovani. Una persona fisicamente giovane e robusta puo' svolgere piu' lavori faticosi di un anziano debole e pieno di problemi di salute. Quando arriva la tecnologia, semmai sono gli anziani ad essere FACILITATI. Non si capisce per quale motivo un anziano dovrebbe trovare piu' comodo fare 5 km di citta', aspettare in qualche ufficio per ore in coda, a prescindere da eventuali problemi alle gambe ed alla schiane (peraltro molto comuni) , mentre sarebbe cosi' terribile per l'anziano fare la stessa cosa senza muoversi da casa.

Il pericolo e' un fattore discriminante a sfavore degli anziani ed in generale dei deboli. Casomai non ve ne foste accorti, se siete uomini e giovani avete l'abitudine di entrare in ascensore con sconosciuti, rimanere da soli in carrozze di treni con un altro uomo, passeggiare la notte , andare a ritirare liquidi al bancomat e in banca. E' un atteggiamento irrazionale perche' potreste venire aggrediti comunque, ma se osservate una donna, gia' alcuni di questi comportamenti vengono evitati per principio.(1) La tecnologia tende a limitare questi problemi. Potete essere contrari quanto volete, ma dare le pensioni su un conto corrente e una carta di credito rende piu' sicuri gli anziani , che vengono rapinati, scippati e truffati (-dei liquidi-) molto spesso.
La durata delle e' un fattore discriminante a favore di chi ha tempo , concentrazione e specialmente la forza fisica di girare per uffici, anche piu' di un ufficio, e magari ha bisogno di aiuto da parte di qualcuno. E' assolutamente incredibile che una persona anziana preferisca muoversi fisicamente , girare per la citta' seguendo i vari uffici , discutere e litigare di volta in volta con ogni impiegato, anziche' semplicemente trovarsi dietro ad un monitor o usare una tavoletta.
In realta', gli anziani sono una foglia di fico. Nessun anziano avra' mai niente da ridire se gli date la possibilita' di fare le stesse cose in maniera meno pericolosa, piu' breve e meno faticosa. In generale , chi ha il problema in realta' e' l'imbecille di eta' adulta, il quale teme che il suo piccolo spazio di potere venga toccato , che il suo lavoro diventi superfluo, che qualcun altro piu' bravo di lui con l'informatica lo superi nella carriera.
Il problema tra informatica ed anziani NON ESISTE: non c'e' UN SOLO vantaggio dell'informatica che non benefici materialmente gli anziani PIU' dei giovani. Un tempo, quando i lavori di campagna erano quasi tutti manuali, la vecchiaia arrivava in fretta. Poi arrivano i trattori, e si scopre che un anziano puo' arare almeno per dieci anni in piu' di prima.

Ma immagino cosa abbiano detto i loro figli -peraltro ansiosi di ereditare la fattoria- quando hanno visto il primo trattore: "non vi aspetterete che mio padre guidi una di quelle cose?". In realta', il padre non poteva piu' arare coi buoi perche' troppo vecchio, e guidare quel trattore aveva prolungato la sua vita lavorativa.

Esattamente cio' che I FIGLI non volevano!


Non credo MAI a chi mi dice che un mondo ove ogni cosa si fa al computer sia CONTRO gli anziani. Se c'e' qualcuno che beneficia di una innovazione del genere e' proprio chi fatica di piu' a muoversi.
E' vero che un anziano puo' avere dei problemi di vista: ma posso ottenere un computer adatto ai ciechi MOLTO piu' facilmente di quanto voi possiate ottenere UNA CITTA' adatta ai ciechi!Anche se parliamo di anziani con problemi fisici , problemi di vista o problemi di deambulazione, sono pronto a scommettere che posso costruire un computer adatto a loro molto, molto, molto prima che le citta' italiane e gli uffici pubblici siano adatti ai disabili.
Anche sul piano dei bambini, in nome loro si fanno le peggiori porcherie, al solo ed esclusivo scopo di proteggere i porci comodi degli adulti. Se proponete qualsiasi cambiamento di tipo sociale (dal divorzio alle femiglie gay sino alla carriera delle donne), tutto quello che vi verra' detto e' che "ommioddio, nessuno pensa ai bambini"

