"THE END"

venerdì 25 marzo 2011

Il gioco da tavola, le carte degli illuminati



http://www.anticorpi.info/2011/03/carte-degli-illuminati-passato-presente.html


Andate a leggere tutto l'articolo, molto ben fatto, riflettete...




Terrorist Nuke e Pentagon - Chiaro il riferimento allo 11 settembre. La prima carta - dal nome esplicito - rappresenta due edifici coinvolti in un atto terroristico. Da notare come gli edifici della carta siano 'torri gemelle.' 
La seconda è meno eclatante. Il pentagono è ufficialmente il centro del potere militare occidentale, dunque non era poi così difficile per gli autori ideare una simile situazione.Inoltre nel gioco la esplosione avviene nel cuore dell'edificio, mentre come sappiamo in realtà le cose andarono diversamente.


segue
http://www.anticorpi.info/2011/03/carte-degli-illuminati-passato-presente.html

Malati mentali...automi..o cosa siamo?!? AIUTATEMI a trovare una definizione...

"[...] Non siamo più uomini; non abbiamo più neanche la vita balzana degli animali; siamo cose di cui solo gli altri possono disporre. Dobbiamo fare ribrezzo, per poter essere usati meglio da chi lo vuole; perchè una sola libertà ci rimane: quella di tradirci. E infatti, ognuno di noi, cova, col suo leggero tanfo malato alle viscere, il desiderio di poter finalmente ammiccare ai suoi padroni, che vengono a condannarlo. Vogliamo essere noi i primi aiutanti dei nostri assassini, che hanno inventato complicati meccanismi per ucciderci insieme. [...]" (P.P. Pasolini)



