"THE END"

sabato 23 luglio 2011

Milioni di "Yes Man", sissignore, si capo, si badrone


Quante volte avete detto -Si- in vita vostra? E in cambio cosa avete ricevuto per ogni Si strappato, pensateci bene....


La Cultura della Visibilità vi ucciderà. E anche Facebook. 01/04/2010.


[...]Guardate, non c’è tanto da aggiungere, ma se non si vuole capire che la Cultura della Visibilità massmediatica (leggi: essere Vip e se non lo sei non esisti) è ciò che vi fa mettere me al centro e voi ai margini, che è un male che vi/ci ha tutti infettati anche nell'alternativa, anche lì!; se non vi rendete conto neppure dopo ciò che ho detto e scritto che essa è lo strumento che il Potere ha calato sul Pianeta per fermarne la Storia; se ancora non comprendete che voi, sì proprio voi 'diversi', ne siete zuppi al punto grottesco[...]
Vi mentite, e non ve ne vergognate. Ho visto con ribrezzo crescere in Italia il mondo dei patetici ‘grillini’, gente che si mentiva fino al ridicolo nel definirsi cittadini critici, quando nella realtà senza quel nomignolo da cartone animato e senza il Vip Beppe non solo non sarebbero mai esistiti, ma mai avrebbero neppure pensato collettivamente: cervelli inerti in attesa della Casaleggio Associati per concepire un passo (liste civiche? V-days? Parlamento Pulito?).Prima di loro, al grido di “non perdiamoci di vista”, c’erano stati quelli del Vip Nanni Moretti. Non parlo neppure dei di pietrini,travaglini, cioè le camice brune risciacquate di fresco dal massone De Benedetti ma del tutto decerebrate dal vippismo dei loro idoli. Poi i Riccaboys, i falseflag people di Mazzucco, la signoraggiocrowddi Zeitgeist, e persino i Zanotellipeaceniks. Tutti bugiardi che spergiurano di essere persone pensanti, e non è vero. Mai sono esistiti prima e mai sarebbero esistiti senza (quei Vip). Né esisteranno dopo; [...]
Io sono una Garzantina, Travaglio è una GarzantinaMoni Ovadia, Fo, Serra, Fini, sono Garzantine. Chi vi  informazioni non può mai essere un simulacro, i simulacri siete voi, va cambiata tutta questa cultura idiota dove un volto diviene implacabilmente la venerata Madonna (delle regole: Gherardo Colombo - dell’anti Silvio: Travaglio - dell’antimafia:Saviano - del giornalismo: Santoro - dell’anti-antitutto: Barnard…)
Facebook è una trappola dove milioni di persone hanno consegnato alle multinazionali del futuro, quelle Web, i propri dati personali/gusti/idee/intenzioni, e dove si perpetua il disegno della Commissione Trilaterale del 1975 di rincretinire milioni di cittadini affinché divenissero marginali. L’attivismo di tastiera in cui milioni di persone sono cadute trova il suo apogeo nell’illusione che “grazieai social network le informazioni si diramano”. NON E’ VERO!! E’ vero il contrario, cioè che per colpa di questo maledetto aspetto della Rete siamo sempre più inutili e incapaci di uscire di casa e agire. Per colpa della Cultura della Visibilità alternativa, del tutto identica a quella di Clooney, Pitt, Briatore e Corona, con al loro posto Grillo, Gabanelli, Travaglio, M. Fini e soci, milioni di noi sono inerti seguaci e mai cittadini protagonisti e centrali.

Fonte dove trovate tutto l'articolo da cui ho estratto la sintesi è
http://caneliberonline.blogspot.com/2011/07/la-cultura-della-visibilita-vi-uccidera.html#comment-form, troverete anche un mio commento, smettetela di essere degli inutili "Yes Man", sissignore, lavorate di Domenica, sissignore, turni che sfasciano il fisico, sissignore, borse lavoro da 200 euro al mese, sissignore, stipendi dove il 70% viene mangiato dal mutuo\affitto, sissignore, stage di tre mesi dove lavori gratis, sissignore,  e infine, ciliegina sulla torta, date i soldi alla banca ogni fine mese, e guardate cosa fanno coloro che oltre a non rappresentarvi vi offendono, http://espresso.repubblica.it/dettaglio/brunettas-list/2154559/Dopo aver mandato a quel paese 'l'Italia peggiore', Brunetta si sposa con la sua Titti. E nella lista di nozze chiede dieci tappeti preziosi, 13 tavoli, 54 lampade e tre olivi da 4.500 euro l'uno. Decisamente, non saranno nozze da precario.



Perché i precari si sposano? Ma da quando, se ci prendono per il culo in tutto il mondo per il fatto che ragazzi over 30 vivono ancora con i genitori! La faccenda che mi schifa è che hanno il coraggio di chiamarli "bamboccioni", e loro, invece, non hanno il coraggio d’autodefinirsi "Mascalzoni". Persone costrette a lavorare per mille euro al mese, (finché le trovano e se non le trovano tra gli italiani importano dall'estero), quando LORO vivono con 500 mila euro all'anno, minimo!




Più coglioni di così si può essere? Viene da pensare davvero che stanno controllando le menti, HAARP, scie chimiche, psicofarmaci nell'acqua e nel cibo, MA, come mai ogni tanto qualcuno dice no? Difetto di funzionamento del programma? Pazzia? Cattivo ammaestramento? Mah, rimarrà un dubbio sino alla morte temo proprio.



