"THE END"

"THE END"
http://www.romafaschifo.com

sabato 12 aprile 2014

Che fai nella vita?

La Trappola dei Poteri Psichici & Il Libro Tibetano dei Morti

Che relazione c'è tra spiritualità e "poteri sovrannaturali"? Di seguito le mie idee e riflessioni.
Quando è l'ego a cercare lo spirituale ricerca il potere, e per gonfiarsi magari anche i super poteri. .
Quando è l'anima a ricercare una dimensione di crescita per poter risplendere al di sopra della luce mondana, ricerca il miglioramento, la connessione con gli altri e non il potere e certe false illusioni. La luce interna può risplendere più di quella esterna.
I falsi guru (che magari hanno un certo magnetismo e magari anche certi poteri psichici), traggono potere e profitto promettendo mari e monti, sia che magari abbiano certi poteri o che non li abbiano, solleticando i desideri egoistici.
Riprendo ciò che è descritto come essere guidati dai bassi istinti della sopravvivenza:
i meccanismi inferiori riguardano il nostro cervello arcaico, il sistema limbico in cui si trova l'amigdala, sistema che ha che fare con le emozioni che servono per la sopravvivenza: nutrizione, lotta, fuga, riproduzione e le emozioni che gli sono proprie: ira, rabbia, paura, piacere, desiderio ecc. . (per saperne di più, FONTE).
Si associa dunque la spiritualità al potere. Mentre invece a parer mio, c'è spiritualità nelle persone "di cuore", magari anche umili che non hanno aspetto angelico e non fanno miracoli. Ma in cui vi possono essere qualità superiori come ... "serenità, gioia, amore incondizionato, compassione, fratellanza, bontà, generosità, capacità di sacrificio, il dono di sé (il quale fa sì che si possano sacrificare in modo irrazionale i propri beni e persino la propria vita per qualcuno o per un ideale, essendo improvvisamente scomparsa la dinamica di sopravvivenza). Annie Marquier"
Un falso maestro potrà mai traversi da persona umile? Potrà andar in giro a raccontare di esserlo, ma non potrà mai esserlo. E tuttavia chi è veramente di cuore e umile non lo va a raccontare in giro. (come quest'uomo clicca qua).
Ma che relazione c'è dunque tra "evoluzione" e super poteri? Non è forse nei super poteri l'evoluzione? Alcuni credono. . .

venerdì 11 aprile 2014

AL VIA LA RIVOLTA FISCALE ORGANIZZATA


Il Veneto proclama la rivolta fiscale
Stasera a Vicenza distribuiranno un prontuario che spiega come evitare di pagare le tasse.

Hanno cominciato con il clamoroso referendum indipendentista, poi hanno proclamato la Delegazione dei 10 «per gestire il periodo di transizione verso la presa di sovranità della Repubblica Veneta», ora tocca a una seconda spallata contro la tirannia italiana: la campagna per non pagare più le tasse a Roma.
Esenzione fiscale totale, la chiama Gianluca Busato, il leader dei secessionisti. «Solo con la libertà economica e fiscale il Veneto può rafforzare la sua piena indipendenza», scrive Busato su internet. Stasera a Vicenza una manifestazione popolare, che secondo Busato radunerà qualche migliaio di persone, sancirà formalmente l’atto di disobbedienza fiscale. Che significa, detto in soldoni, sfruttare tutte le pieghe dell’infernale burocrazia erariale per evitare di mandare soldi a Roma. Un gruppo di fiscalisti, commercialisti e avvocati è al lavoro da settimane per redigere un prontuario anti-tasse che verrà distribuito questa sera, «uno strumento fenomenale».
«È tutto regolare, tutto secondo le pieghe delle leggi italiote, non temiamo contenziosi perché saranno azioni legittime – garantisce Busato – Applichiamo la tattica di Sun Tsu, colpiremo il nemico con le stesse armi con cui vuole ridurci in schiavitù. Tra ravvedimenti operosi, pagamenti differiti, rateizzazioni e altre scorciatoie, esistono vari modi per attuare la nostra esenzione fiscale». I vantaggi maggiori saranno per aziende e imprenditori, meno per i contribuenti normali. «Infatti Piazza dei Signori sarà piena di artigiani, commercianti e piccoli imprenditori martoriati dalla crisi e dalla voracità del burosauro centrale», dice Busato.
Questa campagna starà in piedi grazie a una solida rete organizzativa, non con le iniziative sporadiche dei singoli. Fare massa critica è la strategia dei plebiscitari. «Raccoglieremo le adesioni alla campagna di esenzione fiscale attraverso gli oltre 60 uffici pubblici della Repubblica Veneta già costituiti – aggiunge Busato – Appena raggiunto il 5 per cento dei contribuenti applicheremo il piano di obiezione con iniziative clamorose. La prima scatterà il 16 giugno, termine entro cui presentare la denuncia dei redditi. Se ce la facciamo potremmo partire addirittura il 16 maggio, scadenza di liquidazioni e versamenti Iva». Significa che i contribuenti si terranno in tasca i soldi delle tasse? «Sissignore, quel denaro servirà come forma alternativa alle altre fonti di finanziamento.
E poi notificheremo al Fondo monetario internazionale la minore capacità contributiva dello Stato documentando ogni mancato introito dell’erario. Tutti devono sapere che l’Italia avrà un minore gettito fiscale, i signori di Roma dovranno rifare i conti e non potranno barare con i numeri». Ancora non c’è idea di quanto potrà essere sottratto alle fauci dell’Agenzia delle entrate: «Dipende da quanti faranno obiezione, dalla loro capacità contributiva e dalle scadenze fiscali. Se l’adesione sarà veloce, a Roma se la vedranno brutta».
Per Busato e la galassia indipendentista veneta si prepara «uno tsunami politico»: «Fermeremo l’insopportabile emorragia fiscale in terra veneta causata dal peggior inferno fiscale del mondo. Vogliamo il controllo totale delle nostre risorse, in primis economiche, oggi rubate e sprecate». Il modello, secondo quanto sostiene l’economista Ludovico Pizzati, docente alla California State University, è quello della Cecoslovacchia: dopo la separazione i due nuovi Stati sono cresciuti con forza, addirittura la Slovacchia a ritmi doppi rispetto alla Repubblica Ceca, con il risultato che entrambe ci hanno guadagnato.
Un solo rimpianto per Busato: «Purtroppo stasera non potrà parlare Franco Rocchetta. È ancora recluso in isolamento, una misura assurda e vergognosa».
Fonte

Ebola: con sbarchi arrivo inevitabile...

Ebola: ecco la circolare segreta del Ministero della Salute
INVASIONE PROGRAMMATA: GOVERNO SPARPAGLIA CLANDESTINI IN TUTTA ITALIA, ALTRI 50 A SASSO MARCONIE questo invece è il trattamento per chi è nato, ed ha pagato tasse, nel 
"FU BEL PAESE"
Sfrattata, malata e senza lavoro l’odissea di una donna di 53 anni, "LASTAMPA"
E metto una nota, da conoscenze a Sondrio mi confermano che è vero, sono arrivati, purtroppo per noi. Vogliono FOMENTARE la guerra civile: Complimenti!
ROVERETO: GOVERNO INVIA 50 CLANDESTINI, LORO FUGGONO DOPO 2 ORE
Li stanno mandando ovunque, come in una invasione programmata. Dalle grandi città ai piccoli paesi nessuno è al sicuro.
In un delirio da folli, li vanno a prendere in mezzo al Mediterraneo per poi distribuirli con ponti aerei in tutta Italia. Sono lontani i tempi di Maroni e dei respingimenti.

L’ultima notizia parla di 50 clandestini in arrivo a Sasso Marconi, in provincia di Bologna.
“Nella giornata di oggi, 10 aprile 2014, la Prefettura di Bologna ci ha ‘gentilmente’ informato che, in seguito a una decisione del Ministero degli Interni, con decorrenza immediata 50 ‘profughi’ saranno alloggiati a Villa Angeli, nel territorio comunale di Sasso Marconi”. Il sindaco di Sasso Marconi, Stefano Mazzetti, esprime sconcerto, ma non fa e non farà nulla per impedire l’arrivo di [ ladri, stupratori e spacciatori nel suo comune.] Io sono spiacente ma non concordo con queste offese gratuite, piuttosto mi preoccuperei di ciò che scrivevo ieri: 
Mezza Europa ha gli aeroporti in allarme rosso per l'epidemia, e noi ... e noi? Ecco, dal corriere: 

Ebola, codice rosso negli aeroporti europei

“Sono sconcertato per la modalità adottata in questo frangente – commenta il sindaco Stefano Mazzetti -. Non ci siamo mai tirati indietro, (hahahahahahahahahaha!) di fronte alle richieste di aiuto di persone in difficoltà, tuttavia contestiamo il trattamento di vassallaggio da parte del Governo centrale nei confronti dell’Istituzione locale preposta ad amministrare e garantire sicurezza e ordine pubblico sul territorio”.
Ci stanno invadendo. E i registi sono al governo.
fonte: http://voxnews.info/
EVVIVA L'ITALIA!!!