Siamo stati uomini qualche volta nella nostra esistenza? Uomo. Si inizia da bambini con le prime nozioni, bellissimo lo stato d’animo del fanciullo che di ogni cosa si chiede il perché. Abitudine questa che va scemando con il passare degli anni, quando finiscono i dubbi e le curiosità, si è diventati adulti “perfetti”.
Ma in questi adulti perfetti io non riesco più a trovare un briciolo di intelligenza. Quanto mi sento circondato da imbecilli, ma solo il solo a provare questo? Non mi sembra, basta digitare la domanda su google, oppure su yahoo answers e vedrete voi.
 Vedo una massa di automi che quotidianamente svolgono le loro azioni, proprio sempre uguali come delle macchine, e naturalmente non si chiedono il perché delle loro gesta dato il fatto che oramai hanno capito tutto sono grandi, adulti e maturi. Loro lo sanno. Peccato che sembrano stupidi agli occhi di un bambino.
Il bello inizia quando parli con queste persone, ho viaggiato per qualche anno nelle varie località di vacanza, ovunque incontri persone scontente, ero più felice io di loro, vivevo on the road, sulla strada (un libro bellissimo di Jack Kerouach, grande della beat generation, una vita che se avessi saputo prima, prima avrei iniziato, bisogna provarle certe cose nella vita per capire, non bastano i libri).
Quanti uomini incontriamo ogni giorno che si lamentano? Si lamentano come fosse uno sfogo, poi una volta espressi i loro dubbi, ritornano alle solite azioni. Di cambiare stile di vita proprio non ci si pensa. La facoltà di pensare è in via di estinzione. Ho letto in giro la teoria..teoria…insomma…del fluoro (informatevi bene se non la conoscete), uno scarto industriale passato per magico, fa sparire la carie è bene per i denti (così dicono, lo hanno detto a milioni di persone). Hanno risolto il problema dello smaltimento di un rifiuto tossico generato dalla lavorazione dell’alluminio. Era una sostanza nociva cento anni fa, ed in certi paesi è tutt’oggi severamente vietato usare questo “mitico” fluoro. Hanno generato un grande rene per smaltire il rifiuto per cui prima dovevano pagare caro per farlo sparire: lo hanno smaltito grazie ai nostri di reni. E se fosse vero che veniva usato nei campi di detenzione per rendere mansueti i prigionieri? E se fosse vero che procura i danni che vengono mostrati da chi lo gìha studiato? Insomma era un rifiuto tossico nocivo!
Se non fosse come dico io, cioè che riduce male, per quale motivo certi documentari la televisione, origine del grande lavaggio cerebrale del terzo millennio, non li manda, è censura. Insomma, basta martellare i cervelli e nel giro di pochi anni, o pochi mesi, si inizia a vendere il veleno per pozione magica. Siamo così differenti dai nostri avi medievali? Per non parlare poi delle scie chimiche, ci inalano prodotti chimici per renderci come i matti nelle psichiatrie, oppure i progionieri in galera, imbottiti di psicofarmaci. Ma guardiamoci attorno, lo vediamo tutti che qualcosa non va, non tornano i conti…
Comunque, “Perfetti” per un mondo che è un grande mercato, un grande mercato divisibile in chi compra e chi vende, nulla escluso, tutto è denaro, tutto si compra e si vende, compresi gli organi dei bambini hanno un costo di mercato conosciuto. Ecco la nostra società dei sogni. La nostra visione della vita è storpiata, deviata, incanalata in una direzione ben prestabilita . Prestabilito che vi siano pochi, anzi in percentuale pochissimi, uomini che conducono una vita al limite del reale, anzi diciamo proprio che di reale nel possedere capitali come 100 miliardi di dollari, avere trenta case (meglio dire castelli) e vivere con talmente tanto denaro che la maggior parte delle persone nemmeno mai vedranno in tutta la loro vita. Si può definire reale una situazione simile? No di cero, non lo è semplicemente. Siamo alla devianza, alla deriva psicologica, uomini che possiedono un potere che ritroviamo nel loro dio fittizio, inventato per rincoglionire le masse.
Insomma una stretta cerchia, una setta, un gruppo di fanatici…chiamiamoli come volgiamo, ma questi egregi signori grazie al fatto che hanno rovinato la vita delle masse, loro vivono come degli dei, possono fare tutto. Il denaro fornisce la libertà di uccidere. Basta informarsi per sapere quanta gente muore per mano di questi invasati maledetti.