Dioniso777

Guardate, attori micidiali, piangi dalle risate, ma in Tv vanno solo una volta all'anno il Sabato sera a mezzanotte, cioè audience molto scarso, è qui che mandano le trasmissioni sconode

Io sono del Nord, ma a detta di Maurizio Costanzo piacciono molto anche a coloro che non provengono dalla Lombardia, sono i Legnanesi, il primo gruppo Italiano di travesta, 1948, e ci credo che piacciano anche ai meridionali , sono esilaranti e pungenti, guardatevi alcuni spezzoni, Io li ho conosciuti a Dicembre 2010, sul terzo canale Rai alle 23.45 mandavano in onda spettacoli teatrali ogni settimana, il teatro mi piace molto, poco prima di Natale abbiamo visto questi, MITICI, è dir poco, ascoltate cosa dicono e capirete perché non vanno in televisione in prima serata, hanno detto No a zelig, se cercate i loro filmati capirete il perché. Buona Visione, questo è solo un estratto di un loro spettacolo, durano in media tre ore ognuno, Io me li sono fatti spedire, sono rarissimi in rete, si trova qualche tre minuti su youtube, guardate e pensate a cosa dicono!


video
Qui la battuta era:"Ma a noi cosa ci interessa Mabilia, siamo in una botte di ferro, tuo padre si è andato in pensione, ha preso tutto e investito...."
Investite, investite dicevano i banchieri quando già da un anno prima sapevano che il crollo doveva avvenire! Ho visto l'intervista di un uomo solo, la moglie morta, il figlio invalido che dopo una vita di lavoro ha perso 100mila euro, e lui piangeva, chi penserà a mio figlio? Mettiamoci nei suoi panni, perché non ritirate i soldi dalle banche, invece mese dopo mese pagate perché investano i vostri soldi? Bah, non vi capirò mai.....se devo pagare mi prendo una cassetta di sicurezza, o sbaglio?


video
Acqua su Marte, quando un miliardo di persone non ce l'hanno sulla terra.

video


video

Vero che paghiamo fior fiore di finanze e varie forze in divisa o borghesi perché facciano cosa alla fine? La lotta alla droga per esempio? Quanti soldi buttati via per niente. Proteggono forse i più deboli? A me risulta che vengano manganellati spesso e volentieri i più deboli,  che dire, evviva le forze dell'ordine.


Dioniso777



venerdì 22 luglio 2011

Osservate la santa chiesa chi è per davvero, e se qualcuno di voi la frequenta, VERGOGNATEVI!!!!

Ecco a voi un articolo splendido su cosa rappresenta la chiesa, estremamente "reale", perfetto per dimostrare chi sono SEMPRE stati
Ma per quale assurdo motivo le chiese sono ancora piene la Domenica e sopratutto Piazza San Pietro? La cosa che mi rammarica di più, è che posso tollerare gli anziani che di cultura ne hanno veramente poca di soliti, MA vi sono giovani, giovani con il cervello bruciato evidentemente, leggete anche questa se non lo avete già fatto,http://www.nocensura.com/2011/05/don-seppia-il-prete-pedofilo-che.html, prete pedofilo, che va a Milano a prendere la droga, ecco un esempio dei soldi delle offerte dove vanno a finire, che vuole colli morbidi e sotto i 14 anni, gli fornisce droga, un pusher, suo collega di spaccio evidentemente glieli procurava, ragazzi con problemi o vita disastrata, peccato che oltre a questo scempio, il suddetto prete fosse anche sieropositivo, questa gente non va messa in galera, la devono appendere in piazza, (proprio come loro hanno fatto per secolo con gli eretici), e ogni genitore gli dovrebbe fare quello che desidera, una morte lenta e dolorosa il più possibile! Ma dovrebbero vietare, Io lo farei immediatamente se fossi proprietario di una Tv, le trasmissioni di un Papa che appartenne alle SS, Ratzingher, lo vieterei immediatamente, altro che santa messa la domenica mattina su rete di stato, ipocriti che non siete altro!

Ecco il caro Adolf con chi dialogava, non lo trovate almeno strano, se non vergognoso?!?!?!

 , in fondo tra i nazisti e i clericali cosa cambia, non erano loro che si stringevano la mano nella seconda guerra mondiale?

E oggi, cos'è cambiato in fondo?

Guardate che bella accoppiata, uno è un serial killer, l'altro viene dalle S.S., evviva la PACE!
E questi sarebbero benedetti dal signore, o peggio, rappresentano la giustizia, l'uguaglianza e balle varie?

Hitler non era pazzo e gli omosessuali sono peggio degli animali" .. parola di Monsignor Babini

Se il vostro vicino di casa avesse questa faccia, sareste tranquilli?


A volte leggendo le dichiarazioni di certi "autorevoli" prelati .. rimango davvero allibito!!!!!!!!! Di frasi poco .. ortodosse , se così si può dire, ne potremmo trovare a bizzeffa , come ho mostrato ieri in un altroarticolo , ma monsignor Giacomo Babini,Vescovo Emerito di Grosseto non è nuovo a queste cose ... tempo fa rilasciò la discussa intervista in cui dichiarava :

"Come Vescovo che non cede alle lusinghe della modernità, dico che la pratica conclamata della omosessualità é un peccato gravissimo, costituisce uno scandalo e bisogna negare la comunione a tutti coloro che la professino, senza alcuna remora, proprio in quanto pastori di anime. Io non darei mai la comunione ad uno come Vendola 

E se nn bastasse " mi fa ribrezzo parlare di queste cose e trovo la pratica omosessuale aberrante, come la legge sulla omofobia che di fatto incoraggia questo vizio contro natura. I Vescovi e i pastori devono parlare chiaro, guai al padre che non corregge suo figlio. Penso che dare le case agli omosessuali, come avvenuto a Venezia, sia uno scandalo, e colui che apertamente rivendica questa sua condizione dà un cattivo esempio e scandalizza"

Parlando ancora degli omosessuli "chi ha la tendenza ha diritto alla misericordia e non ad essere discriminato, ma colui il quale addirittura ne fa vanto, si mette fuori della comunione della Chiesa e non merita questo sacramentoFanno in tempo a pentirsi da questo orribile difetto. Lo ribadisco: all'omosessuale praticante e conclamato non va amministrata mai la comunione, quando si presenta davanti, il ministro abbia il coraggio di tirare avanti. Ad uno come Vendola io non la amministrarei mai"

Frasi che fecero scalpore e che suscitarono grandi polemiche (QUI potrete trovare l'intervista completa) intorno il vescovo di Grosseto , anche per la famosa , ormai, frase rivolta contro l'onorevole Vendola ... ma eccolo con nuove fuorvianti dichiarazioni ( rilasciate sul sito di Pontifex)  ....... essendo in pieno scandalo pedofilia , naturalmente il tema è proprio questo , oltre a rivolgere nuovi attacchi e insulti agli omosessuali .. leggete e rabbrividite :

"La Chiesa deve chiedere perdono? E per cosa" si chiede Babini ... arrivando perfino a denunciare un presunto attacco sionista ai danni del Papa ( attacco che ha scatenato le reazioni da varie parti della società ebraica statunitense che hanno richiesto un intervento della Cei), dichiara che: “l’olocausto fu una vergogna per la intera umanità,ma ad esso occorre guardare senza retorica e con occhi attenti. Non crediate che Hitler fosse solo pazzoLa verità é che il furore criminale nazista si scatenò per gli eccessi e le malversazioni economiche degli ebrei che strozzarono la economia tedesca. Una tanto veemente reazione si deve anche a questo, la Germania era stanca delle angherie di chi praticava tassi di interesse da usura”.