Renzi colpisce ancora

Bonus coniuge a carico: il Job Act di Renzi lo elimina. I telegiornali ve lo hanno detto?
LA NESTLE' METTE IN PRATICA IL JOBS ACT DI RENZI: LAVORATORI DA TEMPO INDETERMINATO A DETERMINATO, OPPURE LICENZIATI!
MILANO - Nonostante il Financial Times abbia definito il Jobs Act di Renzi qualcosa di vago e indeterminato, sembra proprio che la semplice evocazione del provvedimento, per adesso rimasto nelle slide del governo, venga già recepito dalle imprese.

Specie, se l'annunciato pacchetto di legge è di natura liberticida e depressivo dal punto di vista salariale.
La notizia in materia è che la Nestlé Italia ha proposto la trasformazione, nei suoi stabilimenti, di centinaia di contratti a tempo indeterminato in contratti a tempo determinato.

Naturalmente non solo offrendo il ricatto del licenziamento, come "rinnovo" contrattuale, ma anche peggiori condizioni salariali e lavorative.

Non ci vuole molto a capire che, invece della mitica crescita, provvedimenti come il Jobs Act servono solo a creare la corsa al ribasso dei salari. E tanto il provvedimento è atteso che le multinazionali lo mettono in pratica prima che diventi legge.

Resta da dire qualcosa sulla Nestlé: oggetto di una serie di boicottaggi, per la nocività dei suoi prodotti, sin dagli anni '80. Come, dallo stesso periodo, oggetto di pesanti critiche per attività antisindacali un po' in tutto il mondo. Ora, con la deregolazione in atto in Italia sui diritti del lavoro, la multinazionale può mostrare finalmente la sua vera indole.

E ORA DIVERTIAMOCI!

In molti diranno: “È una bufala!”
MA COSA DIRANNO QUANDO LO VEDRANNO NEI NEGOZI?
E QUANDO VEDRANNO GENTE IN GIRO, SCIVOLARE A UN METRO DA TERRA?

Jervé

giovedì 10 aprile 2014

Lettera aperta di una madre

Testo di Francesca Colella

Gentilissimo Prof. Clerici
, sono una madre Italiana, figlia, sorella, cugina, nipote di medici e fin da piccola in casa a colazione abbiamo mangiato pane e prevenzione, quindi benché non sia medico, so esattamente cosa sia Ebola per trasmissione diretta dell'informazione.
 Detto ciò, da quando nell'aria ho sentito la parola Ebola le mie antenne si sono drizzate e ho iniziato a monitorare la situazione su questo sito.
Ad oggi dal 19 di marzo 2014 sono 5 le nazioni, ribadisco 5 nazioni colpite da EBOLA, oggi tristemente si è aggiunto il Ghana. 
Lei lo sa meglio di me cosa questo significa, quando leggo che ci vorranno 2 o 3 mesi per fermare il contagio onestamente mi metto a ridere per non mettermi a piangere. Il fatto che il virus Ebola Zaire sia arrivato in una città così grande che conta più di 1 milione di abitanti per me povera ignorante vuole dire solo una cosa: è stato perso il controllo.


Quando leggo che ci sono 122 infetti io leggo che quei 122 sono quelli che sono stati identificati per pura fortuna (a Firenze si dice in un altro modo) fino ad ora e che per quei 122 sotto osservazione ce ne sono con tutta probabilità altrettanti in giro ad ungere la popolazione. Altrimenti mi deve spiegare come ha fatto una bambina di 12 anni in Ghana ad essere contagiata. Non mi dica minestra di pipistrello o zuppa di scimmia per cortesia!
Il punto è che essendo arrivato il virus in una grande città non solo si è perso il controllo della situazione, ma la cosa si complica ulteriormente perché una città di un milione di abitanti con il napalm non la si può proprio trattare per ''disinfettarla'', come è stato fatto al termine dell'emergenza con i villaggi rurali sparsi in mezzo al niente, dove fino ad ora Ebola si è manifestato. 
Vogliamo parlare del centro di cura in Guinea attaccato dalla popolazione e dal quale il personale di Medici Senza Frontiere è dovuto evacuare? Nelle mani di chi sono gli infetti adesso? Chi si assicura che nessuno possa essere contagiato in quell'area? Chi si assicura che i cadaveri vengano trattati nel giusto modo? Il servizio sanitario locale? Mi chiedo come mai in Africa, dove a malapena in alcune aree c'è l'anagrafe, ci sia bisogno di MSF se c'è un così efficiente servizio sanitario! 
lo dica insieme a me: è stato perso il controllo.


Dal presidente dei Microbiologi clinici italiani in tutta onestà una affermazione come questa proprio preferirei evitare di sentirla, altrimenti mi chiedo se vive in Italia! << L’Italia non ha voli diretti con le capitali dei Paesi attualmente coinvolti dall’epidemia>>, riportata in questo link.
Ho visto che ha nominato i centri di prima accoglienza ma non sarebbe forse il caso di dire che sì, è vero, non abbiamo voli diretti da quelle zone, ma abbiamo un servizio di taxi via mare EFFICIENTISSIMO, D'ECCELLENZA, e con la DEPENALIZZAZIONE del reato di clandestinità siamo la meta più attraente del momento, ora che offriamo vitto alloggio e vitalizio a chi ci porta in cambio regalini come la tubercolosi! Lei vive in Italia? Lo sa che sono attesi più di 600.000 ''turisti-migranti'' col servizio taxi via mare nostrum? Che manco a farlo apposta arrivano proprio da quelle zone? 
Lei dice sarebbe meglio fare attenzione? Io dico sarebbe meglio interrompere MOMENTANEAMENTE l'operazione mare Nostrum perché, a parte i vostri laboratori, voglio vedere chi della croce rossa è disposto a CONTRARRE il virus per dare la prima accoglienza e fare i primi controlli sanitari. 

I COSIDETTI MANAGER, PARASSITI STRAPAGATI



DI MAURIZIO BLONDET
effedieffe.com
Ogni tanto una buona notizia. Come questa da Repubblica: «Moretti (FS) contro tagli stipendio: “I manager se ne andranno via dall’Italia”». Il Corriere: «Moretti: me ne vado».

Benissimo. Moretti prende 850 mila euro annui di stipendio, soldi pubblici. Renzi, se è quel che proclama di essere, raccolga la sua sfida. Sono proprio curioso di vedere quante grandi imprese straniere si affolleranno per aggiudicarsi i servigi di Moretti, o se è per questo, di Befera e Mastropasqua, pagandoli quanto li paga lo stato italiota, o anche più.
Moretti è convinto di avere un «mercato»: vediamo se ce l’ha. Se esistesse un mercato internazionale dei manager pubblici, sono sicuro che grand commis tedeschi, e Nobel americani, verrebbero qui per farsi assumere, con gli stipendi che diamo a questi dementi.
È buffo che Moretti si creda un manager. È un sindacalista della Cgil, che è salito a quella poltrona tenendo buoni i lavoratori mentre le Ferrovie li licenziavano (da 98 mila a 72 mila): come fa di solito la Cgil, sindacato giallo, colluso col padrone, quando il padrone è lo Stato. In cambio, i sindacalisti sono compensati tramutandoli in manager «pubblici»: poltronissime fuori mercato, l’Inps ne è piena.

L’equivoco di Moretti a credersi manager nasce dal fatto che gestisce un gruppo «quotato in Borsa», dunque privato: è una di quelle false privatizzazioni attuate dai Governi precedenti – Berlusconi prima di tutti – che hanno un solo scopo: sottrarre gli enti pubblici al controllo di come spendono il denaro pubblico, al fastidio di assumere per concorsi, e di dare lavori ad aziende dopo un’asta. Qui possono assumere gli amici, i parenti e le cubiste degli amici, e assegnare lavori alle imprese di compari e padrini, al prezzo che vogliono: sono società private, perdio, quotate in borsa.

mercoledì 9 aprile 2014

Apocalisse o straordinario evento astronomico?

