"THE END"

venerdì 1 luglio 2011

Il governatore della BCE Mario Draghi,detto anche Mr.Britannia

Complimenti e auguri
Fonte:
Dalla parte del torto
Era il 1992, un anno decisivo per la recente storia italiana. All'improvviso un'intera classe politica dirigente crollava sotto i colpi delle indagini giudiziarie. Da oltre quarant'anni era stata al potere. Gli italiani avevano sospettato a lungo che il sistema politico si basasse sulla corruzione e sul clientelismo. Ma nulla aveva potuto scalfirlo. Né le denunce, né le proteste popolari né i casi di connivenza con la mafia, che di tanto in tanto salivano alla cronaca, immaginiamoci un semplice mariuolo alla Mario Chiesa. Ma ecco che, improvvisamente, il sistema crollava.

Mentre l'attenzione degli italiani era puntata sullo scandalo delle tangenti, il governo italiano stava prendendo decisioni importantissime per il futuro del paese. Con l'uragano di "Tangentopoli" gli italiani credettero che potesse iniziare un periodo migliore per l'Italia. Ma in segreto, il governo stava attuando politiche che avrebbero peggiorato il futuro del paese.
Numerose aziende saranno svendute, persino la Banca d'Italia sarà messa in vendita. La svendita venne chiamata "privatizzazione".

E ancora. Nel maggio del 1992, Giovanni Falcone venne ucciso dalla mafia. Egli stava indagando sui flussi di denaro sporco, e la pista stava portando a risultati che potevano collegare la mafia ad importanti circuiti finanziari internazionali. Su Falcone erano state diffuse calunnie che cercavano di capovolgere la realtà di un magistrato integro. Probabilmente, le tecniche d'indagine di Falcone non piacevano a certi personaggi con cui il governo italiano ebbe a che fare quell'anno.



L'omicidio di un simbolo dello Stato così importante come Falcone,significava qualcosa di nuovo. Erano state toccate le corde dell'élite di potere internazionale. Ciò è stato intuito anche da Charles Rose, Procuratore distrettuale di New York, che notò la particolarità degli attentati (anche Borsellino 19 luglio) : "Neppure i boss più feroci di Cosa Nostra hanno mai voluto colpire personalità dello Stato così visibili come era Giovanni, perché essi sanno benissimo quali rischi comporta attaccare frontalmente lo Stato. Quell’attentato terroristico è un gesto di paura... Credo che una mafia che si mette a sparare ai simboli come fanno i terroristi... è condannata a perdere il bene più prezioso per ogni organizzazione criminale di quel tipo, cioè la complicità attiva o passiva della popolazione entro la quale si muove".

giovedì 30 giugno 2011

La madre terra per i nativi americani


 Paul Morley
Dovrei forse prendere un coltello e squarciare il seno di mia madre? Allora quando muoio lei non mi consentirà di riposare nel suo grembo. Mi chiedi di scavare per trovare pietre! Devo scavare dunque sotto la pelle per portarle via le ossa? Allora quando muoio non posso tornare nel suo corpo per rinascere altre volte. Mi chiedi di tagliare l’erba, seccarla e vendere fieno, per essere ricco come gli uomini bianchi! Ma potrei osare tagliare i capelli di mia madre?.
http://www.terraemadre.com/?p=11902

 Il nostro tempo verrà ricordato come una fase buia quanto il medioevo, se non peggio, un periodo di inesorabile decadenza di una civiltà occidentale stanca, ignorante, egoista, vecchia, avida, inetta e fondamentalmente triste. Questo è il punto fondamentale, la tristezza, la delusione derivata da questa industrializzazione che aveva promesso a tutti felicità, benessere e ,e meno fatica. Invece oggi, anno 2011, come sono davvero i fatti? La nostra felice esistenza si è ridotta a essere privi di un futuro, privati della possibilità di crearsi una famiglia perché fondamentalmente lo sviluppo che doveva portare più benessere e meno sfruttamento dell’essere umano è finito col diventare sfruttamento e privazione di diritti base (flessibilità), e licenziamenti di massa, dato che sono arrivati a capire che un uomo può fare il lavoro di due se ben “spremuto”. A cosa porta tutto questo? Lo vediamo ogni giorno, gente che si azzuffa per ogni futile motivo, persone talmente pressate e robotizzate che non ricordano di avere un figlio, non un oggetto, ma un figlio in macchina. La crisi del debito, il Governo italiano vara finanziarie, di tagli, riduzione delle pensioni, allungamento dell’età lavorativa, ritocco delle tasse: tutto contro i lavoratori, una cura da cavallo la definisce il nostro “caro” Tremonti, peccato che la cura da cavallo vada sempre a ricadere su coloro che hanno fatto, e continuano a far diventare ricche queste persone.