E parlando degli omosessuali sentite un po' cosa riesce a dire ....  “[Gli omosessuali, ndr] accettino serenemante la loro croce e la malattia con santa rassegnazione. Altri invece praticano la omosessualità e persino se ne vantano. A loro dico che persino gli animali rispettano l’ordine della natura e loro no, da questo punto di vista meglio la regolarità degli animali” 

E ancora , alla domanda se darebbe i sacramenti ad un gay conclamato, risponde : "la comunione certo no.Per il funerale se dovessimo applicare il diritto canonico direi di no, ma alcune volte i parenti ti chiedono l'impossibile e pretendono una chiesa che lavora a gettone. Certo, bisogna sempre far prevalere la misericordia per quanto riguarda il suicida e credo che sia giusto dar loro il funerale. Per l'omosessuale che pubblicamente ha oltraggiato la chiesa e l'ordine etico direi no".

E' proprio vero, al peggio non c'è mai fine!

giovedì 21 luglio 2011

Mr Simpatia, poi seguono miei pensieri sul cancro che sta devastando le nostre menti

Mr Simpatia, poi seguono miei pensieri sul cancro che sta devastando le nostre menti
Un testo che descrive molto bene la mentalità dell'italiota medio 


Quando giro in città c’è chi mi chiede curioso “hei Fibra come mai non sei ancora famoso?” 
Lascia che ti dia questa spiegazione qua io mica aspetto un treno che passò anni fa 
Questa vita è paranoica così come è io scrivo rime e senza queste ucciderei vengo dal settantasei 
Con il suono assassino io voto si per l’aborto al mio primo bambino noi veniamo dal buio 
Ed è li che torneremo con il rosso negli occhi ormai gonfi di veleno sento la frustrazione 
Il sangue in ebollizione piango in continuazione senza motivazione per questa educazione 

Ci mette in soggezione sentendomi colpevole anche senza l’intenzione Cristo che religione 
Mi azzera ogni emozione mi vedo in punizione dopo l’eiaculazione se provo l’attrazione 
Ma quale protezione coprendo il mio organo di riproduzione è la deformazione bella consolazione 
Ragazza col pancione Madonna che impressione mia madre è in depressione per questa concezione 
Dalla benedizione al peccato e confessione ma in questa situazione aumenta la disperazione 
Per questa p***o Dio di crocifissione!
 
Quando giro in città c’è chi mi chiede curioso “hei Fibra come mai non sei ancora famoso?” 
Lascia che ti dia questa spiegazione qua io mica aspetto un treno che passò anni fa 
Questa italia è paranoica impazzisco qui la Madonna quando piange che va al TG 
Questa chiesa crea dei mostri per spaventarci molte madri sono al mondo per soffocarci 
Molte volte questo dio vuole arbitrarci molte volte questo credere può limitarci 
Stando soli preghiamo puntiamo ad incoraggiarci quando invece il Vaticano può soltanto castrarci
 
Questa chiesa fa di tutto per addomesticarci vuole terrorizzarci con bugie per congelarci 
I miei spermatozoi sono tutti marci non conosco una sola persona che possa salvarci 
Qualunque canzone italiana punta a rattristarci qualunque regista in Italia punta ad annoiarci 
Non passano i porno potremmo almeno masturbarci che andiamo a puttane 
Ma non dobbiamo innamorarci in classe mettono un crocifisso per educarci ti prendono a schiaffi 
Se lo stacchi tu non provarci ma quante ragazze che all’estero sono diverse intendo diverse nel senso 
Dovresti scoparci in questa nazione spendiamo il tempo a complessarci ma senza confrontarci 
Dovrebbero influenzarci diverse culture ma senza entrare e uscire a calci ma siamo razzisti per noi 
È un classico alienarci da quanti pregiudizi cominciamo anche a spellarci tanto vale a sto punto 
Un bel sottovuoto ad intubarci dovrebbero incollarci uno all’altro per poi drogarci ma con le nuove leggi possiamo solo ubriacarci possiamo intossicarci di alcolici e poi schiantarci ma non legalizziamo il papa tende a denunciarci mentre fumano questa erba per cui stanno ad arrestarci in questo mare di complessi in cui vogliono affogarci con delle trasmissioni fatte per ipnotizzarci come fossimo animali 

Non vorranno imbalsamarci? Vorranno massacrarci ancora un po’ con l’inquinarci con delle storie assurde come per addormentarci cosa vuoi paralizzarci solo per controllarci vorresti illuminarci? 
Vuoi sensibilizzarci? Non possono sfollarci in questo mondo puoi restarci e invece di aiutarci noi 
Potremmo anche spararci


