"THE END"

sabato 10 dicembre 2011

“Per favore signora maestra, posso andare in bagno?”


La psiche è una cosa spaventosa, è talmente agghiacciante il suo effetto che ci rende incazzati neri e nonostante tutto e tutte le ingiustizie subite ci tiene calmi. Non vi siete mai chiesto il motivo? Perché gli italiani, i popoli del mondo non si ribellano e capovolgono questo sistema che a definirlo diabolico è poca cosa? Perché?

Io me lo sono chiesto moltissime volte e volete sapere che risposta mi son dato? Facciamo un passo indietro, solo andando alla radice delle cose si comprende. Vi ricordate da bambini quando a scuola si alzava la manina e si chiedeva: “Per favore signora maestra, posso andare in bagno?”. Credo che in questa semplice e sottovalutata espressione si racchiuda il segreto di tutto. Cioè, posso andare a fare i bisogni che il mio corpo “deve” espellere? Posso? Se la maestra, o il maestro, dicevano no, tu dovevi attendere la fine dell’ora, questo doveva eseguire il bravo bambino! E con la storia del bene e del male tu dovevi trattenere. Chiaro, alcune volte in bagno ci si andava per non subirsi un minuto in più della stupida lezione, ma non parlo di quelle volte, parlo di quando effettivamente ti veniva negato un tuo sacrosanto diritto, quello di andare in bagno. Oggi siamo adulti, ma nessuno di noi è stato cresciuto in modo differente da quello sopra descritto e quindi se la situazione è a tuo svantaggio o contro il tuo benessere, (trattenere la pipì), tu devi sopportare, tirare avanti. Se tutti avessimo risposto facendo i nostri bisogni sulle scarpe del malcapitato maestro, oggi le cose sarebbero differenti. Invece così non è, e per questo popoli interi sono sottomessi alle voglie meschine e assurde di poche persone, per questo i gesuiti, http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2011/11/vi-stavate-forse-chiedendo-cari-lettori.htmlche ben conoscono la psiche umana producono i leader,

Eccone uno, di comandanti della nave che va a fondo, bello anche l'articolo che qui trovate, http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2011/10/i-gesuiti-che-in-italia-allevano-la.html.

leader che dovranno guidare le masse e obbligarle a trattenersi se vogliono essere bravi e andare in paradiso, c’è l’inferno, ricorda . . . c’è la prigione, ricorda, e se tutto non bastasse ci sono loro, l’esercito, che con i suoi manganelli e le sue armi ti riporta sulla retta via da seguire, che sarebbe questa http://fintatolleranza.blogspot.com/2011/10/per-lavorare-devi-pagare.html, un video di pochi secondi ce la spiega.



Impressionante come tutti sopportino le iniquità delle banche e non chiudano il conto, mandano un pacco bomba a “equitalia”, (che solo il nome è tutto un programma, ci prendono ingiro in modo ironico che volete di più?, stipendi dei parlamentari a proposito . . . ), saranno stati i servizi segreti a farlo, vi sembra una cosa ragionevole? No di certo, si dovrebbe chiudere il conto corrente domani stesso per scatenare una rivolta che porti a contesti onesti, ma questa è pura utopia e non so nemmeno io perché lo scrivo, forse perché da oltre otto anni con le banche ho chiuso, ma che le masse lo facciano è mera illusione, le masse verranno buttate con le gambe all’aria, come in guerra moriranno di fame e si uccideranno tra buoni e cattivi, mentre i terzi, i fortunati, i furbi, gli illuminati, guardano e si divertono pure a giocare con il dolore e le disgrazie altrui, questo è accaduto già nella storia e la storia ci insegna che si ripete sempre, e naturalmente a sfavore dei molti, e questo perché lo ricordava il mio amato Nietzsche:  La demenza è rara nei singoli, ma è la regola nei gruppi, nei partiti, nelle epoche. ( Nietzsche , Al di là del bene e del male )"

La psiche, che strana, http://ornitori8.blogspot.com/2011/12/messaggi-subliminali-quello-che-non.htmlburattini elettro comandati che si martellano i ciglioni, ecco cosa ha fatto della popolazione mondiale la psiche, che già conoscerla e studiare libri che ne parlano sarebbe un grande passo avanti, perché se la conosci riesci anche a domarla un po’.



Ribellati!!!


Altre Immagini qui  per capire chi comanda, e per capire che con la forza e la guerra noi non risolveremo mai niente, chiudete domani i conti e ritirate i soldi, se ne avete :-)


Dioniso777

venerdì 9 dicembre 2011

Mi raccomando, la Domenica fate anche l'offerta a sti morti de fame!


VATICANO PAGA ANCHE TU


Vuoi che il Vaticano paghi le tasse come tutti? CONDIVIDI questa pagina, è il modo migliore per far sapere quanti siamo a pensarla così. Siamo ad un passo dalla prima vittoria, sull’ICI anche i partiti hanno capito che non gli conviene fare i clericali. Dobbiamo insistere, e dopo l’ICI passeremo agli altri privilegi fiscali, dall’Ires all’8 per mille. Il fiume è in movimento, non fermiamolo. Repubblica in prima pagina oggi ha scritto “quasi 160 mila persone in fila su facebook nel gruppo “vaticano pagaci tu la manovra finanziaria”. Arriviamo a 200 mila? anzi, perchè porci limiti….


http://www.radicali.it Le confessioni di una suora a Milano...un albergo che dovrebbe essere riservato solo ai preti, invece aperto "a tutti" e non paga l'ICI...la video-inchiesta di Mario Staderini, segretario di Radicali Italiani, e Marco Cappato, consigliere radicale a Milano.
Nell'ambito di una inchiesta radicale in corso a livello nazionale, il primo dei video esclusivi che dimostrano come immobili di enti religiosi che risultano non aver pagato l'Ici in realtà svolgano attività commerciali.
L'immobile visitato è esente completo dal pagamento dell'Ici. A Milano, su richiesta del consigliere radicale Marco Cappato, dal Comune emerge un primo elenco di strutture religiose - 24 in tutto - di cui non risulta alcuna dichiarazione o versamento. Per altre 18 c`è un`esenzione parziale dell`Ici.


Piantatela di leggere i quotidiani e di guardare i TG. Non ha senso. Leggete qua.

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Piantatela di leggere i quotidiani e di guardare i TG. Non ha senso. Leggete qua.

L’Italia già da tempo ha unsurplus di bilancio primario. E se io ti dico questa cosa, a te signor Gino Franchi o a te signora Marta Fasini, a te studentessa di legge o a te studente di storia, rimanete lì a sbadigliare senza capirci niente. E invece sapete cosa vi ho appena detto? Vi ho appena detto che la manovra di lacrime e sangue di Mario Monti è un buffetto sulla guancia confronto a quello che dovrà arrivare. Sarà una strage, e qui lo scrivo, almeno qui, visto che questi allarmi salva-vita non saranno mai lanciati da Michele Santoro, per malafede, o da Jacopo Fo e Beppe Grillo, per desolante ignoranza. (non cito la CGIL perché sono analfabeti, quindi non è colpa loro)