 Ed è solo l’inizio, questo lo vado dicendo da qualche anno, perché già da qualche anno abbiamo persone che quotidianamente devono affrontare un apocalisse, e per cosa, per non arrivare alla fine del mese. Ma non mi venite a dire che il tutto non era prevedibile, come possiamo disboscare ogni giorno ettari ed ettari di foreste, stampare migliaia di copie di quotidiani la quale maggior parte finisce al macero (ma chi li legge più, dicono da trent’anni sempre le stesse cose, mescolandole a ciclo come gli oroscopi),produrre in ogni città tonnellate di immondizia, gettare ogni sorta di rifiuto nei mari, compresi quelli radioattivi, abbiamo sfruttato in modo talmente esagerato il mare che i pescatori, come molti altri stanno facendo la fame, molte specie ittiche sono prossime all’estinzione, gli artigiani, che erano la colonna portante dell’economia soprattutto italiana, sono pure loro estinti, le multinazionali producono e nessuno non sa più fare nulla. Visto che Tremonti stesso parla di una serie di “Pazzi Illuminati”, proprio lui che partecipa al Bilderberg, volete dirmi che questi non lo sanno che avanti in questo modo non si potrà andare per molti anni? E volete dirmi che un piano per rimediare la situazione non sia già pronto? Eppure questo nel dopoguerra e soprattutto con l’avvento delle televisioni degli anni ’80 doveva essere il grande sogno americano, si, bel incubo! Basti pensare che ovunque, anche e soprattutto per ripulire i soldi, si costruiscono blocchi di condomini e villette, per comperare una villetta di 100mq nel 1984 occorrevano 72 mensilità circa, oggi ne occorrono 240 di mesi lavorativi, peccato che oggi il lavoro è diventato “competitivo” e allora ci si reca al lavoro per cifre assurde, mi sono stati proposti anche 600 o nel miglior dei modi in ufficio part time 800 di euro, a questo punto duecento e quaranta mesi si trasformano in trecento o quattrocento addirittura, ma chi ti dà una casa senza contratto a tempo indeterminato? Io lo dico chiaramente, sarei per l’abolizione della proprietà privata, è da li che ha avuto inizio l’ingordigia del possedere, naturalmente più possiedi e più hai tolto agli altri, mi sembra una equazione logica. Il possedere e far si che questo venga perpetrato nelle generazioni ha richiesto un lavaggio del cervello di massa, basta che guardi un bambino quanto è sincero e curioso, soprattutto se nasce in mezzo alla natura, ma anche questo oggi è un utopia, i bambini vengono rinchiusi in prigioni, certo hanno più metratura di un carcerato, ma il senso non cambia. Vi ricorderete tutti da bambini quando si giocava nei cortili, quanto verde e la natura come era molto più presente,  per chi ha avuto la fortuna di nascere non in città, erano tempi così diversi nonostante non siano passati più di cinquant’anni è cambiato tutto, ma anche solo vent’anni fa chi avrebbe detto che il nostro progresso, (che Io chiamo regresso), sarebbe arrivato a questo livello? Sono convinto che ne vedremo delle belle, ne stiamo vedendo ora di situazioni assurde, guardate solo in Grecia, le guerre in giro per il mondo, la Val di Susa in questi giorni, cittadini picchiati e scacciati per costruire un tunnel che costerà 45 miliardi di euro perché i prodotti o le persone arrivino più velocemente, la frenesia, la velocità è uno dei sistemi migliori per togliere all’uomo la capacità di informarsi e riflettere, perché quei soldi li pagherete voi. Ma la domanda che mi pongo è dove andremo a finire, lo sappiamo dentro di noi che in questo capitalismo la situazione prima o poi collasserà, non è questione di se, ma solo di quando. Eppure sembra, almeno in apparenza, che gli uomini siano “felici”, in fondo non gli manca niente, No? Farsi rubare la vita per avere una casa, il cibo, una macchina, un telefonino nuovo, un PC nuovo, è diventata una cosa non solo accattata da tutti, ma addirittura si aspira a questo, la gente scende nelle piazze, per un giorno nel nostro paese, per avere un lavoro, non per avere cibo e casa, ma per avere un misero lavoro. Nei nostri blog scriviamo, si acquisiscono informazioni nuove ogni giorno, ma a che fine? Anche internet non è diverso dalla tivvù, perché a cosa serve sapere e continuare a comportarsi come prima? Niente, è una forma di consumo fine a se stessa che diviene un cane che si morde la coda, stop. O non crederete forse che le rivolte siano nate davvero da face book ? All’uomo viene insegnato sin da bambino a rimanere tale, e lasciare che siano gli altri a organizzare per noi, e questa di certo è una cosa che tutti hanno imparato benissimo. Ma la situazione non cambierà mai, anzi la vedremo peggiorare,  Io sono del parere che alle persone non puoi insegnare niente. Nessuno impara se non dalle proprie esperienze, e non si possono trasmettere purtroppo e non si cambia il mondo svolgendo sempre le stesse cose, il cambiamento deve partire dal nostro stile di vita cambiato, ma questo significa fare sacrifici,  siamo stati e veniamo indottrinati ogni giorno per fare cose di cui nemmeno ci chiediamo il semplice perché,  vengono fatte e basta, lo fanno tutti, quindi…noi veniamo indottrinati a vivere nella gabbia dorata. Come mai i bambini (che adoro, ma non metterò mai un figlio al mondo in questi paesi cosiddetti civili), sono più intelligenti degli adulti? Possibile che si nasce intelligenti e si muore stupidi? E pensare che la vita è una esperienza meravigliosa quando sei sereno…ma sono tropo deluso dalle evidenze di ogni giorno, quante persone buttano la loro vita nel ce..o!

Dioniso777

mercoledì 29 giugno 2011

La guerra in Val di Susa - Leggete ed inoltrate

La guerra in Val di Susa - Leggete ed inoltrate

Voglio fare una premessa:"Ma in che diavolo di regime ci troviamo?". Nemmeno Hitler avrebbe saputo far di meglio, la tivvù presenta i fatti in modo, diciamo alternativo? Bah, fate voi.
Ho ricevuto questa mail pochi minuti fa con preghiera di inoltrarla a tutti i miei contatti.
Ho deciso di pubblicarla sul blog perché sono in linea con il pensiero  dei No TAV.
Mi auguro che anche voi la facciate girare per una informazione corretta e non di regime.
I am


Scrivo a tutti coloro che mi hanno conosciuto, e che hanno conosciuto l'associazione Materya, e il suo impegno per l'ambiente.
In Val di Susa c'è una guerra. E nessun telegiornale sta dicendo la verità.
Una popolazione locale sta tentando di opporre resistenza alla costruzione di un'opera voluta da lobbies finanziarie, sostanzialmente inutile, destinata al trasporto delle merci (non è alta velocità.. per chi ancora non lo sapesse!), dal costo pari a tre volte il ponte di messina. TRE VOLTE il costo del PONTE DI MESSINA.
Cito inchieste del Politecnico di Torino e Milano, e dati estratti dalla trasmissione Report (Rai tre) e da una bellissima trasmissione andata in onda alcuni mesi fa su La 7.

Non mi dilungo sull'impatto ambientale, la collina di amianto (una stima di una ASL di Torino parla di 20.000 morti nei prossimi anni per la nube di fibre..) il tunnel di 54 km dentro una montagna già scavata dall'Enel perchè ricca di Uranio.. ma vi informo di questo:

i soldi destinati alla costruzione li metteranno le banche, ad un tasso del 6,2 % (interessante eh.. ) ma la fidejussione a garanzia del prestito sapete chi l'ha messa?
Voi!! o se preferite lo Stato italiano! entro 9 anni dovremo restituire 45 miliardi di debito alle banche che hanno finanziato l'opera. 

45 miliardi sono quello che dovremo sostenere come costo per ridurre un pochino il nostro debito con l'estero per stare in Europa e il povero Tremonti non sa dove reperirli.
Siete pronti a pagare altri 45 miliardi per far viaggiare più veloce l'acqua minerale di Lecce verso la Norvegia, e far arrivare prima i biscotti inglesi sullo scaffale del vostro supermercato? 

A proposito.. non passeranno dalla Val di Susa le merci.. Un noto docente del Politecnico dice che il costo del transito per un camion da questo valico non sarà competitivo con i costi degli altri tunnel che già esistono. Questa sarà davvero una cattedrale nel deserto.

Volevo solo informare tante persone che ancora non sanno..
Grazie del vostro tempo..
e chi di voi volesse aiutarci a fermare questo disastro divulghi questa mail.

Claudio Guerra

Per chi vuole saperne di più..

http://www.notav.eu

E questo è il video che registra lo sfondamento della polizia del presidio no Tav

L'estinzione di massa? Sembra proprio che sia in arrivo

Ecco le nostre azioni, apparentemente innocenti, che quotidianamente perpetriamo a cosa stanno riducendo il pianeta che ci ospita. Spero che davvero sia arrivata l’era dell’estinzione di questa malattia che attanaglia Gaia, il nostro bel pianeta, ovvero l’essere umano. Noi consideriamo le pecore animali stupidi, quando noi a differenza loro non abbiamo nemmeno bisogno di un pastore, agiamo da soli e facciamo quello che ci hanno ammaestrato a fare. 


