"THE END"

venerdì 22 febbraio 2013

Marina Tonini: In-Coscienza Aliena

Traiamo dal blog Hearthaware questo articolo in cui l’autore ha svolto una meritoria opera di ordinamento di materiali relativi a un personaggio che certamente val la pena di conoscere, ossia Marina Tonini.

La particolarità del personaggio sta nel fatto che, dopo aver avuto contatti diretti con esseri extraterrestri ed essere stata condotta di persona nel loro mondo, per parlarne e diffondere il messaggio da loro trasmesso alla nostra civiltà ha partecipato a trasmissioni televisive del più profondo mainstream italiano, con tutte le ovvietà circensi che ne conseguono, mantenendo un atteggiamento semplice, schivo ma sicuro e tale da incutere allo stesso tempo familiarità e rispetto e uscendo da questi appuntamenti mediatici non solo indenne ma con il grande risultato di aver fatto presa sulla gente comune.
Perita grafologa presso il tribunale di Verona, ha un profilo professionale che non presta il fianco a strumentalizzazioni ed insieme mostra nelle interviste una serenità rassicurante che la rende persona da ascoltare anche per un pubblico distante da questi temi. Probabilmente proprio per queste sue caratteristiche è stata scelta per questa opera di Disclosure al pubblico profano.
Suggeriamo ai nostri lettori di ascoltare quello che ha da dire, anche in tutti i messaggi video, IN COSCIENZA ALIENA canale youtube, perché è davvero di urgente e straordinario interesse.
Ecco quindi il post da Hearthaware.
Buona Lettura
Jervé


Marina Tonini è una contattista italiana. Per chi non lo sapesse, la differenza tra un contattista e un canalizzatore è che, mentre il canalizzatore tiene rapporti con razze extraterrestri per via telepatica, il contattista ha o ha avuto dei contatti fisici diretti. Nel caso di Marina, a contattarla sono stati i Siriani di Sirio B. Come capirete (fatte le dovute ovvie eccezioni) un contattista è mediamente più attendibile e concreto di un canalizzatore.

Il video che vi proponiamo oggi è tratto da una serie di videoblog in 13 puntate intitolata “In-Coscienza Aliena, le cui prime 12 puntate sono state pubblicate sul web nei mesi di gennaio e febbraio 2012. Poi, improvvisamente dopo diversi mesi di silenzio, Marina è stata spinta dai Siriani a continuare la serie, che sembrava interrotta, con una 13° puntata aggiuntiva dai contenuti quantomai attuali, profondi e urgenti. Questo ci ha convinto a costruire un post attorno a questo 13° episodio e a trascriverne qui gli intensi dialoghi.Marina parla di quanto energeticamente malefica sia stata la cerimonia di apertura dei Giochi olimpici di Londra e di quanto le suggestioni coreografiche alludenti agli UFO facciano parte di un piano più ampio finalizzato a mettere la popolazione umana in stand-by durante l’intero corso del 2012, nell’attesa che accada un evento esterno. Ciò è realizzato fornendo date precise che poi vengono puntualmente disattese, nell’intento di far credere erroneamente che la Disclosure ET e l’Ascensione siano eventi temporali localizzati e non processi diluiti nel tempo. Invece secondo la Tonini, la Disclosure e l’Ascensione stanno avvenendo proprio ora, giorno dopo giorno e per questo ci gira l’invito dei Siriani a lasciar perdere le canalizzazioni che ordiscono in senso opposto.
Ci invita a riappropriarci del nostro presente e del nostro cammino ascensionale individuale, a coltivare giorno dopo giorno la nostra speranza legandola al nostro lavoro personale e non all’attesa di eventi esterni, come vorrebbero gli Oscuri.