In parole semplici, già dai tempi di Berlusconi l’Italia ha un surplus di bilancio primario e questo significa che se si escludono dai conti dello Stato italiano gli interessi che deve pagare sul suo debito pubblico, esso già da tempo incassa ogni anno più di quanto spende. Quindi già da tempo l’Italia ha non solo raggiunto quel pareggio di bilancio che Draghi e Merkel vorrebbero nel nostro futuro, ma da anni l’Italia ha un surplus di bilancio in realtà. Questo surplus di bilancio significa che lo Stato da anni ci sta tassando più di quanto spende per noi; significa in altre parole che da anni lo Stato sta prelevando dai nostri conti correnti più denaro di quando ve ne versa, ed è in attivo. Ma a tutti i cittadini italiani viene raccontato, da TUTTI i media e da Monti, che abbiamo un deficit di bilancio cronico e che dobbiamo rimediarlo, cioè che siamo in passivo. Non è vero, siamo da anni in attivo. Ma aspettate, perché essere in attivo, come ho appena scritto, non è per nulla una bella notizia e quanto segue è orrendo.
La situazione riassunta è questa: in realtà i conti annuali (entrate e uscite) del nostro Stato sono in attivo da tempo (surplus di bilancio), e questo significa che da tempo ci tolgono più denaro di quanto ce ne diano in stipendi, servizi pubblici, opere. I risultati di questo sono evidenti, e sia l’Istat che la Caritas hanno documentato nei dettagli l’impoverimento vertiginoso di milioni di famiglie italiane, fallimenti aziendali a catena e disoccupazione tragica, deflazione economica ecc. Ma a tutti i cittadini italiani viene raccontato, da TUTTI i media e da Monti, che la cura di quell’impoverimento scandaloso è… il pareggio e il surplus di bilancio! Certo, la cura per l’anemia è l’emorragia, certo. Ma di più.
Adesso, a causa degli interessi sul debito pubblico che l’Italia dovrà pagare a breve, Monti dovrà aumentare ancor di più il surplus di bilancio che già abbiamo, cioè dovrà tassarci molto ma molto di più di quanto lo Stato già ci tassi oggi, ultima manovra inclusa. Capite? Già siamo in una condizione di automatico impoverimento (il surplus che già abbiamo = lo Stato toglie dai nostri c/c ogni anno di più di quanto vi versa), e da qui in poi l’automatismo di impoverimento si decuplicherà. In parole ancora più povere, significa che se finora ci è piovuto in casa, Monti sfonderà le dighe e in casa ci arriverà uno Tsunami. E tutto questo solo, ma SOLO, perché oggi con l’Euro non sovrano che lo Stato non può emettere ma solo prendere in prestito dall’esterno, per pagare quegli interessi sul debito pubblico il Tesoro è costretto a venire a batter cassa da noi, da te signor Franchi e da te signora Fasini, e da voi studenti. E sarà una strage.
Ora pensate a questo: se l’Italia avesse avuto in questi ultimi anni la propria moneta sovrana, avrebbe potuto innanzi tutto evitare di portare avanti un surplus di bilancio primario, quindi per anni ci avrebbe tassati di meno di quanto spendeva per noi cittadini, e saremmo tutti più ricchi e protetti. E in secondo luogo, oggi se ne fregherebbe del mega debito e dei suoi interessi, esattamente come se ne frega il Giappone, che ha un debito doppio del nostro e ha Yen sovrano, però. E’ veramente tutto qui, semplice così. Ma nel nome dell’Euro inventato per gli interessi speculativi immensi di un migliaio di amici di Monti e Draghi, e per quelli degli industriali Neomercantili tedeschi protetti dalla Merkel, a milioni dobbiamo soffrire terrorizzati dall’isteria del deficit, che in realtà (e con moneta sovrana) sarebbe la nostra salvezza. Invece abbiamo un surplus di bilancio primario, che è un cappio che ci già soffoca, e dovrà soffocarci molto ma molto di più in futuro. E nel nome di questo, mentre soffochiamo e soffriamo, ci hanno anche tolto la democrazia, l’informazione non esiste, e io scrivo qui per niente.
(consolazione: i concetti da me espressi qui sopra sono ormai di libero dominio nei blog di economisti, banchieri, traders, monetaristi, e speculatori di mezzo mondo, sulle pagine del Financial Times tutti i santi giorni, sul Wall Street Journal ogni mezza giornata, e i titoli sono sempre cose come “La catastrofe… L’agonia… Il suicidio… dell’Eurozona”, e in effetti ci sta succedendo una cosa epocale, devastante, mai come oggi da 80 anni, ma qui da noi… mistero. Chi è che aveva scritto “La scomparsa dei fatti” qualche tempo fa? Potremmo chiedere a costui di farli ricomparire)
Paolo Barnard

Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=281
9.12.2011

giovedì 8 dicembre 2011

Cosa hanno in comune la pensione di Giancarlo e la storia delle 100 scimmie?



Una buona parte di noi si sarà certamente chiesta in molte occasioni quale fosse il senso dell'esistenza. Intimamente lo sappiamo bene, anche se riconosciamo in noi questa esigenza, questo compito, generalmente solo quando la pressione interiore si fa insopportabile.

A qualcuno potrà sembrare una visione ardita, ma in realtà siamo tutti angeli "travestiti" da uomini che, privati della memoria, abitano un mondo 3D scandito da un tempo lineare, con l'unico scopo di evolvere.

Abbiamo dimenticato la nostra vera natura, l'eternità e l'amore in cui eravamo immersi prima di nascere su questo pianeta e tutti gli incredibili poteri che derivano da una tale condizione. Lo abbiamo fatto di proposito, seguendo un preciso accordo affinché potessimo vivere e interagire in un sistema tridimensionale, caratterizzato dalla dualità e dal libero arbitrio. Lo abbiamo fatto per sperimentare un'importante "lezione", per sviluppare delle potenzialità su questo piano fisico in sintonia con le leggi divine, per esprimere i nostri talenti all'interno di un determinato spazio-tempo e "annullare" il bagaglio karmico acquisito probabilmente in centinaia di esperienze pregresse. La nostra vera essenza appartiene all'altro lato del Velo, dove tutto è Uno, dove non governano leggi fisiche.

Riunirci un giorno alla sorgente originaria, tornare a Casa con una coscienza arricchita, raffinata, è il nostro vero intento. Non siamo qui solo per consumare beni di qualità variabile o subire i limiti imposti da qualcun'altro, ma per essere opportunamente sollecitati dagli stimoli che ci offre l'ambiente, la vita che ci siamo programmati per adempiere al nostro impegno. Similmente a degli enzimi, trasformiamo e vivifichiamo noi stessi e questo spazio aderendo all'impulso fondamentale dell'Universo: il perfezionamento!

Evolvere non è cosa facile e indolore, soprattutto in un epoca come quella attuale, ma se oggi siamo qui è perché lo abbiamo meticolosamente scelto, è perché sappiamo di esserne capaci. Elevare il nostro spirito, la nostra frequenza, comporta l'abbandono di tutte quelle inutili "zavorre", dogmi e abitudini impartite fin dall'infanzia, che ci ancorano alle vibrazioni inferiori. Come un umido cappotto, logoro e ammuffito, questo tipo di vibrazioni appesantiscono il nostro essere. Dobbiamo necessariamente cambiare abito, alleggerire il vestiario, mutare pelle, prima che giunga la tanto attesa "estate dell'anima", la fine di questa era, che ci proietterà verso un nuovo paradigma. E' il compito di tutti. L'evoluzione è una co-creazione.

La consapevolezza è il principale strumento per evolvere, la via maestra da seguire, il presupposto essenziale. Essere consapevoli nell' "adesso", nel "qui e ora", ci consente di creare intenzionalmente il nostro futuro e di lasciare andare il passato, permettendoci di riesaminare le nostre credenze. Credenze che si riplasmeranno per effetto della nuova prospettiva acquisita. L'intenzione consapevole unita all'immaginazione creativa e al giusto approccio emotivo possono produrre effetti incredibili nella vita di chiunque. Sono i precetti della Legge dell'Attrazione, i passi fondamentali per conseguire l'evoluzione personale. Riconoscere e saper utilizzare questa sottile magia, ci gratifica, ci da la forza per superare ogni problema, poiché non ci sentiamo più in balia degli eventi, ma padroni della nostra vita, coscienti di una parte del nostro potere.

Così come esiste un'evoluzione personale, ne esiste una collettiva, un insieme compatto di energie consapevoli attivate da uno scopo comune. Un numero sufficiente di esseri concentrati sul medesimo obiettivo, sull'apprendimento della stessa capacità, genera un'influenza che si diffonde istantaneamente in tutta la dimensione di appartenenza. Raggiunto il quorum, lo scatto evolutivo della specie non è altro che un'inevitabile conseguenza energetica. Esiste una storia che spiega tutto ciò in maniera meno complessa di quanto possa fare la fisica quantistica con il principio della "non località" e il rapporto tra energia e materia, una metafora appropriata a questi tempi conclusivi:

La storia delle 100 scimmie 


La scimmia giapponese Macaca fuscata (o macaco dalla faccia rossa), è stata osservata allo stato selvaggio per un periodo di oltre 30 anni. Nel 1952, sull'isola di Koshima, alcuni scienziati davano da mangiare alle scimmie delle patate dolci sepolte nella sabbia. Alle scimmie piaceva il gusto delle patate dolci, ma trovavano la sabbia assai sgradevole. Un giorno una femmina di 18 mesi chiamata Imo scoprì che era in grado di risolvere il problema lavando le patate in un ruscello vicino. In seguito insegnò questo trucco a sua madre. Anche i suoi compagni di gioco impararono a lavare le patate e lo insegnarono anche alle loro madri. Questa innovazione culturale fu gradualmente accolta dalle varie scimmie mentre gli scienziati le tenevano sotto osservazione.

