"THE END"

"THE END"
http://www.romafaschifo.com

mercoledì 3 aprile 2013

Grillo: L'importanza di Chiamarsi Leccaculo

Naturalmente per il "rivoluzionario" Grillo riveste un'enorme importanza continuare a leccare il culo al Vaticano e ai gesuiti; lo avevamo già documentato in questi due post:

Grillo il baciaculo di Bertone

Grillo, Travaglio, Saviano: Tutti ospiti felici e contenti dei Gesuiti


Ecco adesso il nuovo post tratto dal sito-agenzia di neuromarketing della Santa Sede beppegrillo.it:



L'importanza di chiamarsi Francesco

Ecco l'incipit:

"L'importanza di chiamarsi Francesco. Nessun papa ha mai avuto il coraggio, perché di vero coraggio si tratta, di chiamarsi Francesco. "

Caro Grillo, vorremmo risponderti così:

"L'importanza di chiamarsi Leccaculo. Nessun comico a capo di un Movimento-partito-setta ha mai avuto il coraggio, perchè di vero coraggio si tratta, di chiamarsi Leccaculo"

Il Grillo-baciaculo miliardario poi continua:

"La politica senza soldi è sublime, così come potrebbe diventare una Chiesa senza soldi, un ritorno al cristianesimo delle origini."

"Francesco scelto da papa Bergoglio, un gesuita di mamma genovese, è già molto, per ora mi può bastare, poi si vedrà. E' il primo papa "low cost". Stanno già scavando nel suo passato, dalle letterine di scuola delle compagne, alla sua vita prima di diventare prete, ai rapporti con la dittatura argentina, per trovare ogni più piccola ombra e questo me lo rende simpatico."

Ma questo post non è l'unico redatto dall'agenzia di neuromarketing Casaleggio, controllata a quanto pare dai gesuiti; si legga anche il seguente:

Papa Francesco, sacerdote - Francesca Ambrogetti

E' chiaro da queste citazioni che, sia il miliardario leccaculo Beppe Grillo, sia l'azienda più ricca del mondo Vaticano & Gesuiti S.p.a. vogliono riciclarsi come francescani, cioè vogliono darci a bere che sono dei poverelli proprio come noi che stiamo morendo di fame sotto la scure di Roma e dell'Europa Gesuitica. Solo che la loro è una recita, la nostra è la dura realtà; e se la recita della politica e della Chiesa senza soldi può apparire sublime ad un radical chic, la realtà della popolazione in miseria e dei suicidi di massa, che quotidianamente riempiono le cronache dei media, è un fatto tragico e non ha nulla di nobile.


Che il Vaticano possa e voglia d'un tratto dismettere tutta la sua immensa ricchezza [vedi anche qui e qui] e darla ai poveri è un sogno a cui possono abboccare solo i gonzi grillini; se ciò avvenisse realmente non esisterebbe più la Chiesa per come la conosciamo; quello che è in atto è invece la solita manipolazione delle percezioni e della realtà. Questo marketing si propone di farci credere che anche i potenti sono diventati, o aspirano a diventare, poveri come noi, proprio perché costoro vogliono il nostro consenso, e sanno che noi non lo daremmo certo ad una classe dominante che appare ricca, ladra e opulenta, mentre noi sprofondiamo sempre più nella miseria.