Si cresce con inculcate nella testa le frasi del vangelo, le persone arrivano persino a vedere i miracoli di un ipotetico cristo che a livello di storia non ha nessun riscontro; lo sappiamo tutti il potere della mente, se la tua mente lo vuole, lo avrai. L’effetto placebo credo che sia la migliore dimostrazione di quallo che descrivo, uomini che credono di aver preso il farmaco guariscono, chi davvero ha utilizzato il farmaco non guarisce nella stessa percentuale, dati. Come può crescere un bambino al quale insegni un mucchio di fandonie, questo cresce e si guarda attorno e cosa vede? Il contrario di quello che hanno predicato. Allora si crea una specie di cortocircuito nella mente. Vediamo la televisione per molte ore, soprattutto da giovani, e mentre eravamo giovani guardavamo i video di MTV convinti di essere contro un sistema. Peccato che nei video di MTV come in tutta la talevisione, i segnali subliminali sono ovunque. Come macchine radiotelecomandate vediamo, arriva un input e poi la nostra reazione. E poi vi è gente che crede nella possibilità di essere liberi, di vivere in una democrazia. Diceva bene Ezra Pound: “Discutere dei governi delle così dette democrazie: Inghilterra, Francia, Stati Uniti, è una semplice perdita di tempo, sino a che non si distingue tra teoria e fatto. Questi tre paesi sono controllati dagli usurai, sono usurocrazie o daneistocrazie, ed è perfettamente inutile di parlarne come se fossero controllati e governati dai loro popoli o dai delegati che rappresentano i loro popoli, o nell’interesse dei loro popoli.”
Ezra Pound (1933)
Eccoci, dopo parecchi decenni siamo ancora qua a discutere del nulla. La cosa che più mi stupisce è che ancora milioni di persone non sanno cosa fare. Se ti metti davanti alla televisione, non hai la più pallida idea di come impegnare il tempo. E diciamo pure che davanti al monitor magico, non si pensa più, che bello... imbecilli e spensierati. In fondo uno schiavo non deve pensare. Chi vive imitando gli dei, i presunti ricchi, vorrebbero unesercito di robot che lavorano per loro. Lo sappiamo tutti che lavorare non è proprio una cosa piacevole: 1)Perché spesso si fanno dei lavori schifosi, ripetitivi, inutili, i lavori che nessuno vuole esegurire li fanno fare allo schiavo…e che tutto danno queste mansioni, tranne che soddisfazione.2)Perché per tutto questo tempo di sofferenza si ricevono pochi spiccioli.3)Perché hai a che fare con gente che la testa non sa proprio usarla. Nei luoghi di lavoro si parla di cosa? Di donne, naturalmente se ne vantano le doti sessuali spesso, si litiga di calcio e di politica. I soliti discorsi di routine, vuoti, privi di senso logico.
Il senso logico fa parte dell’esere intelligenti. Lo credo fermamente, lo credo ancora di più quando mi guardo attorno e noto una marea di persone che compioni delle gesta che se avessero fatto un analisi logica prima, di sicuro non le avrebbero messe in atto. Per quale motivo è stata persuasa la massa, specialmente al nord, che il lavoro è fondamentale, guai a chi non lavora. La disoccupazione sembra l’ira di dio che si scaglia su di te: “Non lavori e quindi non hai denaro e quindi non sei”. Semplice equazione, distorta, ma semplice. Lavorare, parola d’ordine.
E sul lavorare ci starei anche, lo ho fatto per diversi anni, ma alla fine se la mia vita fosse finita li cosa avrei guadagnato? O meglio, mi sarei sentito grande? Le cose più belle della mia persona, il mio IO, le mie idee di un etica e di un giusto agire nella vita non le avrei mai coltivate. Solo con molto tempo libero ho potuto navigare nelle menti umane passate su questo pianeta, grazie libri, che tanto mi avete dato.
Ma il tenere impegnate le persone, che dopo una giornata nel traffico, a svolgere mansioni che ti alienano e ti innervosiscono, stanco, con problemi economici sempre poiché il denaro è una droga, non basta mai…dopo simili giornate come si può essere in pace dentro, come ci si può avvicinare a frasi “sagge”?
Non vediamo che la saggezza è svanita, non è più una virtù, il saggio è un fuori di testa, un diverso che non rispecchia i comportamenti “buoni e giusti” che hanno rispettato gli altri. Naturalmente se un uomo fosse saggio non metterebbe il suo tempo a disposizione del denaro, invece quasi tutti lo fanno.
Io sono convinto che avere denaro non è un buon segno. Soprattutto se possiedi tanti soldi ma non hai nessuna educazione morale. Io vedo un sacco di pazzi senza nessuna cognizione etica o morale, dei bancomat che camminano estraggono e spendono soldi, spendono e si sentono felici per una mattina…poi ne serve dell’altro da spendere. Un perfetto circolo vizioso che come tutti manda alla follia, alla rovina. NON VEDO MOLTE COSE BUONE DA UN PAESE CHE ADDESTRA I FANCIULLI E NON GLI INSEGNA I SAGGI DELLA STORIA. NON VA BENE ARRIVARE A SEDICI ANNI E NON AVER CAPITO PLATONE. MA POTREI DIRE ERACLITO COME UN ALTRO, I SAGGI SONO ESISTITI E IGNORARLI VUOLDIRE IGNORARE CHI SIAMO E DA DOVE VENIAMO. MA IGNORARE è LA CHIAVE, IL PILASTRO SU CUI SI FONDA LA NOSTRA RAZZA.