Tra il 1952 e il 1958 tutte le scimmie giovani impararono a lavare le patate dolci per renderle più appetitose. Solamente gli adulti che imitarono i loro figli appresero questo miglioramento sociale, gli altri continuarono a mangiare le patate sporche di sabbia. Poi accadde qualcosa di veramente notevole. Possiamo dire che nell'autunno del 1958 vi era un certo numero di scimmie sull'isola di Koshima che aveva imparato a lavare le patate, non si conosce il numero esatto. Supponiamo che un dato giorno, quando il sole sorse all'orizzonte, le scimmie che avevano imparato a lavare le loro patate fossero 99. Supponiamo inoltre che proprio quella mattina, la centesima scimmia imparò a lavare patate.

A quel punto accadde una cosa molto interessante! Alla sera di quel giorno praticamente tutte le scimmie sull'isola avevano preso l'abitudine di lavare le patate dolci prima di mangiarle. L'energia aggiunta di questa centesima scimmia aprì in qualche modo un varco ideologico! La cosa più sorprendente, osservata da questi scienziati, fu il fatto che l'abitudine di lavare le patate dolci attraversò, in seguito, il mare. Infatti colonie intere di scimmie sulle altre isole ed anche gruppi di scimmie a Takasakiyama cominciarono a lavare le loro patate dolci!
E’ come se arrivare al punto di massa critica (idealmente 100 in questo caso) avesse instillato in tutte le scimmie una nuova coscienza comune.

Sembra perciò che, quando viene superato, un certo numero critico di elementi raggiunge una nuova consapevolezza e la medesima viene passata da una mente all'altra. Sebbene il numero critico possa variare, il Fenomeno delle Cento Scimmie indica che quando vi sono poche persone che conoscono qualcosa di nuovo, questo nuovo concetto rimane di loro esclusiva proprietà. Ma se a loro si aggiunge anche una persona in più, raggiungendo il numero critico, si crea una idea così potente da poter entrare nella consapevolezza di quasi tutti i membri di quel gruppo!
Forse adesso è più facile intuire perché siamo sottoposti a certi bombardamenti mediatici, perché siamo indotti a pensieri separatisti, perché la nostra opinione è un'energia così preziosa per qualcuno che ha interesse a fuorviare gli animi e custodire "delicati" segreti.

Sapere è potere ma anche libertà! Attributi che appartengono a tutti gli uomini, non solo ad una minoranza "eletta". Per evolvere e compiere con la giusta preparazione il grande salto che comunque ci attende, dobbiamo necessariamente sgretolare tutto ciò che non porta alla verità e apprendere chi realmente siamo, ritrovare il nostro centro.

Abbandonare le false convinzioni, perdonare a noi stessi e agli altri, essere ispirati, guardare con occhi limpidi la vita e scorgere il disegno nel quale ci stiamo muovendo, sono tutte cose che derivano da una grande consapevolezza. Uno stato consapevole si raggiunge con costanza e fiducia, amando prima di tutto se stessi, calmando la mente con pratiche meditative e coltivando un sano distacco da tutto ciò che può importunare la crescita interiore. Maggiore è la consapevolezza, maggiore sarà la sicurezza e la capacità di discernimento nella nostra esperienza. Potremo così finalmente accedere a noi stessi, connettendoci fino a sentire la necessità di salire un altro gradino ancora, contribuendo così a raggiungere quella massa critica che farà la differenza.

(articolo trattato da http://coscienzaevoluta.blogspot.com)

Sino a quando noi saremo intrappolati in questa macchina che logora coscienza e cervello, la storia che ne segue è un esempio perfetto, quando impareremo a lavare le patate, metaforicamente parlando?