Le leggende metropolitane, ovvero quelle che i ciarlatani del medioevo diffondevano, oggi vi sono i ciarlatani per eccellenza, i media “mainstream”, non cambia se su carta o dal monitor di una televisione, ma quello che apprendi è una realtà distorta, cambiano le parole, o meglio ne cambiano il significato, mettono immagini in modo che la notizia appaia a tutti sotto una prospettiva, un solo punto di vista, quello voluto da chi li finanzia, sono molte generazioni che questi stanno imbevendo il cervello di stupidaggini, hanno creato il male, il mitico Bin Laden e Al Qaida sono esempi eclatanti di quelle balle che ci “impongono” come verità. Un piccolo aneddoto, Al Jazeera, la tivvù mainstream del mondo arabo, ha come finanziatori multinazionali americane, e se non bastasse inoltre, trasmette da satelliti americani, quindi se l’America gli girano i cosiddetti, domani sposta satelliti di due gradi e buonanotte Al Jazeera! Gli spettatori di Beppe Grillo questo lo sanno, anche se purtroppo il caro Beppe dal 2005 è proprietà della Casaleggio Associati, per chi non la conoscesse ancora la rete di informazioni ne propone moltissime, come al solito sta a voi incollare i pezzi del puzzle.
In vari articoli che studiavano gli effetti del tubo catodico, ora evoluto e diventato LCD, o plasma, che il cervello quando osserva la televisione, emette delle onde cerebrali che sono le stesse che mette in circolazione nella fase prima del sonno, è quindi passivo, non reattivo, e perciò diviene proprio una spugna pronto a essere imbevuto di qualsiasi menzogna e stupidaggine. Io da 1997 non ho più guardato la televisione, è proprio rimanendo molto tempo senza osservarla che ti rendi conto immediatamente di quanto sia basso il livello d’intelligenza che propone come verità di vita, modo d’essere, è zeppa di falsi stereotipi e messaggi subliminali, emette concetti totalmente opposti a quello che nel mondo si osserva, se  esiste un nemico della mente, nessuno lo può rappresentare meglio della tanto seguita televisione, il suo scopo è proprio quello di “bruciare” i cervelli, e da qui se ne capisce il totale stato ipnotico della nostra era moderna, siamo una massa ipnotizzata e resa eternamente  adolescente, se non bambina più probabilmente.

Ci mostrano uomini e donne costruiti, griffati e alcolizzati, hanno vietato la pubblicità sul tabacco, (tanto la droga è già stata diffusa su larga scala, pubblicizzarla non serve nemmeno più), ma in compenso le sostanza alcoliche appaiono ogni 14 minuti sul monitor, e naturalmente chi ne fa uso è sempre bello, vestito alla moda, felice e circondato da belle ragazze, ecco a voi la felicità:”Illusioni”. Ma poi vengono a toccare i nostri sentimenti con le stragi del Sabato sera, ma se è colpa vostra alla fin fine; a memoria d’uomo da quando gli adolescenti hanno avuto comportamenti tanto disumani e poco propensi all’amare la vita? 

E non parliamo delle prospettive per il futuro, praticamente assenti. Se osserviamo le reti del Cavaliere, non che la rete statale sia molto migliore, diffondono spettacoli che propongono un livello di cultura uguale a zero, osservare simili schifezze è offendere l’intelligenza umana, ma non basta, ogni dieci minuti le trasmissioni vengono interrotte per proporre sino a 15 spot pubblicitari, negli orari di maggior ascolto mostrano una televendita prima della pubblicità, poi tum-tum-tum altri spot a martellare il cervello e finiti, prima della ripresa della trasmissione ecco un'altra televendita, tanto che gli uomini di spettacolo sono oramai divenuti tele venditori, pubblicizzano di tutto e di più, mi raccomando acquistateli. L’uomo guarda la televisione proprio perché non ha nessun altro modo migliore di impegnare il tempo, perché la sua vita è vissuta con rassegnazione in funzione degli altri, se togliamo le mode e i falsi idoli da imitare, ci ritroviamo con generazioni che non saprebbero cosa fare e in cosa consista l’essere in sé stesso, hanno bisogno di qualcuno di migliore, anche se solo in apparenza da imitare. Il mezzo televisivo isola le persone, spegne il dialogo nelle famiglie come spegne i cervelli, ognuno osserva passivo quello che poi dovrà o non dovrà mettere in atto per il benessere di quella classe agiata che tutto questo ha programmato:”Il male di molti per il bene dei pochi!”. Con le loro belle frasi, con immagini di madri piangenti e persone disperate, oppure eternamente belle e felici della loro vita, giocando sui nostri sentimenti soffocano quel grido che nascerebbe nei confronti di tutte le ingiustizie e soprusi  che le masse subiscono, questo viene sedato con bombardamenti di menzogne, tutti i giorni come un martello pneumatico, senza sosta per tutti coloro che non riescono a staccarsi da quelle continue immagini che passano dall’assassinio al gelato che d’estate fa bene, ci rendiamo conto di cosa sia questo mostro? No, altrimenti vedremo i televisori volare dalle finestre, invece questo non succede.
Vedrete che con un analisi logica e razionale di ogni singola frase che viene propagandata dietro vi è un esatto comando da eseguire, questo è il solo scopo della Tv ai nostri tempi, hanno provato, testato i risultati ed ora il lavaggio del cervello è compiuto, chi governa i media governa il popolino. La peggior cosa è che nessuno lo può più fermare, basterebbe solo parlare più tra di noi, spegnere quello schermo morto, MORTO come diviene un uomo seduto di fronte ad esso, iniziare a scoprire la differenza della vita rispetto a quello che propinano, che non si vive consumando quanto e come loro ci dicono, la vita è un'altra cosa. Ma l’uomo evidentemente preferisce morire, preferisce che i suoi figli consumino e diventino dei perfetti imbecilli proprio come lo siamo diventati noi. 

mercoledì 20 luglio 2011

Una canzone per dire:"Non rovinate i Bambini, non rendeteli come voi", Gaber

Propongo il testo della canzone "Non insegnate ai bambini", il Grande Gaber, come De Andrè, sono voci che mancano nella nostra società del consumo, pardon, dello schiavismo!


Non insegnate ai bambini
non insegnate la vostra morale
è così stanca e malata
potrebbe far male
forse una grave imprudenza
è lasciarli in balia di una falsa coscienza.

Non elogiate il pensiero
che è sempre più raro
non indicate per loro
una via conosciuta
ma se proprio volete
insegnate soltanto la magia della vita.

Giro giro tondo cambia il mondo.

Non insegnate ai bambini
non divulgate illusioni sociali
non gli riempite il futuro
di vecchi ideali
l'unica cosa sicura è tenerli lontano
dalla nostra cultura.

Non esaltate il talento
che è sempre più spento
non li avviate al bel canto, al teatro
alla danza
ma se proprio volete
raccontategli il sogno di
un'antica speranza.

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

Giro giro tondo cambia il mondo.
Giro giro tondo cambia il mondo.