Dei già pochi soldi che rimangono in mano ad un lavoratore, quanti finiscono nei vizi necessari a stordirsi per sopportare un simile stile di vita? Ma noi stiamo bene si dice...non è vero?



giovedì 24 marzo 2011

Lo schiavo del 2011

La schiavitù è la condizione per cui un individuo rimane privo di tutti i diritti di persona libera e viene considerato come proprietà di un altro.
Fortunatamente, questo è un sistema sociale abolito in tutti i paesi che consideriamo civilizzati. Tutti noi viviamo in un paese dove libertà e democrazia sono garantiti dalla legge fondamentale, ci sentiamo quindi tutelati e per questo, sembrerebbe ridicolo parlare di schiavitù nel nostro secolo, analizziamo però la situazione attuale: Sicuramente nessuno può palesarsi davanti a noi ed ordinarci di svolgere un determinato lavoro, proprio perché tutelati dalla legge, siamo in grado di rifiutare. Prendiamo però in considerazione una situazione abbastanza verosimile nella vita comune di una persona media, cioè che la stessa persona citata sopra, ci propone un lavoro in cambio di denaro (anche se non molto), la differenza sta nel fatto che noi abbiamo un mutuo sulla casa e le rate della macchina da pagare. Ci sentiamo ancora così liberi di declinare l’offerta? Certo, senza dubbio ci è “permesso” di rispondere negativamente, ma nella realtà difficilmente lo faremmo perché abbiamo necessità di denaro, così, non solo siamo indirettamente costretti ad accettare, ma ringraziamo anche per il lavoro offertoci, quello che nell’esempio precedente era il nostro schiavista. Diventiamo così tutti schiavi per induzione di questo sistema economico, il senso della vita diventa il soldo. Viviamo per accumulare denaro che non basta mai e anche avendone a sufficienza per soddisfare i nostri bisogni primari, ce ne vengono indotti di secondari, ritrovandoci, senza bene rendercene conto, schiavi di rate e mutui per decenni. Spendiamo le nostre vite quindi, per guadagnare, lavoriamo 8 ore al giorno per 5-6 giorni la settimana, nel migliore dei casi, il che ci permette solo di avere del tempo per pagare le bollette e sistemare casa. Tuttavia siamo portati a ringraziare il cielo per il fatto di avere un lavoro. Se pensiamo alle nuove generazioni, nell’aria si percepisce che,l’ambizione comune, è quella di diventare ricchi, a chi importa più di scoprire, scrivere libri e poesie o andare sulla luna, se tutte queste cose non portano ad un guadagno? Questo anche perché il denaro è diventato il mezzo con cui si possono acquistare tutte quelle cose che non sappiamo più conquistarci da soli. Voglio fare sesso ma sono timido e non riesco ad approcciarmi? Basta pagare. Voglio dimagrire ma non ho voglia di fare sport? Basta pagare. Pagare, pagare, pagare. La moneta ora è la risposta più veloce ad ogni tipo di esigenza, si riesce sempre a trovare qualcuno che fa qualcosa al posto tuo, deleghiamo la nostra vita agli altri. E la risposta comune a questo fenomeno di cui tutti sono a conoscenza, ma nessuno sembra rendersene bene conto, è: “ Possibile che siamo tutti soggiogati e nessuno si ribelli?” . Silvano Agosti nel “tipico discorso dello schiavo” dice: “Il vero schiavo difende il suo padrone mica lo combatte. Perché lo schiavo non è tanto quello che ha la catena al piede, quanto quello che non è più capace di immaginarsi la libertà”. Dovremmo, a volte, solo ricordarci che la cosa più preziosa che abbiamo non è ne’ il denaro, ne’ la macchina di lusso, ma noi stessi, la nostra vita e quello che ne facciamo e che la nostra unica occupazione dovrebbe essere di occuparci della nostra felicità, che non si compra con dei fogli di carta.
Non lasciamoci mettere in catene, non prendiamo impegni economici a lungo termine (rate e mutui),teniamo a mente quali sono i nostri veri bisogni primari e prima di legarci con un qualsiasi tipo di contratto, domandiamoci se questo ci permetterà di avere tempo per coltivare noi stessi e la nostra vita ed anche che esso sia rescindibile, non solo legalmente, ma anche realmente, in qualsiasi momento noi vogliamo.

fonte 

Un solo potere, ma impossibile da sconfiggere

Il solo potere che abbiamo di fronte a questo marciume, non vedo che altri termini usare, è NON partecipare. O meglio ritiratevi in un posto tranquillo e vivete come meglio potete.