Condivido una mia osservazione personale con i lettori: i Siriani hanno spinto la Tonini a pubblicare questo video per via dell’urgenza della situazione mondiale; lo stesso motivo ha spinto gli Architetti della Nuova Era a voler divulgare le loro canalizzazioni (anch’esse provenienti da Sirio!) sul web. Coincidenza ancora più straordinaria, il primo messaggio degli Architetti e questo 13° videoblog della Tonini sono stati divulgati entrambi nel giorno di ferragosto. Questa coincidenza di tempi e di fonti mi fa supporre che qualcosa di grande ed autentico bolla in pentola da parte dei nostri fratelli spaziali…

Ora vi lasciamo alla visione del video e, per chi lo vorrà, alla lettura della trascrizione integrale dei dialoghi.
Videoblog “In-Coscienza Aliena” – 13° puntata


Trascrizione dei dialoghi

In-Coscienza Aliena, il videoblog con Marina Tonini. Questo è l’appuntamento numero 13, un appuntamento particolare perchè torna dopo 5 mesi di assenza dal penultimo, dal dodicesimo, e quindi Marina la prima domanda è: perchè questa urgenza di questo videoblog proprio adesso?

Io ho aspettato, ho rispettato i tempi che mi erano stati dati, quindi 12 videoblog. La mia voglia sarebbe stata quella di farne altri, ma mi è stato dato uno stop e il motivo è che tante nozioni insieme, tante cose da verificare e da elaborare hanno bisogno di un tempo per essere introiettate. Poi mi è arrivato questo invito a fare il tredicesimo videoblog all’improvviso, quando meno me lo aspettavo.

Perchè proprio ora? Perchè le acque si stanno agitando ulteriormente nel senso che ci sono dei giochi energetici in atto in questo momento su alti piani che noi non consideriamo neanche, e che mirano a dare una direzione al pianeta e a tutte le sue manifestazioni che può essere più o meno positiva. Questo sistema di potere, gli oscuri, a cui non interessa il nostro risveglio nè il risveglio della nostra anima, stanno mettendo in atto le loro ultime possibilità dal punto di vista non tanto materiale quanto energetico.

Loro agiscono conoscendo bene i meccanismi che governano le leggi dell’energia. Agiscono con sistemi che noi non immaginiamo neppure e sono sistemi che si basano sia sul simbolismo che sulla gestione effettiva dell’energia, e creano un punto di potere e significati molto profondi. Che siano legati alla positività o alla negatività dipende dall’intento: un esempio di questo è il focalizzarsi sul negativo pur dando una visione così positiva e di unione, come ai Giochi Olimpici.

Dico i Giochi Olimpici, perchè si sono svolti a Londra. Non a caso Londra è uno dei tre punti nevralgici del sistema di potere, insieme a Washington e al Vaticano. Londra rappresenta il lato economico della faccenda, il lato strutturale proprio, un punto sul nostro pianeta dove coinvogliano determinati tipi di energie non proprio costruttive finalizzate al potere e a mantenere ovviamente soggiogata la popolazione senza che la popolazione stessa se ne renda conto.

Quindi si svolgono a Londra, viene data un’impronta folkloristicamente avanzata perchè le scenografie che si sono viste all’interno dello stadio erano meravigliose dal punto di vista estetico. Dal punto di vista simbolico invece, sono stati uniti una serie di simboli legati al Nuovo Ordine Mondiale e alla massoneria che hanno dato un’impronta a un cammino energetico.

Non a caso sono comparsi molti cerchi nel grano in questo periodo, proprio in Inghilterra, perchè i cerchi nel grano a livello vibrazionale servono ad alzare la frequenza e a bilanciare quest’opera nera che è stata fatta all’insaputa delle persone che, purtroppo per ignoranza o non conoscenza, l’hanno vista come una cosa molto bella che univa tutti i popoli.

Noi abbiamo visto la punta dell’iceberg: in realtà l’aspetto è più sommerso, sotto c’è tutto un come qualcosa che bolle. Allora perchè collegarlo a questo discorso del videoblog? La motivazione principale è quella di far conoscere alle persone che siamo vittima di un ennesimo complotto. Nell’ambito di questi Giochi Olimpici sono state create delle suggestioni che a nostra insaputa ci hanno messo in una situazione di attesa. Vi faccio l’esempio dei cinque cerchi che arrivano dal cielo come se fossero delle astronavi. Paradossalmente sul web comincia a girare la notizia che il 4 di agosto un’astronave pleiadiana addirittura sarebbe potuta sbarcare all’interno dello stadio dando così una certezza dell’esistenza di popolazioni extraplanetarie.