Velocità della rete in Italia. Connessioni

La semplicità (Jiddu Krishnamurti

Tratto da "La ricerca della felicità"

Vorrei prendere in esame che cos'è la semplicità e, partendo da lì, arrivare magari alla scoperta della sensibilità. Noi sembriamo credere che la semplicità sia un'espressione puramente esteriore, una rinuncia: possedere
pochi beni, indossare un perizoma, non avere casa, non fare sfoggio di abiti, avere un piccolo conto in banca. Certamente, questa non è la semplicità, ma soltanto una messinscena esteriore. A me pare che la semplicità sia qualcosa
di essenziale, che però si realizza soltanto quando cominciamo a comprendere il significato dell'autoconoscenza.

La semplicità non è il mero adeguamento a uno schema. E' necessaria una notevole intelligenza per essere semplici, e non soltanto conformarsi a un determinato modello, per quanto possa sembrare degno. Purtroppo la maggior parte di noi inizia con l'essere semplice esternamente, nelle cose visibili.

E' relativamente facile possedere poche cose ed esserne soddisfatti; accontentarsi di poco e, magari, dividere quel poco con altri. Ma, una semplice manifestazione esteriore di semplicità nelle cose, in ciò che si possiede,
non implica certo la semplicità dell'essere interiore. Per come va il mondo oggigiorno, infatti, siamo indotti dall'esterno ad appropriarci di un numero sempre crescente di cose. La vita diventa sempre più complessa. Allo scopo di sfuggire a tutto ciò, cerchiamo di rinunciare alle cose, di distaccarcene - dalle automobili, dalle case, dalle organizzazioni, dai film, e dalle
innumerevoli circostanze che dall'esterno ci vengono imposte. Pensiamo che basti ritirarsi dal mondo per essere semplici. Molti grandi santi, molti grandi maestri hanno rinunciato al mondo; ma, mi sembra che una simile rinuncia da parte nostra non risolva il problema. La semplicità, che è essenziale e reale, può nascere solo interiormente; e, a partire da lì, può poi dare luogo a una manifestazione esterna. Il problema è, dunque, come essere semplici, perché la semplicità acuisce la sensibilità. E' fondamentale avere una mente sensibile, un cuore sensibile, che siano capaci di una percezione e
ricezione rapida.

E certo si può essere semplici interiormente solo se si comprendono gli innumerevoli impedimenti, legami, paure, che ci imprigionano. Ma alla maggior parte di noi piace essere prigionieri - delle persone, degli oggetti, delle
idee. Dentro di noi siamo prigionieri, anche se esteriormente sembriamo molto semplici. Internamente siamo prigionieri dei nostri desideri, bisogni, ideali, di innumerevoli motivazioni. E' impossibile trovare la semplicità se
non si è liberi dentro. E' per questo che bisogna cominciare la ricerca internamente, non esternamente.

Sesso nella caserma di Ascoli

Sesso nella caserma di Ascoli
Indagati Parolisi e altri militari

Rapporti sessuali con le soldatesse della caserma "Emidio Clementi" di Ascoli Piceno, quella dove prestava servizio il caporalmaggiore Salvatore Parolisi, in carcere da un anno con l'accusa di aver ucciso la moglie Melania Rea

Per questo una decina di militari dell'esercito, tra cui Parolisi stesso, "stanno per essere indagati" dalla Procura militare di Roma. Tre le ipotesi di reato: minaccia a inferiore per costringerlo a fare un atto contrario ai propri doveri, minaccia o ingiuria a un inferiore e violata consegna. Il codice penale militare ancora non contempla le molestie sessuali. I dettagli
Fonte