di Bruno Giorgini - democraziakmzero.org
Giancarlo mi ferma sotto il portico: tu che hai studiato, perché l’infamia del debito e della caduta dell’euro, come ha detto Monti, dipende dalla mia pensione? Che colpa ne ho? Giancarlo ha lavorato in Germania e Francia, operaio migrante per una vita, poi è tornato in Italia e si è comperato un piccolo appartamento in una stabile di questa strada dentro mura, due stanze e un bugigattolo, come lo chiama, per i nipoti quando vengono a trovarlo.
Non ha la macchina, lui e sua moglie non vanno mai in vacanza e nemmeno al ristorante, ogni tanto il lusso di un trancio di pizza a taglio comperato dal pizzaiolo egiziano sotto casa. E poi dice anche che la mia pensione impedisce di dare lavoro ai giovani, che con la mia pensione rubo il loro pane, che rovino il futuro dei miei nipoti.
 A me un paere ad dvintè matt, a me pare di diventare matto, Giancarlo parla in dialetto, come tutti sotto questi portici compresi gli studenti calabresi e il pizzaiolo egiziano.
Allora cominciamo con l’aritmetica. Il debito italiano è di circa 1900 (millenovecento) miliardi di euro, gli interessi che lo stato italiano dovrà pagare l’anno prossimo saranno circa di 75-80 miliardi di euro, con la manovra sulle pensioni, blocco dell’indicizzazione oltre i 700 euro netti, aumento dell’età già dal prossimo anno per uomini e donne eccetera, al massimo il governo potrà tirar su 5 (cinque) miliardi, ovvero meno di un decimo, dal punto di vista del debito è un’unghia. Poi c’è il bilancio dell’Inps, che, meraviglia delle meraviglie, è in attivo tra contributi versati dai lavoratori e pensioni erogate. Il discorso si fa un po’ tecnico, però il risultato, conti alla mano, è inequivocabile: per il 2009 il saldo tra le entrate contributive, le trattenute, e le prestazioni pensionistiche (gli assegni effettivamente erogati al netto) risulta dare un avanzo di, udite udite, 27,6 (ventisette virgola sei) miliardi di euro. Cioè i lavoratori versano di più di quanto ricevono i pensionati. Poi lo stato mette le mani nelle tasche dell’Inps, e degli altri enti previdenziali, usandoli come una cassaforte, cioè spendendone i soldi per scopi diversi da quelli previdenziali (Luciano Gallino un po’ ovunque, Francesco Piccioni sul manifesto, ma si può anche chiedere a un qualunque funzionario onesto dell’Inps).
Ma allora io non rubo niente, mastica amaro Giancarlo, Non solo non rubi, ma mantieni lo stato, non so se si possa dire che lui si appropria in modo illecito dei tuoi soldi versati, certo non è molto etico, lo dico con altre parole, più crude, ma il senso è questo. Ecco perché ieri sera la signora piangeva in televisione, si vergognava, lacrime di vergogna erano. Aggiunge Giancarlo. E’ lei che deve vergognarsi, non io, chaio lavurè tot una veta, che ho lavorato tutta una vita. Lacrime e sangue. Lei ci mette due lacrime, io il sangue.
Perché alla oscenità dei tagli sulle pensioni, si aggiunge una oscenità ancora peggiore: instillare, tramite un martellamento mediatico che ormai dura da un ventennio almeno, un senso di colpa nei pensionati per il debito pubblico, per la disoccupazione giovanile nonché per il precariato. Quindi Giancarlo fa due domande, ma allora i giornali e  la tv dicono le bugie e fin qui la domanda è retorica, sì, dicono le bugie e/o mascherano la verità, poi viene quella vera per lui, perché il Partito- per Giancarlo ancora con la maiuscola tutto insieme Pci Pds Ds Pd – non dice queste cose, perché non si oppone, perché non fa una campagna per spiegare che noi pensionati non rubiamo niente anzi… perché lascia che sembri che abbiano ragione loro e che noi pensionati saremmo dei mangiapane  a tradimento.  E questo lo fa disperare ancora di più.
Già perché… ma intanto è arrivata la signora Maria  a raccontare le sua storia. Due anni fa, a 58 (cinquantotto) anni d’età, accettò di essere licenziata dall’azienda dove lavorava, una azienda che faceva parte di una multinazionale tedesca. Cioè decise di accettare la proposta di prepensionamento anticipato con il cosiddetto scivolo, due anni di mobilità a 800 euro al mese (cassa integrazione, insomma) che l’avrebbe portata fino alla pensione. Un accordo non privato, ci tiene a sottolineare la signora Maria, ma sottoscritto dalle parti, io, l’amministratore delegato come rappresentante dell’azienda e il sindacato come garante. Insomma un impegno, un patto pubblico, che adesso viene violato. Già col meccanismo delle finestre ero finita un anno dopo, cioè sarei andata in pensione nel luglio 2012, quando io i 60 (sessanta) anni li ho compiuti nel luglio 2011, insomma con dodici mesi di ritardo. Adesso devo arrivare nel 2013, ma intanto che fine fa l’indennità di mobilità? La signora Maria è furibonda, impotente e depressa, né pare che il sindacato voglia e possa far nulla però sono stati loro, i sindacalisti, a convincermi, c’è la crisi, favoriamo la ristrutturazione soft, intanto così si liberano posti per i giovani,  e adesso? Mi aumentano l’età lavorativa, quando sono disoccupata! e un lavoro alla mia età dove lo trovo.
Intanto nell’azienda giovani non ne hanno assunti, aumentando invece i carichi di lavoro su quelli rimasti. Qui c’è un’altra gigantesca menzogna, anzi una montagna di balle. Nel resto d’Europa i lavoratori andrebbero in pensione con le barbe bianche e i corpi cadenti, da noi tutti giovanotti  che fanno jogging. Ebbene in Italia l’età media di pensionamento per gli uomini è di 61,1 (sessanta uno virgola uno) anni, in Francia di 59,1 (cinquantanove virgola uno) anni, in Germania, la mitica dura severa Germania ueber alles, siamo a  quota 61, 8 (sessantuno virgola otto): se non è zuppa è pan bagnato. Per non dire delle famose aspettative di vita, un parametro che più insulso e antiscientifico non si può, cioè non è un parametro di niente se non la propaganda ideologica, stile i famosi piani quinquennali nella fu Urss.  O dell’evidente discrasia, sciocchezza diciamo, tra l’aumento dell’età pensionabile e la dichiarata volontà di incrementare l’occupazione giovanile.
A questa improvvisata mini assemblea sotto i portici si unisce anche Massimo. La mia mamma è fortunata, prende 800 euro lordi, quindi gliela aumentano col caro vita, a occhio e croce da 4 a 8 euro al mese, sai che bazza... perché si parla veramente di portare via ai pensionati gli spiccioli, quasi li si volesse umiliare più di quanto già non lo siano. Massimo lavorava col babbo come idraulico, un mestiere d’oro, beh, non sempre e non per tutti. Il babbo va in pensione e, a dispetto delle statistiche sulle aspettative di vita, muore un anno dopo. Aveva versato per la sua pensione 80.000 (ottantamila euro), e indietro non ha avuto quasi niente, sua moglie che percepiva la minima con la reversibilità arriva appunto a poco meno di 800 (ottocento) euro. Mentre la crisi incalza, il lavoro manca, Massimo non riesce a pagare l’affitto della bottega, viene sfrattato, mette gli attrezzi in una cantina di un vicino amico e comincia, più o meno come un immigrato, lui bolognese doc che mai se lo sarebbe neppure sognato, a darsi da fare come può e quando può nei cantieri, sempre più rari del resto, e anche nelle case i rubinetti si lasciano gocciolare perché soldi non ce ne sono, e deve anche aiutare sua madre perché con 800 euro al mese si fa poca strada. Mi viene da sbattere la testa contro il muro, poi ci pensa su, anzi sarebbe ora di sbattere la loro testa contro il muro. Dice.
Adesso arriva l’ultima domanda. E’ Giancarlo che parla: ma se non è  questione di soldi per pagare il debito, perché se la prendono tanto con noi pensionati, sultant parchè i son malegn, soltanto perché sono maligni? Già, perché tanto accanimento contro i pensionati? L’accanimento è contro le pensioni pubbliche, contro il diritto alla pensione. E bisogna metter mano a un po’ di economia politica per capire. Detto in gergo tecnico, il capitalismo soffre strutturalmente della cosiddetta caduta tendenziale del saggio di profitto,  che viene contenuta o rintuzzata tramite la massimizzazione del profitto. Ma questi profitti non possono venire oggi dalla produzione e vendita di merci, ormai per esempio il mercato dell’auto è vicino alla saturazione, lo stesso per lavatrici e frigoriferi, per non dire dell’energia eccetera. Allora ecco che due sono le idee, la prima: invece di produrre merci a mezzo di merci, si produce denaro a mezzo di denaro, è il trionfante capitalismo finanziario, un meccanismo di speculazione aggressiva fino al gangsterismo; la seconda attiene alla previdenza, la sanità e assistenza, e la formazione, scuola e università, tutti settori da rendere privati. Terreno per l’azione finanziaria e speculativa di compagnie assicurative, società di hedge founds, e altri mostri succhia sangue. Ma prima bisogna eliminare, distruggere, fare tabula rasa del sistema pubblico nel campo della previdenza, della formazione, della sanità. Per cui essere pensionati pubblici deve diventare una tortura, un tormento, una umiliazione e immiserimento continuo (negli ultimi 10  – dieci – anni le pensioni italiane hanno perso il 25% del potere d’acquisto, fonte Istat).
La pensione, la scuola, la sanità non devono più essere dei diritti sociali, in qualche modo e in parte sottratti al mercato, ma merci come tutte le altre, che comperi e paghi salato. La cosa si capisce ancor meglio se si considera che mentre il governo Monti bastona i pensionati, dall’altro lato, quello dei padroni, introduce forti agevolazioni fiscali per le aziende, con lo scandalo della mancanza di ogni tassa patrimoniale, che c’è anche in Francia, pur governata dalla destra, il 3% per patrimoni superiori a 300000 (trecentomila) euro e il 4% per quelli oltre i 400.000 (quattrocentomila). Ma allora da noi bisogna fare la rivoluzione, fera an buttaso, fare un buttasu, dice concludendo l’assemblea sotto i portici, Giancarlo e scuote la testa. Almeno non fa freddo, chiosa Massimo, ma neppure questa è una buona notizia, significa che il riscaldamento del pianeta avanza più svelto del previsto, e saranno guai grossi, molto. Ma non lo dico, per oggi di cattive notizie abbiamo fatto il pieno. Per la rivoluzione, chissà.
Morale? Trovatela voi . . .