Quindi in qualche modo la suggestione è stata data ed è stata disattesa. Tutto questo dare continuamente date, qualcosa che deve succedere, questo incontro con i fratelli dello spazio, se succederà in questa data oppure succederà qualcos’altro nell’altra data… E la popolazione cosa fa? Va avanti sperando che questo 2012 si identifichi realmente con qualcosa che deve succedere, perchè la speranza è che quel qualcosa che deve succedere ci dia l’assoluzione.

In realtà non è così, e loro lo sanno bene: tutte queste date disattese non fanno altro che creare purtroppo uno stato diffuso di attesa, di paura e soprattutto di non fiducia perchè ovviamente essendo disattesa ogni volta la gente non crede più a questa pseudospiritualità.

Tu hai parlato in maniera specifica di questa comunicazione che è girata su internet e sui social network; questa data, il 4 di agosto, questo presunto sbarco, che come fonte aveva delle canalizzazioni conosciute; qual’è la tua opinione su questo tipo di canalizzazioni?

Tutte le canalizzazioni che esprimono date non sono attendibili. Poi ci sono una serie di canalizzazioni che magari hanno dato il via… Loro attraverso le canalizzazioni danno una visione della realtà alla gente che ascolta. Di fondo la visione della realtà è che gli alieni stanno arrivando e che c’è questo tipo di Ascensione, c’è tutto questo cambiamento, però danno delle date specifiche, trascurando il fatto che l’Ascensione o lo sbarco dei nostri amici extraplanetari non è da mettersi necessariamente in riferimento a un fatto che deve succedere domani, ma è una cosa che si sviluppa nel tempo.

L’Ascensione è fonte di molta malinformazione, l’Ascensione è molto individuale nel senso che è un cammino costante, momento per momento, vivendo il momento presente; quindi io ascendo ogni secondo della mia vita se sono coerente, se sono cosciente del mio sè superiore.

I nostri amici dello spazio ci sono: se voi andate ad informarvi, sui siti ufologici ci sonoavvistamenti continui. C’è un incremento di visibilità di questi extraterrestri, di queste astronavi: quindi è palese ormai, no?

Da qui a dire che il 12 di novembre ci sarà il contatto massivo, perchè? Perchè vogliamo il contatto massivo? C’è già il contatto, quello che manca è il contatto con noi stessi, che ci faccia da luce su una strada che non è come noi ce la immaginiamo, ma è diluita nel tempo. Comunque il fondamento di questo nostro percorso è cercare la verità dentro di noi, cercare la serenità dentro di noi, qualsiasi cosa sia e qualsiasi sia la situazione che si presenta.

Tutte queste date vengono messe in circolazione da un sistema che è ben organizzato e che fa sembrare tutto molto spirituale. La realtà dei fatti è che disattende le attese delle persone che pensano che la ricerca spirituale sia questo, sia avere delle risposte. I Siriani hanno invitato me e io invito voi, a lasciare perdere le canalizzazioni perchè non è la canalizzazione che ti dà l’indicazione della strada da percorrere per essere coscienti della propria presenza.

Inviterei a prendere coscienza del fatto che non è cambiare il mondo da un giorno all’altro che ci dà l’assoluzione, perchè poi di fronte a un cambio che può essere per forza dettato anche da momenti di disordine… perchè è questo: viviamo nel disordine, la gente è terrorizzata, quindi idealmente noi vogliamo il cambiamento: ma il cambiamento che noi vogliamo idealmente non è quello della situazione politica, ma è quello di riuscire ad essere centrati, ad essere sereni, ad essere dentro di sè in ogni momento. Questo non ce lo dà nessuno, questa cosa è assolutamente da conquistare momento per momento, questa è la strada.