Marte, la Terra e il Sole erano allineati ieri sera, una rara ‘opposizione dei pianeti’ che accade solo una volta ogni 778 giorni.
Ma ciò che ha reso questo evento così straordinario è che si è verificato esattamente una settimana prima che tutti sulla terra vedranno la prima delle quattro ‘lune di sangue’, un evento che i molti cristiani credono rappresenti la fine dei giorni e la seconda venuta di Cristo.
La Bibbia di Re Giacomo predice: “Il sole sarà mutato in tenebre, e la luna in sangue, prima del grande e terribile giorno in cui verrà il Signore,” [Gioele 2:31].

E, secondo la NASA, l’altamente inusuale ‘Tetrade’ – quattro successive eclissi lunari ‘rosso sangue’ ciascuna seguita da sei lune piene – inizierà Martedì prossimo per finire il 28 settembre 2015.
L’allineamento incredibile è accaduto solo pochissime volte negli ultimi 2000 anni, ma, incredibilmente, in ciascuna delle ultime tre occasioni ha coinciso con un evento religioso significativo a livello globale.
Il Pastore e autore John Hagee, di San Antonio, Texas, ha scritto un libro sul fenomeno. Hagee ritiene che stasera segni l’alba di un ‘evento estremamente significativo’ per il mondo: “Questo non è qualcosa che alcuni religiosi hanno messo insieme. La NASA ha confermato che la Tetrade è accaduta solo tre volte in più di 500 anni – e che succederà adesso.”
E gli ultimi tre eventi, coincidono incredibilmente tutti con il popolo ebraico:
Il primo Tetrade fin dal Medioevo, nel 1493, ha visto lo zenit della Reconquista con l’espulsione degli ebrei dalla Spagna.


Ultima ora: emergenza sbarchi e virus Ebola

ALLARME EBOLA: ‘ITALIA ATTIVI MISURE SU IMMIGRATI O SARÀ DISASTRO’
Immigrazione: Alfano,"...un morto su uno dei barconi che stiamo soccorrendo...". MORTO DI CHE ?!
(ANSA) - ROMA, 9 APR - "Non c'è uno stop agli sbarchi e l'emergenza è sempre più grave: due navi mercantili stano soccorrendo due barconi con 300 e 361 persone e sembra che che ci sia almeno un cadavere a bordo". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ricordando che nelle ultime 48 ore sono stati soccorsi 4.000 migranti, e oltre 15.000 dall'inizio del 2014. Dalla Libia sono pronti a partire tra 300 e 600mila persone.
Mentre l'Ansa sta battendo questa notizia si leva l'appello dei microbiologi: “Sarebbe bene che anche l’Italia iniziasse ad attivare misure di attenzione negli aeroporti e nei centri di prima accoglienza” alla luce dell’epidemia di Ebola in corso in tutta l’Africa occidentale, zona da dove proviene il 90% dei clandestini raccolti nell’operazione Mare Nostrum.
E’ l’appello dei microbiologi italiani dell’Amcli, che ricorda come il codice rosso sia già scattato negli aeroporti europei di Parigi, Bruxelles, Madrid, Francoforte e Lisbona, principali scali dei voli provenienti dall’Africa ma non in Italia. Non a Lampedusa, non a Siracusa dove sbarcano a frotte.“Questa e’ la vera novita’ rispetto ai passati 40 anni di piccole epidemie – spiega Pierangelo Clerici, Presidente Amcli – purtroppo questa volta il virus non si e’ fermato ai villaggi rurali, ma ha iniziato a diffondersi in un grande centro urbano dove vivono due milioni di persone e si tratta del ceppo piu’ aggressivo (ceppo Zaire). L’isolamento dei casi non basta, e’ fondamentale tracciare la catena di trasmissione”.fonte

E LEGGETE QUESTA
ALLARME ROSSO, 4MILA CLANDESTINI IN 48H – CIRCOLARE A PREFETTI: TROVARE CASE E HOTEL PER IMMIGRATI: Non sanno più dove metterli. Dopo le circolari pubblicate giorni fa da VOX, dal ministero degli interni parte una nuova richiesta ai prefetti di tutta Italia: ‘TROVATE CASE O STRUTTURE RICETTIVE PER ACCOGLIERE GLI IMMIGRATI’.
Quelli che l’operazione Mare Nostrum porta a botte di mille al giorno sulle nostre coste. E’ tempo di ribellarsi e circondate le Prefetture.
Nelle sole ultime 48 ore sono sbarcati oltre 4mila clandestini. E per Alfano ne sono: “In arrivo dalla Libia altri 600mila”. Qual è la strategia di Alfano e Renzi, farne entrare il più possibile? Con i respingimenti non moriva nessuno, tornavano a casa loro.
E Alfano spalanca le gambe, link

GOVERNO A CACCIA DI CASE PER I CLANDESTINI: ORMAI LI MANDANO SENZA AVVISARE
MESTRE – Sono arrivati ieri sera, a sorpresa, senza alcun prevviso da parte del governo abusivo, terrorizzato da probabili proteste, bypassando totalmente le autorità locali, a Venezia e Mira. Quaranta clandestini dalla Sicilia, dovevano essere sistemati a spese dei contribuenti in due appartamenti a Mestre e una struttura turistica mirese a Giare.
I clandestini, giunti su bus turistico negli uffici di via Nicolodi a Marghera per le operazioni di riconoscimento hanno forzato la porta del bus e sono fuggiti. Solo in 13 sono rimasti a bordo: gli altri 27 (tranne un paio rintracciati poco dopo dalle Volanti giunte sul posto) si sono dileguati per le strade di Marghera quando ormai era arrivata l’oscurità.
Il resto qui, Fonte

Schiavi degli invisibili

Sempre più autori parlano di “risveglio delle coscienze”, o della consapevolezza (Franceschetti, Carotenuto e, in questo caso, Malanga), indicandolo come unica via d’uscita dalle grinfie degli Illuminati. Carotenuto indica nel rifiorire dei movimenti ecologisti, animalisti e del volontariato un sintomo di tale risveglio, cioè un passaggio dall’egoismo all’altruismo. Malanga invece evidenzia la divisione in cui si trovano i popoli della Terra, voluta da razze aliene che stanno collaborando ciascuna con il suo “gruppo tribale” umano. Vale a dire: alieni di un certo tipo collaborano con gli americani, altri con i russi, altri con gli israeliani e altri ancora con gli arabi. Poiché tra le varie razze aliene esistono inimicizie, queste si riflettono sugli umani loro sottoposti, teoria che in parte convalida il concetto che l’umanità è bestiame degli alieni, ma in parte ne scombussola il quadro generale perché Charles Fort parlava di un’unica razza aliena che ci comanda, e che terrebbe lontane tutte le altre, e non di quattro o cinque razze che si spartiscono l’umanità. Laicamente, potrei fare l’avvocato del diavolo e dire che queste teorie sulla commistione di umani e alieni siano un penoso tentativo di scaricare su altri la responsabilità tutta umana di non saper crescere e svilupparci moralmente. Ma, comunque, non si può escludere nulla.
video

Puntata 119 PODCAST e PLAYLIST

Ospite della puntata Massimo Mazzucco (Luogocomune.net): si parlera' di 11 settembre, Renzi, Grillo e il Movimento 5 stelle, droghe leggere, pianificazioni del sistema. Completa la puntata la scheda di maestro di dietrologia dedicata alla "crisi" economica e la consueta chiacchierata con Paolo Franceschetti. Border Nights va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu). Per domande o interventi: bordernights@webradionetwork.eu

IL VOLO 370 NON È SCOMPARSO…E TECNOLOGIE SOPPRESSE

Mio padre ha fatto due turni di servizio sulla portaerei Roosevelt, prima di ritirarsi dalla Marina. Nel 1980, stava morendo di mesotelioma, come conseguenza della sua presenza, senza sosta, sulle navi da guerra con amianto, com’era la Roosevelt.


Negli ultimi due anni della sua vita, ho visto mio padre tutti i giorni. È durante queste conversazioni che ho capito veramente in cosa fosse coinvolto mio padre che, oltre ad aver prestato servizio sulla Roosevelt, lavorò, successivamente, a Martin Marietta insieme agli ex scienziati nazisti, nonché, insieme ad un esperto russo di missili che aveva disertato al culmine della guerra fredda.

Mio padre era una delle persone che modificarono il Combat Information Center della Roosevelt per accettare le prime armi nucleari a bordo di una nave della marina. Gran parte del lavoro è stato fatto mentre la nave navigava intorno a Capo Horn; si trovava sulla punta meridionale del Sud America.

Più tardi, mio ​​padre fu chiamato per fare ulteriori modifiche alCombat Information Center, nel suo secondo tour sulla nave. Questo era un progetto altamente segreto e nulla in quel momento venne rivelato alla nostra famiglia. Solo 20 anni dopo mio padre mi parlò di questo progetto.