Altri testi su: http://www.angolotesti.it/G/testi_canzoni_giorgio_gaber_4285/testo_canzone_non_insegnate_ai_bambini_157448.html
Tutto su Giorgio Gaber: http://www.musictory.it/musica/Giorgio+Gaber



Dioniso777

martedì 19 luglio 2011

Ecco cosa vedo nel futuro, sono un veggente oggi :-)

Ecco cosa vedo


Vedo quello che hanno già scritto sulla roccia,

Per il futuro vedo la realizzazione delle pietre di Georgia Guidnestones, http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090701022126AAO6GO9, una popolazione ridotta del 90% che vive in armonia con la natura, l’antico Eden sulla terra si potrebbe davvero realizzare, unica cosa che non mi torna è dove finiranno tutte le immonezze, tossiche, nucleari e altro da noi prodotto, ma poi penso che il mondo è grande, molto grande se ci vivono nemmeno un miliardo di persone, tutto il terreno rimanente si può utilizzare per smaltire tutte le schifezze che abbiamo prodotto, peccato che da solo il tanto citato nucleare produca delle radiazioni, il cui tempo di dimezzamento è di migliaia d'anni, http://www.duenote.it/SCIENTIFICA/cap08_Fisica_nucleare/03%20La%20radioattivita.htm, ma anche a questo hanno pensato, ne sono certo.


Guardiamoci attorno, ogni giorno assumiamo farmaci a dosi massicce, volenti o nolenti, basta vedere cosa mangiamo, nel solo latte sono stati trovate dalle ultime ricerche, almeno una ventina di antibiotici differenti, http://ambiente.liquida.it/focus/2011/07/11/scoperti-nel-latte-fino-a-20-composti-chimici-diversi/, in dose piccola, ma certamente, però giorno dopo giorno che effetto avranno sul nostro corpo? E la carne, guardate che carne mangiate, Io non di certo non ne mangio più visto questo, http://fintatolleranza.blogspot.com/2011/06/non-fare-agli-altri-quello-che-non.html?
credete che la carne di questo animale venga buttata? Niente che può generare denaro viene gettato, ricordiamolo questo.....

Facciamo anche finta che le scie chimiche non esistano, visto questo però ho dei dubbi sinceramente, http://fintatolleranza.blogspot.com/2011/04/le-scie-chimiche-non-esistono-allora.html, quando invece lo sappiamo tutti che ci stanno avvelenando, ovvero uccidendo dall’alto dei cieli, in ogni modo se non esistono le scie esistono milioni e milioni di automobili che altroché pacchetto di sigarette al giorno se vivi e cammini per ore in certe metropoli. Ignoriamo anche la questione che a inizio del ‘900 soffriva di cancro una persona su sedici (1\16), quando ora in ne soffre uno su tre (1\3), facciamo un po’ i calcoli delle persone colpite da questa malattia, naturalmente calcolandole  sulla crescita della popolazione dal 1900 al 2000, in cento anni siamo passati da poco più di un miliardo a quasi sette miliardi di persone che vivono su questo pianeta. Vorrei solo vedere tra venti o trentanni, dove metteranno tutti i cadaveri di questo mondo pieno di gente che non vivrà ancora 20\30 anni.
Possiamo dire che a capo di tutto vi sono i rettiliani, i lucertoloni, i massoni, i gesuiti, i rosacrociani, ecc, in fin dei conti a capo c’è solo chi possiede una valanga di soldi, non conta chi esso sia, ma se Io sono infinitamente ricco nei confronti tuoi posso fare tutto quello che mi passa per la testa, anche uccidere, poi pagherò e ti assicuro che verrò assolto, la corruzione capillare è alla base del nostro sistema. Chi ha denaro governa il mondo, siamo stati addestrati a rendere un idolo quel pezzo di carta chiamato denaro, e di certo qualcuno che ci governa dietro le quinte esiste, è chiarissimo che un nemico c’è, il quale rende la vita insopportabile alle masse per colpa della propria psicopatia: se così non fosse non esisterebbero né denaro, né religioni, e non venitemi a parlare di Gesù figlio di dio e storie simili, se esiste un dio per davvero, non non lo possiamo percepire in questa dimensione ne siamo staccati , perciò odio chi attacca il Codice Da Vinci, dopo quel libro ne avrò letto altri dieci che trattano la questione, Gesù era al pari di Socrate, un grande saggio magari, ma avete mai visto qualcuno risorgere dopo tre giorni? Avete mai visto uomini vivere novecento anni? E allora perché pregate e andate in chiesa, o peggio in piazza San Pietro?
video
La domanda, per chi non conosce il film è: "Uomo o Dio?"

queste sono ben oltre che prove della perversità del nostro sistema, Io ricco immetto  nel mercato sostanze create in laboratorio che promettono la cura ma in realtà ti ammalano, la Big Pharma come sempre ribadisco non ci vuole sani altrimenti chiuderebbe; Io ricco, che finanzio le campagne elettorali, quindi chi vince lo deve a me,  proibisco quella pianta e così il valore decuplica in un solo giorno, cocaina, marjuana, oppio, eccomi divenuto miliardario facendo il fruttivendolo, bello no, non è un idea fantastica?. Ma dai, sono sempre le solite storie, non c’è altro da dire oramai, vi hanno ammaestrato a riprodurvi perché riconsegnate ogni singolo centesimo prodotto al padrone, (il quale è tanto generoso da offrirti un lavoro), dovete fare figli perché anche questi fanno parte della merce che dovete rendere, nuovi schiavi: “Per quale motivo è obbligatorio per legge mandare il figlio a scuola?”, Io di mio figlio ne voglio fare quello che voglio, non consegnarlo in mano a perfetti sconosciuti che gli riempiono la testa di balle, dio, la fede, lo stato, la giustizia, le regole…ma quali regole?!!!. Credete sia per la cultura? Per quale motivo non posso, Io padre o madre che sia, scegliere secondo quali criteri o principi deva crescere e vivere mio figlio??? Ma ve ne rendete conto di quello che state facendo? No, vi stanno buttando dal burrone e voi siete felici, ridete, ogni persona con cui ho a che fare ogni giorno, appena la vedi ti sorride e mostra i denti, ma che cazzo c’è da ridere? C’è forse da ridere in un mondo dove casa e cibo non sono assicurati? Ma certo, da morire di risate, che bello! Odio chi ride sempre come un idiota perché spesso si sono mostrate le peggiori persone, chi vuole farti del male lo fa con il sorriso.
Chi è più stupido dei due? Una è strafatta di coca, minimo, mica la consumano gli operai una polvere che costa cento euro al grammo, l'altro vuole comunicare qualcosa invece....

