"THE END"

"THE END"
http://www.romafaschifo.com

sabato 27 luglio 2013

La bontà di un prodotto nella mani di un truffatore


"Molti affari si basano sulla truffa" dicono alcune persone. Ma in cosa consiste di per sè il business, se non nel vendere un bene o servizio ad un costo conveniente sia per il consumatore che per il produttore. O forse è solo una truffa. Proviamo a scoprire le differenze tra le due cose ed anche i casi in cui risultano la stessa cosa.

Non ho studiato il marketing, i metodi per convincere le persone dell'utilità di un prodotto e non so come va il mercato mondiale. Forse se aprirei un'azienda, crollerei al prossimo mese. Quindi possiamo dire che non sono di sicuro un uomo d'affari, ma nonostante ciò mi rendo conto che esistono uomini e donne d'affari disonesti.

Esistono due grandi tipi di business:
- il primo consiste nel lavorare facendo lavorare gli altri su un certo tipo di prodotto, vendendo lo stesso ad un prezzo conveniente.
- il secondo tipo di business invece consiste nella vendita disonesta di un certo bene, spesso inutile, comprato ad un prezzo basso e venduto ad un prezzo molto alto. Succede con le multinazionali, ma non si conclude solo lì. Il fatto è che se il prodotto venduto fosse davvero utile, che senso avrebbe convincere le persone di comprarlo.
Succede tutta un'altra cosa, fidatevi. La pubblicità diventa lo scopo primario dell'azienda, non la produzione ed il miglioramento delle caratteristiche. A questo punto non è difficile intuire che questo tipo di business inizia a basarsi sulla truffa. Inutile dire che se un bene fosse utile, la gente non lo comprerebbe. E' da ipocriti e bugiardi affermare ciò! Il lavaggio del cervello può essere fatto talmente bene che la persona (il consumatore) può essere convinto nell'utilità di comprare una scatola di fiammiferi al costo di dieci accendini (per fare un esempio).

Sono sicuramente per il primo tipo di business, quello che è più difficile ma anche più onesto. Con il secondo tipo, vi assicuro, fareste un bel po' di grana, anzi, non solo un po' e in cambio sarete anche dei truffatori da rinchiudere per frode fiscale.

E' normale che se uno lavora su un certo tipo di bene e soddisfa le richieste del cliente, quello ritornerà e ripagherà il produttore, magari consiglierà anche ai suoi conoscenti quel tipo di prodotto e loro verranno come lui a comprarlo, poichè sarebbe un prodotto veramente utile ed indispensabile.

Non fatevi fregare da chi cerca di sopprimere la vostra capacità cognitiva. I truffatori meritano il tribunale, non la stima e l'adorazione. Dunque, truffare la gente non è per niente una bravura ma al contrario un'infamia! Ricordatevelo bene!

FONTE
http://storieriflessioni.blogspot.it/



nota:
Dopo aver letto questo articolo mi è venuto in mente un aneddoto che ora vi racconto. Una mattina ero andato dal medico, in Liguria, dove vengono molti turisti dalle città lombarde e piemontesi, e c'era gente e parlavamo. Così ad un certo punto spunta fuori il nome di Briatore e una donna milanese dice: "eh, ma quello è un uomo con i peli sullo stomaco, quando è partito ha fregato anche un gruppo di pensionati e non ha avuto nessun timore" ... io naturalmente non so se la cosa sia vera o meno, poco mi importa di questo tipo imposto come l'imbecillità a modello vincente, ma zitto non ci potevo stare e alla tipa dico che si devono usare i termini giusti, Briatore è un "criminale" come tutti gli imprenditori che sono arrivati a fare soldi a palate, li fanno solo perché fregano il maggior numero di persone possibili.

 Più ne fottono e più diventano ricchi.

E allora se consideriamo il tizio uno col pelo sullo stomaco mi spiace solo che non ho potuto portare fuori la signora per derubarla e dopo sussurrargli nell'orecchio: Ti piacciono ancora gli uomini col pelo sullo stomaco?!?

hahahahahaha .... battute a parte, vi sembra cosa normale che una tizia, e pure non vecchia e magari con figli, elevi a idolo uno che deruba i pensionati? 