La Marina prepensionò mio padre sei mesi prima della sua effettiva data di pensionamento e lo mandò a lavorare a Martin Marietta, una montagna al di fuori di Littleton, Colorado. Alla mia famiglia, è stato detto soltanto che papà stava lavorando sui missili. La verità, come lui mi ha rivelato nelle nostre conversazioni notturne, 1983-1985, era che stava lavorando con scienziati nazisti sullo sviluppo di tecnologie che erano state sul loro tavolo da disegno, ma ancora non sviluppate. Tale progetto era conosciuto come Operazione Paper Clip e consisteva nell’ingegneria inversa di tecnologia nazista. Tuttavia, mio padre ha lavorato sull’aspetto teorico di ciò che è stato pianificato ma non ancora realizzato.

Come mio padre ha descritto, il progetto è stato fortemente compartimentato ed è stato supervisionato dal Office of Naval Intelligence. Più tardi, la CIA prese il controllo del progetto. Più la responsabilità di mio padre andava aumentando, più sviluppava maggiore consapevolezza della totalità e dello scopo del progetto.

Egli ipotizzò che stava lavorando ad un programma spaziale militare segreto completo di un sistema di armi indipendente e ad una astronave in grado di raggiungere l’orbita senza l’uso di un razzo.

Il regime massone e bilderberghino adesso prova a sterminarci con i virus!

IO CREDO CHE PER MOLTI LA REALTA' SIA TROPPO TERRIBILE DA ACCETTARE: 

Poi, criminali credo sia un'eufemismo ... ma leggete ora:
Quello che segue è un articolo tratto da signoraggio.it, però, non gli ho dato molta importanza perché il problema secondo me è alle porte in modi differenti. Volete un esempio? Alfano dice che abbiamo migliaia e migliaia di disperati che attendono sulle coste per trovare quello che il loro paese non da, la possibilità di vivere. 
Ebola, lo ricordate? Ok, leggete questo allora, tratto da terrarealtime: 
L’inchiesta, portata avanti dalla Procura della Repubblica di Roma, scopre il velo su una vicenda a dir poco inquietante, dove interessi particolari e complicità politiche si mescolano con l’infame sperperio di danaro pubblico.
Secondo l’inchiesta portata avanti dai NAS e dalla procura capitolina, una potente organizzazione nata negli USA nel 2005 ha creato un autentico network criminale specializzato nella spedizione di virus della temibile epidemia di aviaria, in plichi anonimi e senza nessuna misura preventiva, ne’ tantomeno autorizzazione, allo scopo di produrre vaccini. E con il rischio concreto, invece, di trasmettere la pericolosissima e letale pandemia!
Circostanza che nel 2005 spinse, l’allora premier Berlusconi a spendere la bellezza di 50 milioni di Euro per acquistare farmaci, rimasti poi totalmente inutilizzati. Ovvero nostri soldi, spesi come al solito per gonfiare i portafogli di qualche lercio e squallido personaggio!
Ma c’è di più: i militari dell’arma sospettano che dietro questo particolare commercio in realtà si celi un turpe, quanto cinico business che favorirebbe le multinazionali e le lobby del farmaco, perché l’aumento dei rischi di contagio spinge le autorità governative ad adottare provvedimenti di emergenza. Ed è assai facile capire che chi fa affari d’oro, sulla pelle di milioni e milioni di cittadini, sono le potenti case farmaceutiche che così, con la complicità di una classe politica vigliacca e mafiosa, possono accrescere in maniera esponenziale i loro profitti!
Ad essere coinvolta in questa trama criminale e squallida, tra gli altri, figura la virologa di fama internazionale Ilaria Capua, attualmente deputata di Scelta Civica (il partito del massone e bilderberghino Monti, per chi non lo sapesse) su cui pendono come un macigno le accuse di corruzione, abuso d’ufficio e traffico illecito di virus!
Franco Svevo

Io non ne sarei così sicuro, ma è tutto sotto controllo: non preoccupatevi!

FONTE
Testo di Maria Cristina Giovannitti
Dopo le interviste a Rosario Marcianò a sostegno delle scie chimiche, lasciamo spazio a chi – invece – ritiene queste teorie pura fantascienza. ArticoloTre intervista due esperti del settore. Fulvio Turvani è un tecnico aereo, si occupa di manutenzione dei velivoli e di assistenza durante il volo, nonché lavora a stretto contatto con piloti dell’aeronautica militare e di recente anche dell'ex Alitalia. Insomma un conoscitore del campo aeronautico che ci spiega come l’irrorazione chimica è una pratica impossibile.


Lei esclude, secondo la sua esperienza, che gli aerei vengano riforniti con sostanze tossiche – come bario e alluminio – per irrorare il cielo?
Se parliamo di rifornimenti con carburante "adulterato" non si tratta di escluderlo solo in base all'esperienza ma in base alla logica e alla conoscenza della tecnica. Non si può aggiungere in percentuale rilevante qualcosa che non partecipa alla combustione, nel carburante, senza che ciò abbia effetti immediatamente rilevabili dai piloti e dai tecnici. Banalmente, anche senza considerare i danni al motore, agli apparati di dosaggio del carburante ecc, se aggiungo il 30% di una sostanza come il bario, un metallo, al carburante, per ottenere le stesse prestazioni dal motore devo come minimo consumare il 30% in più di carburante. Questo in ogni caso non si arriverebbe mai a verificarlo, visto che il motore si romperebbe molto prima e anzi, probabilmente non andrebbe mai in moto. Inoltre, l'aggiunta di una qualsiasi sostanza in percentuali rilevanti, sarebbe immediatamente scoperta dagli addetti al rifornimento, spesso, come nel mio caso, gli stessi tecnici che seguono l'aeromobile, già nel più semplice dei controlli fatti sul carburante. Quello con il termodensimentro. Ogni composto o sostanza ha una sua precisa densità legata alla sua temperatura. I tecnici per verificare che il carburante non sia inquinato, verificano che la densità del prodotto a loro disposizione, coincida con quella che il cherosene deve avere a quella data temperatura. Se è più o meno denso di quanto richiesto, significa che è inquinato. È impossibile aggiungere qualcosa al cherosene senza variare la sua densità e quindi sfuggire a questo semplice e banale controllo. Certo si può ipotizzare che tutti i tecnici, gli addetti ai rifornimenti, i progettisti ecc, siano complici del complotto. Ma stiamo parlando di un numero abnorme di persone. L'industria aeronautica è la più grande industria del mondo. Più di quella automobilistica, di quella ferroviaria o navale.
In realtà, in uno studio del 2004 di Mark Purdey, è ammesso come uno dei veicoli di contaminazione da bario (oltre i cibi e l’acqua) derivi anche dalla dispersione di aerosol. Lei che ne pensa?

martedì 8 aprile 2014

VI PAIONO CIFRE DA CRISI QUESTE?!?

as: non spaventatevi dalla prima notizia, andate fino in fondo, non è nemmeno lungo, e capirete bene cosa intendo.
Tre miliardi di dollari (precisamente 2.744.876.843), è quanto costerebbero le accuse di pedofilia alla Chiesa americana, tra processi, patteggiamenti, terapia per vittime e commissioni legali. Almeno è questo quello che dicono i dati contenuti nell’Undicesimo rapporto annuale della Conferenza episcopale statunitense sui progressi nell’attuazione del “Charter for Protection of Children and Young People”.
Tra il 2004 e il 2013 le vittime sono state 857, oltre 900 le denunce presentate contro la chiesa, di queste però 472 non sarebbero provabili, 78 i casi con insufficienza di prove, e "solo" 136 gli abusi riscontrati e accertati “per le vie legali”. Altri 223 sarebbe in via de definizione. Oltre 700 gli ecclesiastici finiti sotto accusa, di cui ben oltre 500 sono preti ...
Pubblicato da Condello Domenico, www.stopcensura.com