Nietzsche: Frammenti di saggezza


     Posso dire tranquillamente che quest'uomo mi ha affascinato da subito, e grazie a lui mi sono inoltrato nel mondo della filosofia, i suoi libri li ho letti e riletti proprio come un cristiano leggerebbe la sacra bibbia, con la differenza che qui dio non ha dettato :-)
  • ·         Stirpe miserabile ed effimera, figlio del caso e della pena, perché mi costringi a dirti ciò che per te è vantaggiosissimo non sentire? Il meglio è per te assolutamente irraggiungibile: non essere nato, non essere, essere niente. Ma la cosa in secondo luogo migliore per te è morire presto. ( La nascita della tragedia)
  • ·         La verità è che la verità cambia. (Umano troppo Umano II)
  • ·         La demenza è rara nei singoli, ma è la regola nei gruppi, nei partiti, nelle epoche. ( Nietzsche , Al di là del bene e del male )
  • Ridere significa essere maligni con tranquilla coscienza.
  • Riguardo a sacrificio e spirito di sacrificio le vittime la pensano diversamente dagli spettatori: ma da tempo immemorabile non si è mai data loro la possibilità di dirlo.
  • Tutte le azioni sono essenzialmente ignote.
  • Se l'uomo percepisce la verità in uno stato di coscienza, vedrà ovunque solo la miseria e l'assurdità della vita... e un grande disgusto lo assalirà.
  • Se le foglie appassiscono – che c'è da lamentarsi?
  • Se si ha carattere, si ha anche una propria tipica esperienza interiore, che ritorna sempre.
  • ·         Io vi insegno l' oltreuomo. L'uomo è qualcosa che deve essere superato. Che avete fatto per superarlo? Tutti gli esseri hanno creato qualcosa al di sopra di sé e voi volete essere il riflusso in questa grande marea e retrocedere alla bestia piuttosto che superare l'uomo? Che cos'è per l'uomo la scimmia? RIFLESSIONI DI NIETZSCHE
  • ·         L'aforisma, la sentenza, sono le forme dell'eternità; la mia ambizione è dire in dieci frasi quello che chiunque altro dice in un libro, quello che chiunque altro non dice in un libro. ( Nietzsche )
  • ·         In me l'ateismo non é nè una conseguenza, nè tanto meno un fatto nuovo: esso esiste in me per istinto. Sono troppo curioso, troppo incredulo, troppo insolente per accontentarmi di una risposta così grossolana. Dio é una risposta grossolana, un'indelicatezza contro noi pensatori: anzi, addirittura, non é altro che un grossolano divieto contro di noi: non dovete pensare! (Nietzsche, Ecce homo)
  • ·         Se esistessero gli dèi che resterebbe da creare! (Nietzsche, così parlò Zarathustra)
  • ·         Se esistessero gli dèi, come potrei sopportare di non essere dio! (Nietzsche, così parlò Zarathustra)
  • ·         Ci si sbaglierà raramente, attribuendo le azioni estreme alla vanità, quelle mediocri all'abitudine e quelle meschine alla paura. ( Nietzsche ; Umano , troppo umano )
  • ·         Fidanzati messi insieme dalla convenienza spesso si sforzano di innamorarsi, per sottrarsi al rimprovero di freddo e calcolatore utilitarismo. Così pure, coloro che per i loro vantaggio si volgono al cristianesimo, si sforzano di diventare veramente pii; in tal modo la mimica religiosa riesce loro più facile.( Nietzsche ; Umano , troppo umano)
  • ·         Una cosa buona non ci piace quando non ne siamo all'altezza. ( Nietzsche ; Umano , troppo umano )
  • ·         Un'anima nobile non è quella capace di voli più alti, bensì quella che si innalza poco e cade poco, ma dimora sempre in un'aria e ad un'altezza più libere e luminose. ( Nietzsche ; Umano , troppo umano )
  • ·         Sono giunto alla conclusione ed esprimo il mio giudizio . Io condanno il cristianesimo , levo contro la Chiesa cristiana la più tremenda di tutte le accuse che siano mai state sulla lingua di un accusatore. Essa é per me la massima di tutte le corruzioni immaginabili; essa ha avuto la volontà dell' estrema corruzione possibile. La Chiesa cristiana non lasciò nulla di intatto nel suo pervertimento, essa ha fatto di ogni valore un disvalore, di ogni verità una menzogna, di ogni onestà un' abiezione dell' anima. " ( Nietzsche ," L' Anticristo " ) .
  • ·         Ed ora tutto l' ideale socialista : che altro é se non una balorda incomprensione di quell' ideale morale cristiano ? ... ci saranno sempre troppi possidenti perchè il socialismo possa significare altro che un attacco di malattia ; e questi possidenti sono come un uomo di una fede : si deve possedere qualche cosa per essere qualche cosa . Ma questo é il più vecchio e il più sano di tutti gli istinti : io aggiungerei : si deve voler avere di più di quanto si ha , per diventare di più ... Nella dottrina del socialismo si nasconde malvagiamente una volontà di negare la vita " ( Nietzsche , " La volontà di potenza " ) .
  • ·         Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Nietzsche, Aurora)
  • ·         " Quanto manca alla vetta ? " ;" Tu sali e non pensarci! " ( Nietzsche )
  • ·         Non esistono fatti , ma solo interpretazioni . ( Nietzsche )
  • ·         Dove voi vedete le cose ideali, io vedo cose umane, ahi troppo umane . ( Nietzsche , Ecce homo )
  • ·         La Chiesa é esattamente ciò contro cui Gesù predicò e contro cui insegnò ai suoi discepoli a combattere.(Nietzsche , La volontà di potenza)
  • ·         Che cosa é verità? Inerzia; l'ipotesi che ci rende soddisfatti; il minimo dispendio di forza intellettuale.( Nietzsche , La volontà di potenza)
  • ·          
  • ·         Tutta la bellezza e la magnificenza che abbiamo prestato alle cose reali e immaginate , io voglio rivendicarla come proprietà e opera dell' uomo : come la sua più bella apologia . L' uomo come poeta, pensatore , Dio , amore , forza ; ammiriamo la sua regale generosità , con cui ha fatto doni alle cose per impoverire se stesso e sentirsi miserabile ! Finora il suo maggiore disinteresse fu questo , che egli ammirò e adorò e seppe nascondere a se stesso che egli stesso aveva creato ciò che ammirava. ( Nietzsche , " La volontà di potenza " )
  • ·         Io vi insegno il superuomo. L' uomo é qualcosa che deve essere superato. Che avete fatto per superarlo? Tutti gli esseri hanno creato qualcosa al di sopra di sé:e voi volete essere il riflusso in questa grande marea e retrocedere alla bestia piuttosto che superare l' uomo?Che cosa é per l'uomo la scimmia?Un ghigno o una vergogna dolorosa. E questo appunto ha da essere l' uomo per il superuomo:un ghigno o una dolorosa vergogna. Avete percorso il cammino dal verme all' uomo,e molto in voi ha ancora del verme. In passato foste scimmie,e ancor oggi l' uomo é più scimmia di qualsiasi scimmia. E il più saggio tra voi non é altro che un'ibrida disarmonia di pianta e spettro. Voglio forse che diventiate uno spettro o una pianta?Vedete, io vi insegno il superuomo! Il superuomo è il senso della terra. La vostra volontà vi dica: sia il superuomo il senso della terra! Vi scongiuro, fratelli rimanete fedeli alla terra e non credete a quelli che vi parlano di speranze ultraterrene! Essi sono degli avvelenatori, che lo sappiano o no. Sono spregiatori della vita, moribondi ed essi stessi avvelenati, dei quali la terra è stanca: se ne vadano pure! Una volta il sacrilegio contro Dio era il sacrilegio più grande, ma Dio è morto, e sono morti con Dio anche quei sacrileghi. Commettere sacrilegio contro la terra è ora la cosa più spaventosa, e fare delle viscere dell'imperscrutabile maggior conto che del senso della terra! ( Nietzsche , Così parlò Zarathustra )
  • ·         Potrei credere solo a un dio che sapesse danzare . E quando ho visto il mio demonio , l' ho sempre trovato serio , radicale , profondo , solenne : era lo spirito di gravità , grazie a lui tutte le cose cadono . Non con la collera , col riso si uccide . Orsù , uccidiamo lo spirito di gravità . Ho imparato ad andare : da quel momento mi lascio correre . Ho imparato a volare : da quel momento non voglio più essere urtato per smuovermi . Adesso sono lieve , adesso io volo , adesso vedo al di sotto di me , adesso é un dio a danzare , se io danzo . ( Nietzsche , Così parlò Zarathustra )
  • ·         Dio é morto ; a causa della sua compassione per gli uomini é defunto Iddio . ( Nietzsche , Così parlò Zarathustra )
  • ·         Da quando vi sono uomini , l' uomo ha gioito troppo poco : solo questo , fratelli , é il nostro peccato originale ! ( Nietzsche , Così parlò Zarathustra )
  • ·         Ecco la tana della tarantola ! Vuoi vederla tu stesso ? Qui pende la sua ragnatela : toccala , che frema . Eccola venire docilmente : benvenuta , tarantola ! Nero sta sul tuo dorso il tuo triangolo e distintivo ; e io so anche che cosa si annida nella tua anima . Vendetta si annida nella tua anima : dove tu mordi , si forma una nera schianza ; con la vendetta il tuo veleno fa venire le vertigini all' anima ! Così io parlo per similitudine a voi , che fate venire le vertigini alle anime , voi predicatori dell' uguaglianza ! Tarantole siete voi per me , e in segreto smaniose di vendetta ! ... così parla a me la giustizia : - gli uomini non sono uguali - E neppure devono diventarlo ! Che sarebbe il mio amore per il superuomo se io parlassi diversamente ? Per mille ponti e sentieri devono sospingersi verso il futuro , e tra loro deve essere posta sempre più guerra e diseguaglianza : così mi fa parlare il mio grande amore ! ...Invero Zarathustra non é vento che ruoti vorticoso ; e se anche é un danzatore , non sarà mai un danzatore per morso di tarantola ! ( Nietzsche , Così parlò Zarathustra )
  • ·         E che? l'uomo è soltanto un errore di Dio? Oppure Dio è soltanto un errore dell'uomo? ( Nietzsche , Il crepuscolo degli dèi )
  • ·         Diffido di tutti i sistematici e li evito. La volontà di sistema è una mancanza di onestà. ( Nietzsche , Il crepuscolo degli dèi )
  • ·         Chi non sa' porre la propria volontà nelle cose, vi pone almeno un senso: crede, cioè, che in esse esista già una volontà . ( Nietzsche , Il crepuscolo degli dèi )
  • ·         Che non si commettano viltà verso le proprie azioni! Che non le si pianti poi in asso! Il rimorso è sconveniente. ( Nietzsche , Il crepuscolo degli dèi )
  • ·         "Ogni verità è semplice". Non è questa una doppia menzogna? ( Nietzsche , Il crepuscolo degli dèi )

Qui ne trovate molti altri

mercoledì 7 dicembre 2011

Nasci schiavo muori libero (riflessioni)

Pensiamo di essere liberi, pensiamo di essere in democrazia, pensiamo che il mondo è quello che vediamo
Sbagliato, solo per il fatto che ci rendiamo conto che tutto quello che ci circonda non è quello che vediamo non vuol dire essere liberi, assolutamente, siamo reduci da una programmazione che dura da millenni, hanno avuto molto tempo per affinare i sistemi.
Noi combattiamo con un sistema che ha una esperienza millenaria al solo scopo di rendere l’uomo schiavo.