Si parla tanto di 2012, Per tutti quelli che si preoccupano del 2012: in Africa muoiono di fame e malattie curabilissime 30.000 bimbi sotto i cinque anni, ogni giorno. Capite... immaginate di sfogliare l'elenco telefonico di un comune... Ebbene un intero comune di bimbi MUORE TUTTI I GIORNI.
Immaginate se succedesse in Italia..
Sarebbe lutto nazionale costante.
Ricordatevi che ogni volta che il sole sorge il conteggio ricomincia.
Ma i media non ne parlano...
Quei bimbi non fanno fare soldi... giusto?
Il 2012 e l'apocalisse invece si...
Dunque non temete l'APOCALISSE.
Per quei bambini africani l'Apocalisse è tutti i giorni.

Ora capite cosa intendo dire.

PER CHI VIVE SITUAZIONI DI DISAGIO SOCIALE TUTTI I GIORNI E' UNA APOCALISSE.
In Italia ci sono persone che guadagnano oltre 20.000 euro al mese.
Tutti si lamentano ma NESSUNO fa una petizione per ridurre certi stipendi...
APRITE GLI OCCHI.
Non è questione di destra o di sinistra.
E' questione di EGOISMO, di mancanza di Coscienza e di Furberia.
Questa è la vera apocalisse.
http://777babylon777.blogspot.com/2009/11/2012.html

Altro che il 2012.., e leggete l’articolo di cui ho messo un estratto qui sotto, altro che 2012 e cambio vibrazionale, energetico o altro, ci stiamo “suicidando” lentamente, con i cibi avvelenati, con l’aria delle nostre città che sono camere a gas, con le tonnellate di immondizia che produciamo ogni giorno e con quelle radioattive sparse nei mari, eccolo il 2012 è davanti a noi, ai nostri occhi tutti i giorni, c’è forse la massa che fa qualcosa per cambiare anche solo minimamente le proprie abitudini? Non mi sembra siamo in tanti, questo è un bel post che descrive bene quello che sono i nostri blog,
http://mon-dart.blogspot.com/2011/06/gioco-di-specchi-ovvero-quando.html

LE RIVOLTE a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi, come ogni rivolta dal 1700 in poi, sono tutte comandate, indotte, costruite ad arte, l'essere umano è troppo pecora e mai riesce a organizzare qualcosa, rileggete anche la storia delle BR e gli anni di piombo, chi c'era dietro? Gladio e i servizi segreti americani, come sulla morte di Aldo Moro. Vi consiglio un ottimo libro che parla della reale storia, Il cimitero di Praga, Umberto Eco. Basato su fatti veri e reperibili facilmente in rete, dimostra come anche l'unità d'Italia sia stata pagata e manovrata dalla massoneria inglese, ma non solo descrive la nascita dei protocolli degli anziani di Sion, autentici falsi che hanno innescato il nazismo...

Sintomi da estinzione di massa senza precedenti per le specie che abitano gli Oceani. Riscaldamento, acidificazione ma anche pesca eccessiva, inquinamento e acque senza ossigeno rappresentano i fattori di allarme rosso per i mari del mondo.

A tracciare l'inquietante diagnosi è un rapporto diffuso oggi e realizzato da un gruppo internazionale di 27 scienziati di 18 organizzazioni di 6 Paesi.
Il documento, che rappresenta la sintesi dei lavori di un seminario che si è svolto in aprile all'Università di Oxford, contiene dati choc sullo stato dei mari del mondo. In particolare sono stati esaminati gli effetti combinati di inquinamento, acidificazione, riscaldamento, pesca eccessiva e mancanza di ossigeno.
La conclusione è stata che questi elementi insieme stanno creando le condizioni di distruzione e che tre di essi (mancanza di ossigeno, riscaldamento e acidificazione), scrivono gli scienziati, erano presenti anche in ognuna delle precedenti fasi di estinzione di massa registrate nella storia della Terra.[…] Costantini ha sottolineato i dati Ue per i quali l'80% degli stock ittici commerciali sono sovrasfruttati.[…] Senza contare, dicono gli scienziati, che la pesca eccessiva ha ridotto alcuni stock ittici commerciali di oltre il 90%....continua

lunedì 27 giugno 2011

I nostri Santi e Beati chi sono e cosa hanno fatto di veramente buono?

Sono consapevole che mi attirerò l'ira di molti credenti, basta vedere i link in fondo la pagina, ma come voi credete in Gesù morto e risorto, io sono libero di analizzare e dire la mia sulla dottrina cristiana, io credo che  Gesù è davvero esistito, ogni tanto viene giù qualcuno di buono, ma la chiesa è lontana anni luce dall'essere cosa buona e giusta. 

Di persone così, al mondo ne servirebbero di più

  Le religioni sono l'espressione della miseria umana: questa è la loro più grande verità, e la loro forza.
Lucien Arréat

La prima qualità di un onest'uomo è il disprezzo della religione, che ci vuole timorosi della cosa più naturale del mondo, che è la morte, odiatori dell'unica cosa bella che il destino ci ha dato, che è la vita, e aspiranti a un cielo dove di eterna beatitudine vivono solo i pianeti, che non godono né di premi né di condanne, ma del loro moto eterno, nelle braccia del vuoto.
Umberto Eco, L'isola del giorno prima, 1994

 La fede cristiana è fin da principio sacrificio: sacrificio di ogni libertà, di ogni orgoglio, di ogni autocoscienza dello spirito, e al tempo stesso asservimento e dileggio di se stessi, automutilazione.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Definisco il cristianesimo l’unica grande maledizione, l’unica grande e più intima depravazione, l’unico grande istinto della vendetta, per il quale nessun mezzo è abbastanza velenoso, furtivo, sotterraneo, meschino − lo definisco l’unica immortale macchia d’infamia dell’umanità.
Friedrich Nietzsche, L'Anticristo, 1888

 Hanno inculcato nei cervelli, (e come ci sono riusciti lo sappiamo tutti, con spargimenti di sangue, Assassinando ), che la vita sia sofferenza e miseria, hanno fatto in modo che i piaceri della vita siano da odiare, non a caso il loro “idolo” è Gesù Cristo, bistrattato, deriso, umiliato, vita da miserabile e per giunta crocifisso! Quel simbolo, un uomo che deve privarsi della gioia di vivere ed essere ammazzato in un modo a dir poco bestiale è la genesi della dottrina cristiana. L’idolo da imitare se si vuole sedere alla destra del padre, come a lui è accaduto, ma poi è risorto, inconsapevolezza più grande non potevano diffondere. Dal mio punto di vista il primo tentativo di globalizzazione è partito con l’impero romano ma nel 300 dopo cristo era già in declino, così non a caso l'imperatore convocò nel 325 a Nicea il primo concilio ecumenico generale della Chiesa, durante il quale vennero condannate le dottrine eretiche del prete alessandrino Ario e venne elaborata la prima organica stesura del credo cristiano e la libertà di pensiero nel giro di nemmeno un secolo fu resa impossibile. Il resto è storia, le crociate, la santa inquisizione, insomma o diventavi come loro volevano o morivi sotto le peggiori torture, in questo modo si è diffusa questa grande religione, e in questo modo è avvenuta la prima forma di globalizzazione, loro a differenza dei romani, non sono andati in declino, tutt’oggi sono vivi, vegeti e prosperi, nello stesso modo oggi stanno attuando il nuovo governo mondiale, bombardando, uccidendo, tutti coloro che devono essere inglobati nella miseria che è la nostra civiltà. Poi aggiungo, chissà come mai la chiesa ha sempre avuto un debole per i dittatori, basta vedere il papa santo subito a casa di chi andava.... http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_del_Cristianesimo
Anche di personaggi come questi il mondo ne ha veramente bisogno
http://magellano.ilcannocchiale.it/post/2470766.html Papa Santo Dubito, le ombre su Giovanni Paolo II