Ora faccio una piccola riflessione, ovvero, utilizzo il cervellino:
Tre miliardi di dollari ... uhm, interessante la cifra scritta in numeri, per chi conosce la matematica e sa far di conto ovviamente, ovvero per il 35%-40% massimo, degli italiani grosso modo, popolo che non sa leggere e far di conto. 
Informatevi, leggete e ricercate, è così purtroppo ma questo spiega molti aspetti del nostro paese che i Tg vi fanno passare per dilemmi o problemi, o crisi che va di moda oggi, visto che assieme al tam tam delle reti spazzatura abbiano anche l'accompagnamento quotidiano dei giornali carta igienica, pagati da CHI?
E ALLORA, SE PAGATE CHI VI DEVE MENTIRE SIGNIFICA CHE AVETE CREATO UN LAVORO, MA NON PER VOI, VOI RESTERETE SEMPRE QUELLO CHE SIETE, IGNORANTI, però il PIL si alza e ne saranno felici quelli che ne possono godere, e sempre, ANCHE QUI, non sarete voi A GODERNE. Insomma, che parte recitate?
Comunque, intendevo ribadire che nella maggior parte del terzo mondo si lavora per 100 dollari al mese bene che vada, o magari anche il doppio se volete, ma seguitemi, facciamo due conti veloci visto che oggi anche in Italia siamo terzo mondo. 
2.744.876.843/100=27.448.768=27 milioni di stipendi 
Non è difficile, vero? !
(ehi, non dimentichiamo che per esempio in determinati paesi gli stipendi mensili possono essere anche di 50 dollari, o 42 euro se preferite)
Poi, facciamo un'altro ragionamento. 
La NATO costa quanto al giorno? 
Dicono 1.000 miliardi di dollari ogni anno, lo leggevo anche su luogocomune.net e ci credo, gli armamenti costano accidenti!
Ecco, sono altri 2.739.726.273 dollari al giorno. 
AVETE CAPITO BENE?
AL GIORNO, NON ALL'ANNO!!! E poi ci venite a prendedere per il culo con la crisi?
VI PAIONO CIFRE DA CRISI QUESTE?
Siete capaci, non voi di stopcensura, ma chi leggerà, siete capaci di dividere 2.73 miliardi per cento, o duecento che siano? In quanti mangerebbero?
E poi, se vogliamo dirla tutta, dello stipendio non è che rimanga molto di più una volta pagati tutti gli oneri, chiamate tasse, o meglio conosciuti come pizzi ... non in Italia, di certo!
E ALLORA, a me purtroppo son cadute le palle, le sto raccogliendo in questo momento, non so più cosa dire a questa manica di pecore analfabete, ho perso la pazienza ed i sentimenti e spero sinceramente di andarmene il prima possibile, e non dovrebbe esser lontano il giorno in cui sparirò per sempre, dalla rete e da questo paese medioevale, e, purtroppo è vero il fatto che ognuno VUOLE fortemente la situazione che ha, lo sentivo oggi nella puntata, molto intensa, di BorderNights
Chiamatelo incantesimo, chiamatelo analfabetismo, chiamatelo solo IGNORANZA!!!
Basti vedere anche la chemio, ehi, forse questo è proprio l'affare del secolo?, ogni malato frutterà almeno 100 e massimo 500\600 mila euro se vi informate.
Per poi morire tra mille tribolazioni ... quando già Pitagora lo sapeva, Paracelso nel medioevo lo sapeva che è il cibo la cura, quindi cosa vi dice questo?
Alimentazione e malattie, per esempio!
Ah, ma è vero, gli italiani non sanno leggere, a cosa serve?
Io vedo però attorno a me un mondo di pazzi che hanno in mente mille cazzate per evitare la sola fondamentale: Capire e Conoscere. Se Stessi per primi.
hahahahahahhahahaha, rido per non piangere con le mie povere palle fracassate!
 e leggetevi questa se vi è scappata per caso:
http://fintatolleranza.blogspot.it/2014/04/troppi-galli-in-un-pollaio.html
Prete pedofilo arrestavo che, pochi mesi fa guidava con il suo nuovo SUV da 35 mila euro e sbatte, (la classica macchina del missionario), con tasso alcolico 4 volte superiore a quello consentito, ovvero, sbronzo come un cane.
PS: la frase tra parentesi l'ho copiata dalla fonte.
PPS: MI SONO SFOGATO :-)))))))

I PARASSITI CONTROLLANO CHI LI OSPITA (ovvero anche noi...)

Fonte: TheLivingSpirits.net

Propongo nel seguito la mia traduzione di interessanti note di Ingrid Naiman, erborsita americana di cui altre volte ho pubblicato dei contributi, in merito al tema PARASSITI, che reputo sia elemento cruciale nelle nostre vite e salute. Utilizzando il dispositivo biofeedback qxci-scio, noto che nessuna delle persone ad ora testate, me compresa in primis ovviamente, è esente da "risonanze con parassiti". Trovo altresì che, anche per la sola routine di igiene salutistica, lo zapper (della dr Clark o dr Beck) è un aiuto assai valevole.

--------------------------

Ed Yong, (scrittore e giornalista specializzato sul tema che ha tenuto una interessante e simpatica dissertazione su TED), avanza l’ipotesi che i parassiti controllino chi li ospita. L’ho sentito dire in testi di veterinaria. A volte vengono presentati dati che indicano che i parassiti controllano il 60% della produzione ormonale dei loro ospitanti. Ma che significa questo esattamente?

Ognuno di noi è un’anima, che è anche un architetto che ha creato un veicolo per l’incarnazione, che consente all’anima di esprimersi attraverso il corpo. I poeti hanno diverse sensibilità rispetto agli ingegneri e coloro che vogliono avere famiglie è probabile abbiano ormoni diversi da coloro che apprezzano la loro libertà.

Ogni chakra ha una certa dimensione e grado di rotazione che è specifico per l’anima che si è incarnata. I chakra sono perfettamente correlati alle ghiandole endocrine,quindi quando essi ruotano, la ghiandola endocrina corrispondente secerne ormoni. Questo è cio’ che determina la nostra chimica perché gli ormoni stimolano o inibiscono a seconda delle loro azioni sulle diverse parti del corpo.

Quel che accade quando ci sono interferenze è che non possiamo essere veramente noi stessi. Cio’ che si intromette nella nostra struttura ideale, viola la unicità dei nostri esseri. Non possiamo essere noi stessi se siamo rimpinzati di ormoni animali e strane medicine che ci fanno avere delle emozioni e stati d’animo che non sono i nostri.

Obama Dott. Stranamore costringe i leader del mondo a giocare ai wargame

FACCIAMO COME IN VIETNAM: MANDIAMO I BANCHIERI DAVANTI A UN PLOTONE DI ESECUZIONE
DI TYLER DURDEN
zerohedge.com

Negli ultimi cinque anni, uno degli argomenti più spettacolari discussi con profonda superficialità sia dai giudici che dai legislatori è sempre stato lo stesso: come mettere fine al gioco d'azzardo e a quell'abuso di potere implacabile e senza nessuna paura delle conseguenze, che si gioca al tavolo delle banche Too Big To Fail.


Quelle stesse banche che hanno portato all'inimmaginabile spettacolo che nel 2008 ha visto ilSegretario del Tesoro (ex-Goldman) Hank Paulson chiedere al Congresso un assegno in bianco per salvare chiunque e qualsiasi cosa (soprattutto i suoi ex datori di lavoro) egli stesso avesse ritenuto opportuno salvare.

Parliamo di una teatralità che ha anche qualcosa di grossolanamente comico, perché ogni settimana i banchieri centrali di tutto il mondo emanano dei documenti filosofici con delle note a caratterescientifico, come quei fantasiosi numeri integrali, che lanciano dubbi sulla apparente insolubilità diquesto epico dilemma (è sempre bene ripetere però : i banchieri centrali sono al servizio dei banchiericommerciali) e nel frattempo le megabanche globali diventano sempre più megabigger fino a quando, a un certo punto di un inevitabile futuro, JPMorgan Merrill Fargogroup d'America- Sachs sarà l'unica banca a rimanere in piedi. Quando cioè avrà assunto non solo il completo controllo del paese ma anche quello del mondo intero, grazie al suo stato di " banca galatticamente importante" come dimostrerà uno suo stato patrimoniale di multi-quadrilioni di dollari.

La cosa che è più divertente, ovviamente, è che c'è una soluzione gloriosamente semplice a tutti questi problemi delle TBTF del mondo, una dei quali potrebbe essere trovata in un millisecondo, tirando il grilletto, per così dire.

lunedì 7 aprile 2014

Un raggio di luce dal cielo ci ha distrutto la veranda

«Assediati da presenze aliene in una casa isolata circondata dai boschi».
Potrebbe essere il titolo di un romanzo di fantascienza, oppure il trailer di un film.
Invece stiamo parlando di una stranissima avventura, ma in questa storia gli aggettivi sono fuori posto, che sarebbe accaduta non più tardi di ieri pomeriggio in quel di Masone, a poche centinaia di metri dal più vicino centro abitato.
La casa in questione si trova in località Bonicca e ci si arriva percorrendo una stradina che si arrampica verso i monti dalla strada provinciale che da Masone porta a Campoligure.
L’indirizzo, quasi scherzoso visto che il casolare è l’unico della zona, è via Pian Pinerolo 16. Dentro ci vivono Dario Origo, 90 anni, un passato di soddisfazioni sportive come pugile professionista, sua moglie Orsolina Pigola, 80 anni, e il loro unico figlio Giuseppe Origo, 62 anni, pensionato. Sono le 16 e la signora Orsolina si trova sulla veranda dell’abitazione per svolgere alcuni lavoretti. La giornata, a dispetto della precedente nottata di tuoni e fulmini, è splendida: il sole brilla e non c’è un alito di vento.
«Improvvisamente – racconta la donna – ho visto un lunghissimo fascio di luce proveniente dal cielo, inclinato verso terra, diretto proprio verso la casa. C’era qualche nuvola in cielo, per cui non saprei indicarne l’origine né quanto fosse lungo questo fascio. Ebbene questa luce ha investito in pieno la veranda sradicandola e sollevandola, schiodando tutte le parti in legno. Poi la luce è tornata indietro facendo ricadere al suolo la veranda. Il tutto in dieci-venti secondi e sotto i miei occhi. Allora, quasi d’istinto, sono fuggita in casa».