I bambini devono essere ammaestrati (altrimenti gli schiavi come ce li procuriamo?), devono acquistare i colori, le cartelle, tutto quello che i professori chiedono, devono avere le scarpe considerate “alla moda”, altrimenti verranno derisi e scartati dal gruppo, i bambini devono “imparare” che esiste un capo a cui si deve rendere sempre conto dei nostri comportamenti e che decide ogni giorno quello che devi fare, poi devono imparare che c’è un dio cattivo e perverso che uccide e punisce a seconda del proprio stato d’animo, insomma è dio e tutto può su di te, ovvio No!

 Ma non vedete quanto stanno precipitando le cose? Solo quindici anni fa chi avrebbe detto: non arrivo a fine del mese, anzi arrivo al quindici, non riesco lavorando a pagare un affitto o peggio ancora lavoro per seicento mila lire al mese? A volte mi dicono non si deve più ragionare in lire, perché c’è l’euro, e Io rispondo: peccato che gli stipendi siano in lire! Non hanno forse lo stesso potere d’acquisto le vecchie cinquecento mila lire e i nuovi cinquecento euro? Tutti i prezzi sono raddoppiati, e questo è successo in tutta Europa, non c’è un solo paese che sia felice della nuova moneta imposta,  che poi però mi chiedo, sono stupido ma penso a volte, l’Inghilterra, la sede della Golden Dawn,http://paolofranceschetti.blogspot.com/2011/06/radio-lupo-solitario-intervista-paolo.html, oppure http://www.informarmy.com/2011/06/la-golden-dawn-la-letteratura-horror-e.html, la sede della massoneria, la sede dove venne decisa e finanziata l’unità d’Italia, altro che Garibaldi, in mille sconfissero uno degli eserciti più potenti d’Europa,(ecco cosa insegnano ai vostri figli a scuola), come mai è stata fuori dalla eurozone, non fa parte dell’Europa la cara god save the queen, UK ?
Perché sono proprio le loro famiglie ultra ricche, vedi i rothschild, for example,http://www.storiainrete.com/2172/stampa-italiana-2/il-financial-times-i-rothschild-finanziavano-lo-schiavismo/, o meglio ancora http://www.informarmy.com/2011/03/150-anni-di-dittatura-rothschild.html, stanno acquistando tutto, ogni cosa possibile, vedete solo gli attacchi all’Italia degli ultimi giorni, abbiamo molte industrie e aziende che fanno gola e che rendono molto bene, quello che è accaduto in Grecia, lo chiamano “privatizzare” perché oggi, le parole, non hanno più un senso, vengono usati termini che hanno un significato che sono l’opposto, privatizzare è depredare, mettere nelle mani di un singolo individuo, che specula e fa denaro stando seduto davanti a un monitor di computer, ma loro la chiamano privatizzazione. Come globalizzazione è diventato che tu devi essere “competitivo” quanto la Cina, dove chi lavora viene pagato nemmeno 300 dollari al mese, vedete, competitivo per dire schiavo, eccolo il nostro linguaggio, quello a cui ci hanno abituato a sentire negli ultimi vent’anni. La crisi, la crisi e la crisi: è chiaro che c’è la crisi, se immetti sul mercato una moneta che ha la metà del valore d’acquisto della precedente, le persone acquisteranno esattamente la metà, le aziende dovranno produrre la metà e quindi il 50% di queste diventa in esubero, inutile. E se poi contiamo il Gigante Cina, che da sola è il doppio degli USA e dell’ Unione europea messe assieme, negli ultimi anni ha devastato e invaso il nostro sistema commerciale, ecco che il gioco è fatto: “E voi vorreste dirmi che, in un mondo dove tutto è pianificato e studiato  a puntino perché il ricco mangi il povero, questo non lo sapevano che sarebbe accaduto?!?!”. Balle, la crisi l’hanno creata e voluta, ma è solo l’inizio, ne dovremo vedere delle belle ancora, o meglio, il bello deve ancora venire, altroché chiacchiere, chi vivrà vedrà. E auguri ragazzi perché ne abbiamo davvero bisogno, in bocca al lupo a tutti voi disperati che vivete per lavorare e pagare mutui, finanziamenti, interessi su interessi, il nostro governo ha anche alzato il tasso d’usura tanto per stare in tema J=

PS: Voglio donarci questa splendida foto, adesso basta!!!!!!!!
Gatto Kamikaze  :-) , a me fa morire dal ridere, i gatti sono animali splendidi, Nietzsche disse: "Il cane è adatto ai dittatori, il gatto agli artisti". Lasciamo perdere quello che Nice diceva, ma fatto è che il gatto si arrangia sempre, non è lui che possiede nove vite? O sbaglio?
Il mito che potrebbe cambiare il mondo, lo ricordate? 
Evviva the Vagabond, questo è il modo per distruggere il sistema, altroché chiacchiere e manifestazioni 


Statemi bene, alla prossima


Dioniso777

domenica 17 luglio 2011

La morte di un soldato e la morte di mille operai, che differenza c'è ?



Un soldato, grande uomo che contribuisce a mantenere saldi i valori della ‘patria’, è morto ieri in Afghanistan, Iraq, Libia, non importa, è morto un grande uomo.

 Tre morti al giorno sul lavoro in Italia, (anche la morte sul lavoro nel nostro paese è un dato da terzo mondo, quello che siamo in effetti), una volta alla settimana, quelli che hanno ancora il coraggio di chiamarli telegiornali, citano la disgrazia in poco meno di due minuti, che differenza, ma come mai, non sono entrambi uomini che fanno parte del nostro paese?
Entrambi stanno costruendo qualcosa...............forse.....