 Un piccolo aneddoto su cosa deve essere la globalizzazione, […]è apparsa la notizia che le persone in sovrappeso nel mondo hanno raggiunto, nel 2010, la cifra di un miliardo e 934 milioni (mentre nel 2002 erano un miliardo e 454 milioni). Circa il 23% del dato del 2002 era attribuibile a individui di età intorno ai 15 anni o poco più mentre questo dato, nel 2010, ha raggiunto la percentuale del 38%. L'incremento per gli adulti in questi ultimi otto anni è stato invece dell'11%.[…] Ogni anno nel mondo si perdono un miliardo e 300 milioni di tonnellate di cibo; ogni anno i consumatori dei paesi ricchi buttano via una quantità di cibo, stimato in 222 milioni di tonnellate comparabile all'intera produzione alimentare dell'Africa sub-sahariana, calcolata in 230 milioni di tonnellate (il documento "Global Food Losses and Food Waste" è rintracciabile sul sito della FAO, www.fao.org ), in Italia si buttano via oltre 20 milioni di tonnellate di cibo l'anno.

Sorpresi? Non credo, pensate in fondo a come hanno sempre vissuto preti,  papi e cardinali, nel mentre le masse facevano la fame, non me ne vogliano i cattolici, ma sarebbe ora di aprire gli occhi!
Questo video, nel post in cui l’ho trovato leggevo:”mi è crollato un mito”, dal mio punto di vista invece è la prova di quello che da sempre penso della chiesa e di tutti coloro che ne fanno parte. Il ragionamento è semplice, se tutta la ricchezza che possiedono venisse davvero data ai più bisognosi, credo proprio che la povertà verrebbe quasi a mancare, avete letto i dati FAO. Ho avuto a che fare in molte occasioni, ho persino accettato un contratto co.co.pro. per un’associazione che si proclamava umanitaria, non vi racconto cosa ho visto, lo schifo che provo per il “pretame” ogni volta che mi avvicino alle loro istituzioni diviene sempre più grande. Per carità non sono solo loro il male, ma chi deposita i soldi nello I.O.R, istituto opere religiose? E per che opere vengono usati quei soldi sporchi? Ai cristiani dico, vi siete mai chiesti perché il papa stringe la mano e ha colloqui con persone come Bush, Berlusconi, Sarkozy, ai dittatori dell'America Latina, ecc? Credete che lo faccia per donargli i poteri dello spirito santo? Non smetterò mai di dire, leggete Vaticano SPA, http://fintatolleranza.blogspot.com/2011/04/le-sette-che-governano-il-mondo-chi.html , qui ne cito un tratto
Qui siamo all'apologia, una delle persone più meritevoli di grazia, alla sinistra, nella foto.


 Eppure ogni Domenica piazza San Pietro è gremita di gente, ma il bello è che guardatevi questi due link http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080721065745AA0QNWL
Vedete, oltre a fargli credere che la vita deve essere priva di piaceri, per loro solamente però, si sono pure convinti che è un bene, cantavano i Litfiba...non è la fame ma è l'ignoranza che uccide!

Dioniso777

domenica 26 giugno 2011

David Icke, chi è questo personaggio?

Premetto che non ho mai letto un libro di Icke per intero, spesso nelle librerie, in cui ho passato molto tempo, leggevo qualche pagina, sa molte cose e non dice stupidate, ma quando inizia a parlare di lucertoloni alti tre metri e sessanta, (Hai il soffitto da 4 metri in casa tua, vivi in un castello?), allora a quel punto chiudi il libro.
Oggi non ho voglia di scrivere, perciò ripropongo questo bel articolo che ho scovato due giorni fa, vale la pena leggerlo, poiché una volta letto i conti tornano.


L' OCCULTAMENTO DELE NOTIZIE AI TEMPI DI INTERNET, OVVERO L' INGEGNERIA GENETICA DELL' INFORMAZIONE

David Icke, ex giornalista ed ex deputato verde inglese, è un "complottista", e cioè egli ritiene, con una documentazione riportata in più di 15 volumi, che il mondo occidentale sia occultamente dominato da una élite in grado di direzionare gli stati nazionali e i grandi organismi internazionali (come ONU, Banca Mondiale, Banche centrali e ovviamente stampa e televisioni).

Questa élite, dice Icke, è satanista e pedofila: pratica sacrifici umani e si esprime con simbologie esoteriche (i grandi attentati degli ultimi anni, dopo l’11 settembre, in Inghilterra, come in Spagna o in Algeria ricorrono col numero 11, oppure sono agli antipodi di settembre, cioè in marzo). Essa di fatto governa la politica e la storia. Icke fa i nomi di alcuni che starebbero ai vertici: banchieri e petrolieri come i Rotschild, i Rockefeller e un ex segretario di stato influentissimo come Kissinger. Ciò che accomuna, ad esempio, questi tre nomi è il fatto che sono ebrei; quindi Icke è blandamente accusato di antisemitismo.

Senonché il complottista, con fare da new age demenziale, esprime un amore universale, che "perdona tutti" anche i propri nemici, e infatti a p. 551 di E la verità vi renderà liberi (1) scrive un capitolo dal titolo "Ti amo dottor Kissinger", alla fine di un libro che documenta come questo signore sia, all'interno dell'élite che domina il mondo, uno dei peggiori nemici dell'umanità, tanto per le guerre e colpi di stato organizzati (Cile, Libano, ecc.), quanto per i provvedimenti malthusiani ai danni dei paesi più poveri (vaccini defertilizzanti, virus manipolati geneticamente veicolati nell’aria e nel cibo, spargimenti di uranio impoverito).

Icke dispone di una mole enorme di materiale di non facile reperibilità; e sono proprio quelle informazioni di cui tanti seri ricercatori vanno a caccia, ma con fatica. Dispone di informazioni dettegliatissime su: guerra di Panama, Hitler, colpo di stato in Cile, storia e politica di Inghilterra e Usa, guerra del Golfo, rapporti Usa-Urss, conosce tutto su Consiglio delle relazioni estere (CFR), Trilaterale, Bilderberg, Club di Roma, storia della massoneria, la vicenda di Lady D., Mitterand, Sinn Fein, Merovingi, storia del Cristianesimo, storia della Bibbia, storia dei popoli antichi (egizi, sumeri, ecc), attentato di Oklahoma, attentato a Kennedy, questione Iran-Contra, guerra Vietnam, Mossad; sul caso Moro e la P2, lui ne sa molto di più di noi italiani; es: "il 10 novembre 1982 la corte sentì una testimonianza sconvolgente da una persona molto vicina a Moro, Corrado Guerzoni.