Qualunque cosa sia stata, i tre abitanti della casa sostengono di essere stati terrorizzati a morte.
«Mia madre si è rifugiata in bagno e c’è rimasta venti minuti – racconta il figlio Giuseppe - tremava come una foglia e non sapeva come spiegarsi quello che era successo. Io stesso sono spaventatissimo. Del resto ognuno può vedere da solo quello che è avvenuto: quel fascio di luce ha praticamente tagliato la plastica della veranda e nelle assi sono saltati tutti i chiodi. Non ho la più pallida idea di che cosa sia stato, ma in un certo senso me l’aspettavo che prima o poi qualcosa dovesse accadere».
In casi di questo genere forse sarebbe il caso di andare a controllare se tutto è a posto intorno alla casa, ma i tre occupanti dicono di avere troppa paura per andare a vedere se la misteriosa luce avrebbe fatto qualche altro danno. E poi perché Giuseppe Origo si aspettava che «qualcosa dovesse accadere»?

Troppi galli in un pollaio

FONTE
Questo prete di Ravenna è stato arrestato per pedofilia e nei mesi scorsi era alla guida con 4 volte il tasso di alcool consentito. Ha distrutto un auto e con la sua è volato nel fiume. Era alla guida di un Suv da 35 mila euro, di sua proprietà, la tipica auto dei missionari cattolici...
Premessa. Sono ateo e anticlericale. Vorrei fare notare però tre cose.
Primo: Questo prete è innocente fino a sentenza definitiva. Un pilastro di civiltà e del Diritto. I processi in piazza sono medioevo.
Secondo: Sembra abbia scritto, nel 2008, non ieri!, poesie porno su un periodico ecclesiastico. Il vescovo di Ravenna invece di vigilare, come passa il suo tempo? Dorme?
Terzo: Il cardinale Bagnasco, in Vaticano, in questi giorni ha detto che la Chiesa non è tenuta a collaborare con la magistratura e consegnare ad essa i preti pedofili.
Come gli USA, che in Italia, quando i suoi soldati stuprano, li carica su un aereo e li fa sparire in patria. E il governo italiano tace. In Italia ci sono troppi stati conviventi: quattro mafie italiane, quella russa, quella cinese, il governo USA, la massoneria, gli ordini professionali, il Vaticano.
Che cosa vuoi che conti il nostro Stato?
Pubblicato da Freeanimals

Vulcano Yellowstone: altri animali in fuga


News dal Vulcano Yellowstone – Dopo le moltissime polemiche dettate dalla notizia che centinaia di bufali fuggivano dal parco, adesso i Rangers del parco Nazionale di Yelloswstone denunciano anche la fuga di altri animali, come ad esempio l’Antilocapra, una delle tante razze protette che popola il parco. La notizia ancora non è stata diffusa ufficialmente, ma va a suffragare quella della fuga dei bisonti, avvenuta dopo il sisma di magnitudo 4.8 che ha colpito l’area del Parco di Yellowstone. Secondo gli ultimi dati forniti dal Corpo Forestale e dai Rangaers locali, molti esemplari mancano all’appello.
Secondo molti ricercatori, il vulcano sta preparando un eruzione ma scienziati ed esperti della Nasa non fanno trapelare ancora nulla, mentre nel frattempo gli animali del parco stanno fuggendo in circostanze che fanno pensare che qualcosa di grosso stia succedendo.
Negli ultimi tempi i laghi del parco hanno registrato un aumento delle temperature e enormi quantità di Elio sono fuoriuscite dalle caldere del gigante e questo è un altro dato che lascia pensare. Il supervulcano, situato tra i laghi di geyser nel Wyoming, ha cominciato a mostrare quindi segni di attività. I vulcanologi temono la possibile eruzione del vulcano più grande del mondo.

Redazione Segnidalcielo

Uomo-donna: cervelli a confronto di Massimo Mazzucco

Un uomo guarda le nuvole e dice: "Stasera piove". Una donna guarda le nuvole e dice: "Che belle! Sembrano due cavalli che si inseguono".

Se chiedi ad un uomo dove sta il prosciutto in frigo, ti dirà “nel terzo ripiano in basso a destra”, se lo chiedi ad una donna ti dirà “di fianco all’insalata, sotto i formaggi”. Se chiedi ad un uomo le indicazioni per l’ufficio comunale ti dirà “terzo semaforo a destra, prima a sinistra e poi subito a sinistra”, se lo chiedi ad una donna ti dirà “vada avanti finchè vede una grande casa gialla, giri dove c’è la fontana, e passi sotto il ponticello”. Se chiedi ad un uomo di descrivere una persona che ha appena incontrato ti dirà “circa 1,70 di altezza, sugli 80 chili, aveva un accento bergamasco”, se lo chiedi ad una donna ti dirà “un pò più basso di te, grassottello, parlava come lo zio Toni.”

Perchè?

Per quanto ovviamente vi siano delle eccezioni, il fatto stesso che si possano fare delle generalizzazioni di questo tipo significa che siamo di fronte ad una differenza sostanziale nel modo di operare dei due cervelli.

La cosa stupefacente è che non esista – almeno a quel che mi risulta - una adeguata letteratura scientifica in merito. Con delle differenze così palesi e marcate, infatti, ci si aspetterebbe di trovare dozzine e dozzine di ricerche di tipo psicologico su questo argomento, ...

... mentre sembra quasi che la differenza “operativa” dei due cervelli venga intenzionalmente ignorata dalla scienza ufficiale. (Forse perchè non sono in grado di spiegarla?)

In ogni caso, sembra di poter dire che il cervello maschile tende a lavorare in modo astratto (o “strutturale”), mentre quello femminile tende a lavorare in modo concreto (o “formale”). In altre parole, quando un uomo dice “terzo ripiano in basso a destra” utilizza una analisi strutturale del frigorifero (astratta, appunto), mentre quando la donna dice “di fianco all’insalata” utilizza una percezione visiva del medesimo, ovvero concreta.

Lei “vede fisicamente” il prosciutto accanto all’insalata, mentre l’uomo “conta mentalmente” i ripiani del frigorifero. Così avviene per le indicazioni stradali, dove la donna “vede” la casa gialla e la fontana, mentre l’uomo “conta” i semafori e le svolte. Stessa cosa per la descrizione di un individuo, dove l’uomo ne desume le misure ed il peso (termini astratti), e utilizza la categoria “accento bergamasco” per descriverne il modo di parlare. La donna invece riporta l’immagine fisica della sua corporatura (termini concreti), ed utilizza un paragone concreto (lo zio Toni) per descrivere il modo di parlare.

SEI ANNI DOPO L'INIZIO DELLA GRANDE CRISI IL PANORAMA IN EUROPA SI PRESENTA COME SEGUE

DI JOSEPH HALEVI

(1) la crisi bancaria non se ne è andata anzi è come un focolaio di peste o colera che riprende appena può (vedi Austria questi giorni).

(2) la cosiddetta unione bancaria che avrebbe dovuto creare le condizioni per formare una sorta di Federal Deposit Insurance Corporation tipo Stati Uniti volta al salvataggio delle banche non è decollata, tra l'altro proprio perchè non vogliono salvare il pubblico (cioè la massa dei correntisti) bensì prevalentemente i detententori di titoli che poi in maggioranza sono banche e fondi vari. Inoltre la principale ragione finanziaria per cui l'unione bancaria è stata insabbiata è proprio l'assenza di una fiscalità europea. Di conseguenza devono escogitare veicoli finanziari molto particolari ed aleatori sui quali, in sostanza, c'è poco accordo perchè lascerebbero fuori molte banche.