GRAZIE ai manovali si costruisce un progetto. SENZA la manovalanza se ne vanno tutti a fare in culo!
SVEGLIA sveglia popolo narcotizzato e schiavizzato.
RITIRATEVI, lasciate che giochino loro a questo bel gioco fatto di guerra, gente che non ha un centesimo, bambini che fanno la fame, analfabeti a gogo...evviva l'italia. Che la i maiuscola non la merita. NOI ITALIANI facciamo parte di un progetto, bombardati dai media...La massa viene stressata, disinformata, resa frettolosa (magari con della coca, che tanto va di moda...), non si arriva a fine mese. MA CHE CI ASPETTIAMO DA UNA SIMILE MASSA DI PERSONE, che forse si comportino secondo un etica che non conoscono? Chi ha letto qualche buon filosofo che tratta l'argomento etica?!?!
Forse uno su cento. Non abbiamo le basi per un giusto comportamento. L’etica che viene insegnata ai bambini è quella di un dio, cattivo capriccioso egoista fanfarone…insomma esagerato in tutto, questo dio ha dato delle leggi ad un certo mosè, ebreo che coincidenza (cavolo sono tutti ebrei? Einstein, Marx, Mosè, Noè e chi più ne ha pù ne metta, li ritrovi ovunque questi ebrei, poverini che li hanno sterminati nella seconda guerra, ma quanti altri crimini abbiamo assistito dopo il 45?), da queste leggi un bambino vede solo che il più furbo, o meglio il più furbo va specificato nella persona che reca il male agli altri per il proprio benessere, NON VIVERE, ma stare molto bene, piscine case, castelli, etc….)
Una massa di persone disinformate, rese frenetiche dal ritmo della vita, persone che si divertono quando diventano stupidi! Cosa ci possiamo aspettare, che per caso il mondo cambi quando tutti continuano a condurre il loro sacro stile di vita?
Pensieri confusi, i quali però mi portano sempre alla stessa soluzione: NON PARTECIPARE.
Abbiamo solo una possibilità in questo mondo nazista che strade libere non ha lasciato. Starne fuori, lasciare che siano gli altri a fare tutto. Unica azione valida da mettere in atto è andarsene a vivere, magari in montagna, chiudere con le banche, lo sfruttamento per il quale lavoriamo un mese per poche migliaia di euro per versarne poi il 70% allo stato……ognuno deve rendersi indipendente, tagliare il cordone ombelicale con questa madre folle che ci spinge a morire per il suo benessere.
Non parliamo poi di scie chimiche, il cloro nell’acqua, la percentuale di depressi ed ansiosi che abbiamo, la televisione che martella ogni santo gionrno il cervello degli italiani con stronzate…siamo in un limbo da cui non si esce standosene seduti, o peggio partendo per il lavoro quotidiano.
BISOGNA INIZIARE A PRENDERSI DEL TEMPO PER SE E PENSARE!!! PENSARE, noi non lo sappiamo più fare.
Quante gente conoscete in giro che non sa proprio affrontare un dibattito?
I dibattiti che la TV pone sono sempre liti. Per cui sin dall’inizio mettono nell’impossibilità di esistere al ragionamento, all’uso della razionalità.
Cosa facciamo in 24 ore di razionale?



un sito che consiglio....

lunedì 21 marzo 2011

Lo stato di





Disagio. Oppure...avere la sensazione di non aver voluto questa vita. Mi spiego in altri termini, non so se avrei acelto una simile esistenza. Lo definiscono anche in differenti altri modi, quanti ne ho trovato in rete. Con i nuovi vocaboli si rende una visione differente del comportamento: dalla prostituzione all’evadere le tasse come diritto.
Negli anni 80 era un reato essere omosessuali, punibile proprio perché contro i principi morali della massa. Si dovrebbe considerare però di quale massa di persone stiamo parlando…per soggetti come lo spinello, la canapa, l’hashish, che nomi esotici, bene PER la CANAPA non si sono mossi in molti, i soliti impegnati con il petrolio, a CONDUZIONE  domestica quasi hanno approvato LEGGI.
Di fronte a “cotanta” malattia un medico dovrebbe intervenire. Già, ma con quali medicine?!?
Nel nostro paese è stato reso di “nobili” origine l’esser corrotto:
sinonimi: depravato,fuorviato,pervertito,degenerato, vizioso,immorale
Non lasciare nessuna possibilità di scelta. Hanno punito delle idee e dei comportamenti archiviandoli o legiferando per renderli “legge”. Come nominare il nome di dio per bestemmiarlo.
La nostra chiara, perc hé vuole essere chiaro che la nostra è una bella democrazia, tanto da “doverla esportare” anche a svantaggio di dover lanciare centinaia di bombe. Tutti devono diventare come hanno imposto (gli americani per esempio? Ma quali americani esatamente hanno voluto determinati comportamenti, quanti inglesi tra loro?...e di che genere di inglesi stiamo parlando. Ma il filosofo che osò scrivere dell’america: un paese popolato dai malviventi sfuggiti alla legge inglese. Bene, l’uomo che scriveva questo è stato catalogato come il filosofo della “noia” e della “sofferenza”. Un bel modo per far passare la voglia di leggerlo e così poter dire, si era lui, solo non leggendolo lo si può dire…Marx è pericoloso perché COMUNISTA ed il gioco è fatto!