Egli affermò che un politico delle alte sfere statunitensi aveva minacciato Moro che se non avesse cambiato la sua linea politica, avrebbe dovuto vedersela con loro… Anche la moglie di Aldo Moro, durante la sua deposizione, disse che ’una figura politica statunitense di alto livello’ aveva detto a suo marito ‘O abbandoni la tua linea politica o la paghi cara’. Chi fu l’uomo di cui fece il nome Corrado Guerzoni in Tribunale? Henry Kissinger. Di questo si parlò molto sui giornali italiani, ma non una sola parola apparve sul New York Times o sul Washington Post" (E la verità vi renderà liberi, p. 321). Egli ha perfino le prove del silenzio della stampa americana del tempo; cosa che ad una verifica –è da scommetterci- deve risultar vero. Inutile dire che dispone di informazioni proibitive su Calvi, Sindona, il Vaticano, Gelli, ecc.

E’ indicativo che su queste cruciali e delicate vicende della storia italiana non indichi la fonte da cui le trae. A lui tutta questa roba viene fornita, con ogni verosimiglianza, dai Servizi; il tipo non ha neppure la faccia dello studioso e del ricercatore, gobbo e occhialuto, che passa le giornate a raccogliere e catalogare documentazione. Anzi, lasciatemi dire che ha tutta l’aria di uno che in vita sua non ha mai lavorato sul serio. E quei Servizi non solo gli danno accesso alle più proibitive informazioni, ma anche gli consentono di stare anni a scrivere (o farsi scrivere) migliaia e migliaia di pagine senza doversi preoccupare di sbarcare il lunario, consentendogli, inoltre, di recarsi tranquillamente da un angolo all'altro del mondo a fare conferenze (con finti gruppetti di protesta fuori la sala, che lo accusano di antisemitismo). 


Icke è usato dall’élite che lui denuncia affinchè quelle informazioni (di molte delle quali chiunque può verificare la fondatezza) non vengano utilizzate e non siano citate da alcuno. In che modo si compie questo? L'autore, dopo aver esposto quella mole di documenti e quella credibilissima ricostruzione (a cui molti ricercatori, per uno o più aspetti,stavano arrivando) la scredita, accreditando se stesso come paranoide. E allora eccoti verso la fine del libro (Figli di Matrix, p.336) il capitolo dedicato alle "regine che mutano forma" , dove dà piena attendibilità a testimonianze di chi afferma aver visto la regina Elisabetta e suo figlio Carlo trasformarsi in giganteschi lucertoloni intenti a mangiare carne umana. Icke stesso dice di aver visto il presidente Bush trasformarsi per un attimo in lucertolone durante un'intervista; e accredita anche quelle testimonianze di donne che avrebbero avuto rapporti con persone che durante l'atto si sarebbero trasformate in lucertoloni. E a pag 552 di E la verità vi renderà liberi conclude con un liberatorio: "Ti amo dottor Kissinger. Vi amo D. Rockefeller, G. Bush e B. Clinton..un amore senza condizionamenti o possessioni. E' l'amore che nutriamo nei confronti dei nostri figli. Non siamo sempre d'accordo su quello che fanno, ma li amiamo lo stesso". In America la Società Psichiatrica è ad un passo dall'includere nel novero delle patologie psichiatriche, come paranoia, l'idea complottista-cospirativa della storia e della politica, quella che insomma dubita delle verità ufficiali (tipo quelle fornite dal governo su l’11 settembre) e che vede il mondo governato da una élite che sta dietro le quinte.

Icke, che fa di tutto, e ci riesce, per accreditarsi come paranoide, vuole essere la prova che coloro che vanno in cerca di notizie nascoste e manipolate sono da patologia psichiatrica. Di quale argomento "proibito" ci si potrebbe
occupare (dai vaccini, alla storia delle religioni, dalla finanza alla politica, dalla storia alla medicina) che non si trovi trattato nell'opera di Icke, il più paradigmatico e il più sistematico (volumi su volumi) dei complottisti e dei cospirativi? Icke e i Servizi hanno lavorato perchè nessuno citi tali notizie, nessuno le prenda sul serio, nessuno vi acceda. Anzi, chi le adotta seriamente è da considerare in odore di malattia mentale: perchè prendere sul serio la ricostruzione della politica come la delinea Icke sarebbe anche prendere sul serio l'affermazione che la regina madre e suo figlio si trasformano in lucertoloni che mangiano bambini vivi. Un tempo certe verità venivano semplicemente nascoste, oggi al tempo di internet dove non si riesce a nasconder nulla, vanno avvelenate e rese inutilizzabili con quella tecnica. Le plateali declamazioni di amore cosmico di Icke fanno parte della strategia volta ad accreditarsi come paranoide. In realtà non ama nessuno, perchè lavora per nascondere la verità, per renderla incomunicabile.

Sentiamo come Icke finisce di demolire la sua ponderosa opera: E la verità vi renderà liberi, con la solita tecnica dell'accreditare se stesso come psicotico-paranoide, per screditare e rendere in-citabile (non citabile) tutto quel che di valido ha esposto, rendendo così inattingibile la vastissima e veridica documentazione portata. Egli descrive alla fine del libro il suo incontro casuale a teatro con l'ex presidente Jimmy Carter, che gli si sarebbe seduto accanto: "constatai che l'energia che emana da chi è veramente impegnato nella trasformazione spirituale è talmente forte che il nuovo ordine del mondo non ha alcuna speranza di successo. Mr. Rockefeller, dottor Kissinger, Mr Carter e compagnia, per voi è finita...durante lo spettacolo dissi ad Ayem che percepivo l'energia emanata dall'aura di Carter. Non sapevo esattamente cosa fosse ma c'era effettivamente un flusso d'energia che da lui arrivava fino a me. Alla fine dello spettacolo ero leggermente agitato e in seguito la mia agitazione aumentò. Mi ritrovai a contorcermi sul letto, urlando e ringhiando come un animale impazzito. Due amici, tra cui Ayem, si inginocchiarono al mio fianco proiettando amore verso di me."(pagina 559). Oltre ai ringhi e urla da animale, si noti come il tipo voglia screditare se stesso anche lasciando evidenziato, per il lettore non distratto, che il presidente invece di stare seduto accanto ad uno dei suoi uomini di scorta, oppure accanto a qualche amico o parente si sarebbe seduto distrattamente accanto ad un pinco pallino sconosciuto, al quale avrebbe stretto la mano..