(3) Le operazioni di Draghi hanno ridotto la pressione speculativa sui titoli pubblici (anche perchè c'è una grossa quantita di denaro proveniente dalla rinnovata bolla borsistica USA che cerca collocamenti ovunque) però non hanno prospettiva in quanto non risolvono il problema bancario europeo che può essere affrontato solo nazionalizzando le banche più esposte e mettendo l'intero settore sotto controllo svuotandolo dei titoli marci. Il problema si aggrava perchè questi titoli vengono sepolti come in una latrina da altri titoli e quindi si fondono con l'insieme delle attività cha appaiono nei bilanci bancari. La vicenda del Monte dei Paschi di Siena è istruttiva riguardo la maniera in cui i contratti sui derivati vennero nascosti tra i vari emails.

(4) L'Europa è molto più finanziarizzata degli USA. Ironia della sorte: fino pochi anni fa i Merkozy accusavano gli USA per la sua supposta accentuata finanziarizzazione; invece l'Europa era molto più avanti nel processo. Lo sapevano e millantavano? Credo che non lo sapessero perchè, come venne poi fuori dalla buffonata degli stress test tedeschi le banche e le autorità locali nascondevono tutto. La gravità del caso austriaco di questi giorni sta oltretutto nel fatto che le banche gravano sul paese tre volte l'ammontare del pil.

(5) Il debito pubblico non fa che aumentare. 

L'UNIVERSO E' UN SOGNO (EPIGENETICA) - A. Pensotti

"Noi siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni."
W. Shakespeare


Cos'è l'epigenetica? E' possibile riprogrammare le cellule?

Siamo abituati a sentir parlare di genetica e codice genetico. La scienza oggi ha scoperto come il DNA da solo non possa spiegare la genesi di tutti i fenomeni biologici noti.
Esiste un'informazione che sta sopra il codice genetico e che ordina e controlla l'accensione e lo spegnimento dei geni. L'epigenetica.
Uno dei pionieri in questi studi è il dott. Pier Mario Biava che da più di 20 anni fa ricerca sulle cellule staminali e sui loro meccanismi di differenziazione. Lavorando su un piccolo pesce, lo zebrafish, è riuscito ad identificare i meccanismi che mediano il trasferimento dell'informazione epigenetica al DNA. Sono i fattori di differenziazione staminale.
A seguito di queste scoperte Biava ha iniziato a fare dei test per verificare la domanda di partenza: è possibile riprogrammare le cellule?
Il concetto dell'informazione che sta alla base della materia e che ordina e regola l'espressione dei geni è molto simile all'antico concetto dell'akasha, tema intorno al quale il filosofo Ervin Laszlo da anni porta avanti ricerche ed iniziative di divulgazione.
In questo documentario troverete molte risposte sia sulla natura di questi fenomeni che sulle prime applicazioni pratiche di queste ricerche. (Fonte)
Due citazioni dal documentario:

"Oggi, la distruzione del pianeta a cui stiamo assistendo evidenzia in tutta la sua drammaticità, gli aspetti della morte. La cancellazione del cielo in molte metropoli del mondo, dovuta all'inquinamento ambientale (e non solo - n.d.r.) è il simbolo concreto della morte. Una società che cancella il cielo è votata all'estinzione."

"La conoscenza ci fa capire che noi siamo parte del mondo, e che il rispetto di tutti gli esseri viventi e del mondo coincide con il rispetto di noi stessi e della vita. Il danno fatto agli altri e all'ambiente coincide con il danno che noi ci procuriamo. Noi apparteniamo al mondo. Dobbiamo riacquistare questo senso di appartenenza per ampliare la nostra coscienza e ridare senso alla nostra esistenza, sconfiggendo così la morte."
Buona visione.

Falsi miti della salute Chi ha detto che fanno bene?

La nostra generazione, come tutte d’altronde, è cresciuta con alcuni miti alimentari, ossia cibi che, ci è stato ripetuto all’infinito, erano fondamentali per la nostra salute. Oggi, grazie a studi sempre più precisi e scientifici, molti di questi miti stanno cadendo… anzi, stiamo scoprendo addirittura che fanno male alla salute!
Ci sono dunque diversi falsi miti alimentari che è bene non sottovalutare perché stanno alla base di alcuni errori che si commettono nel corso della dieta quotidiana. Non si tratta di fattori di poco conto, in quanto spesso ci illudiamo di portare avanti un’alimentazione corretta e, invece, finiamo con il restare vittime di credenze che non hanno evidenze scientifiche.
Vediamone tre che sono tra i principali: il latte, lo zucchero e le proteine.
Intanto, per latte si intende quello di mucca e già solo questo fatto dovrebbe farci riflettere: l’uomo è l’unico mammifero che consuma latte di un’altra specie. Inoltre, il latte di mucca è fatto per i vitelli che devono crescere notevolmente dal punto di vista fisico ma non intellettivo. Il professor Franco Berrino, oncologo presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, fa notare come il latte di mucca stimoli i fattori di crescita, i quali sono più elevati nei malati di tumore. Infine, l’idea che consumare latte e formaggi serva per prevenire l’osteoporosi non trova riscontri scientifici. Sebbene questi alimenti siano ricchi di calcio, sono le popolazioni che ne consumano maggiormente a soffrire di più di questa malattia, mentre quelle che non ne consumano (come ad esempio i cinesi) hanno valori di incidenza minimi.
Lo zucchero è energia! Questo è quanto ci è stato detto da sempre. Le cose stanno diversamente… lo zucchero sono calorie prodotte molto velocemente, ma non energia vitale. Inoltre caratteristica fondamentale dello zucchero è quello di essere ingerito volentieri anche quando si è sazi aumentando i rischi connessi ad un uso eccessivo. Se, ad esempio, facciamo una colazione troppo zuccherata si innalza la glicemia la quale stimola il pancreas a produrre molta più insulina. Se quest’organo ne produce troppa si corre il rischio di andare in ipoglicemia. E’ come se più zucchero si mangia, più viene abbassato il livello di glicemia. Si instaura così un circolo vizioso dove il corpo richiede sempre più zucchero per contrastare l’ipoglicemia prodotta proprio dall’eccesso di zucchero! Il diabete è dietro l’angolo…
Veniamo infine alle proteine… il riferimento è ovviamente alla carne. Da sempre ci è stato detto di consumarla tutti i giorni perché serve per crescere. L’idea di base è che siccome i muscoli sono fatti di proteine occorre mangiarne tante, e la carne è diventata la principale fonte. Peccato che molti animali (come ad esempio l'elefante o il cavallo) abbiano possenti muscoli senza aver mai mangiato carne in vita loro perché vegetariani. Le proteine sono fondamentali per le cellule e, in generale, per il corpo umano. Sono importanti per la formazione dei fattori di crescita. Tuttavia non bisognerebbe esagerare con i cibi che ne contengono troppe, come appunto la carne e i formaggi. E’ stato scoperto che una dieta ricca di proteine può essere causa dell’aumento di peso. Inoltre si deve sempre ricordare che più alti sono i fattori di crescita più elevato è anche il rischio di ammalarsi di tumore. Infine, il corpo ha una capacità limitata di digerire ed assimilare le proteine, per cui se si eccede la parte in più non viene assorbita correttamente e rilascia pericolose sostanze tossiche per l’organismo.
Conclusioni: bisogna stare attenti a questi miti alimentari perché spesso non hanno fondamento scientifico. Si basano sul fatto che vengono ripetuti da generazione a generazione, e come un po’ tutte le cose, più persone ne parlano più sembrano veri… in realtà oggi con gli strumenti a disposizione siamo in grado di verificare quanto questi alimenti siano davvero salutari, e per quanto riguarda il latte, lo zucchero e le proteine, gli studi scientifici ci mettono in guardia perché si tratta di alimenti che se consumati abitualmente e in eccesso possono portare a problemi seri per la salute.
Nadia e Giacomo Bo
www.ricerchedivita.it

L'astronauta Sergej Kricevskij svela clamorosi enigmi dei voli spaziali.

Oggi molti terrestri riconoscono l'esistenza di un Creatore o di una Mente Superiore e quindi anche la presenza nell'Universo degli esseri intelligenti da essa creati che siamo soliti definire extraterrestri. Essendo dotati di intelligenza, nel corso del loro processo evolutivo devono aver trovato il modo di scambiare informazioni non solo con i propri simili, ma anche con i rappresentanti delle altre forme di vita che si incontrano nel cosmo. Per ora l'umanità, a causa delle proprie limitate possibilità tecniche, non è ancora riuscita a fare lo stesso. Ma l'intelligenza extraterrestre è già entrata in contatto con noi tramite messaggi mentali. Nei primi anni '90 la redazione del giornale "Cudesa i prikljucenja" (1) mi commissionò un'intervista con un astronauta. Non vi dirò il suo nome e poi capirete perché. Chiamiamolo semplicemente Vladimir.Ciò che a me interessava sapere era soprattutto se durante i voli lui e i suoi colleghi avevano avvistato degli UFO e in generale se nello spazio aperto si fosse verificato qualche fatto insolito. Vladimir mi disse che conosceva persone degne di fede che avevano visto gli UFO, ma a lui non era mai successo di imbattersi nei "dischi volanti".
Per quanto riguarda certi fatti strani che si verificano nello spazio mi confidò un episodio inspiegabile che gli era capitato. "Questo però non deve pubblicarlo", - mi avverti. In tutti questi anni ho mantenuto la promessa e non ho pubblicato nulla di ciò che Vladimir mi ha detto. Ma ora che gli eventi enigmatici capitati agli astronauti non sono più un segreto, posso parlarne.