Quando tu mi hai parlato dell’invito alla registrazione di questo videoblog (a sorpresa perchè si pensava fosse un episodio, non dico concluso però, in qualche modo archiviato), hai usato il termine “tassativo”. Visto che è un termine che non ho mai sentito negli inviti che hai fatto dai Siriani, perchè “tassativo”? Perchè in questo momento? Perchè questa sveglia in questo preciso momento?

Intanto perchè non c’è più molto tempo, no? Questi inghippi, quello che l’Ordine Mondiale inteso come sistema di potere, sta cercando di fare è di tirare giù l’energia del pianeta. Siccome noi sappiamo che la frequenza crea la forma, loro lavorano ad alti livelli con l’energia e cercano di condizionare la nostra mente. Noi non ci rendiamo conto di questo, ci sembra fantascienza, in realtà ad altri livelli non è così.

Cosa mirano che accada, disattendendo le speranze della gente che dice “ah cambierà…”, “il 21 dicembre 2012…”? Il 21 dicembre 2012 è una fase, un momento di passaggio. Se non dovesse accadere nulla quel giorno (al di là del fatto che sta accadendo molto da molto tempo), probabilmente la metà o forse più della popolazione del pianeta dirà: ecco era tutta una fandonia, ecco erano tutte cose non importanti, non esistono le predizioni dei Maya, sono state manipolate ecc ecc…

Questo porterà la gente ad una caduta di tono energetico in qualche modo, perchè sembrerà che il cambiamento non sia avvenuto. Loro mirano a questo: tutto il sistema delle canalizzazioni, delle cose che si dicono su internet, dello “sbarcheranno o non sbarcheranno”,ci vietano di pensare al nostro presente, ma siamo sempre proiettati al domani e quindi se siamo proiettati al domani la nostra energia non è ben radicata, di conseguenza non ha struttura e va in qualche modo a dare man forte a quella che è una energia di non consapevolezza, non certo di direzione decisa e consapevole.

Se ho capito bene, il “tassativo” è perchè è un momento importante e l’invito quindi è ad essere presenti a noi stessi, a credere solo a noi stessi e non a queste canalizzazioni che possono essere in qualche modo manipolate. Certo che la situazione, come sappiamo tutti, è ben difficile principalmente anche dal punto di vista economico, per cui tanti amici e tante amiche mi dicono: parli di spiritualità ma poi le cose concrete di ogni giorno? Con la spiritualità non si pagano le bollette… C’è un invito ad essere più radicati del solito in questo, cioè ad avere fiducia in un cambiamento che sia positivo anche se traumatico?

Noi dimentichiamo sempre che siamo in difficoltà economica perchè non siamo stati abbastanza accorti, profondi o abbastanza esenti dal possesso e dal denaro; quindi comunque andiamo sempre a finire alla presa di coscienza del sè.

Perchè siamo arrivati a questo punto? Ora ci siamo, le difficoltà per tutti sono molte ovviamente, perchè è stata gestita male la faccenda, la barca è stata guidata in maniera anomala. Tutti noi siamo sulla barca e abbiamo tutti il mal di mare. Ora la direzione da prendere la decide chi prende in mano il timone, e prendere in mano il timone in questo momento vuol dire essere presenti, vuol dire essere capaci di essere coraggiosi, di non avere paura di affermare la propria dignità, i propri diritti, di essere comunque fiduciosi anche se non abbiamo i soldi per arrivare a fine mese.

I nostri nonni non morivano di fame. Compriamoci delle galline, cerchiamo di renderci autonomi, le galline le ho prese anch’io! In effetti però questo è, avere il coraggio di prendere il mano questa barca, tutti insieme, quelli che pensano di voler andare in una direzione costruttiva e di avere la forza per andare avanti. Cercando di avere questo atteggiamento la vita ci premierà e quindi avremo quello di cui abbiamo bisogno. Questa è una promessa che i Siriani hanno fatto a me. La vita probabilmente, la consapevolezza, l’esperienza sul piano dove vivono loro ha gliel’ha data come prova. Non esiste il denaro su Sirio, su Sirio ognuno sviluppa i suoi talenti e li mette a servizio della comunità.