“La costruzione del progetto avviene solo tramite i manovali.”


Felicità e Denaro





Felicità e denaro. Un abbinamento che appare nel 90% dei pensieri…almeno lo stile di vita, imposto nelle masse con vari metodi (istruzione fasulla, informazione distorta, obsoleta&triviale, film mistificati per le loro storie a volte scritte con un preciso scopo, discorsi utopistici della politica…e chi più ne ha più ne metta: AVETE PRESENTE UNA GIORNATA TIPO, SVEGLIA PARTENZA E VIA, quanto si insinuano i finti stereotipi imposti a volte in maniera fastidiosa? La pubblicità in ogni angolo del pianeta, mi ricordo la stazione Termini di Roma alla fine del 2006, monitor ovunque che a ciclo continuo mandavo lo stesso ciclo di spot, all’infinito nel tempo, obiettivo "sempre", è questo il sistema, quello di sempre, martellare e martellare le menti, tum,tum,tum, proprio come una locomotiva che però non si ferma mai!)
Tutto EBBE inizio con la pubblicità, naturalmente resa simpatica, sin dagli albori…
Che album di famiglia!
Interessante vedere come veniva trattato il tema un cento e qualcosa anni addietro, (e sopratutto da chi, LLOYD manufacturing Co., ma sono gli stessi?) 





http://www.google.it/images?um=1&hl=it&biw=1292&bih=683&tbs=isch%3A1&sa=1&q=pubblicit%C3%A0+ingannevole+immagini&aq=f&aqi=&aql=&oq=




http://www.google.it/images?hl=it&xhr=t&q=pubblicit%C3%A0+immagini&cp=15&um=1&ie=UTF-8&source=univ&sa=X&ei=FCWHTcfFCs_Gswbhr4SWAw&sqi=2&ved=0CDUQsAQ&biw=1292&bih=683


E NON PARLIAMO DELLA PUBBLICITA NASCOSTA,
http://www.google.it/images?hl=it&q=PUBBLICIT%C3%A0+OCCULTA+immagini&um=1&ie=UTF-8&source=univ&sa=X&ei=GCaHTdzyBsndsgaBz_2OAw&ved=0CCMQsAQ&biw=1292&bih=640

domenica 20 marzo 2011

E La Lega, il diritto a NON voler la guerra?!??!!!



E la LEGA. La lega nord è l’unico partito che qualcosa contro il nostro completo partecipare! Noi dobbiamo partecipare alla guerra che gli altri da casa loro (Francia ed Inghilterra-USA sono due alleanze forti e malvage a vicenda…), ma tutt’oggi rappresentano il fulcru su cui muove molta della nostra attuale politica. Politica volta a cosa poi? I nostri “bei” burattini, rappresentano lo stereotipo, ignorante, della massa resa folle. Le masse sono folli in determinate circostanze.
Ho notato, ma forse è solo una mia impressione, che l’attacco alla Libia è stato programmato proprio “nella” serata di ieri, in concomitanza perfetta E NON causale come ai molti appare. CASUALE e CAUSALE. Anagrammatite tra loro due descrizioni della vita completamente differenti. Ma il tutto è falso, lo cantava anche Gaber anni fa, IL TUTTO è falso, MA soprattutto è PROGRAMMATO. Ma la Lega è il partito che rappresenta il cittadino rozzo, grezzo, colui che mai ha letto un libro, il lato più grezzo possibile del capitalista. ViA i negri, via gli africani, noi Non vogliamo loro. Questo è stato ridotto il “Voglio la PACE”.
BOMBARDATI DA SILIMI IMMAGINI, COME POSSIAMO ANDARE OLTRE, OLTRE LA Più TOTALE IDIOZIA, SCEMENZA, DEMENZA….