Ecco il racconto dell'astronauta:

«Durante il volo di avvicinamento alla stazione orbitante il comandante che pilotava la navicella non riusciva in alcun modo ad immettersi nella traiettoria prevista per effettuare l'aggancio. La riserva di carburante per le manovre della navicella era limitata. Gli restava, come si suoI dire, meno che niente. Se la correzione successiva non fosse andata a buon fine, avremmo oltrepassato la stazione e saremmo tornati sulla Terra senza aver portato a termine i nostri compiti. lo ero impossibilitato a prestare qualsivoglia aiuto poiché il comando della navicella è prerogativa esclusiva del comandante. Come ingegnere di bordo potevo soltanto stare seduto nella poltrona accanto e preoccuparmi in silenzio. Ad un certo momento all'improvviso ho sentito un ordine nella mente: "Prendi il comando!". Più tardi analizzando ciò che era successo non sono riuscito a capire se si fosse trattato della voce di qualcuno o no. So soltanto che ho ricevuto un ordine mentale altrui e che non potevo evitare di eseguirlo.

domenica 6 aprile 2014

MADRE DI 60 ANNI SPACCIA PER AIUTARE IL FIGLIO: ITALIA 2014 ... MA IL GESUITA DICE SIATE FELICI!

Poi a Roma accade questo: Madre e figlio, di 51 e 36 anni arrestati per lo stesso motivo, qui la notizia
Vai caro Francesco, AIUTALI TU ....
DEDICO AL GESUITA QUESTO BRANO: 

SCANDALO COOP – GUARDATE DA DOVE PROVENGONO I LORO PRODOTTI + VIDEO


Il grande inganno nel quale viviamo tutti è la convinzione diffusa che l’etica e la morale abbiano una sostanza diversa da quella dei sogni. Alcuni sono consapevoli di questa debolezza, io credo di essere uno di questi, altri vivono la dicotomia tra ciò che è e ciò che vorrebbero che fosse come una sorta di tradimento, la violazione di una legge primigenia, un’anomalia.
In realtà, a governare le cose della vita non è il messaggio del Vangelo, del Corano, della Torah o quello del cuore, per chi non si riconosce nei testi sacri, ma banalmente gli algidi enunciati dei libri di fisica con le loro regole semplici, addirittura elementari, che regolano l’universo secondo la consuetudine della massima efficienza nelle trasformazioni. 
Si guardi questo breve filmato.
Dopo averlo visto si può provare un certo disappunto, ma questo vuol dire solo una cosa, che non si ha la minima idea della dimensione vorticosa entro la quale si evolve la produzione planetaria e l’estrema violenza dei fenomeni macro economici.
Una volta aperto il vaso di Pandora, da quando cioè economia e finanza hanno preso il sopravvento sulla politica e sull’ideologia, ci si è incamminati in una direzione che non offre ripensamenti. La qualità è un opinione, i volumi delle produzioni, i costi e l’entità delle vendite sono numeri, fatti incontestabili. Questo per dire che, inevitabilmente, una volta definiti degli standard minimi di accettabilità, un prodotto è migliore di un altro se e solo se, rispettando lo standard, costa di meno.

LA DITTATURA DELL'ILLEGITTIMTA'

DI IDA MAGLI

italianiliberi.it

Finalmente “Renzi il Giovane” è riuscito ad inaugurare la nuova Era, quella del primato dei giovani. L’eliminazione del Senato, il più antico consesso romano di governo degli Anziani (Seniores) significa – ed è – soprattutto questo, gridato a gran voce, simbolicamente ma anche concretamente: “Via i vecchi”! Il Ministro del lavoro sta pensando ai prepensionamenti per dare lavoro ai giovani ed è sicuramente inutile fargli notare che soltanto con il sistema di certi popoli “primitivi”, quello di abbandonarli senza acqua né cibo in luoghi disabitati, sarà possibile oggi liberarsi dei vecchi dato che è la maggiore conquista della nostra civiltà aver allungato di oltre un terzo la durata media della vita sconfiggendo il tifo, la tubercolosi e la mortalità per parto.

Probabilmente la signora Madia non sa che le donne morivano giovanissime perché affrontavano partorendo un rischio di morte talmente alto che la Chiesa l’aveva equiparato a quello dei soldati in battaglia emanando per le partorienti lo stesso obbligo di confessarsi, all’inizio delle doglie, in vigore per i soldati prima del combattimento.

Lo stato di salute e la durata della vita dei cittadini è il dato primario che connota una società: non è capace di governare chi non se ne rende conto al punto di credere di poter tenere una parte del gruppo fuori dal gioco.

Se accantoniamo però questa constatazione sul modo farsesco con il quale siamo governati, non possiamo non rimanere stupiti della facilità con la quale, malgrado la lunga esperienza storica che ne abbiamo alle spalle, è possibile in Italia a chi abbia un minimo di disinvoltura e di potere instaurare una dittatura. Sono nate quasi sempre così le dittature in Europa: sfruttando i momenti di mancanza o di sospensione delle regole e affermando che è necessario, appunto, instaurarne di nuove.

Dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi non c’è mai stata però una situazione di reale vuoto e di illegittimità conclamata delle istituzioni come quella in cui viviamo e nella quale Renzi nuota a suo piacere. L’incostituzionalità della legge elettorale è diventata, invece che una debolezza, il suo maggiore punto di forza in quanto è ormai passato così tanto tempo dalla sentenza della Consulta che si possono considerare come nulle anche le decisioni della massima Magistratura. D’altra parte Renzi sa di poter contare su un’assoluta certezza: i suoi colleghi non si faranno mai sbalzare fuori dalle proprie poltrone andando alle elezioni e Berlusconi gli manterrà il suo appoggio perché non ha altro modo per rimanere nel gioco politico. Accantonato quindi con disinvoltura il progetto di una nuova legge elettorale, il nostro piccolo Mussolini si dedica a sistemare l’Italia in vista del potere in Europa.

È l’Europa, infatti, che ha guidato Napolitano nell’escludere il ritorno alle elezioni per potere instaurare i governi di Monti, di Letta e di Renzi ed è per questo motivo, la sottomissione all’impero europeo, che nel diluvio di commenti che accompagna le imprese di Renzi nessuno accenna, né giornalisti né politici, al primato dell’Europa che le domina. La pseudo cancellazione del Senato serve infatti, oltre al piacere di togliere di mezzo un’istituzione “vecchia”, a indebolire lo Stato e disintegrarne l’unità: eliminare gli Stati nazionali è indispensabile all’unione politica dell’Europa.

Renzi odia il popolo italiano quanto e più (di più perché ride mentre lo tradisce) di quanto l’abbiano sempre odiato i suoi politici e governanti lungo tutta la sua storia, salvo la brevissima pausa del Risorgimento. Il dovere principale per il quale si batte è rispettare Maastricht e la moneta euro. A felicitarsi di questa fedeltà è venuta in Italia la Regina Elisabetta II e ne aveva ben donde: nella sua qualità di massimo capo della massoneria mondiale e di partecipante alla Banca Centrale Europea, così come a tutte le altre Banche Centrali, sta gioiosamente seduta sulla montagna di soldi che ha spremuto e spreme ai poveri europei, ai poveri italiani, agli imprenditori suicidi, ai milioni di lavoratori rimasti disoccupati da quando i loro governanti hanno adottato la moneta euro. È una spietata strozzina, come sono spietati strozzini i Re di Spagna, d’Olanda, del Belgio, i Rothschild, i Rockfeller e tutti gli altri azionisti delle Banche Centrali.

Ancora una volta, però, giornalisti e politici hanno mantenuto il silenzio sull’obbrobriosa personalità di questa donna, dedicandosi a commentare il tenero colore dei suoi cappelli. È questo silenzio che permette agli usurai d’Europa di portare i popoli alla rovina.

Ida Magli

Fonte: www.italianiliberi.it

Link: http://www.italianiliberi.it/Edito14/la-dittatura-dell-illegittimita.html

6.04.2014

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...