Si torna a parlare, ogni tanto gli viene a mente, del caso alla caserma di Ascoli, mai che venga nemmeno nominata l'altra faccia della medaglia, questo denota la nostra poca consapevolezza, come se il mondo intero avesse una sola facciata, quella d'apparenza. Il nostro essere in-civili in fondo non è altro che questo, non tenere mai conto delle due facce delle medaglie. C'è il magistrato Ferraro che tenta di portare a galla qualcosa di cui non si vuole assolutamente parlare, forse perché i temi trattati sono troppo scabrosi per darli in pasto al grande pubblico? Non credo, ci vanno matti per queste cose, piuttosto perché deve rimanere viva l'idea nelle masse che a certi livelli gli omicidi non esistono. Come ricorda sempre Franceschettiun laureato con la sua lauras compra tutte le accuse, non uccide mai per esempio, sono sempre gli spazzini, i contadini, gli operai, i tossici, ecc
Un medico, un magistrato un farmacista, assolutamente non commettono reati, e se li commettono verranno giudicati non colpevoli nella maggior parte dei casi, primo perché si possono difendere, e secondo i soldi comprano la giustizia. La storia ci insegna, non dobbiamo nemmeno entrare nel merito della questione o approfondire.
Visto che si parla del caso ripropongo una della conferenze del magistrato Ferraro: 

Un filmato impressionante per le nostre menti. SATANISMO E ORGANI DEL POTERE DEVIATI. 

giovedì 26 luglio 2012

Incredibile, la GDF consiglia di denunciare la Banca d’Italia.


Alla trasmissione “Tutti alla radio con Marco Cuoco” in onda tutti i mercoledì dalle 19 alle 21 su RadioMPA (http://www.radiompa.com/new/) abbiamo telefonato alla Guardia di Finanza per capire se la Banca d’Italia, che commette falso in bilancio come dichiarato dal prof. Gigliobianco in questa occasione: https://vimeo.com/32921665 è passibile di denuncia.

Sentite un po che risposta!




CIA: Se hanno finito il business della droga, finiscono di lavorare!!!