Voi chiederete: ma schiavo di che?
Di tutto, dal lavoro al tempo passando per la medicina, il signoraggio, al consumismo, ecco il consumismo è quello che racchiude tutto, si sono inventati anche una malattia “sindrome d acquisto compulsivo
ma la verità è che il bombardamento è talmente forte da annullare in certi soggetti sensibili l’ultimo barlume d’intelligenza e il cervello programmato si blocca e ripete sempre la stessa azione come un computer in crash, lo stesso dicasi per il gioco, fonte di immensi guadagni per chi li pensa.
Alla nascita di un bambino si afferma che ha già un debito da saldare, senza contare la cosiddetta memoria ereditata tramite il dna, ma qui si entra in un campo immenso, poi il bambino viene letteralmente bombardato davaccinazioni.
Così il sistema immunitario non si sviluppa naturalmente con tutte le conseguenze, e si rimane vittime di sindrome autistica, sindrome di Guillain-Barré ecc. con molta contentezza da parte delle lobby farmaceutiche.
Il tempo, il tempo è stato inventato, in quanto non esiste, per farci vivere in perenne stato d’ansia, personalmente ho smesso di portare orologi, tanto dove ti giri ne trovi uno, ma mi sembrava di portare le manette e potrà sembrare una assurdità il tempo si allunga e cala l’ansia.
Il lavoro, il lavoro nobilita l’uomo e lo rende simile alla bestia, che cazzata, l’uomo non è nato per lavorare ma per evolversi e il lavoro ci fa fare esattamente il contrario, poi il fatto che ci renda simile alla bestia io non ho mai visto bestie lavorare volontariamente, loro vivono e basta.
I filosofi discutono da millenni sul significato della vita, penso che il significato della vita sia di viverla di fare esperienza.

Conosco persone che lavorano anche 15 ore, e mi fanno una gran pena, penso, ma quando lasceranno il corpo fisico che cosa gli rimarrà?
Noi come energia siamo eterni e la vita terrena è un soffio e allora che scopo ha dannarci l’anima per comprarci il telefonino, l’ultimo modello di macchina, fare tanti soldi, tutte queste cose prima o poi le dovremmo lasciare e ci porteremo solo il nostro io superiore che è letteralmente atrofizzato.
Dicono che usiamo solo il 10% del nostro cervello e che c’è una bella parte del nostro dna chiamato dna spazzatura, credo invece che sia la parte più preziosa di noi, la sindrome della centesima scimmia è un esempio lampante, quando tot. individui acquisiscono una certa conoscenza, raggiunta una massa critica la conoscenza viene aquisita automaticamente dalle seguenti generazioni e qui penso entri in gioco il dna spazzatura che tanto spazzatura non deve essere visto che la natura elimina le cose che non servono più, invece lui è sempre lì.
L’uomo è capace di incredibili capacità, la natura e piena di esempi come guarigioni spontanee, ci sono alcune tribù di aborigeni che comunicano con il pensiero, magia? No sono le potenzialità dell’essere qualunque esso sia.
Ho iniziato a fare meditazione qualche tempo fa, e mi sono reso conto che il mondo non è frenetico, siamo noi ad essere frenetici e allora chi se ne frega se ho la macchina vecchia la felicità è dentro di noi, debitamente sedata è ovvio perché se sei infelice compri.
Il nostro campo energetico è corrotto, narcotizzato, per questo ci ammaliamo, le vibrazioni che emaniamo, tutte le cose hanno una frequenza di vibrazione, è negativo ed in questo la tecnologia che ci regalano è nostra nemica, spegnete la televisione, e magari sentite un po’ di musica, alcuni dicono musica classica, io penso la musica che ti fa sentire bene.
Gli indiani toglievano il cuore dei loro caduti credendo che nel cuore si trovasse l’io superiore, l’anima o il centro vitale o come lo chiamate voi ora è stato scoperto che il cuore genera un campo energetico loro sicuramente ne sapevano molto più di noi sulla vita e per questo sono stati sterminati come con la caccia alle streghe, ma quali streghe erano solo persone che erano in sincrono con le vibrazioni dell’universo , è stata sempre data la caccia a queste persone.
Detto questo non credete a niente e a nessuno, credete solo in voi stessi, la forza è tutta in voi re- imparate a fidarvi del vostro istinto, l’istinto che ti salva e il mondo animale ne sa qualcosa,
Questo sono solo alcuni dei pensieri che turbinano in me, e certe volte mi causano mal di testa formato famiglia, ma son contento sto re imparando a pensare.
La battaglia è dura, ma iniziato il processo esso non può che andare avanti.
Concludendo penso che saremo totalmente liberi soltanto quando il nostro corpo materiale cesserà le sue funzioni e il nostro spirito sarà libero e si riunirà all’energia che permea tutto l’universo.
Zak, 
http://renovatio-zak.blogspot.com/2011/12/nasci-schiavo-muori-libero-riflessioni.html#comment-form

NOBILTA' NERA E SOCIETA' SEGRETE... (part 1°)


Prima d'addentrarsi di più nel "grande quadro", dobbiamo fare una piccola deviazione per rendere le cose un po' più chiare. Debbo ringraziare l'ex agente del M16, il dott. Jhon Coleman, che ha condotto una ricerca straordinaria, per le seguenti informazioni. Lui è l'unico che abbia mai scritto qualcosa in inglese sulla "Nobiltà Nera", e nel continente americano è un pioniere in questa ricerca.
Ho incontrato il dott. Coleman personalmente, e vi posso dire che egli è sincero nella sua intenzione (ho una mia facoltà personale per "leggere" o "verificare" le persone). Ma, sicuramente non sta rivelando tutto, come faccio io, per il semplice motivo che non vogliamo perdere le nostre teste.
Il dott. Coleman ci racconta la storia di un termine che non troverete in nessun libro o dizionario corrente: "La Nobiltà Nera". Sono le famiglie delle oligarchie di Venezia e di Genova, che avevano dei diritti di commercio privilegiati nel dodicesimo secolo. Il Dott. Coleman dice:

"La prima delle tre crociate, dal 1063 al 1123, instaurò il potere della "Nobiltà Nera" veneziana e rafforzò il potere della ricca classe dirigente. L'aristocrazia della Nobiltà Nera ottenne il potere assoluto su Venezia nel 1171, la nomina del doge fu trasferita a quello che fu conosciuto come il Gran Consiglio. Esso comprendeva i membri dell'aristocrazia commerciale, e ciò fu un totale trionfo per loro. Da allora Venezia restò nelle loro mani, ma il potere ed influenza della Nobiltà Nera veneziana s'estende ben oltre i suoi confini, e oggi nel 1986, è sentito in ogni angolo del globo.
Nel 1204, l'oligarchia distribuì delle enclaves feudali ai suoi membri, e da allora iniziò la grande crescita del suo potere e della pressione finché il governo non diventò una corporazione chiusa formata dalle più potenti famiglie della Nobiltà Nera."
La Nobiltà Nera si guadagnò il suo titolo facendo dei brutti scherzi, cosicché, quando la poplazione si ribellò contro i monopoli nel governo, come ovunque, i leaders della sommossa furono presto catturati ed impiccati brutalmente. Adoperano l'assassinio nascosto, l'omicidio il sequestro e lo stupro, mandano in rovina dei cittadini, o delle imprese ostili...