Insomma, al lettore devono poter cader le braccia e deve provare una sensazione di discredito verso Icke e di conseguenza verso tutto ciò che ha scritto per migliaia di pagine documentate . Tutto va buttato al macero, nulla è utilizzabile, nulla è credibile: è tutto avvelenato dal marchio della paranoia. E sono questi stessi Servizi, che imbeccano Icke, a riempire il web di siti complottisti e cospirativi i cui titoli e rubriche portano la dicitura "paranoia" e sue varianti (ho trovato siti nei quali sotto il link "paranoia" si trova una ricostruzione della storia e della politica guidate da una élite che sta dietro le quinte). Il terreno è pronto per poter additare tutta questa gente, che va in cerca di occulti manovratori, come malata e bisognosa di Prozac o TSO.

Sentiamo ora come sapientemente sa avvalersi dell'elemento ridicolo-demenziale.
A pagina 351 di Figli di Matrix egli accredita la testimonianza di un tal Walden che nei termini che seguono viene a sapere che George Washington apparteneva agli Illuminati (indicato da Icke come il vero gruppo occulto dominante la civiltà occidentale dal Settecento in poi): "Una notte, ero sdraiato supino e guardavo il soffitto nel tentativo di addormentarmi quando sentii un forte sibilo. Qualcosa si mosse dentro di me alla velocità della luce [!], e una grande immagine di George Washington a figura intera, si fermò proprio davanti al mio viso, toccandomi il naso. Sentii una forte voce autoritaria che diceva: Washington fu uno di noi".

Poco sotto la testimonianza prosegue: "Walden fece esperienza di un rettile interdimenzionale. Era alto tra i due metri e mezzo e i tre
metri e sessanta centimetri, e aveva piedi allungati. Aveva una membrana tra il tronco e le braccia, come un pipistrello, che a volte assumeva l'aspetto di un paio di ali e un' appendice a forma di pinna sul dorso. La sua testa era grossa e allungata come un cocomero, la pelle era ruvida, a chiazze verdastre, e a Walden parve di vedere una coda. Questa entità sosteneva di essersi incarnata in molti corpi umani e disse: i miei occhi hanno assistito all'evoluzione del genere umano."(E darwinista il pipistrello?) Si noti che per dare al lettore la sensazione del demenziale e del discredito, nella scenetta del Walden disteso la foto di Washington non si limita ad apparirgli di fronte, ma gli tocca pure il naso, dando il senso del ridicolo.
Mentre nella descrizione del pipistrello, che pare ripresa dalla letteratura potteriana, il dettaglio demenziale sta in quel "gli parve di vedere la coda" (poteva mancare una bella coda?). Si noti la valutazione volutamente pressappochista dell'altezza, con 110 cm di scarto, per accreditare una situazione allucinatoria (onde evitar testate, poteva il pipistrello interdimensionale scegliersi almeno una statura conforme ai soffitti delle abitazioni americane!). Insomma si vuole che il lettore, arrivato a quel punto della lettura, si domandi dentro di sè: "ma che cavolo sto leggendo!? Ma questo che scrive?".

Un ricercatore che volesse difendere pubblicamente i contenuti del libro di Icke, che volesse farne una recensione, che volesse citarlo in un volume, volesse parlarne in una sede istituzionale esporrebbe la sua credibilità intellettuale ad una dura stroncatura, quale si potrebbe fare con una recensione come questa. Icke è un ingegnere genetico. Come gli ingegneri della Monsanto mettono nelle sementi il gene terminator (che le rende sterili dopo la prima semina), affinchè quei semi si mescolino con quelli naturali, per arrivare a un tempo in cui esisteranno solo semi brevettati e autodistruggenti (da costringere i contadini a ricomprarli ogni anno), così l'ingegnere Icke, confeziona notizie sulla élite (satanista e pedofila) col gene dell'autoscreditamento (standosene sull'isola di Wight, che è dell'élite, e facendosi finanziare da David Solomon).

Questo perchè l'élite sa che all'epoca di internet vari ricercatori qua e là nel mondo stanno per arrivare a completare il puzzle su di essa, smascherandola, ciascuno portando una parte (pezzi facili da mettere insieme, grazie alla rete). Allora essa ha giocato d'anticipo, affidando all'ingegnere Icke il compito di rivelare il puzzle tutto intero, ma col terminator dell' autoscreditamento, in modo che nessuno di questi ricercatori seri possa rivelare quel che ha scoperto, senza che qualcuno possa loro obiettare che si tratta di "roba di Icke", quello che vede i membri dell'élites trasformarsi in lucertoloni durante atti sessuali che si concludono con pasti di carne umana. Nessuno potrà andare in giro a profferire pubblicamente queste notizie modificate col gene della demenza e della paranoia, senza rischiare discredito, quando va bene, senza rischiare un trattamento sanitario obbligatorio o un prozac, quando andasse meno bene. Queste notizie biotech sulla élite, sparpagliate nella rete, grazie a tanti siti civetta e grazie a tanti editori, devono condurre al giorno in cui della élite sarà sconsigliato solo pronunciarne il nome (della rosa,ovviamente e rossa).

Nel volume Io sono me stesso, io sono libero, Icke espone la sua "filosofia". Che potrebbe non esser tanto sua quanto di quelli che lo sponsorizzano. Dopo aver ricordato che la razza rettiliana domina la terra a partire da una quarta dimensione vibrazionale (da questa essi controllerebbero la terza dimensione e poi giù giù fino alla terra, che sarebbe tenuta in una prigione vibrazionale), e dopo aver detto che ciò si compie da millenni, rassicura il lettore che il campo energetico globale sta accrescendo la sua vibrazione (p.246), che dovrebbe portare la termine del dominio dei rettiliani.

Il tutto è prospettato in visione evolutiva: la nuova spiritualità deve essere evolutiva; non per niente l’Inghilterra spedisce la Blavatsky in India per convincerne gli indigeni del contrario di quanto loro avevano sempre affermato (concezione propria anche di Esiodo), e cioè che l’umanità va dall’età dell’oro a quella buia del ferro (Kali yuga); bisognava con la Teosofia fare quella modifica genetica che introduce nella spiritualità l’idea illuminista e liberale, secondo la quale si andrebbe sempre meglio…Già prima della Blavatsky, era stato sponsorizzato Darwin per introdurre l’ottimismo in biologia…In questo Icke è politicamente corretto ("il viaggio d’evoluzione", p.183). Sapete che c’è in gioco? Tutto il senso della politica. Dove la storia sia vista come progressivo deterioramento di un patrimonio originario (età dell’oro, iniziale rivelazione divina), come accade presso induismo, antica grecia, civiltà etrusca, civiltà amerinda, ecc, ecco che la politica è legittima ed ha un senso solo come rallentamento, o almeno tentativo di rallentamento del processo degenerativo; ad ogni novità che irrompa ci si deve opporre, perché quel tentativo di novità (i pacs e gli Ogm, ad esempio) sono tappe dell’involuzione.