E' anche evidente la sottintesa politica futura; non dobbiamo più aspirare al benessere, ad un giusto salario, ad una sicurezza economica, ad uno Stato ricco in grado di fornire servizi e lavoro ben pagato; dobbiamo invece diventare tutti straccioni, perché povero è bello; al massimo potremmo aspirare all'elemosina di qualche centinaio di euro al mese come reddito di povertà (lo chiamano di cittadinanza) per sopravvivere e tirare a campare; perchè è questa la sostanza del programma grillino che ha come mira apparente la politica sprecona e i costi dello stato; dietro la battaglia sacrosanta contro gli sprechi sopravanza però la battaglia per smantellare lo Stato vero e proprio con i suoi costi necessari; perchè riducendo in continuazione le risorse allo Stato e alla politica, lo Stato e la politica vengono smatellati, per il beneficio della Dittatura Europea e del Nuovo Ordine Mondiale; infatti è la riduzione dei costi e la lode alla miseria, e non la giusta allocazione delle risorse, o la sovranità monetaria (che restituirebbero benessere e ricchezza alla popolazione e consentirebbero allo Stato di fornire servizi e lavoro) che traspare dalla propaganda dei finti poveri Grillo e Bergoglio; e se ce lo dicono loro noi ci adegueremo; basta col rivendicare salari e diritti; mangiamo pane e cipolla e giriamo tutti in bus (diventerà però un lusso anche viaggiare in bus a causa del costo dei biglietti sempre più alto); basta con lo Stato che, oltre a essere corrotto, fornisce anche lavoro e servizi; se lo Stato è ricco di corrotti (per lo più cattolici, massoni e gesuiti, che hanno infiltrato e profittato dello Stato), impoveriamo e smantelliamo lo Stato! Basta vacanze in località lontane; al posto di queste andrà di moda portare il cane ai giardini sottocasa (mentre Grillo se la spasserà in Sardegna).


Come abbiamo già spiegato in precedenti post, la classe dominante vaticano-gesuitica, al fine acquisire sempre più potere e denaro, e schiavizzare ancor più la popolazione sotto un Governo Globale, vuole distruggere la ricchezza dell'intera società:

"La fase finale di dominio comprende, come abbiamo già analizzato più volte in questo blog, la distruzione quasi totale della classe media e la riduzione in povertà della gran massa di cittadini. Questa fase è una vera e propria rivolta della classe nobiliare europea (o Romana) che ha tentacolato il globo intero. L'obiettivo della classe nobiliare è quello di creare un Nuovo Ordine Mondiale al cui vertice sta la nobiltà papalina-gesuitica e dove la gran massa della popolazione è ridotta in povertà e schiavitù, è avvelenata, è sorvegliata da tecnologie sofisticatissime ed è controllata nella sua crescita per fare in modo che non crei troppi disordini e ribellioni (lo scienziato new age Lovelock, ad esempio, auspica addirittura una forte riduzione della popolazione). "

Cosa c'è di meglio, quindi, nel mentre si compie quest'opera destrutturante, che propagandare le virtù della povertà?

A proposito dell'occhio onniveggente che appare nel video della Casaleggio Associati:



Tutti lo hanno interpretato come massonico, ma nessuno ha mai letto il nostro post L'Occhio Che Tutto Vede dei Gesuiti che fa risalire l'occhio onniveggente proprio ai gesuiti e alla Chiesa, prima ancora che alla massoneria.


L'Occhio che Tutto Vede all'interno del triangolo equilatero, Cappella Chigi, Roma.

Cosa ne dite? Si assomigliano o no l'occhio della Casaleggio e l'occhio della Chiesa di Roma?
Infatti... questi post della Casaleggio-Grillo S.p.a. su Bregoglio a chi stanno leccando il culo se non a un gesuita!


fonte

3 commenti:

Claudio Kyōshi ha detto...

Pensare che tutto questo è sotto gli occhi di tutti. Ma la maggioranza è cieca! O peggio fa finta di non vedere... ma di certo questo non è un alibi anzi. Direi più una "GRAVE COLPA" da parte del cittadino. (Essere umano) Che dovrebbe amare la libertà, e invece si ammucchia nelle piazze a sostenere la schiavitù. A dare ascolto alle parole vuote e senza senso alcuno, di questi fanatici, assassini, adoratori di Baal.

Il Miglio ha detto...

non c'entra nulla, ma sempre di leccaculi si parla... http://ciambellesumarte.wordpress.com/2013/11/05/la-visibilita-in-azienda/

*Dioniso*777* ha detto...

popolo ricco di leccaculi ... e l'avete sentita allora quella di sto tizio rockettaro?
Ladri, puttane e leccaculo, ecco a cosa si è ridotta l'Italia.
Pino Scotto
http://fintatolleranza.blogspot.com/2013/06/ladri-puttane-e-leccaculo-intervista.html

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...