Allora chi sono queste famiglie?
Le più importanti sono:
House of Guelph (Britain)
House of Wettin (Belgium)
House of Bernadotte (Sweden)
House of Liechtenstein (Liechtenstein)
House of Oldenburg (Denmark)
House of Hohenzollern (Germany)
House of Hanover (Germany)
House of Bourbon (France)
House of Orange (Netherlands)
House of Grimaldi (Monaco)
House of Wittelsbach (Germany)
House of Braganza (Portugal)
House of Nassau (Luxembourg)
House of Habsburg (Austria)
House of Savoy (Italy)
House of Karadjordjevic (Yugoslavia)
House of Wurttemberg (Germany)
House of Zogu (Albania)
Come pure quelle famiglie che si trovano nell'albero genealogico dei Windsor.
("Black Nobility Unmasked Worldwide", dott. John Coleman, 1985).
Tutte le famiglie dell'elenco sono imparentate con la Casa del Guelfo, una delle famiglie originarie della Nobiltà Nera di Venezia, da cui discende la Casa di Windsor, e quindi l'attuale Regina d'Inghilterra, Elisabetta II. I Guelfi si sono talmente intrecciati con l'aristocrazia tedesca attraverso la Casa di Hannover, e di conseguenza dalla Casa di Guelfo - La Nobiltà Nera. Il re inglese Hannoveriano, Giorgio I, venne dal Ducato di Lüneberg, una parte della Germania Settentrionale, che fu governata dalla famiglia dei Guelfi fin dal dodicesimo secolo.


Albero genealogico della famiglia Windsor
Oggi i Guelfi mantengono il potere con il controllo del mercato delle materie prime. Per anni, hanno fissato il prezzo dell'oro, un articolo che non producono e non possiedono per conto proprio. La Casa dei Windsor controlla anche il prezzo del Rame, dello Zinco, del Piombo e dello Stagno. E, come vedrete, non è un fatto casuale che le principali borse merci si trovino a Londra. Le Società controllate dalle famiglie della Nobiltà Nera sono la British Petroleum, l'Oppenheimer, la Lonrho, la Philbro ed altri.
Un'altra famigli della Nobiltà Nera è il Grosvenor in Inghilterra per secoli, questa famiglia visse, come la maggior parte delle famiglie reali europee, con i canoni delle terre cedute in superficie. Oggi, questa famiglia possiede almeno 300 acri (1.213.800 mq) nel centro di londra! Le proprietà non sono mai state vendute, ma sono date in affitto con un contratto di locazione per 39 anni - il canone delle terre nel medioevo. Il Grosvenor Square, dove si trova l'ambasciata americana, appartiene alla famiglia Grosvenor, come pure Eaton Square. Nell'Eaton Square, gli appartamenti sono affittati a 25.000 Sterline al mese, e l'importo non comprende le spese di manutenzione.

Queste cifre vi daranno un'idea del patrimonio immenso che le famiglie della Nobiltà Nera raccolgono dai canoni d'affitto, e perchè le famiglie come i Windsor non sono affatto interessate al progresso industriale con la popolazione addizionale che mantiene.
Questa è l'unica ragione per cui queste famiglie "nobili" sono dietro alla maggior parte, se non a tutti i movimenti ambientalisti del mondo, che in definitiva mirano in modo velato a ridurre l'aumento della popolazione. Il principe Filippo ed il principe Carlo sono i simboli più in vista di questi movimenti, ed ambedue hanno parlato spesso con una totale insensibilità del bisogno di liberare il mondo di persone non desiderate. ("Black Nobility Unmasked Worldwide", dott. John Coleman).
Ma perché vi parlo della Nobiltà Nera?
Perchè sono i fondatori dellea società segreta dei nostri tempi da cui nascono tutte le altre che sono legate agli Illuminati - il "Comitato dei 300". Come vi farò vedere, il Club di Roma, il CFR, il RIIA, i Bilderberger, le Nazioni Unite, la Tavola Rotonda... tutti nascono dal "Comitato dei 300", e quindi, dalle famiglie della Nobiltà Nera europea.



http://itis.volta.alessandria.it/episteme/ep6/ep6-pubric.htm

Bene, e ora veniamo al punto più importante. Il dott. Coleman ha avuto perfettamente ragione fino adesso. lui pensa che la Nobiltà Nera europea sia la causa di tutto quel che non va. Però, almeno dal 17° secolo, ogni casa reale europea in assoluto è stata infiltrata dagli ebrei. Consideriamo il principe Carlo! Vi renderete conto di chi fossero i suoi antenati.
La Casa di Hannover sembra essere tedesca, ma è ebrea. Anche la Casa di Asburgo. Allora non furono in realtà i tedeschi che s'impadronirono del trono britannico.
Brillante, non è vero? (Le fonti: "Semi Goter" di Philip Stauff e "Judenblut im deutshen Adel" "Sangue ebreo nella Nobiltà tedesca) di Otto Fürst von Battailler).
La Nobiltà Nera europea ha la collaborazione delle famiglie americane come Harriman ed i McGeorge Bundy.
- Il Consiglio dei Trentatré: Vi si trovano i più importanti frammassoni del mondo politico, economico e religioso.

- Il Comitato dei Trecento: Fu fondato dalla Nobiltà Nera nel 1729 per occuparsi dell'attività bancaria internazionale, dei problemi legati al commercio e per sostenere il traffico dell'oppio. E' controllato dalla Corona britannica. Comprende l'intero sistema bancario mondiale e i più importanti rappresentanti delle nazioni occidentali. Tutte le banche sono collegate ai Rothschild attraverso il Comitato dei Trecento.
Il dott. Coleman pubblicò i nomi di 209 organizzazioni, 125 banche e 341 membri passati e presenti del comitato dei quali ve ne elencherò soltanto alcuni: Balfour Arthur, Brandt Willy, Bulwer-Lytton Edward, Bundy McGeorge, Bush George, Carrington Lord, Chamberlain Huston Stewart, Constanti, Casa di Orange, Delano Famiglia, Drake Sir Francis, Du Pont Famiglia, Forbes John M., Federico IX, re di Danimarca, George Lloyd, Grey Sir Edward, Haig Sir Douglas, Harriman Averill, Hohenzollern Casa di House, Inchcape Lord, Kissinger Henry, Lever Sir Harold, Lippmann Walter, Lockhart Bruce, Loudon Sir John, Mazzini Giuseppe, Mellon Andrew, Milner Lord Alfred, Mitterand Francois, Morgan J.P., Norman Montague, Oppenheimer Sir Henry, Palme Olof, Principessa Beatrix, Regina Elisabetta II, Regina Giuliana, Rainier Principe, Retinger Joseph, Rhodes Cecil, Rockefeller David, Rothmere Lord, Rothschild Edmond, Shultz George, Spellman il cardinale, Thyssen-Bornemisza il barone, Vanderbit, Famiglia von Finck, il barone, von Habsburg Otto, von Thurn und Taxis Max, Warbug S.G., Warren Earl, Young Owen.

- CFR:
Council on Foreign Relations fu costituito nel 1921 dal gruppo "Round Table" (Tavola Rotonda) ed è anche conosciuto come "l'establishment", "il governo invisibile" o "il ministero degli esteri dei Rockefeller". Oggi questa organizzazione semisegreta è una delle associazioni più influenti negli USA e tutti i suoi soci sono cittadini statunitensi senza eccezioni. Oggi il CFR esercita la propria autorità ferrea sulle nazioni del mondo occidentale, sia direttamente attraverso rapporti con organizzazioni similari, sia attraverso istituzioni come la Banca Mondiale di cui assume la presidenza. Dalla fondazione del CFR, tutti i presidenti americani eccetto Ronald Reagan ne erano stati membri prima della loro elezione. Il vice presidente di Reagan, George Bush ne era membro. Nel 1977 Bush era addirittura direttore del CFR. Il CFR è controllato dal gruppo Rockefeller e vuole attuare l'obiettivo di quest'ultimo, un unico governo mondiale.

- Teschio e Tibie: è la cerchia più segreta del CFR. I suoi membri lo chiamano semplicemente "l'ordine". Alcuni lo identificano per più di 150 anni come il Locale 322 di una società segreta tedesca. Altri lo chiamano la "fratellanza della morte". L'ordine segreto del Teschio e Tibie fu introdotto all'università di Yale nel 1833 da William Huntington Russel e Alfonso Taft. Russel l'aveva portato a Yale dal suo soggiorno studentesco in Germania nel 1832. Nel 1856 l'ordine fu incorporato nel Russel Trust. Tra l'altro l'ordine costituisce la cerchia ristretta, l'élite, del CFR. Dal 1833 Teschio e Tibie è stato dominato dai seguenti imperi di famiglia:
Rockefeller (Standard Oil)
Harriman (Ferrovie)
Weyerhaeuser (Legname)
Sloane (Commercio al dettaglio)
Pillsbury (Mulini da grano)
Davison (J.P.Morgan)
Payne (Standard Oil)

- Tavola Rotonda: Cecil Rhodes, membro del Comitato dei 300, fondò la "Tavola Rotonda" in Inghilterra il 5 febbraio 1891. Tra i cosi fondatori si furono Stead, Lord Esher, Lord Alfred Milner, Lord Rothschild e Lord Arthur Balfour. L'assetto del gruppo fu -come l'SS di Hitler- copiato dalla Società di Gesù, l'ordine gesuita. Il principale obiettivo di questo gruppo fu l'espansione dell'impero britannico nel mondo con l'inglese come lingua universale. In realtà, Rhodes si sforzò di costruire un governo mondiale per il bene dell'umanità, ma il gruppo fu poi infiltrato dagli agenti degli Illuminati.