ANDATE A VEDERE CHE ALTRO potete ammirare!

Nella nostra confusione di parole e di opinioni, bombardati psicologicamente da talk show, big brother etc, dove passando dai politici alle aspiranti gavette della tv, TUTTI litigano. Molto importante litigare. Deve essere il compito primario di una massa addomesticata all’obbedienza più ceca e totale. LITIGATE cari, litigate pure. Che bello vedere persone che dicono tutto e sempre il contrario di tutto. Appena SPUNTA  un parere, ecco subito il suo opposto, e non è nemmeno certo che tra i due pareri ve ne sia uno davvero “giusto”.
Inutile negarlo, metà della gente non lo vuole Gheddafi, metà…lo dicono a noi, ma “mi” sembra, e lo ripeto, mi sembra che un dittatore che fornisce al popolo una casa ed il cibo, che razza di dittatore può essere. Ma soprattutto come mai che almeno metà lo difenderebbero? Parliamo di un paese con 6 MILIONI di abitanti circa. Ma che razza di preoccupazione può mai dare un paese con pochi milioni di abitanti nei confronti di una “coalizione di pace”, che bel nome hanno dato alla lobotomizzazione di massa. Alla matrix, la matrice divina.


Che situazioni prevedibili. Il 19/03/2011 esattamente dopo 8 giorni dal terremoto giapponese. 19-11=8. La simbologia è una coincidenza mi chiedo? La luna piena, come mai si vedeva da 19 anni. Bella la luna piena. Mi diceva una mia amica infermiera, da molti anni, che nei giorni di luna nuova o piena nelle cliniche si dava ai pazienti la dose doppia di calmenti. Non so se è vero, ma ieri nella nostra civiltà di pazzi, hanno litigato! Litigato in modo da spendere miliardi di vecchie lire, capitali anche se sono rimasto alla lira. Lira o € poco cambia…anzi stiamo balzando nel più oscuro dei medioevi.
Cosa è davvero cambiato rispetto a quei tempi?

Missile cruise, da crociera in italiano tradotto…

Missile cruise, da crociera in italiano tradotto, tratto dal celebre film di Tom Cruise, Topo GUN… wikipedia, costo “relativamente” modesto, circa 1.000.000, un milione di $, anche se in certi articoli leggi di un costo di un milione e 200 mila, indicativamente poco meno di un paio di vecchi miliardi di lire. Stanotte ha lavorato l’industria delle armi, non ci possono parlare di crisi.

Immagine presa da wikipedia. Ma abbiamo pure i lunga gittata, eccoli , MA CHIssà cosa costano questi. Sono grattacieli volanti? Quanto lavoro e quanta tecnologia buttati letteralmente via! In cielo, in fumo, in morte e distruzione. Spendiamo la buona parte del tempo, dei soldi che fruttiamo, che guadagniamo nelle armi. Il 42% del PIL USA sembra derivi, finisca in armi. Grillo anni fa diceva il 48%. Ma basta che vediamo il nostro governo quanto spende. *1 (mi ricollego a quello scritto sotto)

Almeno 110 i missili da crociera Tomahawk, secondo il Pentagono, sono stati lanciati su una ventina di obiettivi sensibili del Colonnello Muammar Gheddafi: batterie contraeree, basi e depositi di carburante , fonte il “corriere della sera”, mentre nel quotidiano LaStampa si legge: Non si è potuta avere per ora -scrive l’Afp- nessuna informazione sugli obiettivi presi di mira. Immagini hanno mostrato traccianti nel cielo di Tripoli e corrispondenti hanno riferito che si udivano urla di «Allah è grande!».