Io non so se sia vero o meno quello che raccontava, ma in ogni modo, per lei vero lo era nella sua testa e lo elogiava pure ...

Non ci sarà mai nessun cambiamento se prima non cambia l'individuo.

Briatore io lo vedo così

... una sorta di ritardato mentale che probabilmente come dice Crozza ha dei libri finti in casa perché lui non legge, un uomo a cui la vita ha dato tutto a livello materiale togliendogli tutto sugli altri piani. Un uomo completo, si, in un solo ambito, quello materiale che è il meno importante!

 Nella nostra economia, dopata solo queste persone possono arrivare al "top" ... ed è per questo che il sistema è polarizzato al contrario.

 E ammirateli mi vien da dire ... se questi sono i vostri idoli non vi attende niente di soddisfacente!
Dioniso777

4 commenti:

storieriflessioni ha detto...

Esistono molti tipi di truffa. Oserei dire che la truffa è sporca a parità della prostituzione, se non peggio. Tra le prostitute di oneste se ne trovano, tra i truffatori, no :D ... forse quelli che fregano i ricchi, le banche ed i database dei politici saranno un'esclusione... ma sono pochi e non hanno scopi di lucro.

In questo caso che hai descritto, la signora di cui parli(come molte di oggi) è attratta da un truffatore. Era quasi sicura che poteva ottenere i suoi soldi offrendoli qualcosina. A parte l'ammirazione, molte non hanno manco il coraggio di ammettere di essere attratte da simili signori per non passare per delle puttane. Una che conosco una volta disse "Molti dicono che alle donne piacciono gli uomini ricci, ma non è vero! A noi piacciono quelli che sanno fare affari!"

LOL. Ma che discorsi ipocriti sono?

Jan

*Dioniso*777* ha detto...

già, stasera metto un articolo che ho scritto oggi e parlo proprio di questo più o meno .... cioè vi piace la legge del più forte, quella della giungla, ma quando prendete dei calci in culo non vi piace più???
E purtroppo le donne fanno tutte lo stesso lavoro e per questo sono tanto invidiose le une delle altre, perché il loro futuro dipende dall'uomo a cui piaceranno. A.Schopenhauer

Un grande che diceva anche che a nessuna donna va dato del denaro da maneggiare e ancora una volta aveva ragione: Vai a spasso per negozi, di prodotti inutili e alla moda, e chi trovi? Femmine. Il femminismo le ha prese tutte per il culo e si credono libere. Peccato che non mi piacciono gli uomini ....... sono molto più razionali e intelligenti!

storieriflessioni ha detto...

Tutto parte dal fatto che la donna ha più bisogno di beni di tipo secondario e complementari, anche se ultimamente purtroppo ne vedi anche di uomini non pochi che vanno dagli estetisti o a comprarsi abiti che vanno di moda.

Tempo fa scrissi, "Un popolo femminilizzato è più facilmente domabile" ed è forse vero:
http://storieriflessioni.blogspot.it/2013/04/la-liberta-di-un-popolo-femminilizzato.html

Oppure vedi il diritto al fumo ottenuto dalle donne, che di per sè partì da una campagna pubblicitaria rivolta al gentil sesso, non tanto per farle emancipare quanto per raddoppiare i consumatori di fumo:
http://storieriflessioni.blogspot.it/2012/06/il-fumo-e-lemancipazione-femminile.html

*Dioniso*777* ha detto...

ed hai ragione, il consumismo li vuole tutti identici, tutti uguali
La ricordi QUELLI CHE benpensano?
Ecco, li descrive perfettamente
E oggi abbiamo mezze femminucce modello Tarricone, pace all'anima sua, e niente più donne e niente più uomini, solo mezze tacche che consumano!

E' perfetto il terreno per l'elite massonico-giudaica, non credi?

Ciao

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...