Vorrei capire il motivo per il quale quando muore un solo soldato, e dico uno, se ne fa un caso nazionale, mentre dei mille morti, (1.000)*1, che ogni anno perdono la vita sul lavoro, niente, vengono trattati a livello dei polli d’allevamento, doveva morire prima o poi, e il nuovo ‘pulcinoperaio’ è già dietro l’angolo che chiede lavoro, per favore!. Non contano più oramai le paghe, i diritti e la situazione in cui si lavora, siamo più o meno ai tempi di inizio secolo ‘900, quando costruivano i grattacieli a New York in piena crisi.


Ora una domanda mi sorge spontanea, ma chi tiene in piedi il paese, i lavoratori o l’esercito? I lavoratori giustamente uno crede, ma poi, se approfondiamo un attimo la questione, http://italianimbecilli.blogspot.com/2011/07/le-forze-dellordine-come-non-le-avete.html, vediamo che la realtà non è proprio come credevamo.


Oppure questo: Prima prendono selvaggiamente a calci un ragazzo inerme, mentre lo trascinano per qualche decina di metri nella polvere.
Poi, non soddisfatti, in gruppo lo sprangano per benino dentro a un cortile.
Terminata l'eroica impresa, iniziano a raccogliere sassi, per gettarli sulla testa dei malcapitati manifestanti, dando sfoggio di abnegazione e fedeltà alla costituzione.
 http://ilcorrosivo.blogspot.com/2011/07/questi-sono-i-black-block.html

 

Ma quante serie televisive spingono nei cervelli, dio, cervelli è una parola grossa, diciamo negli occhi di chi osserva, dove le forze dell’ordine sono al servizio del cittadino, mai violenti, sempre gentili e pronti a capire i problemi della popolazione del paesino, o metropoli dove si gira la serie, serie che mi schifano, perché non rappresentano per niente la realtà che abbiamo visto nelle varie manifestazioni, dove i manifestanti, dove sovente chiedono diritti e giustizia, diventano i “facinorosi”, persone  dedite ad atti di ribellione e di violenza, mentre loro, i bravi soldati li manganellano per bene, applicando la legge è uguale per tutti, il manganello non riconosce donna, anziano, giovane, uomo di colore, prendono chi prendono, LA COSTITUZIONE è stata applicata.
Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali, Io sostituirei davanti alla legge con “davanti al manganello”.



  Vediamo che proprio grazie alle forze armate è in piedi questo ‘grande’ governo, allora domani i lavoratori, invisibili, sfruttati, sottopagati e presi in giro, proprio loro che dovrebbero essere i primi a venir ricordati e ringraziati per le comodità di cui ogni giorno possiamo godere, ma potrebbero sparire, a che valgono se mille di loro non muovono il cordoglio nazionale come un solo soldato? Soldati che tra l’altro non lavorano per mille euro al mese, in fondo lo sappiamo tutti che la guerra è pericolosa, vedete come è facile distorcere la realtà, insabbiarla e indirizzare il pensiero in problemi che non sono tali?

 Io dico solo VERGOGNA, e aggiungo che da domani iniziamo a vivere con l’esercito, iniziamo ad avere una vita senza più operai, ma con l’esercito che compie il loro lavoro, e poi ignoriamoli una volta morti.

Riguardo al lavaggio del cervello che viene fatto ai soldati, chi ha fatto la naja lo sa, la patria sopra di ogni cosa, sissignore, uccidi, signor si signore, io lo vedo un po’ così, non ho fatto il militare, per fortuna, poiché di eseguire senza sapere il motivo a me non sarebbe proprio andata, sono stato fortunato. E non si può non parlare di lavaggio del cervello, perché se così non fosse le forze dell'ordine dovrebbero mettersi a fianco del popolo nelle manifestazioni contro i soprusi subiti, allora svolgerebbero davvero il loro lavoro, ma non come fanno e li hanno addestrati a ritenersi superiori, la legge lo permette, resistenza a pubblico ufficiale minimo 6 mesi di carcere, un poliziotto che massacra un ragazzo ha solo fatto il suo lavoro. Poi abbiamo ancora il coraggio di parlare di COSTITUZIONE, abbiamo ancora l'illusione che esista destra e sinistra, che i problemi del paese andato via Berlusconi sarebbero risolti, abbiamo ancora il coraggio di ascoltare le loro balle sparate a milioni di telespettatori, 

dovremo iniziare a vergognarci, un pochino almeno visto che tutto questo è messo in piede dai nostri modi  d'agire quotidiani, e di conseguenza iniziare un cambiamento, scendere in piazza serve solo a prendere il manganello in testa, se noi mettiamo più rabbia, loro aumentano la forza e sempre il popolino perirà nelle rivolte, le uniche rivolte che hanno cambiato la storia sono quelle manovrate, preparate a misura, vedi Rivoluzione Francese, Unità d'Italia o Libia, Egitto e Tunisia, che poi cos'è cambiato alla fine, hanno spartito il denaro in modo equo tra poveri e ricchi? Non credo proprio, non è mai accaduto un simile paradosso, chi è ricco lo è grazie solo a colui che ha reso povero. Proviamo invece e fermare tutto per un mese, vediamo cosa succede, che fanno ci obbligano ad essere schiavi con l'esercito? Vorrei proprio vedere...ma le persone hanno paura, e se non ce l'hanno ci pensano i media a fargliela venire.