Juarez, Messico L'agenzia di central intelligence degli Stati Uniti "non combatte i trafficanti di droga invece cerca di gestire il traffico di droga" questo e' quanto ha dichiarato un portavoce per il Governo dello stato di Chihuahuan el nord del Messicoad Al Jazeera. Un legame dsulla complicità ufficiale nel business della droga sono nulla di nuovo quando arrivano da attivisti, o anche ex funzionari. Tuttavia, un portavoce ufficiale per le autorità di uno degli Stati più violenti del Messico che confina direttamente con Texas - che fa accuse simili e una cosa davvero unica. "È come società di controllo dei parassiti" Guillermo Terrazas Villanueva, il portavoce di Chihuahua, ha detto ad Al Jazeera il mese scorso nel suo ufficio a Juarez. "Se togli i parassiti, non hai piu' un lavoro. Se hanno finito il business della droga, finiscono di lavorare" (NdA in riferimento alla CIA) Un portavoce della CIA a Washington non commenta le accuse direttamente, invece ha riferimento Al Jazeera sul suo sito web ufficiale.Le accuse sono «sciocchezze»
Villanueva non è un funzionario di alto rango e le sue opinioni non rappresentano istituzione politica estera del Messico. "Penso che la CIA e la DEA [US Drug Enforcement Agency] sono sullo stesso lato come noi nella lotta contro i narcotrafficanti," Hector Murguia, il sindaco di Juarez, Al Jazeera ha detto durante un'intervista all'interno del suo SUV. "Abbiamo una eccellente collaborazione con gli Stati Uniti". Più di 55.000 persone sono morte in droga correlati a violenza in Messico dal dicembre 2006.
"La guerra alla droga è un'illusione," ha detto Hugo Almada Mireles, professore di presso l'Università autonoma di Juarez e autore di diversi libri, "È solo un motivo per intervenire in America Latina. La CIA vuole controllare la popolazione; non vogliono fermare il traffico di armi in Messico, guardate l'operazione Fast and Furious, una specie di cialtronata dove armi automatiche sono stati vendute ai criminali nella speranza che le forze di sicurezza potessero tracciare dove finivano le armi"
Il Bureau di alcool tabacco e armi da fuoco ha perso traccia di 1.700 di queste armi come parte dell'operazione, compreso un AK-47 cha nel 2010 e' stato usato per uccidere di Brian Terry , un agente di dogana.Incolpare i gringos per problemi del Messico è stato uno sport popolare a sud del Rio Grande, sin da quando la guerra messicano-statunitense del 1840, quando gli Stati Uniti conquistarono la maggior parte dei presenti giorno California, Utah, Nevada, Arizona e nuovo Messico dal suo vicino meridionale. Ma operazioni come Fast and Furious mostrano che la realtà può essere più strana della finzione quando si tratta della guerra alla droga nelle relazioni tra Stati Uniti e Messico. Se il caso non avesse dimostrato, che gli agenti stavano attivamente mettendo armi nelle mani del gangster messicani suonerebbe assurda a molti.
"si diventa facilmente cinici sul coinvolgimento americano e di altri paesi in America Latina intorno alle droghe", Kevin Sabet, un ex consulente senior per la casa bianca sulla politica di controllo delle droghe, ha detto Al Jazeera. "Dichiarazioni simili [ la CIA di gestire il commercio di droga] dovrebbero essere sostenute con prove... Non trovo molto interesse in questa storia". (NdA eh si a sabet gli manderanno il documento ufficiale con tanto di prezzi al dettaglio!)
Nel 1996, il San Jose Mercury News ha pubblicato una serie di rapporti investigativi che collegavano missioni CIA in Nicaragua con l'esplosione del consumo di cocaina crack nei ghetti di America. Al fine di finanziare i ribelli Contra combattendo il governo socialista del Nicaragua, la CIA ha collaborato con cartelli colombiani per spostare la droga a Los Angeles: "Non non c'è alcun dubbio nella mia mente che persone sul libro paga della CIA sono state coinvolte nel traffico di droga," ha confermato il Senatore John Kerry.
"È vero, vogliono controllare il mercato" ha riferito un funzionario americano quest'oggi ad Al Jazeera. La CIA e la DEA sono coinvolte nel commercio della droga. il funzionario, parlando a condizione di anonimato, ha detto che conosceva le accuse di Villanueva e le riteneva corrette, basate su discussioni che aveva avuto con funzionari statunitensi lavorando a Juarez.Accettare tali affermazioni che all'interno alcuni elementi dei servizi di sicurezza e il governo del Messico siano coinvolti provano la difficoltà nel perseguire con efficacia l'azione internazionale contro il traffico di droga.
Jesús Zambada Niebla, un trafficante dleader dal cartello di Sinaloa, attualmente in attesa di giudizio in Chicago, ha detto che stava lavorando per la Drug Enforcement Agency durante i suoi giorni come trafficante e gli fu promesso l'immunità da procedimenti giudiziari.
"Sotto un accordo, il cartello di Sinaloa, sotto la guida del padre [di Jesus Zambada '], Ismael Zambada insieme a 'Chapo' Guzman avevano avuto carta bianca per continuare a contrabbandare tonnellate di droga negli Stati Uniti e sono stati protetti dal governo degli Stati Uniti dall' arresto e la persecuzione in cambio di informazioni contro il cartello rivale" gli avvocati di Zambada hanno detto: " gli agenti del governo degli Stati Uniti aiutarono i leader del cartello di Sinaloa".
Il cartello di Sinaloa del Messico e la più potente organizzazione di traffico di droga. Joaquin "El Chapo", leader del miliardario del cartello e uno degli uomini più ricercati del mondo, fuggito da una prigione messicana nel 2001 furtivamente in un camion di lavanderia - probabilmente con la collaborazione di guardie - ulteriormente alimentando voci che i trafficanti leader hanno amici complici in posizioni di rilevanza.

"Sarebbe facile per l'esercito messicano catturare El Chapo", ha detto Mireles. "Ma non è questo l'obiettivo". Bisogna capire che le autorità su entrambi i lati del confine sono felici di avere El Chapo fuori poiche' è più facile da gestire e il suo denaro e la droga verrebbe riciclato nuovamente dentro una economia più ampia".

Nota del Prigioniero: Interessante che un funzionario pubblico messicano dichiari apertamente ad al Jazeera qualcosa che solitamente e' stato sempre presentato al pubblico come fandonie e invenzioni antiamericane o le solite teorie della cospirazione. A parte il fatto che piu' volte anche io ho pubblicato notizie dove strani aerei con nomi di societa' di facciata finivano per un incidente col muso a terra in qualche zona sperduta messicana e venivano rintracciati all'interno dell'aereo tonnellate di cocaina... ma davvero e' possibile che oggi tutti che dichiarino qualcosa di simile, siano tutti matti o forse c'e' qualcosa di effettivamente vero? Io direi proprio di si' ed quando anche funzionari pubblici cominciano a confermare questa "teoria", forse di teoria non si tratta.
Fonte
Sempre All'Erta!
NumberSix