Se invece riesco ad infettare ogni settore della cultura con l’idea evolutiva, ecco che dovere della politica diventa non quello di opporsi ad ogni novità, ma semmai quello di promuoverla, perché così si promuove l’evoluzione. In tal modo qualsiasi cosa l’élite proponga (sfascio della famiglia, promozione della sessualità omo, diffusione degli Ogm, urbanizzazione dei popoli, eutanasia attiva contro anziani e malati, precocizzazione della sessualità infantile, promozione della violenza sociale attraverso films e videogiochi, ecc.) essa diviene subito impegno della politica (quella "corretta" che si riempe la bocca di termini, come "sviluppo", "riforme", "progresso", "moderno"). Una civiltà infettata dall’idea evolutiva (imposta ai bambini dalle elementari) non può opporsi a quanto l’élite (che sponsorizza Icke) propone attraverso il suo immenso potere mediatico, esso entra immediatamente in agenda del politicamente corretto; la politica che vi si opponesse sarebbe antistorica, antievolutiva, contraria allo sviluppo.

Icke, ad esempio, è politicamente corretto quando si pone in linea con le preoccupazioni malthusiane dell’élite anglo-americana (Global 2000, è il più importante documento della politica estera americana, nel quale si afferma che per la propria sicurezza e per mantenere il primato mondiale gli Usa debbono urgentemente promuovere politiche di depopulation, specie verso il terzo mondo).
Perciò a p.222 il complottista parla di "prigione del matrimonio" inventata da una umanità che si sente insicura. Mentre ora che evolviamo in fretta grazie alle aumentate vibrazioni cosmiche, non abbiamo bisogno dell’altro/a come della propria metà. L’umanità "si sta aprendo alla propria integrità multidimensionale [sic!] e non ha bisogno di assicurarsi l’altra metà in una relazione con un uomo o con una donna. Sono già integri…" (p.223). Quindi chi è single è evoluto e già entrato nel futuro, chi si sposa, invece non fa quel "balzo quantico"[sic!] (p.184), che è segno di alta capacità vibrazionale. Anche attraverso un linguaggio da new age demenziale si vuol trasmettere all’uomo contemporaneo l’insistente messaggio malthusiano.

L’élite tecnocratica anglo-americana ha anche in mente di abbattere le religioni, sono esse infatti che si oppongono ai matrimoni omosessuali, all'eutanasia e all’aborto (che invece servono alle politiche malthusiane) , alle manipolazioni degli embrioni, al consumismo materialista, esse difendono la famiglia, si oppongono alla teoria secondo la quale il sentirsi maschi o femmine sarebbe un’ideologia, si oppongono alla sessualizzazione dell’infanzia, come vuole il reichismo; insomma esse fanno controevoluzione, controstoria e contropolitica; perciò Icke scrive a p. 204: "La stessa potenza della quarta dimensione [quella dove hanno quartier generale i rettiliani] ha creato e usato la religione, in particolare il cristianesimo, l’ebraismo e l’islamismo, per distruggere la verità sul sesso…".

A pag 90 del libro, l’autore riporta i dati di un importante agente dell’FBI il quale ha rivelato che in Usa ci sono: "750.000 persone che praticano il satanismo, mentre i sacrifici umani si aggirano sui 50.000-60.000…L’organizzazione dei rituali satanici è in contatto con l’ambiente degli asili infantili e degli ostelli dei profughi, in modo da garantire un continuo rifornimento di bambini. Per favore informatemi di quello che sapete". Ancora a p. 68 a proposito degli abusi sessuali sui bambini: "Se sapete qualcosa, vi prego di dirmelo. Lo scambio di informazione avverrà in assoluta segretezza e se esse avranno un fondamento le renderò pubbliche. Se qualcosa vi trattiene, pensate almeno ai bambini". A conferma della sua grande sensibilità per la causa dei bambini, a pag 91, nel momento in cui si accinge a descrivere l’uccisione e stupro di un bambino, scrive: "Dio, mi sento male al solo pensiero". Il lettore avrà capito che si tratta di una persona molto sensibile... In questo appello accorato, rivolto ai suoi lettori, affinchè denuncino a lui quel che potrebbero aver scoperto in merito ai bambini, qualcosa di strano c’è. Lui non dice: raccogliete prove e poi andate dai carabinieri. Bensì dice rivolgetevi in segreto a me, poi ci penso io….Scusate se mi metto a pensar male, ma non sarà, fiduciosi lettori di Icke, che è iniziata la schedatura di testimoni scomodi di fatti inquietanti? 

Prima di andare avanti a mostrare la correttezza politica di questo signore, ricordiamo che egli, senza esitazione, denuncia, con nome e cognome, mezza classe dirigente americana, che trasversalmente (tanto repubblicani che democratici), a suo dire, partecipa a festini pedofili, omicidi e satanisti nel boschetto boemo e altrove. Trovate nomi come Bush, Clinton, Kissinger, Cheney, capi della Cia, Pentagono, banchieri, giornalisti….eppure, nella presentazione del libro fatta dall’editore c’è scritto espressamente che Icke, oltre Inghilterra e Canada (anche in questi paesi ha fatto nomi e cognomi), gira gli Stati Uniti "raccontando ciò che ha scoperto" senza che nessuno lo disturbi (!). Sul libro c’è la foto del tipo che ride a più di 30 denti, nudo, con la foglia di fico che ha su scritto; "censored". Andiamo avanti.

Nel capitolo successivo a quello che descrive gli stupri dei bambini arriva il "pezzo forte" della sua filosofia, che è dedicato all’autostima e all’onnipotenza della volontà. Uso a ragion veduta il termine onnipotenza, perché: "siamo noi a creare la nostra realtà" (p. 115). "…la coscienza del bambino si creerà a sua volta la propria realtà materiale fin dal momento della nascita….gli stessi principi che valgono per gli adulti, valgono anche per i bambini…Siamo noi a creare quando dove e con chi diventare persone e siamo noi a creare la nostra realtà." (p.116). "E’ importante comunque capire che tutti noi ci creiamo la nostra realtà. So per esperienza che ci sono persone che accettano questo principio, ma poi cercano di negarlo quando capita loro qualcosa di spiacevole…non c’è nessuno da biasimare o su cui scaricare la responsabilità di quello che succede nella tua vita. Sei tu ad averne il controllo e puoi cambiare qualsiasi cosa tu voglia, cambiando la concezione che hai di te stesso." (p.115).

Bene. Sulle cause della povertà esistono due teorie fondamentali: quella di Tommaso Moro e quella del reverendo T. Malthus. Il primo ha sostenuto che in Inghilterra la povertà ha iniziato a espandersi vertiginosamente con la vendita fatta da Enrico VIII dei terreni sottratti alla chiesa cattolica e di quelli demaniali che erano destinati agli usi comuni. Su queste terre la gente viveva di sussistenza (le terre sono dette open fields). Dalla metà del Cinquecento circa in poi, fino alla fine del Settecento la politica delle recinzioni provocherà un pauperismo urbano in Inghilterra, tale che nell’ Ottocento il ceto contadino è scomparso (di questa dekulakizzazione nessuno parla). Quindi Moro dice: la privatizzione della terra e il latifondo sonocausa di povertà. La teoria di Malthus, fatta propria dal liberalismo, secoli dopo dirà invece che la causa della povertà sono i poveri stessi. La causa non va cercata in altri. Sono loro che hanno scelto di essere poveri, riproducendosi troppo o conducendo una vita da pigri e viziosi. Malthus come rimedio alla povertà proponeva la sterilità oppure il taglio dei sussidi affinchè quelli perissero.