- Bilderberger: questa organizzazione segreta fu costituita nel maggio 1954 all'Hotel de Bilderberger a Oosterbeek in Olanda dal Comitato dei Trecento. I Bilderberger sono un gruppo di circa 120 persone dell'alta finanza dell'Europa occidentale, degli USA e del Canada. I loro principali obiettivi sono un governo mondiale per l'anno 2000 e un esercito mondiale sotto l'egemonia dell'ONU. Il gruppo è anche chiamato il "governo mondiale invisibile".
Un gruppo di consiglieri composto da un comitato di direzione (24 europei e 15 americani) decide chi sarà invitato alle riunioni. Però non tutti i partecipanti sono degli "iniziati". Possono solo rappresentare dei gruppi d'interesse o altre personalità. Alcuni dei più importanti rappresentanti internazionali sono o erano:

Agnelli Giovanni
Brezinski Zbigniew
Bush George
Carrington Lord
Dulles Allen
Clinton Bill
Ford Henry II
Gonzales Felipe
Jankowitsch Peter
Kennedy David
Kissinger Henry
Luns Joseph
Lord Roll of Ipsden
McNamara Robert
Martens Wilfried
Palme Olof
Reuther Walter P.
Rockefeller David
Rockefeller John D.
Rockefeller Nelson
Rothschild Edmund de Tindemanns
Warbug Eric D.
Warbug Siegmund
Worner Manfred

- Commissione Trilaterale: questa organizzazione segreta fu fondata nel giugno 1973 da David Rockefeller e Zbigniew Brezinski per il Comitato dei Trecento, e si mise al lavoro perché le organizzazioni esistenti come l'ONU non portavano avanti la costituzione di un governo mondiale unico in modo abbastanza celere. Ci voleva una spinta. Questa organizzazione elitaria mira a riunire i massimi dirigenti dei giganti industriali e commerciali, cioè delle nazioni trilaterali - gli USA, il Giappone e l'Europa occidentale - per imporre un "Nuovo Ordine Mondiale". L'organizzazione ha circa 200 membri che, al contrario dei Bilderberger, lo sono a vita.
La Commissione Trilaterale controlla tramite i membri del CFR, l'intera economia degli USA con le lobby per la politica, i militari, il petrolio, l'energia e i media. I membri sono direttori d'azienda, banchieri, agenti immobiliari, economisti, esperti di scienze politiche, avvocati, editori, politici, dirigenti sindacali, presidenti di fondazioni e giornalisti.
I più importanti:
Brezinski Zbigniew
Bush George
Clinton Bill
Kissinger Henry
McNamare Robert
Rockefeller David
Rockefeller John D.
Rothschild Edmund

- Il Club di Roma: è un gruppo di membri internazionali dell'establishment provenienti da circa 25 paesi (circa 50 persone). Fu fondato ed è finanziato dal clan di Rockefeller dal loro podere a Bellagio, in Italia. Ancora una volta il principale obiettivo è un governo mondiale sotto il controllo dell'élite. Il Club di Roma aveva anche elaborato una religione mondiale e adottò l'opinione sbagliata di una crisi energetica e di una sovrappopolazione sulla Terra diffusa dai media. Secondo William Cooper, a quanto pare svilupparono anche il virus dell'AIDS e lo fecero diffondere allo scopo di iniziare il programma di una grande pulizia razziale per il governo mondiale.

- Le Nazioni Unite: ONU gli orientamenti per la Lega delle Nazioni furono accettati e approvati al congresso dei frammassoni a Parigi il 29/30 giugno 1917. Fu l'inizio della Lega delle Nazioni costituita a Ginevra nel 1919. L'Organizzazione delle Nazioni Unite nacque nel 1945 a San Francisco su quei principi. E' un'istituzione modellata dagli Illuminati, la più grande loggia massonica del mondo, nella quale tutte le nazioni del mondo si uniranno. L'ironia è che, secondo il riassunto delle regole del machiavellismo, punto quattro, nella prefazione, la gente di tutte le nazioni presenti nelle Nazioni Unite chiede ora che questa istituzione risolva tutti i suoi problemi, e che intervenga per far cessare le guerre; benché gli uomini che idearono quell'istituzione siano gli stessi che fomentarono tutte le guerre degli ultimi due secoli.
In pubblico l'ONU sembra essere un buon amico di tutti quanti che "si occuperà di tutti i problemi". Almeno 47 membri del CFR erano tra i delegati americani fondatori compreso David Rockefeller. L'emblema dell'ONU è chiaramente un simbolo massonico.
I campi a trentatré gradi del globo dell'ONU rappresentano i trentatré gradi del Rito scozzese della massoneria. Le pannocchie di granturco con tredici chicchi ciascuna su entrambi i lati del globo simboleggiano i tredici gradi della gerarchia degli Illuminati e si riferiscono al numero tredici, che per gli ebrei è il numero che porta fortuna. Il numero tredici è il più importante numero nella frammassoneria e ha vari significati. Gesù ebbe dodici discepoli e lui stesso fu il tredicesimo. Nella Cabala, nella numerologia e con la tredicesima carta dei tarocchi, "la Morte", il tredici significa la trasformazione, l'alchimia, la rinascita, la fenice che risorge dalle ceneri, la consapevolezza dei segreti e perciò la capacità di materializzarsi e di smaterializzarsi, la capacità di creare dall'etere.
Tutti i membri delle famiglie reali della "Nobiltà Nera" obbediscono al loro capo, il papa. Attualmente, Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XVI.

Tratto da "Le Società Segrete e il loro Potere nel XX Secolo. Una Guida attraverso gli Imbrogli delle Logge con l'Alta Finanza e la Politica. Trilater Commission, Bilderberger, CFR, ONU; di Jan van Helsing.
Edizione in italiano. Traduzione in italiano di Don Var Green. Edizioni Andromeda, 1997.



Fonte http://maestrodidietrologia.blogspot.com/2011/12/nobilta-nera-e-societa-segrete-part-1.html

martedì 6 dicembre 2011

A proposito di UFO e di Z. Sitchin...

Bene bene, i sospetti sono divenuti realtà. Anche Sitchin era un massone. Credo vi siano più prove in quella stretta di mano finale, piuttiosto che nelle riprese in loggia. Il che implica che egli, a suo tempo, come altri fratellini, avesse accettato pienamente l'AGENDA degli Arconti: DISINFORMARE, DEVIARE, DEPISTARE, PORTARE LONTANO, SVUOTARE, INGANNARE, MISTIFICARE. Alla fine, anche loro sono PUPAZZI
Fonte http://mikeplato.myblog.it/il-male-e-gli-arconti/

Interessante, sempre da Mike Plato, anche questo

L'FBI AMMETTE: GLI UFO SONO DI ORIGINE MULTIDIMENSINOALE

ufo122zoom.jpg



LA NOTIZIA E' DA URLO. LO VADO SCRIVENDO DA TEMPO SU XTIMES (ma anche sul mio blog) CHE IL FENOMENO UFO E' DI NATURA SOVRA-DIMENSIONALE, E NON CERTO MATERIALE...
IL DOCUMENTO CHE VI POSTO E' UN "DECLASSIFICATO TOP SECRET" CON CUI LA FBI DICHIARA APERTAMENTE CHE UFO E ALIENI PROVENGONO DA PIANI VIBRAZIONALI PIU ELEVATI....LA FBI PARLA DI LOKAS, CITANDO UNA TERMINOLOGIA GNOSTICO-INDUISTA
COMMENTERO' QUESTA "BOMBA" SULL'XTIMES DI GIUGNO. E' DA 10 ANNI CHE NON AVVIENE QUALCOSA DI COSI' ECLATANTE NEL MONDO DELL'UFOLOGIA...
PER IL MOMENTO, MEDITATE

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...