MAFIA & STATO


Banche: prove degli arresti

Mentre in molti ricercano sul ​​web prove degli arresti dei membri della cabala criminale, una di queste storie ha sicuramente sfondato il blackout imposto dalla sui media. Tre dirigenti della banca d’Irlanda, l’ex capo della Anglo-Irish Bank Sean Fitzpatrick, l’ex-direttore finanziario Willie McAteer, e il managing director per l’Irlanda Pat Whelan sono stati arrestati Martedì, 7/24/12, per i loro crimini che ha portato in Irlanda il più grande fallimento bancario di sempre. Le altre tre, persone, tra i più ricchi residenti in Irlanda, sono stati coinvolti per il loro ruolo in questi crimini.

In altre notizie, l’ex capo del Fondo Monetario Internazionale e direttore di Bankia Rodrigo Rato è stato arrestato il 7/6/12 con l’accusa di frode criminale per il suo ruolo nel fallimento della Bankia, terzo istituto bancario più grande della Spagna, che è al centro delle politiche economiche del crash di quella nazione e movimento occupy mosse, in parte, dopo che Bankia, che era nel business da meno di due anni, ha ricevuto un salvataggio finanziario dai contribuenti per oltre 19 miliardi di euro.

Sul fronte asiatico, il fratello maggiore del presidente sud-coreano Lee Myung-Buk è stato arrestato con l’accusa di corruzione, portando ad un cambiamento di regime possibile in quanto le elezioni per il paese sono entro la fine dell’anno.

Fonte

Fonte: http://www.telegraph.co.uk/finance/newsbysector/banksandfinance/9422306/Ex-Anglo-Irish-executives-charged-in-fraud-investigation.html#

Le persone cospirano praticamente in ogni campo. Sarebbe così sorprendente pensare ad un complotto per il dominio globale?

LE POCHE BANCHE CHE CONTROLLANO TUTTO
Una volta letto questo sarebbe bello i proseguisse ad un'altra lettura, vediao un po' la natura della razza attuale ... 
L'Homo Sapiens ha sterminato suo fratello Neanderthal - Il "Caino Sapiens" ha ammazzato il fratello "Abele Neanderthal" - I Sapiens sono peggiori di qualsiasi cataclisma naturale. Se uno più uno mi da sempre due la situazione attuale non ha niente di strano!
Buona lettura

Nell’autunno del 2011, uno studio condotto da scienziati svizzeri rivelò che un piccolo numero di banche controllava una importante fetta dell’economia globale.
Lo studio, chiamato ‘La rete del controllo globale corporativo’ è stato portato a termine da Stefania Vitali, James B. Glattfelder e Stefano Battiston, a Zurigo, in Svizzera. Il metodo è stato quello di sviscerare il database con i dati di marketing della Orbis nel 2007, raccogliendo file su più di 30 milioni di operatori economici (imprese e investitori) di tutto il mondo, incluse le posizioni patrimoniali.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista New Scientist, molto rispettata nel panorama della scienza “mainstream”.

I risultati sono interessanti, anche se in fondo prevedibili.

MASSIVA CENTRALIZZAZIONE

Si evince che ci sono circa 43.000 aziende transnazionali secondo la definizione dell’OCSE. Di queste, 1.318, sono quelle più importanti ed influenti Questo nucleo ha tre caratteristiche importanti.

1. Tra di loro, generano il 20% del reddito mondiale.

2. Si possiedono l’un l’altra.

Il database Orbis ha chiaramente dimostrato che la maggior parte delle azioni di queste società sono di proprietà di altri membri del gruppo dei 1.318. Ciò significa che le imprese più grandi, più redditizie e influenti del mondo si possiedono a vicenda in un unico grande cartello finanziario, o addirittura andando a formare un monopolio. Sono in competizione solo a livello nominale.

3. Il nucleo centrale possiede tutte le altre 43.000 aziende transnazionali.

Queste aziende generano un altro 60% del reddito mondiale. Ne deduciamo quindi che il controllo arrivi a livelli così capillari da formare un monopolio quasi totale.

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...