Ebbene Icke, nel capitolo in cui espone il "pezzo forte" della sua filosofia, estende la teoria malthusiana sulla povertà a tutta la condizione umana. Se sei brutto e sofferente è perché tu lo hai voluto (anche se non ti ricordi bene quando e come), se sei povero è perché così hai voluto forgiare il tuo destino. Se sei malato è perché tu hai voluto così. Perfino i bambini determinano il proprio destino, inclusi ovviamente quelli che vengono rapiti negli orfanotrofi per essere sacrificati nelle sedute sataniche…."non c’è nessuno da biasimare o su cui scaricare la responsabilità di ciò che accade". Non si lamentino i contadini inglesi cacciati dalla terra, non si lamentino, oggi, i contadini africani o andini se si trovano inurbati nelle megalopoli, né si lamentino donne e bambini abusati: essi hanno creato il proprio destino a quel modo. Ma allora i cosidetti ricchi, quelli che si son presi le terre o i satanisti, che mangiano invece di farsi mangiare chi sono? Sono quelli che evidentemente hanno più autostima degli altri. Infatti Icke dice che la causa per cui una donna si trova ad avere un marito violento o che la comanda sta nel fatto che lei non si autostima. L’autostima, concetto tanto in voga oggi, non è che la trasposizione sul piano psicologico di quanto Adam Smith indicava come "mano invisibile" e cioè: l’egoismo. Se ciascuno segue il proprio egoismo in economia, tutto va a posto da sé. Se lo stato interviene, accadono allora i pasticci. In psicologia, il seguire il proprio interesse egoistico si dice autostima. Io mi amo, penso a me e a quello che mi piace, mi curo la salute e l’estetica, ho diritto a stare comodo e a faticare poco; ho diritto a fare una vacanza e a comprarmi la pelliccia, perché delle soddisfazioni ci vogliono…e ovviamente ci vuole una carta di debito per cavarsi le voglie, altrimenti la società dei consumi non carbura. Sacrificio, frugalità ecc. sono atteggiamenti che indicano scarsa autostima, quindi propensione alla depressione, al suicidio -ci avvertono gli psicologi contemporanei…. Capite? Un membro dell’élite dominante quindi chi è nella prospettiva della filosofia-antropologia di Icke? E’ semplicemente uno che ha avuto il coraggio di amarsi, uno che si autostima, uno che ha creato la propria condizione umana in modo felice. La causa della povertà, l’esser vittima di abusi hanno la loro radice nel non amarsi….L’autostima confina e a volte si identifica con quel "pensa positivo!" con cui gli stessi sponsor di Icke, anni prima, avevano infarcito le correnti del new age demenziale da loro accuratemente confezionate: la società dei consumi e le borse richiedono degli idioti incrollabilmente ottimisti, autisticamente ricurvi sui propri bisogni e impegnati a rafforzare la propria autostima a colpi di carte di debito…

Abbiamo iniziato questa recensione dicendo che Icke è il maggior complottista in circolazione. Ci scusiamo col lettore per la lunghezza della recensione, ma si trattava di cercare il filo conduttore dei suoi scritti attraverso migliaia di pagine, e ora che lo abbiamo trovato, vediamo come sia sostanzialmente elementare il pensiero del tipo, e cioè è il solito pensiero che va in giro da trecento anni e che fa da nucleo ideologico dell’illuminismo, del liberismo, del positivismo, dei chicago boys, e dei valori diffusi dagli organismi Onu. Al termine di questa recensione possiamo affermare che il pensiero di Icke è la negazione di ogni complottismo, infatti, importando nella sua visione filosofica il nucleo della dottrina liberale-liberista, e cioè quanto dicono Adam Smith, Malthus e Darwin, il signor Icke può dire che se buona parte dell'umanità è stata ed è saccheggiata del petrolio, delle terre, delle risorse alimentari, genetiche e del sottosuolo, ciò è dovuto al fatto che questa parte dell’umanità non si autostima, essa ha scelto di essere predata e impoverita; questa parte dell’umanità è quella che non ha voluto fare il famigerato salto quantico.

Le popolazioni della foresta amazzonica alle quali le multinazionali del petrolio devastano l’ambiente, con deforestazioni e trivellazioni inquinanti, sono popoli che son voluti restare indietro nella scala evolutiva. Questi non voglion fare salti quantici, non si autostimano: come può autostimarsi uno che ha voluto per sé un destino cattivo? Una fetta di popolazione di un determinato paese è passata dalla soglia di povertà alla povertà a causa della speculazione sulla moneta locale (che si è svalutata) di un certo personaggio di cui i giornali pudicamente non parlano. Forse la causa della loro povertà è quel "noto anonimo". No. Questo è complottismo superficiale. Vogliamo sempre credere che dietro ai fenomeni economici, politici e storici ci sia sempre qualcuno che tira le fila. Questa è paranoia. In realtà la causa profonda dei poveri sono i poveri stessi, come diceva Malthus; la dottrina del reverendo aggiornata da Icke dice che se quella fetta di popolazione è diventata povera non è a causa di quel noto anonimo speculatore, bensì….di quella stessa fetta di popolazione che ha voluto per sé tale destino….

Chi sono allora quelli dell’élite che moltiplicano le loro ricchezze solo pigiando alcuni tasti di un computer, col quale trasferiscono montagne di denaro o di materie prime da una parte all’altra del globo; che con poche digitate di computer decidono le guerre e i prezzi del grano, che si concedono festini satanisti e pedofili? Assolveteli, perché non sono la causa della povertà dei poveri e della infelicità degli infelici sotto le guerre o sotto gli stupri, come vorrebbe l’idea complottista della politica e della storia. Essi sono semplicemente persone che si autostimano, che hanno veramente amato se stesse compiendo coraggiosamente l’oramai famoso salto quantico, quello che ti porta avanti nella scala evolutiva. Essi sono quelli che hanno avuto la prontezza e il coraggio di salire sulle rapide onde ad alta vibrazione dell’evoluzione cosmica.

Volete, cari lettori che vi sintetizzi, in quattro parole, il senso e il messaggio delle circa 20.000 pagine scritte dal signor Icke?: il più forte ha sempre ragione (è sempre più in alto nella scala evolutiva). 


Paolo De Bernardi

( I volumi di Icke che cito sono tradotti in Italiano da Macro Edizioni, S. Martino di Sarsina, Io sono me stesso, io sono libero, 1996; E la verità vi renderà liberi, uscito a Cambridge e finanziato da David Solomon, esce in traduzione italiana nel 2001 con la consistenza di 589 pagine. Esce l’anno successivo in italiano Figli di Matrix, pubblicato stavolta in Usa, ma sempre per i tipi della Bridge of Love Publications, con la consistenza di 617 pagine. Se poi qualcuno volesse approfondire ulteriormente il tema del complotto globale, c’è anche Il segreto più nascosto, della consistenza di 656 pagine; anche questo testo verosimilmente destinato a rivelare cose importanti, ma in modo che siano non utilizzabili……ecc ). 

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...