Allora com’è possibile vivere in una situazione del genere paragonata alla nostra, che se non abbiamo i soldi per pagare la bolletta dell’acqua ci staccano l’acqua che è un bene comune, è un bene per tutti, è un bene vitale? Questo è prendere coscienza del voler cambiare assolutamente dentro di noi prima di tutto, quindi appoggiandoci solamente a quello che è il nostro valore. Quando saremo sul letto di morte, saremo soli come lo siamo stati quando siamo nati. Quella stessa forza che abbiamo quando siamo nella culla e che noi non sappiamo di avere, o che quando siamo vecchi, non abbiamo altro di fronte se non il passaggio, cominciamo a non avere più paura. La consapevolezza assume dei significati più profondi, quindi l’anziano è pronto a passare oltre, ha una specie di rassegnazione: ma perchè vivere, come diceva un mio carissimo amico, vivere da morti e morire da vivi, no?

Prendiamo coscienza che la nave possiamo dirigerla noi e quindi non appoggiamoci a queste promesse pseudospirituali delle canalizzazioni. Con questo non voglio dire che non esistano gli angeli che non esistano grandi maestri: però starei un attimo allerta per quanto riguarda promesse di sbarchi di massa o di ascensioni varie, perchè l’Ascensione può avvenire in un cambio vibrazionale: forse avverrà più velocemente perchè la frequenza che ci arriva dal Cosmo ci fa vibrare e ci cambia nella consapevolezza e nella percezione.

Il DNA è un trasduttore che fa vibrare il nostro corpo energetico e ci porta ad un livello di coscienza superiore, che noi siamo coscienti oppure no; quindi appoggiarci a tutto questo marasma di canalizzazioni non fa altro che dare energia a questo sistema che mira a minarci alle radici. Questa è l’unica possibilità che hanno per continuare a gestire il sistema come vogliono anche se non ce la faranno perchè ormai il sistema è traballante e comincia a cadere a pezzi, è solo questione di tempo.

Allora, grazie Marina e grazie per questo tuo ritorno con In-Coscienza Aliena con questo videoblog numero 13. Ci dobbiamo abituare ad averne altri in tempi brevi?

Io non gestisco questa cosa, diciamo che sono spinta, quindi anch’io come voi aspetto notizie, no? Appena ho notizie faccio quello che devo fare e mi stupisco io per prima. Sono come voi, in attesa in questo gioco comunque bello ma anche di responsabilità; a volte non è così semplice, però io come ultimo monito posso dire che dobbiamo mettercela tutta, che dobbiamo veramente appoggiarci al nostro sè più profondo perchè noi siamo il nostro miracolo e solo questo ci dà la forza per scegliere. Se scegliamo in maniera costruttiva, cioè volendo cambiare quello che siamo stati fino ad oggi, andremo oltre.

Altrimenti l’energia che ha interesse a soggiogare tutto il pianeta avrà la meglio e quindi noi ci ridurremo come delle povere vittime che agevolano un sistema. Non illudiamoci di nulla, illudiamoci solo della capacità che deve essere insita dentro di noi di essere noi stessi al meglio, di non appoggiarci a promesse vane, ma che la promessa sia: “io guardo dentro di me e cerco di arrivare al punto in cui riesco a tenermi in equlibrio con saggezza, con serenità, capendo e comprendendo il valore intimo e profondo di quello che è il nostro significato, del perchè siamo qua e anche della volontà e dell’intento di voler essere noi il cambiamento.”

Queste non sono parole, sono verità che devono essere messe in pratica perchè se no la spiritualità si sbriciolerà come neve al sole. Non c’è altra soluzione, la nostra evoluzione è direttamente proporzionale alla nostra cocciutaggine. Il prossimo videoblog, a Dio piacendo, sarà quando sarà giusto che sia.

Marina Tonini

trascrizione: Lòthlaurin
Hearthaware blog
hearthware.wordpress.com

Nessun commento:

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...