Dioniso777



Soltanto in questo mese i morti sono stati 19(rispetto ai 20 dell’ anno scorso). L’ultima vittima: un operaio di 33 anni schiacciato sotto un muletto a Campi Bisenzio, in una ditta per la lavorazione di marmi. Di lui non si conosce neppure il nome. Si sa solo che era nato in Senegal.
In Italia si continua dunque a morire di lavoro, a volte anche nell’anonimato. Due righe di cronaca nera e la pratica si chiude. L’ultima volta che si era parlato di sicurezza sul lavoro con inchieste, grandi titoli sui giornali e commenti politici, era stato per la Thyssen Krupp di Torino. Mesi dopo per la Umbria Olii. Davanti al grande evento sono in tanti a occuparsi delle vittime della guerra del lavoro. Più difficile, invece, farlo nella normalità dello stillicidio quotidiano che trova spazio a mala pena nei giornali locali.
Persino ricostruire i numeri è un rebus. Tra le tabelle pubblicate per esempio sul sito dell’Anmil(Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro) e il contatore del sito dell’associazione Articolo 21 ci sono differenze rilevanti. Bisogna incrociare i dati forniti dalle Asl, quelli dell’Inail, i nomi recuperati dalle rassegne stampa. E poi ci sono i lavoratori in nero che non denunciano neppure l’infortunio e chi muore di malattie professionali, o per gli incidenti “in itinere” (casa-lavoro) e i decessi che avvengono settimane dopo l’incidente. Le morti di queste persone, di solito, diventano “notizie bianche”. E non finiscono neanche nelle statistiche. Un esempio: il 6 di agosto sono decedute ben sette persone che erano ricoverate in ospedale da giorni, alcune da settimane. Sempre ad agosto, le aziende, che non hanno chiuso per la crisi fanno soltanto lavori di straordinaria amministrazione: verifiche a macchinari, sistemazione di tetti, coperture, impianti elettrici. Lavori spesso assegnati a imprese molto piccole, pagate in grigio e che magari fanno lavorare in nero. E i rischi aumentano. Cesare Damiano, quando era ministro del Lavoro, aveva almeno provato ad arginare il problema cercando di varare il Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Ma poi il governo Berlusconi ha allentato alcune delle norme sulla sicurezza: sono diminuite le sanzioni pecuniarie e penali, c’è stata una sostanziale deresponsabilizzazione delle imprese, un aumento delle funzioni agli enti bilaterali (organismi paritetici che nascono dall’ accordo tra associazioni di categoria e organizzazioni sindacali) che hanno ora un ruolo (improprio) di certificazione.
Oltre a questo, “il vero meccanismo da combattere è quello degli appalti al ribasso. Chi se li aggiudica, per rientrare nei costi concordati, finisce con il pagare il lavoratore in nero o eludere le norme sulla sicurezza”, commenta Damiano, autore di una proposta di legge con la quale si chiede che vengano scorporati, dal costo dell’appalto, quelli relativi alla retribuzione contrattuale e degli oneri per la sicurezza.

Carmine Abate 44 anni. Faceva il cuoco ed è morto il 2 gennaio sotto la frana che ha investito il ristorante di Atrani.
Mauro De Conto 34 anni. Il 3 gennaio è rimasto schiacciato da un muletto all’interno di un’azienda agricola a Monigo in provincia di Treviso.
Antonio Forte 47 anni. L’8 gennaio è rimasto folgorato mentre lavorava ad una cabina elettrica a Roma.
Sante Paolini 50 anni. Faceva l’elettricista a Viterbo, è caduto da una scala è morto l’11 gennaio dopo giorni di agonia.
Bruno Montixi e Rudi Cariolato 42 e 47 anni. Il 12 gennaio sono rimasti storditi e uccisi dal gas di una cisterna. I due colleghi stavano lavorando a Sale in provincia di Alessandria in una stazione di servizio in disuso.
Antonio Somaci 58 anni. Il 13 gennaio è morto, a Bari, stritolato nel nastro trasportatore di un macchinario dell’azienda in cui lavorava.
Giuseppe Carbone 53 anni. Il 18 gennaio è stato travolto e ferito da un locomotore. È deceduto poche ore dopo il ricovero in ospedale a Catania.
Rachid Chaibboub 32 anni. Il 27 gennaio è rimasto incastrato negli ingranaggi di una macchina spargisale a Desio.
Francesco Urgu 44 anni. E’ morto a Sannariolo in provincia di Nuoro il 29 gennaio precipitando dalla tettoia di un capannone.
Danilo Feltrin 56 anni. Il primo febbraio, a San Quirini, in provincia di Pordenone, travolto dall’escavatore che stava manovrando.
Vinicio Casarotto 52 anni. E’ morto il 2 febbraio precipitando da un ponteggio. Stava sistemando l’elica di una centralina idroelettrica a Gordona in provincia di Sondrio.
Salvatore Glorioso 48 anni. Il 4 febbraio è precipitato da un ponteggio a Palermo.
Aldo Ferraro 33 anni. Il 4 febbraio è morto travolto da un muro in cemento di 4 metri crollato all’interno di un cantiere per la costruzione della diga del Menta.
Antonino Cirino 72 anni. Il 10 febbraio è morto a San Filippo del Mela (Me) dopo una lunga agonia, vittima di una malattia professionale.
Gianfranco Beltrame 42 anni L’11 febbraio a Camposanpiero in provincia di Padova è stato travolto da due enormi cilindri da 5 quintali l’uno.
Natasha Chichur. E’ morta a Terracina in un incidente stradale. Stava rientrando a casa dal lavoro.
Gino Lot 70 anni. Il 16 febbraio a Susegana (Treviso) è morto per le ferite riportate dopo essere precipitato da un’impalcatura. Stava svolgendo dei lavori di ristrutturazione.
Selim Kushtaj 50 anni. Il 17 febbraio è morto a Pieve di Quarto dopo giorni di agonia in ospedale. Era caduto dalla gru che stava guidando.
Renzo Vecchiato 47 anni. Faceva l’ elettricista ed è morto il 18 febbraio a Padernello di Paese (Ve) dopo aver fatto un volo di 4 metri sistemando l’impianto elettrico di un capannone in costruzione.
Emanuele Rocchi 38 anni. Il 21 febbraio a Spinea è rimasto schiacciato da un cancello mentre usciva dalla sua azienda.
Arturo Gallo 52 anni. Il 22 febbraio è morto a Romans d’Isonzo travolto da un macchianario agricolo.
Giuseppe Mugavero 52 anni. Il 24 febbraio a Cornaredo (Mi) è stato investito da un muletto guidato da un collega. L’uomo si apprestava ad iniziare il suo turno di lavoro.
Pasquale Rizzo 43 anni. Il 24 febbraio a Cerignola è caduto da un balcone di un’abitazione privata nella quale stava facendo dei lavori di ristrutturazione.
Giovanni Magliani 53 anni. Era dipendente delle Ferrovie è morto alla stazione di La Spezia il 24 febbraio dopo essere stato travolto da un treno merci in manovra.

PS: Non ricordo la fonte da dove ho preso questo articolo, è di mesi fa, se a qualcuno da fastidio, se ho violato qualche diritto fatemelo sapere e sparirà appena leggo il messaggio.
Grazie per la lettura

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...