  Evviva, allah è grande, anche yaveh è grande, anche dio è grande, e sono tutti talmente “importanti” che da secoli vi scateniamo guerre in nome di dio. Ma che bella cosa de essere questo dio che si nomina nell’atto dell’essere guerrieri:”uccidere” insomma. E lo si fa spendendo un milione di dollari a botto, un sacco di milioni alla fine. Dal solo lancio di missili son partiti più o meno cento, cento dieci miolioni di dollari *1(sono più di 200 miliardi di vecchie lire, insomma 10 finanziarie come l’ultima da 30 miliardi ci stanno vicino al valore lanciato stanotte, ma NON aggiungiamo poi a proiettili lanciati dalle contraeree del paese libico, i primi video mostrano un videogioco, tatataM, proiettili a gogo (MA chissà quanto costa un proiettile del genere?). E poi ci dicono c’è la crizi. Per fortuna che con la crisi gettiamo decine di finanziarie in una notte. Ma è per mettere le mani sull’energia. Appunto, poi la paghiamo noi con il 73% di ritenuta fiscale, la guerra, il videogame………
Il videogame che costa “solamente”:  

Mondo --
“Nuovi raid francesi.  Oltre 90 le vittime degli assalti delle truppe del Raìs a Bengasi. Cardinal Bagnasco: 'Speriamo che si svolga tutto rapidamente” …continua su
Ultimo aggiornamento ansa.

*1 il costo???


Mentre il governo italiano fa un taglio senza precedenti nel bilancio della Pubblica Istruzione, lo stesso governo - con il voto favorevole anche del centrosinistra, contrario un solitario leghista, Matteo Brigandì - stanzia un milione e mezzo di euro al giorno per la spedizione militare in Afghanistan.

Insomma, se vuoi un lavoro sicuro, lascia la scuola e mettiti nel settore delle armi. Infatti, il Premio Nobel per l'economia, Joseph E. Stiglitz, stima che il 
42% delle tasse raccolte negli Stati Uniti va, direttamente o indirettamente, in spese militari.

Al truogolo possono attingere anche gli italiani. La Fincantieri è un'enorme impresa privata italiana, i cui capitali sono però detenuti dal Ministero dell'Economia. 
Cala la produzione di yacht e di navi da crociera, e così la Fincantieri si compra un'importante azienda militare statunitense...



Insomma abbiamo una crisi che possiamo permetterci di lavorare, e quindi “dedicare”,  il nostro denaro per generare disuguaglianze, enormi spartizioni della torta, ma sempre per pochi (le mani sul petrolio in Libia le mettono in quante compagnie?  

L’ENI perde le concessioni a favore della British Petroleum (BP), Total, Chevron e Shell., così si leggeva oggi su certi articoli, per esempio su http://www.comedonchisciotte.org/site/index.php

Questi sono grandi affari solo per pochi, a costo della fatica dei molti. Vero che un essere folle ha bisogno di un tutore, di un pastore…ma forse lo diceva bene Victor Hugo, ho letto molto di Victor Hugo, un grande personaggio nella catena dei giochi, delle caste, il quale scriveva in notredame de paris: “Immanis Pecoris Custos, Immanior Ipse ... Victor Marie Hugo (1802–1885). Notre Dame de Paris. The Harvard Classics Shelf of Fiction. 1917. Book IV. III. 

The guardian of a terrific beast, himself more terrible. Tradotto in Inglese. Un guardiano di una terrificante bestia, di un gregge mostruoso, come quel gregge, anche lui mostruoso.
Il tutto naviga sull’onda della comicità o della tragedia greco-romana. Abbiamo striscia la notizia ed i vari comici in giro per il paese che denunciano situazioni molto al limite oltre il quale ci si dovrebbe comportare, con i soldi pubblici, con il lavoro pubblico, delle molte persone che quotidianamente si alzano e dedicano molto del loro tempo quotidiano a costruire un mondo, NON a distruggerlo!
Ma da quale razza di filosofia, da quale catena di pensiero deve venire, che noi ci distruggiamo, impegnandoci, gettando il nostro tempo e denaro...


LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...